Benito Carbone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benito Carbone
Nazionalità Italia Italia
Altezza 168 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
1987-1988 Torino
Squadre di club1
1988-1990 Torino 8 (0)
1990-1991 Reggina 31 (5)
1991-1992 Casertana 31 (4)
1992-1993 Ascoli 28 (6)
1993-1994 Torino 26 (3)
1994 Roma 0 (0)
1994-1995 Napoli 29 (4)
1995-1996 Inter 32 (2)
1996-1999 Sheffield Weds 96 (25)
1999-2000 Aston Villa 23 (4)
2000-2001 Bradford City 42 (10)
2001-2002 Derby County 13 (1)
2002 Middlesbrough 13 (1)
2002-2003 Como 22 (2)
2003-2004 Parma 19 (4)
2004-2005 Catanzaro 27 (7)
2005-2006 Vicenza 28 (5)
2006-2007 Sydney FC 3 (2)
2007-2010 Pavia 91 (35)
Nazionale
1989 Italia Italia U-18 7 (4)
1989-1994 Italia Italia U-21 8 (3)
Carriera da allenatore
2010-2011 Pavia Berretti
2011 Pavia
2011 Varese
2012-2013 Vallée d'Aoste
2015 Pro Sesto
2016-2017 Ternana
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Francia 1994
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 
« Benny Carbone con sue finte disorienta avversari ma anche compagni »
(Vujadin Boskov[1])

Benito Carbone, conosciuto anche come Benny (Bagnara Calabra, 14 agosto 1971), è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera al Torino, che lo scoprì ad un torneo giovanile, in cui il talento di Bagnara Calabra impressionò per le sue grandi qualità tecniche, indossando la maglia della società A.S. Scilla Calcio, serbatoio giovanile della U.S. Scillese,compagine dilettantistica di Scilla, città della provincia reggina. Nella stagione 1988-1989 disputa con la maglia del Toro in Serie A tre partite senza però mai segnare, esordendo nella massima serie il 15 gennaio 1989 contro il Pisa. In quella stagione il Torino retrocede in Serie B e la stagione successiva gioca 5 partite tra i cadetti, senza realizzare alcuna rete.

Dopo questa annata viene mandato in prestito alla Reggina, sempre in Serie B, dove trova più spazio e gioca 31 partite segnando 5 gol. Nella stagione 1991-1992 nuovo trasferimento, sempre in cadetteria, stavolta alla Casertana (31 incontri con 4 gol realizzati). Nella stagione successiva passa all'Ascoli con cui disputa 28 partite segnando 6 gol.

Il ritorno al Torino avviene nella stagione 1993-1994. Nel torneo di Serie A gioca 28 partite segnando 3 gol. Nell'estate 1994 lo acquista la Roma,[2] che pochi giorni dopo lo cede al Napoli nell'ambito dell'affare che porta in giallorosso Daniel Fonseca:[2] Carbone viene valutato 7,5 miliardi di lire.[2] A Napoli gioca 29 partite e segna 4 gol in campionato, più 5 partite e 3 gol in Coppa UEFA, indossando la maglia numero 10 azzurra.

Nell'estate 1995, dopo una stagione all'ombra del Vesuvio, viene ceduto all'Inter per 6 miliardi di lire.[3] A Milano il suo rendimento è basso, gioca 31 partite segnando solo 2 gol. Finito in panchina nella stagione successiva (1996-1997) con l'allenatore Roy Hodgson, resta in nerazzurro fino ad ottobre per poi essere ceduto agli inglesi dello Sheffield Wednesday per 7 miliardi di lire,[4] nella squadra militante in Premier League, dove gioca 25 partite segnando 6 gol. Questa è la squadra dove milita per più stagioni ed è qui che inizia la sua avventura nella Premier League inglese, che durerà fino al 2002.

Nella stagione 1997-1998 con lo Sheffield gioca 33 partite segnando 9 gol, il suo anno migliore in termini di realizzazioni. Nella stagione successiva (1998-1999) le partite disputate sono 31 con 8 gol ed all'inizio del campionato 1999-2000 si trasferisce, dopo solo 7 partite arricchite da 2 gol, all'Aston Villa dove ritrova la maglia da titolare disputando 24 incontri e segnando 4 gol.

Al termine del campionato passa al Bradford City, con cui disputa 31 gare segnando 5 reti, oltre ad 11 incontri nella Championship d'Inghilterra con la realizzazione di 5 gol. La stagione 2000-2001 lo vede vestire tre differenti maglie: inizia la stagione al Bradford ma ad ottobre passa già al Derby County e nel febbraio del 2002 va al Middlesbrough. Con la maglia del Boro finisce l'avventura nel calcio inglese e torna in Italia tra le file del Como, squadra appena promossa in Serie A nella quale gioca 22 partite segnando 2 gol.

Il campionato termina con la retrocessione in B dei lariani e si trasferisce nuovamente, firmando per il Parma. Nella città emiliana gioca 19 partite segnando 4 gol. Dopo quest'ultimo anno di serie A, passa al Catanzaro dove disputa 27 partite mettendo a segno 7 centri. La squadra catanzarese retrocede, per essere poi ripescata, ma nella stagione 2005-2006 preferisce andare al Vicenza Calcio, con cui gioca 28 partite con 5 gol.

Nell'agosto del 2006, poco tempo dopo aver rinnovato il proprio contratto con la squadra berica, decide di rescinderlo dichiarando di volersi avvicinare alla famiglia in Calabria[5], mentre un mese dopo vola in Australia per giocare con il Sydney FC, squadra con cui rimane tesserato per un mese. Nell'agosto 2007 firma un contratto biennale con il Pavia, squadra di Lega Pro Seconda Divisione. Nel luglio 2009, rinnova il contratto con i lombardi.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato con Under-18 e Under-21, totalizzando complessivamente 15 presenze con 7 reti.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2010 decide di terminare la sua attività agonistica e dalla stagione successiva comincia ad allenare la formazione Berretti del Pavia. Il 15 marzo 2011 la lascia per arrivare alla guida della prima squadra del Pavia. Il 16 giugno 2011 diventa ufficialmente l'allenatore del Varese, in Serie B. Viene esonerato il 1º ottobre 2011, dopo la sconfitta casalinga contro il Sassuolo per 0-1, dopo sette gare di campionato (1 vittoria, 3 pareggi e 3 sconfitte; 2 gol fatti e 6 subiti)[6][7].

Il 5 luglio 2012 acquisisce a Coverciano il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro e quindi il diritto di ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie.[8] Il 29 ottobre 2012 diventa il nuovo allenatore del Saint-Christophe Vallée d'Aoste, subentrando a Giovanni Zichella.[9]. Annuncia le sue dimissioni il 20 aprile 2013, prima della sfida interna contro il Fano, dopo avere ottenuto 7 vittorie, 6 pareggi ed 8 sconfitte in 21 partite.[10]

Il 12 marzo 2015 diventa allenatore della Pro Sesto, militante in serie D[11].

Il 14 agosto 2016 diventa allenatore della Ternana in Serie B, sostituendo l'esonerato Christian Panucci. Dalla proprietà gli viene affidato anche il ruolo di direttore sportivo, in stile "manager" all'inglese. Rassegna le dimissioni nel gennaio 2017 con la Ternana penultima, dopo aver collezionato 20 punti in 22 gare.[12]

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 maggio 2014 viene ingaggiato dal Leeds di Massimo Cellino come consulente speciale per l'ambito sportivo legato a strutture e vivaio.[13]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 agosto 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1988-1989 Italia Torino A 3 0 CI - - - - - - - - 38 4
1989-1990 B 5 0 CI 0 0 - - - - - - 37 3
1990-1991 Italia Reggina B 31 5 CI 2 1 - - - - 33 6
1991-1992 Italia Casertana B 31 4 CI 3 1 - - - - - - 34 5
1992-1993 Italia Ascoli B 28 6 CI 2 0 - - - - - - 30 6
1993-1994 Italia Torino A 28 3 CI 6 0 CC 5 0 SI 0 0 39 3
Totale Torino 36 3 6 0 5 0 0 0 47 3
1994-1995 Italia Napoli A 29 4 CI 6 3 CU 5 3 - - - 40 10
1995-1996 Italia Inter A 31 2 CI 4 1 CU 2 0 - - - 37 3
lug.-ott. 1996 A 1 0 CI 1 0 CU 2 0 - - - 4 0
Totale Inter 32 2 5 1 4 0 - - 41 3
ott. 1996-1997 Inghilterra Sheffield Wed. PL 25 6 FACup+CdL 1+0 0+0 - - - - - - 26 6
1997-1998 PL 33 9 FACup+CdL 1+2 0+0 - - - - - - 36 9
1998-1999 PL 31 8 FACup+CdL 3+1 1+0 - - - - - - 35 9
lug.-set. 1999 PL 7 2 FACup+CdL -+0 0 - - - - - - 7 2
Totale Sheffield Wed. 96 25 8 1 - - - - 104 26
1999-2000 Inghilterra Aston Villa PL 24 4 FACup+CdL 3+5 0+5 - - - - - - 32 9
2000-2001 Inghilterra Bradford City PL 31 5 FACup+CdL 0+3 0+2 I 5 0 - - - 39 7
lug.-ott. 2001 FD 11 5 FACup+CdL -+4 -+2 - - - - - - 15 7
Totale Bradford City 42 10 7 4 5 0 - - 54 14
ott. 2001-gen. 2002 Inghilterra Derby County PL 13 1 FACup+CdL 0+- 0+- - - - - - - 13 1
gen.-giu. 2002 Inghilterra Middlesbrough PL 13 1 FACup+Cdl 2+- 0+- - - - - - - 15 1
2002-2003 Italia Como A 22 2 CI 1 0 - - - - - - 23 2
2003-2004 Italia Parma A 19 4 CI 4 0 CU 4 2 - - - 27 6
2004-2005 Italia Catanzaro B 27 7 CI 1 0 - - - - 28 7
2005-2006 Italia Vicenza B 28 5 CI 0 0 - - - - - - 28 5
lug.-ago. 2006 B 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
Totale Vicenza 28 5 1 0 - - - - 29 5
set.-ott. 2006 Australia Sydney FC AL 3 2 - - - AFC - - - - - 3 2
2007-2008 Italia Pavia C2 29 5 CI-C 4 0 - - - - - - 33 9
2008-2009 2D 29 13 CI-LP 3 2 - - - - - - 32 15
2009-2010 2D 33 13 CI-LP 3 3 - - - - - - 36 16
Totale Pavia 91 35 10 5 - - - - 101 40
Totale carriera 555 115 66 21 23 5 0 0 644 141

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 ha preso parte ad una puntata della soap opera Un posto al sole insieme agli ex calciatori del Napoli Ferdinando Coppola e Paolo Cannavaro.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale  % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P  %
2010-2011 Pavia 1D 7 5 2 0 CIC 7 5 2 0 71,42
2011-2012 Varese B 7 1 3 3 CI 1 0 0 1 8 1 3 4 12,50
2012-2013 Valleè d'Aoste D 21 7 6 8 21 7 6 8 33,33
2015-2016 Pro Sesto D 17 5 2 10 CID 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 19 6 2 11 17,39
2016-2017 Ternana B 22 4 8 10 CI - - - - - - - - - - 22 4 8 10 18,18
Totale carriera 74 22 21 31 3 1 0 2 - - - - - - - - 77 23 21 33 29,87

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1998-1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Pacileo e Pietro Gargano, 80 anni di passione - La storia del Napoli dal 1926 al 2006, Il Mattino, 2006.
  2. ^ a b c Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 11 (1994-1995), Panini, 16 luglio 2012, p. 10.
  3. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 12 (1995-1996), Panini, 23 luglio 2012, p. 10.
  4. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 13 (1996-1997), Panini, 30 luglio 2012, p. 10.
  5. ^ Vicenza: Benny Carbone chiede la rescissione, tuttomercatoweb.com, 21 agosto 2006.
  6. ^ Fonte dati statistici FootStats
  7. ^ Comunicato ufficiale A.S. Varese 1910
  8. ^ Coverciano, Roby Baggio tra i nuovi allenatori, tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2012.
  9. ^ Vallée d'Aoste, esonero per Zichella. Arriva Benny Carbone, tuttomercatoweb.com, 29 ottobre 2012.
  10. ^ UFFICIALE: Valle D'Aosta, si dimette Carbone e torna Zichella, tuttomercatoweb.com, 20 aprile 2013.
  11. ^ S.S.D. Pro Sesto
  12. ^ http://ternanacalcio.com/benito-carbone-e-il-nuovo-allenatore-della-prima-squadra/
  13. ^ Benny Carbone torna in Inghilterra: consulente speciale del Leeds di Cellino

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]