FA Premier League 1996-1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FA Premier League 1996-1997
Competizione Premier League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 98ª
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 1996
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Manchester Utd
(11º titolo)
Secondo Newcastle Utd
Terzo Arsenal
Quarto Liverpool
Retrocessioni Sunderland
Middlesbrough
Nottingham Forest
Statistiche
Miglior giocatore Brasile Juninho Paulista
Miglior marcatore Inghilterra Alan Shearer (25)
Incontri disputati 380
Gol segnati 970 (2,55 per incontro)
Manchester United Football Club 1996-97.jpg
Una formazione del Manchester Utd 1996-1997, vincitore dell'edizione.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1995-1996 1997-1998 Right arrow.svg

L'edizione 1996-97 della Premier League vide la vittoria finale del Manchester United.

Capocannoniere del torneo fu Alan Shearer (Newcastle), con 25 reti.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato successivo ai fallimentari Europei ospitati vedeva come favorite le due rivali della scorsa stagione, i detentori del Manchester Utd e i rivali del Newcastle Utd, questi ultimi rinforzatisi con l'acquisto-record di Alan Shearer dal Blackburn Rovers. Fece notizia inoltre il mercato del rampante Chelsea che, affidata la panchina a Ruud Gullit, acquistò il campione d'Europa in carica Gianluca Vialli dalla Juventus e Gianfranco Zola dal Parma.

A comandare la classifica però per la prima parte di stagione fu il Liverpool che riuscìanche a piazzare una mini-fuga sulle rivali più accreditate. Faticarono i campioni in carica che vennero sconfitti 5-0 nello scontro diretto con i Magpies e addrittura per 6-3 dal modesto Southampton. Intanto arrivò uno scossone in casa Arsenal con l'ingaggio del nuovo allenatore, il francese Arsène Wenger, il quale riuscìrà a riportare il club a lottare per le posizioni di vertice.

All'inizio del 1997, a sorpresa Kevin Keegan si dimise dal ruolo di manager del Newcastle, dicendo di aver fatto il massimo per portare al successo il club; il suo successore fu Kenny Dalglish che di conseguenza lasciò il ruolo di direttore tecnico in un Blackburn per il quale i giorni migliori erano ormai alle spalle. Ma l'anno nuovo portò anche la rimonta dei ragazzi di Sir Alex Ferguson che presero la vetta del torneo non lasciandola più. Se un infortunio a Shearer preclude ogni speranza per i bianconeri, l'assenza finale di Robbie Fowler tagliò le gambe ai Reds che non riuscirono più a contendere la prima posizione ai mancuniani, che si aggiudicarono così il loro quarto titolo in cinque anni.

All'ultima giornata il Liverpool venne addirittura raggiunto e scavalcato per differenza reti dai Magpies, che riuscirono così a qualificarsi per la nuova Champions League. Il Chelsea rimediò a un campionato tutt'altro che esaltante con la vittoria della FA Cup, mentre il Leeds Utd, che chiuse l'era Wilkinson affidandosi a George Graham, concluse il campionato a metà classifica ma con il record negativo di appena 28 reti realizzate.

In coda cadde il Nottingham Forest cui non giovarono due avvicendamenti in panchina, e il neopromosso Sunderland che disputava l'ultima stagione nell'impianto di Roker Park. La terza squadra retrocessa fu a sorpresa il Middlesbrough che nonostante l'ingente mercato estivo e le reti di Fabrizio Ravanelli venne condannato da 3 punti di penalizzazione, inflitti dalla federazione per una richiesta tardiva di rinvio della gara contro i Rovers causa problemi fisici dei calciatori. Esultarono così Southampton e Coventry City, ancora una volta appena fuori dalla zona retrocessione.

Squadre partecipanti e allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Classifica G V N P GF GS Pt
1 Manchester United 38 21 12 5 76 44 75
2 Newcastle 38 19 11 8 73 40 68
3 Arsenal 38 19 11 8 62 32 68
4 Liverpool 38 19 11 8 62 37 68
5 Aston Villa 38 17 10 11 47 34 61
6 Chelsea 38 16 11 11 58 55 59
7 Sheffield Wednesday 38 14 15 9 50 51 57
8 Wimbledon 38 15 11 12 49 46 56
9 Leicester City 38 12 11 15 46 54 47
10 Tottenham Hotspur 38 13 7 18 44 51 46
11 Leeds United 38 11 13 14 28 38 46
12 Derby County 38 11 13 14 45 58 46
13 Blackburn Rovers 38 9 15 14 42 43 42
14 West Ham United 38 10 12 16 39 48 42
15 Everton 38 10 12 16 44 57 42
16 Southampton 38 10 11 17 50 56 41
17 Coventry City 38 9 14 15 38 54 41
18 Sunderland 38 10 10 18 35 53 40
19 Middlesbrough 38 10 12 16 51 60 39*
20 Nottingham Forest 38 6 16 16 31 59 34

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Manchester United campione d'Inghilterra 1996-97.
  • Manchester United e Newcastle qualificate in Champions League.
  • Chelsea qualificato in Coppa delle Coppe
  • Arsenal, Liverpool, Aston Villa e Leicester City (in qualità di vincitore della League Cup) qualificate in Coppa UEFA
  • Sunderland, Middlesbrough e Nottingham Forest retrocesse in Football League Championship.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio