Football Club Internazionale Milano 1996-1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
Rosa completa Inter 1996-1997.jpg
Stagione 1996-1997
Allenatore Inghilterra Roy Hodgson, poi
Italia Luciano Castellini[1]
All. in seconda Italia Giovanni Ardemagni
Presidente Italia Massimo Moratti
Serie A 3º posto (in Coppa UEFA)
Coppa Italia Semifinale
Coppa UEFA Finale
Maggiori presenze Campionato: Pagliuca (34)
Totale: Pagliuca (53)
Miglior marcatore Campionato: Djorkaeff (14)
Totale: Ganz (20)
Stadio Giuseppe Meazza
Media spettatori 50 806¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1996-1997.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio del 1996 la Pirelli fece il suo ingresso nella società, versando 15 miliardi di lire e acquisendo il 13.9 % del capitale.[2] Il principale acquisto della stagione fu quello del francese Djorkaeff, prelevato in estate dal Paris Saint-Germain.[3][4] Nella stessa sessione arrivarono a Milano i difensori Angloma e Galante, i centrocampisti Sforza e Winter e gli attaccanti Kanu e Zamorano, mentre vennero ceduti Centofanti, Festa e Roberto Carlos, quest'ultimo per puntare sul giovane Alessandro Pistone, oltreché Seno, Dell'Anno, Orlandini, Carbone, Bianchi, Manicone, Fontolan e Caio.

Il cileno Iván Zamorano, autore di 13 gol alla sua prima stagione a Milano.

L'Inter superò il primo turno di Coppa UEFA contro il Guingamp, ipotecando il passaggio già nella gara di andata.[5] In seguito, venne sconfitto anche il Boavista.[6] Il 5 gennaio 1997, nella prima gara del nuovo anno, Djorkaeff segnò in rovesciata contro la Roma un gol rimasto negli annali.[7] Mentre in campionato la squadra si mantenne stabile al terzo posto, dietro la coppia Juventus-Parma,[8] il percorso di coppa proseguì con il raggiungimento della finale.[9] Nel primo incontro, che vide i milanesi opposti allo Schalke 04, la squadra perse 1-0.[10] Al ritorno, un gol di Zamorano riequilibrò le sorti prima dell'espulsione di Fresi[11]: la concentrazione fu ulteriormente minata dal litigio tra Zanetti e l'allenatore Hodgson con i due che, al momento della sostituzione dell'argentino con Berti, quasi vennero alle mani.[12] L'Inter perse poi ai rigori, consegnando il trofeo nelle mani dei tedeschi.[11][13]

La sconfitta e la delusione provocarono le dimissioni del tecnico, a due giorni dall'incontro.[14] La panchina fu così affidata a Luciano Castellini per le ultime due giornate.[15][16] La vittoria contro il Napoli e il pareggio col Bologna permisero di chiudere il campionato in terza posizione.[17]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1996-1997 fu Umbro, mentre lo sponsor ufficiale fu Pirelli.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
3ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area comunicazione

  • Responsabile area comunicazione: Gino Franchetti
  • Ufficio Stampa: Sandro Sabatini

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Piero Volpi e Fabio Forloni
  • Massaggiatori: Massimo Della Casa e Marco Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Gianluca Pagliuca
2 Italia D Giuseppe Bergomi (capitano)
3 Italia D Alessandro Pistone
4 Argentina D Javier Zanetti
5 Italia D Fabio Galante
6 Francia C Youri Djorkaeff
7 Italia D Salvatore Fresi
8 Inghilterra C Paul Ince
9 Cile A Iván Zamorano
10 Italia A Benito Carbone[18]
11 Nigeria A Nwankwo Kanu
12 Italia P Andrea Mazzantini
13 Italia D Gianluca Festa[18]
N. Ruolo Giocatore
14 Paesi Bassi C Aron Winter
18 Italia C Nicola Berti
19 Italia D Massimo Paganin
20 Francia D Jocelyn Angloma
21 Svizzera C Ciriaco Sforza
22 Italia P Armando Pantanelli
23 Italia A Maurizio Ganz
25 Italia D Massimo Tarantino
27 Italia A Marco Branca
28 Italia A Gionatha Spinesi
29 Italia A Arturo Di Napoli[19]
31 Italia D Matteo Ferrari[20]
- Italia D Andrea Polizzano

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[21]
R. Nome da Modalità
P Andrea Mazzantini Venezia definitivo
P Paolo Orlandoni Ancona fine prestito
D Jocelyn Angloma Torino definitivo
D Matteo Ferrari SPAL definitivo
D Fabio Galante Genoa definitivo (5 miliardi £)
D Luca Mezzano Torino definitivo
D Massimo Tarantino Napoli definitivo
D Paolo Tramezzani Cesena definitivo
C Youri Djorkaeff Paris Saint-Germain definitivo (7.5 miliardi £)
C Ciriaco Sforza Bayern Monaco definitivo (6 miliardi £)
C Igor Shalimov Lugano fine prestito
C Aron Winter Lazio definitivo
A Massimo Marazzina Foggia riscatto
A Iván Zamorano Real Madrid definitivo (4 miliardi £)
A Nwankwo Kanu Ajax definitivo (8 miliardi £)
Cessioni[21]
R. Nome a Modalità
P Giorgio Frezzolini Trapani prestito
P Paolo Orlandoni Foggia prestito
D Giovanni Bia Udinese definitivo
D Felice Centofanti Genoa definitivo
D Mirko Conte Piacenza definitivo
D Luca Mezzano Torino prestito
D Roberto Carlos Real Madrid definitivo (7 miliardi £)
D Mirko Taccola Napoli definitivo
D Paolo Tramezzani Piacenza definitivo
C Alessandro Bianchi Cesena definitivo
C Francesco Dell'Anno Salernitana definitivo
C Davide Fontolan Bologna definitivo
C Antonio Manicone Perugia definitivo
C Pierluigi Orlandini Verona prestito
C Igor Shalimov Bologna definitivo
A Caio Napoli prestito
A Marco Delvecchio Roma rinnovo prestito
A Mohammed Kallon Lugano rinnovo prestito
A Arturo Di Napoli Napoli rinnovo compartecipazione
A Massimo Marazzina Chievo definitivo
A Sebastián Rambert Boca Juniors definitivo

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni[21]
R. Nome da Modalità
P Marco Fortin Torres prestito (a settembre)
C Andrea Seno Bologna definitivo (a settembre)
C Giammarco Frezza Fidelis Andria prestito (a novembre)
A Benito Carbone Sheffield Weds definitivo (a ottobre)

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[21]
R. Nome da Modalità
A Arturo Di Napoli Napoli riscatto
Cessioni[21]
R. Nome a Modalità
D Gianluca Festa Middlesbrough definitivo
A Gionatha Spinesi Castel di Sangro prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1996-1997.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Udine
7 settembre 1996, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Udinese 0 – 1
referto
Inter Stadio Friuli
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Milano
15 settembre 1996, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Inter 1 – 0
referto
Perugia Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Milano
21 settembre 1996, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Lazio Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Collina (Viareggio)

Milano
29 settembre 1996, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Inter Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Milano
12 ottobre 1996, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Piacenza Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Tombolini (Ancona)

Torino
20 ottobre 1996, ore 20:30
6ª giornata
Juventus 2 – 0
referto
Inter Stadio delle Alpi
Arbitro Braschi (Prato)

Milano
27 ottobre 1996, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Parma Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Treossi (Forlì)

Verona
3 novembre 1996, ore 15:00 CET
8ª giornata
Verona 0 – 1
referto
Inter Stadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro Messina (Bergamo)

Milano
16 novembre 1996, ore 15:00 CET
9ª giornata
Inter 2 – 2
referto
Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Bazzoli (Merano)

Milano
24 novembre 1996, ore 20:30 CET
10ª giornata
Milan 1 – 1
referto
Inter Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Braschi (Prato)

Milano
30 novembre 1996, ore 15:00 CET
11ª giornata
Inter 2 – 2
referto
Cagliari Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Bettin (Padova)

Vicenza
8 dicembre 1996, ore 15:00 CET
12ª giornata
Vicenza 1 – 1
referto
Inter Stadio Romeo Menti
Arbitro Cesari (Genova)

Milano
15 dicembre 1996, ore 15:00 CET
13ª giornata
Inter 3 – 4
referto
Sampdoria Stadio Giuseppe Meazza (45.251 spett.)
Arbitro Trentalange (Torino)

Reggio Emilia
22 dicembre 1996, ore 15:00 CET
14ª giornata
Reggiana 1 – 1
referto
Inter Stadio Giglio
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Milano
5 gennaio 1997, ore 15:00 CET
15ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Cesari (Genova)

Napoli
12 gennaio 1997, ore 15:00 CET
16ª giornata
Napoli 1 – 2
referto
Inter Stadio San Paolo
Arbitro Bazzoli (Merano)

Milano
19 gennaio 1997, ore 15:00 CET
17ª giornata
Inter 0 – 2
referto
Bologna Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Boggi (Salerno)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
26 gennaio 1997, ore 15:00 CET
18ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Udinese Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Rodomonti (Teramo)

Perugia
2 febbraio 1997, ore 14:30 CET
19ª giornata
Perugia 0 – 0
referto
Inter Stadio Renato Curi
Arbitro Collina (Viareggio)

Roma
16 febbraio 1997, ore 15:00 CET
20ª giornata
Lazio 2 – 2
referto
Inter Stadio Olimpico
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Milano
23 febbraio 1997, ore 15:00 CET
21ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Atalanta Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Borriello (Mantova)

Piacenza
1º marzo 1997, ore 15:00 CET
22ª giornata
Piacenza 0 – 3
referto
Inter Stadio Leonardo Garilli
Arbitro Trentalange (Torino)

Milano
9 marzo 1997, ore 20:30 CET
23ª giornata
Inter 0 – 0
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Collina (Viareggio)

Parma
15 marzo 1997, ore 15:00 CET
24ª giornata
Parma 1 – 0
referto
Inter Stadio Ennio Tardini
Arbitro Bazzoli (Merano)

Milano
23 marzo 1997, ore 15:00 CET
25ª giornata
Inter 2 – 1
referto
Verona Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Borriello (Mantova)

Firenze
5 aprile 1997, ore 15:00 CEST
26ª giornata
Fiorentina 0 – 0
referto
Inter Stadio Artemio Franchi
Arbitro Cesari (Genova)

Milano
13 aprile 1997, ore 20:30 CEST
27ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Milan Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Boggi (Salerno)

Cagliari
19 aprile 1997, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Cagliari 1 – 2
referto
Inter Stadio Sant'Elia
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Milano
3 maggio 1997, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Inter 0 – 1
referto
Vicenza Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Trentalange (Torino)

Genova
11 maggio 1997, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Sampdoria 1 – 2
referto
Inter Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Milano
15 maggio 1997, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Reggiana Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Beschin (Legnano)

Roma
18 maggio 1997, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Inter Stadio Olimpico
Arbitro Treossi (Forlì)

Milano
25 maggio 1997, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Inter 3 – 2
referto
Napoli Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Bologna
1º giugno 1997, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Bologna 2 – 2
referto
Inter Stadio Dall'Ara
Arbitro Boggi (Salerno)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1996-1997.
Ravenna
28 agosto 1996, ore 20:45 CET
Secondo turno
Ravenna 0 – 1 Inter Stadio Bruno Benelli

Cagliari
24 ottobre 1996, ore 20:45 CET
Ottavi di finale
Cagliari 2 – 2 Inter Stadio Sant'Elia
Arbitro Boggi (Salerno)

Milano
6 novembre 1996, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ripetizione
Inter 2 – 1 Cagliari Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Boggi (Salerno)

Torino
13 novembre 1996, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Andata
Juventus 0 – 3 Inter Stadio delle Alpi
Arbitro Cesari (Genova)

Milano
18 dicembre 1996, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Inter 1 – 1 Juventus Stadio Giuseppe Meazza

Milano
29 gennaio 1997, ore 20:45 CET
Semifinale - Andata
Inter 1 – 1 Napoli Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Treossi (Forlì)

Napoli
26 febbraio 1997, ore 20:45 CET
Semifinale - Ritorno
Napoli 1 – 1 Inter Stadio San Paolo
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1996-1997.
Guingamp
10 settembre 1996, ore 20:45 (CET)
Trentaduesimi di finale - Andata
Guingamp 0 – 3
referto
Inter Stadio du Roudourou (6.981 spett.)
Arbitro Spagna Vega

Milano
24 settembre 1996, ore 20:45 (CET)
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Inter 1 – 1 Guingamp Stadio Giuseppe Meazza (7.000 spett.)
Arbitro Lussemburgo Hamer

Milano
15 ottobre 1996, ore 20:45 (CET)
Sedicesimi di finale - Andata
Inter 1 – 0 Grazer AK Stadio Giuseppe Meazza (8.145 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Jol

Graz
29 ottobre 1996, ore 20:45 (CET)
Sedicesimi di finale - Ritorno
Grazer AK 1 – 0 Inter Stadion Graz-Liebenau (10.500 spett.)
Arbitro Francia Veissière

Milano
19 novembre 1996, ore 20:45 (CET)
Ottavi di finale - Andata
Inter 5 – 1 Boavista Stadio Giuseppe Meazza (20.018 spett.)
Arbitro Inghilterra Durkin

Oporto
3 dicembre 1996, ore 20:45 (CET)
Ottavi di finale - Ritorno
Boavista 0 – 2 Inter Stadio do Bessa (15.000 spett.)
Arbitro Germania Merk

Anderlecht
4 marzo 1997, ore 20:45 (CET)
Quarti di finale - Andata
Anderlecht 1 – 1 Inter Stadio Constant Vanden Stock (27.000 spett.)
Arbitro Ungheria Puhl

Milano
18 marzo 1997, ore 20:45 (CET)
Quarti di finale - Ritorno
Inter 2 – 1 Anderlecht Stadio Giuseppe Meazza (43.221 spett.)
Arbitro Germania Heynemann

Milano
8 aprile 1997, ore 20:45 (CET)
Semifinale - Andata
Inter 3 – 1 Monaco Stadio Giuseppe Meazza (49.078 spett.)
Arbitro Belgio Piraux

Monaco
22 aprile 1997, ore 20:45 (CET)
Semifinale - Ritorno
Monaco 1 – 0 Inter Stade Louis II (20.000 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Van der Ende

Gelsenkirchen
7 maggio 1997, ore 20:45 (CET)
Finale - Andata
Schalke 04 1 – 0
referto
Inter Parkstadion (56.824 spett.)
Arbitro Francia Batta

Milano
21 maggio 1997, ore 20:45 (CET)
Finale - Ritorno
Inter 1 – 0
(d.t.s.)
referto
Schalke 04 Stadio Giuseppe Meazza (81.675 spett.)
Arbitro Spagna García-Aranda

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º giugno 1997.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale Gf Gs DR
G V P S G V P S G V P S
Scudetto.svg Serie A 59 17 9 5 3 17 6 9 2 34 15 14 5 51 35 +16
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 0 2 0 5 3 2 0 7 3 4 0 11 6 +5
Coppauefa.png Coppa UEFA - 6 5 1 0 6 2 1 3 12 7 2 3 19 8 +11
Totale - 25 14 8 3 28 11 12 5 53 25 20 8 81 49 +32

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Questa classifica marcatori è stagionale, cioè accorpa i gol fatti (dal relativo giocatore) in tutte le competizioni disputate nella stagione 1996-1997. Non è quindi divisa per competizione.

20 gol

17 gol

13 gol

10 gol

6 gol

4 gol

3 gol

1 gol

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Subentrato alla 33ª giornata.
  2. ^ Le brevi notizie, in la Repubblica, 6 luglio 1996.
  3. ^ L'Inter fa acquisti a Parigi: Djorkaeff alla corte di Moratti, in Corriere della Sera, 20 maggio 1996, p. 35. URL consultato il 30 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il ).
  4. ^ Milan e Inter un doppio ko, in la Repubblica, 4 agosto 1996.
  5. ^ Gianni Piva, Gol & rischi, l'Inter inganna, in la Repubblica, 11 settembre 1996.
  6. ^ Gianni Piva, Un portiere che fa regali Serata tranquilla per l'Inter, in la Repubblica, 4 dicembre 1996.
  7. ^ AA.VV., "Anche l'arbitro voleva la maglia", in La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 1997.
  8. ^ Gianni Mura, La Juve resiste all'assalto, in La Gazzetta dello Sport, 10 marzo 1997.
  9. ^ Gianni Piva, L' Inter a pezzi si aggrappa ai resti, in la Repubblica, 6 maggio 1997.
  10. ^ Gianni Mura, Punita un'Inter modesta, in la Repubblica, 8 maggio 1997.
  11. ^ a b Gianni Mura, L' Inter finisce in pezzi Gettata la Coppa UEFA, in la Repubblica, 22 maggio 1997.
  12. ^ Gianni Piva, Hodgson e Zanetti quasi alle mani, in la Repubblica, 22 maggio 1997.
  13. ^ Alberto Cerruti e Antonello Capone, Inter, che peccato, in La Gazzetta dello Sport, 22 maggio 1997.
  14. ^ Enrico Currò, Mr. Hodgson, addio Inter, in la Repubblica, 24 maggio 1997.
  15. ^ Gianni Mura, Orgoglio nerazzurro Hodgson dimenticato, in la Repubblica, 26 maggio 1997.
  16. ^ Gianni Mura, Parma - Inter, l'ultimo sprint, in la Repubblica, 26 maggio 1997.
  17. ^ AA.VV., Le illusioni di Bologna Inter, in La Gazzetta dello Sport, 2 giugno 1997.
  18. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato.
  19. ^ Acquistato durante la sessione invernale del calciomercato.
  20. ^ Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  21. ^ a b c d e Acquisti e cessioni dell'Inter 1996/97, storiainter.com. URL consultato il 6 gennaio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]