Pasquale Foggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pasquale Foggia
Pasquale Foggia at Auronzo.JPG
Pasquale Foggia con la maglia della Lazio nel 2009
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167[1] cm
Peso 67[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Ritirato 1º settembre 2014
Carriera
Giovanili
????-1997non conosciuta Banco di Napoli
1997-1999Padova
1999-2000Milan
Squadre di club1
2000-2003Treviso69 (13)
2003-2005Empoli28 (1)
2005Crotone15 (1)
2005-2006Ascoli34 (4)
2006Milan0 (0)
2006-2007Lazio11 (1)
2007Reggina15 (4)
2007-2008Cagliari33 (5)
2008-2011Lazio58 (3)
2011-2012Sampdoria31 (4)
2012-2013Lazio0 (0)
2013Dubai Club0 (0)
2013-2014Salernitana22 (1)
Nazionale
1999-2000Italia Italia U-16-1511 (1)
2001Italia Italia U-171 (0)
2001-2003Italia Italia U-207 (0)
2006Italia Italia U-214 (0)
2007-2009Italia Italia3 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pasquale Foggia (Napoli, 3 giugno 1983) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista o attaccante, attuale direttore sportivo e responsabile del settore giovanile del Benevento.

Soprannominato Ciccio, dal 27 maggio 2007 è cittadino onorario della città di Reggio Calabria.[2][3] Nel 2009 ha fondato una scuola calcio dilettantistica denominata ASD Pasquale Foggia nei pressi di Soccavo, un quartiere di Napoli.[4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Poteva giocare sia come trequartista sia come ala.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nel Banco di Napoli, dove a 14 anni viene scoperto dal Padova, che nel 1999 lo cede al Milan, nell'ambito dell'operazione che porta Roberto De Zerbi a giocare nel Padova.

Treviso, Empoli, Crotone e Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Debutta in Serie B nel 2000-2001 con il Treviso, con Mauro Sandreani come allenatore. Gioca lì anche gli anni successivi e dopo due stagioni in Serie C1 (dove conosce Marco Giampaolo, un allenatore che si rivelerà importante per il suo futuro) viene ceduto all'Empoli. Nel 2003, a 20 anni, esordisce in Serie A con l'Empoli il 14 settembre 2003 in Empoli-Reggina 1-1 e il 23 novembre mette a segno il primo gol nella massima serie in Empoli-Parma 1-0. Chiuderà la stagione con 19 partite ed un gol, ma arriva anche la retrocessione in Serie B. Nella stagione successiva, dopo 9 partite senza gol, si trasferisce, durante la finestra di calciomercato del gennaio 2005, al Crotone, dove colleziona 15 presenze ed un gol in Serie B.

Per la stagione 2005-2006 torna in Serie A, all'Ascoli, con cui realizza 4 gol in 34 partite.

Lazio e Reggina[modifica | modifica wikitesto]

In estate ritorna al Milan e il 31 agosto 2006 viene ceduto dai rossoneri alla Lazio con la formula del prestito.

Il 23 gennaio 2007, durante la sessione invernale del calciomercato, la Lazio ne acquisisce la proprietà del cartellino a titolo definitivo nell'ambito dell'operazione che porta Massimo Oddo al Milan.[6] Contestualmente la stessa Lazio lo trasferisce in prestito alla Reggina. Il calciatore approda a Reggio Calabria dopo 11 presenze ed un gol con la maglia biancoceleste. Contribuisce alla salvezza della squadra amaranto con 4 gol.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

In estate viene ceduto al Cagliari tramite la formula del prestito, con diritto di riscatto.[7] Tra le fila degli isolani il trequartista ben figura già dalle prime apparizioni[8], realizzando anche una doppietta su rigore contro la Juventus che s'impone però col risultato di 3-2.[9]

L'esperienza in Sardegna è tuttavia contraddistinta da un litigio con Davide Marchini, originatosi da uno scontro di gioco in allenamento[10]: pochi giorni più tardi, in un locale cagliaritano, Marchini venne aggredito e ferito da un amico di Foggia, identificato col nome di Marco.[10] Il fatto, avvenuto alla presenza del compagno di squadra Acquafresca, fu denunciato dallo stesso Marchini alla stampa[10]: malgrado la società, per bocca del presidente Massimo Cellino, si fosse dichiarata estranea alla vicenda[11], Foggia fu temporaneamente escluso dalle convocazioni del tecnico Giampaolo.[12] In seguito venne reintegrato alla rosa, vestendo la maglia rossoblu sino al termine del campionato.[13]

Il ritorno alla Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2008 torna definitivamente alla Lazio dopo una stagione al Cagliari in cui è rimasto varie volte in panchina dopo l'arrivo di Davide Ballardini. Nella prima giornata di campionato realizza proprio al Cagliari il suo secondo gol con la maglia biancoceleste, contribuendo così alla vittoria per 4-1 in trasferta. Segna il suo secondo gol stagionale nella partita giocata contro il Catania, permettendo alla squadra laziale di vincere l'incontro.

Dopo un periodo critico di tutta la squadra, l'allenatore Delio Rossi punta di nuovo su di lui schierandolo da esterno di centrocampo nel 4-4-2. Il 22 febbraio 2009 mette a segno la propria terza rete nella partita contro il Lecce, in occasione della quale la Lazio torna alla vittoria. Il 13 maggio si aggiudica la Coppa Italia all'Olimpico in finale contro la Sampdoria, giocando da titolare.[14]

Esordisce nelle coppe europee nella sfida del girone di Europa League Lazio-Red Bull Salisburgo (1-2), partita in cui realizza il suo primo gol nelle competizioni continentali.

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2011 Foggia passa alla Sampdoria con la formula del prestito con diritto di riscatto dell'intero cartellino[15]. L'esordio con la nuova maglia avviene nella partita Empoli-Sampdoria (1-3), mentre trova la prima rete, direttamente su calcio di punizione, nella partita giocata a Bergamo contro l'AlbinoLeffe, terminata 3-1 in favore dei blucerchiati. Si ripete il 15 ottobre allo scadere del secondo tempo contro l'Ascoli (1-2), con un sinistro al volo da fuori area. Ritorna al gol il 4 febbraio 2012, nella partita giocata in casa del Grosseto, con un sinistro da fuori che si rivela decisivo ai fini del risultato (0-1). Il 3 marzo, in occasione di Sampdoria|-Verona (2-0), tocca quota 300 presenze con squadre di club.

Il rientro alla Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2012 torna alla Lazio, dopo che la Sampdoria ha rinunciato al diritto di riscatto del centrocampista. Viene messo fuori rosa dall'allenatore Vladimir Petković: non giocherà neanche una partita nell'intera stagione.

L'esperienza a Dubai[modifica | modifica wikitesto]

Svincolatosi dal club laziale, il 28 maggio 2013 sottoscrive un contratto con il Dubai Club, formazione degli Emirati Arabi Uniti[16]. Il suo contratto, però, viene stralciato il 14 agosto seguente.

Salernitana[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 agosto 2013 firma un contratto annuale con la Salernitana.[17] Il suo esordio in maglia granata arriva il 1º settembre 2013 in occasione della prima gara di campionato di Lega Pro Prima Divisione, Salernitana-Lecce (2-1). Il 15 agosto 2014, dopo una stagione nelle file dei campani, rescinde il contratto con i granata e si ritira dall'attività agonistica.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, dopo la positiva stagione con l'Ascoli, viene convocato nella nazionale italiana Under-21 dal tecnico Claudio Gentile e partecipa al campionato europeo di categoria in Portogallo, dove gli Azzurrini vengono eliminati al primo turno.

L'esordio di Foggia con la nazionale maggiore avviene il 13 ottobre 2007, quando Roberto Donadoni lo schiera contro la Georgia. Quattro giorni dopo sarà in campo anche nella gara contro il Sudafrica.[18] Sotto la gestione di Lippi partecipa solamente all'amichevole del 6 giugno 2009 contro l'Irlanda del Nord, realizzando il suo unico gol in azzurro.[19]

Dirigente sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2016 partecipa al corso per l'abilitazione a direttore sportivo indetto dal settore tecnico FIGC[20]. Si diploma il 28 novembre seguente[21].

Il 10 gennaio 2017 viene assunto per il suo primo incarico dirigenziale in veste di direttore sportivo del Racing Roma[22]. Dopo sei mesi vissuti nel club romano, il 29 giugno 2017 diventa direttore sportivo e nuovo responsabile del settore giovanile del Benevento[23].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Camp Pres Reti Camp Pres Reti Camp Pres Reti Camp Pres Reti Pres Reti
2000-2001 Italia Treviso B 15 1 CI 1 0 - - - - - - 16 1
2001-2002 C1 23 4 CI+CI-C 0 0 - - - - - - 23 4
2002-2003 C1 31 8 CI+CI-C 2+0 0 - - - SL-C1 2 0 35 8
Totale Treviso 69 13 3 0 - - 2 0 74 13
2003-2004 Italia Empoli A 19 1 CI 2 0 - - - - - - 21 1
2004-gen. 2005 B 9 0 CI 2 0 - - - - - - 11 0
Totale Empoli 28 1 4 0 - - - - 32 1
gen.-giu. 2005 Italia Crotone B 15 1 - - - - - - - - - 15 1
2005-2006 Italia Ascoli A 34 4 CI 2 0 - - - - - - 36 4
2006-gen. 2007 Italia Lazio A 11 1 CI 1 0 - - - - - - 12 1
gen.-giu. 2007 Italia Reggina A 15 4 CI - - - - - - - - 15 4
2007-2008 Italia Cagliari A 33 5 CI 1 0 - - - - - - 34 5
2008-2009 Italia Lazio A 33 3 CI 7 0 - - - - - - 40 3
2009-2010 A 16 0 CI 1 0 UEL 5 2 SI 1 0 23 2
2010-2011 A 9 0 CI 2 0 - - - - - 11 0
2011-2012 Italia Sampdoria B 31+3[24] 4 CI - - - - - - - - 31 4
2012-2013 Italia Lazio A 0 0 CI 0 0 UEL 0 0 - - - 0 0
Totale Lazio 69 4 11 0 5 2 1 0 86 6
mag.-ago. 2013 Emirati Arabi Uniti Dubai Club AL 0 0 - - - - - - EEC 0 0 0 0
2013-2014 Italia Salernitana 1D 22 1 CI+CI-LP 0+5 0 - - - - - - 27 1
Totale carriera 316+3 37 26 0 5 2 2 0 330 39

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-10-2007 Genova Italia Italia 2 – 0 Georgia Georgia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 72’ 72’
17-10-2007 Siena Italia Italia 2 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole - Uscita al 59’ 59’
6-6-2009 Pisa Italia Italia 3 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
Totale Presenze 3 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Treviso: 2002-2003
Treviso: 2003
Empoli: 2004-2005
Lazio: 2008-2009, 2012-2013
Lazio: 2009
Salernitana: 2013-2014

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b goal.com, http://www.goal.com/it/people/italy/304/pasquale-foggia. URL consultato il 16 novembre 2014.
  2. ^ Mazzarri alla Samp: è fatta, in la Repubblica, 29 maggio 2007, p. 23. URL consultato il 18 ottobre 2009.
  3. ^ Reggina, tutti cittadini onorari Archiviato il 18 gennaio 2010 in Internet Archive. Rai.tv
  4. ^ Sito ufficiale Archiviato il 25 settembre 2011 in Internet Archive. Asdpasqualefoggia.it
  5. ^ Pasquale Foggia, transfermarkt.it.
  6. ^ Accordo nella notte: Oddo al Milan, su gazzetta.it, 23 gennaio 2007.
  7. ^ Lorenzo Mangini, Genio e sregolatezza, in la Repubblica, 1º settembre 2011, p. 15.
  8. ^ Il Napoli stecca la prima in A, al San Paolo vince il Cagliari 2-0, su repubblica.it, 26 agosto 2007.
  9. ^ Emanuele Gamba, Rigori, espulsioni ed errori, in la Repubblica, 3 settembre 2007, p. 46.
  10. ^ a b c Sebastiano Vernazza, Marchini accusa Foggia, su gazzetta.it, 5 dicembre 2007.
  11. ^ Cellino difende Foggia, su gazzetta.it, 12 dicembre 2007.
  12. ^ Cl. Ma., Il Cagliari scarica Foggia, su gazzetta.it, 15 dicembre 2007.
  13. ^ Franceschini salva la Sampdoria, Cagliari bravo e sfortunato, su repubblica.it, 22 marzo 2008.
  14. ^ La Lazio vince la Coppa Italia, Il Corriere della Sera, 13 maggio 2009. URL consultato il 15 maggio 2009.
  15. ^ Ufficiale: Pasquale Foggia passa in blucerchiato
  16. ^ Foggia al Dubai Fc: la foto della firma e i dettagli
  17. ^ Salernitana: ufficiale l'ingaggio dell'ex laziale Pasquale Foggia, su gazzetta.it, 15 agosto 2013.
  18. ^ Donadoni esalta lo spirito azzurro, su it.uefa.com, 13 ottobre 2007.
  19. ^ Luigi Panella, Piace e vince la giovane Italia, su repubblica.it, 6 giugno 2009.
  20. ^ Comunicato ufficiale n°63 - 2016/2017 (PDF) [collegamento interrotto], su adise.eu, 13 settembre 2016. URL consultato il 14 settembre 2016.
  21. ^ Figc, l'elenco dei nuovi Direttori Sportivi Archiviato il 1º dicembre 2016 in Internet Archive. tuttolegapro.com
  22. ^ UFFICIALE: Racing Roma, ecco il nuovo ds Archiviato l'11 gennaio 2017 in Internet Archive. tuttolegapro.com
  23. ^ UFFICIALE – Benevento, è Foggia il nuovo responsabile del settore giovanile mondoprimavera.com
  24. ^ Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]