Stefano Cassarà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Cassarà
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Palermo
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1999-2006 Serie A e B Arbitro
Premi
Anno Premio
2001 Premio Sportilia

Stefano Cassarà (Palermo, 12 maggio 1966) è un ex arbitro di calcio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò in Serie A il 23 gennaio 2000 arbitrando la partita Udinese-Venezia (5-3).

Il suo debuttò segnò il ritorno di un arbitro della sezione di Palermo nella massima seria calcistica italiana dopo un'assenza di 33 anni.

È stato sotto processo nell'ambito di Calciopoli del 2006, venendo poi assolto, con formula piena, il 14 dicembre 2009 per non aver commesso il fatto.[1].

Complessivamente ha diretto 32 partite di Serie A ed oltre duecento fra Serie B e Serie C1.

Nell'agosto del 2001 ha ricevuto il premio nazionale "Sportilia" come miglior giovane delle due stagioni precedenti.

È stato l'arbitro con più presenze in Serie A nella storia della sezione A.I.A. di Palermo.

Dopo il ritiro ha potuto dichiarare pubblicamente il suo tifo per la squadra del Palermo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I verdetti Giraudo: 3 anni Condannati anche Pieri Lanese e Dondarini Gazzetta dello Sport 15 dicembre 2009
  2. ^ Cassarà, arbitro un anno dopo. "Ma non è cambiato nulla"[collegamento interrotto] espresso.repubblica.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]