Martin Max

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martin Max
Martin Max 1996.JPG
Max in allenamento allo Schalke 04 nel 1996
Nazionalità Germania Germania
Altezza 182 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2004
Carriera
Giovanili
-1982 non conosciuta Radlo Gorniki Bytom
1982-1985 non conosciuta Blau Weiß Post Recklinghausen
1985-1987 non conosciuta Recklinghausen
Squadre di club1
1987-1989non conosciuta Recklinghausen
1989-1995Borussia M'gladbach142 (22)
1995-1999Schalke 04109 (33)
1999-2003Monaco 1860112 (47)
2003-2004Hansa Rostock33 (20)
Nazionale
2002 Germania Germania 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Martin Max (Tarnowskie Góry, 7 agosto 1968) è un allenatore di calcio ed ex calciatore tedesco, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È originario della Slesia, regione storica della Polonia. Anche il figlio Philipp è un calciatore professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Max allo Schalke 04 mentre solleva il trofeo della Coppa UEFA 1996-1997

Max nasce a Tarnowskie Góry nel Voivodato della Slesia. Inizia a giocare a calcio in quel di Bytom, nella società calcistica Rodlo Gorniki Bytom. Nel 1982, a 14 anni, emigra con la famiglia in Germania, e nel 1985 la famiglia si stabilisce definitivamente a Recklinghausen. In questo periodo gioca nella squadra locale.

Nel 1987 ottiene il suo primo contratto per una prima squadra di quarta divisione tedesca, la Verbandsliga.

Nel 1989, Max approda nel calcio professionistico firmando per un club di Bundesliga, il Borussia Mönchengladbach. Il 28 luglio 1989, debutta nella giornata inaugurale del campionato tedesco 1989/90 durante la partita contro il Kaiserslautern. Nella stagione 1989-1990 ha giocato un totale di undici partite. Al sesto turno realizza il suo primo gol in campionato nel pareggio per 1-1 contro l'Eintracht Francoforte. A fine stagione diviene il miglior marcatore della squadra con 7 centri. Il Borussia Mönchengladbach vince la Coppa di Germania nell'annata 1994-1995.

Nell'estate del 1995 si trasferisce allo Schalke 04: con il suo nuovo club vince nel 1997 la Coppa UEFA contro la favorita Inter. Max partecipa al successo dei tedeschi trasformando uno dei tiri di rigore che consente allo Schalke di superare nella finale di ritorno i nerazzurri 4-1.

Nel 1999 si trasferisce al Monaco 1860: vince due volte la classifica dei marcatori della Bundesliga, nel 2000 segnando 19 gol e nel 2002, a pari merito con Márcio Amoroso, entrambi a quota 18 reti.

Nel 2003 ha lasciato il club dopo aver perso il suo posto da titolare nei confronti di Benjamin Lauth, e si trasferisce all'Hansa Rostock. Qui diviene il miglior marcatore del club realizzando 20 gol. Nel 2004, ha finito la sua carriera

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Potendo essere selezionato anche dalla nazionale polacca, tuttavia scelse di fare parte della nazionale tedesca con cui però giocò solo una partita. Esordisce il 17 aprile 2002, entrando in campo all'84' di un'amichevole contro l'Argentina (0-1).

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 al 2010 Max ha allenato, assieme a Daniel Hoffmann con il quale aveva giocato nel Monaco 1860, il un club amatoriale del Grafing.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-4-2002 Stoccarda Germania Germania 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 83’ 83’
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Borussia Mönchengladbach: 1994-1995
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Schalke 04: 1996-1997

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Capocannoniere della Bundesliga: 2
Monaco 1860: 1999-2000, 2001-2002

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]