Thomas Allofs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Allofs
Nazionalità Germania Germania
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1992
Carriera
Giovanili
? - 1978 TuS Gerresheim
Squadre di club1
1978-1982 F. Düsseldorf 113 (34)
1982-1986 Kaiserslautern 126 (61)
1986-1989 Colonia 70 (30)
1989-1990 Strasburgo 11 (2)
1990-1992 F. Düsseldorf 69 (23)
Nazionale
1979-1982 Germania Ovest Germania Ovest U-21 17 (2)
1985-1988 Germania Ovest Germania Ovest 2 (0)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Spagna 1982
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Thomas Allofs (Düsseldorf, 17 novembre 1959) è un ex calciatore tedesco di ruolo attaccante.

Fratello di Klaus Allofs, attualmente è membro del consiglio d'amministrazione del Fortuna Düsseldorf[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Allofs inizia la sua carriera nel settore giovanile del TuS Gerresheim, squadra di Düsseldorf[1].

Intraprende la carriera professionistica nel 1978, militando nel Fortuna Düsseldorf, squadra dove gioca anche suo fratello Klaus[2]. Il debutto avviene il 12 agosto, già alla prima giornata della Bundesliga 1978-79, nella gara casalinga contro il Werder Brema, vinta 3-1; gioca gli ultimi 16 minuti, rilevando Fleming Lund[3].

Mette a segno la prima rete in campionato il 29 aprile 1979, nella trasferta contro il Duisburg: il suo gol, realizzato al 66º minuto, è decisivo nella vittoria per 2-1 della propria squadra[4].

Rimane per 4 anni al Fortuna; in questo lasso di tempo vince 2 Coppe di Germania consecutive - nel 1979 e nel 1980; in questa seconda è grande trascinatore, realizzando 5 gol, di cui uno, quello decisivo, nella finale contro il Colonia[5] - e disputa da titolare la finale di Coppa delle Coppe 1978-1979 contro il Barcellona[6]. Le sue buone prestazioni inducono il commissario tecnico della Germania Ovest, Jupp Derwall, a convocarlo per i Mondiali 1982[7], dove tuttavia non scenderà mai in campo.

Nel 1982 si trasferisce al Kaiserslautern, dove debutta con un gol[8]. In 4 anni di permanenza nel club della Renania-Palatinato non vince alcun titolo, ma tiene un'alta media realizzativa in campionato, segnando 61 reti in 126 incontri.

Nel 1986 passa al Colonia, dove ritrova il fratello Klaus[9]. In questo club ottiene i migliori piazzamenti in campionato, raggiungendo il 3º posto nel 1987-88 ed il 2° nel 1988-89; quest'ultimo campionato lo vede anche laurearsi capocannoniere con 17 reti, in coabitazione con il calciatore del Bayern Monaco Roland Wohlfarth[10].

Nel 1989 si trasferisce all'estero, andando a giocare nella D2 francese, allo Strasburgo. Si tratta di una breve parentesi di sette mesi[11], dopodiché rientra in Germania, tornando nel club degli esordi, il Fortuna Düsseldorf. Un problema ai legamenti lo costringe al ritiro, nel 1992[1].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 17 presenze e due gol nella Under-21 tedesco-occidentale. Con la nazionale maggiore vanta due presenze; la prima il 16 ottobre 1985 durante il match di qualificazione ai Mondiali 1986 contro il Portogallo, la seconda il 21 settembre 1988 nell'amichevole con l'URSS[12]. È stato convocato da Jupp Derwall per i Mondiali 1982 in Spagna[7], ma non è mai sceso in campo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fortuna Düsseldorf: 1978/79, 1979/80

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]