Bradford City Association Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bradford City A.F.C.
Calcio Football pictogram.svg
Bradford City AFC.png
The Bantams - The Paraders - The Citizens
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bordeaux e Oro.png  Bordeaux, giallo ambra
Simboli Gallina
Dati societari
Città Bradford
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Football League Two
Fondazione 1903
Presidente Germania Edin Rahic
Germania Stefan Rupp
Allenatore Scozia Stuart McCall
Stadio Valley Parade
(25 136 posti)
Sito web www.bradfordcityfc.co.uk/
Palmarès
FA Cup
Coppe d'Inghilterra 1
Si invita a seguire il modello di voce

Il Bradford City Association Football Club (noto anche come The Bantams, e in precedenza The Paraders), meglio noto come Bradford City, è una società calcistica inglese con sede a Bradford, West Yorkshire. Milita in Football League Two, quarta serie del campionato inglese di calcio.

La squadra gioca le proprie partite casalinghe al Valley Parade.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1903, nel 1908 fu promosso nella massima divisione inglese. Nel 1911 ottenne il più grande successo della sua storia: la vittoria dell'FA Cup. Dopo la retrocessione del 1922, il club ha trascorso 77 anni nelle serie cadette.

Nella stagione 1981-82 la squadra ottenne la promozione in Third Division, ma nel 1983 la società venne rifondata. Una nuova promozione, questa volta in Second Division arrivò nella stagione 1984-85, ma l'11 maggio 1985 nello stadio cittadino si sviluppò un tragico rogo. Cinquantasei persone persero la vita, e più di 200 rimasero ferite. L'episodio è passato alla storia come Disastro di Bradford.

Dopo aver clamorosamente mancato la promozione in First Division nel 1987-88, nella stagione 1989-90 ci fu una nuova retrocessione in Third Division. Nel 1994 il nuovo presidente Geoffrey Richmond si impegnò a raggiungere la Premier League entro il 1999. La stagione 1995-96 segnò il ritorno in First Division dopo il piazzamento in sesta posizione e aver disputato i play-off. La squadra venne rinforzata, e finalmente nella stagione 1998–99 arrivò la promozione in Premier League.

La prima stagione nel nuovo campionato si concluse con un'insperata salvezza all'ultima giornata (il Bradford City sconfisse 1-0 il Liverpool). La stagione successiva la squadra partecipò alla Coppa Intertoto: dopo aver facilmente superato il secondo e il terzo turno fu sconfitta in semifinale dai russi dello Zenit San Pietroburgo. In quella stessa stagione avvenne la retrocessione, che portò il club sull'orlo del fallimento. Nel 2003-04 nuova retrocessione in Second Division, infine nel 2006-2007 retrocessione in Football League 2. Nella sua storia la squadra ha avuto più di 40 allenatori. L'attuale coach è Phil Parkinson.

Nella stagione 2012-13 raggiunge la finale della League Cup sconfingendo prima l'Arsenal ai quarti di finale poi l'Aston Villa in semifinale, tuttavia viene sconfitto in finale dallo Swansea per 5-0. In questo modo è stata eguagliata l'impresa record del Rochdale del 1961-1962, in quanto club della quarta divisione inglese che raggiunge la finale di Coppa di Lega.[1][2]

Nella stagione 2012-2013 la squadra raggiunge la promozione in Football League One sconfiggendo il Northampton Town Football Club per 3-0[3] nella finale dei playoff della League 2.

Nella stagione successiva, la 2013-2014 il Bradford raggiunge l'11° non prendendo così parte ai play-off per la promozione nella seconda divisione inglese. Questa stagione è stata caratterizzata da un gran numero di pareggi e molte delusioni. Il computo totale delle partite è stato di 14 vittorie, 17 pareggi e 15 sconfitte.

Il 24 gennaio 2015 sconfigge nel quarto turno di FA Cup il Chelsea per 2-4, dopo essere stato sotto di 2 gol. Tre settimane dopo, il 15 febbraio 2015, elimina un'altra squadra di Premier League, il Sunderland per 2-0.[4]

Al termine della stagione 2018-19, conclusa con il piazzamento all'ultimo posto in Football Legaue One, viene retrocesso in Football League Two[5].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Bradford City Association Football Club










Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Le principali rivalità sono con il Leeds United[6] (partita questa che viene talvolta soprannominata West Yorkshire Derby[7]) e con l'Huddersfield Town[8]. C'è anche rivalità con l'altra squadra di Bradford, il Bradford Park Avenue, ma ultimamente questa squadra milita in campionati locali.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1907-1908
1928-1929
1984-1985
1910-1911

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1998-1999
Promozione: 1995-1996
Finalista play-off: 2016-2017
Terzo posto: 1938-1939, 1957-1958
Secondo posto: 1981-1982
Promozione: 1968-1969, 1976-1977, 2012-2013
Finalista: 2012-2013
Semifinalista: 2000

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 12 dicembre 2020

N. Ruolo Giocatore
1 Inghilterra P Richard O'Donnell
2 Inghilterra D Kelvin Mellor
3 Scozia D Jackson Longridge
4 Irlanda D Paudie O'Connor
5 Inghilterra C Ben Richards-Everton
6 Irlanda D Anthony O'Connor
7 Inghilterra C Harry Pritchard
8 Inghilterra C Jake Reeves
9 Inghilterra A Lee Novak
10 Giamaica A Clayton Donaldson
11 Inghilterra C Zeli Ismail
13 Inghilterra P Sam Hornby
14 Inghilterra A Austin Samuels
N. Ruolo Giocatore
15 Inghilterra D Tyler French
16 Irlanda A Billy Clarke
17 Inghilterra C Gareth Evans
18 Scozia C Elliot Watt
21 Irlanda D Reece Staunton
22 Inghilterra D Levi Sutton
23 Inghilterra D Connor Wood
24 Inghilterra D Finn Cousin-Dawson
25 Polonia D Jorge Sikora
26 Inghilterra C Kian Scales
27 Inghilterra C Connor Shanks
28 Inghilterra A Kurtis Guthrie
32 Inghilterra C Dylan Mottley-Henry

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Bradford stacca il biglietto per Wembley, su it.uefa.com, uefa.com, 22 gennaio 2013. URL consultato il 17 luglio 2013.
  2. ^ Coppa di Lega inglese, la cenerentola Bradford a sorpresa in finale, su lapresse.it. URL consultato il 17 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2013).
  3. ^ [1] Tabellino della partita
  4. ^ Fa Cup: avanti l'Arsenal, continua la favola Bradford, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  5. ^ (EN) Coventry City 2 - 0 Bradford City, in BBC.com, 19 aprile 2019. URL consultato l'8 aprile 2020.
  6. ^ (EN) Bradfors City 2-1 Leeds United, in BBC.com, 27 agosto 2014. URL consultato l'8 aprile 2020.
  7. ^ (EN) WOMEN PREPARING FOR WEST YORKSHIRE DERBY, su bradfordcityfc.co.uk, 19 febbraio 2020. URL consultato l'8 aprile 2020.
  8. ^ (EN) M. Stanford, Bradford City lose out to rivals Huddersfield Town over cheapest season tickets, in The Daily Telegraph, 16 novembre 2017. URL consultato l'8 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN128226482 · LCCN (ENno2008009976 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008009976
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio