Mirko Conte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mirko Conte
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Lugano (Vice)
Ritirato 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
1992-1993 Inter
Squadre di club1
1993-1994 Venezia 31 (0)
1994-1995 Inter 20 (0)
1995-1997 Piacenza 54 (1)
1997-1998 Napoli 9 (0)
1998-2000 Vicenza 39 (0)
2000-2004 Sampdoria 115 (3)
2004-2005 Messina 6 (0)
2005-2009 Arezzo 112 (0)
2010 Colligiana 7 (0)
2010-2011 Città di Castello ? (?)
Nazionale
1994 Italia Italia U-21 1 (0)
Carriera da allenatore
2012-2014Giallo.png CanalettoGiovanissimi
2014-2015ModenaAllievi Lega Pro
2016Lupa Castelli RomaniVice
2016LuganoVice
2016FolignoVice
2016-2017LuganoVice
2017-2018SionVice
2018-LuganoVice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 settembre 2018

Mirko Conte (Tradate, 12 agosto 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, attuale viceallenatore al Lugano.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzato ad inizio carriera come terzino (sia a destra che a sinistra)[1] con compiti di marcatura delle ali avversarie[2], ha successivamente ricoperto il ruolo di difensore centrale[3][4].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nell'Inter[5], nel 1993 viene ceduto in prestito al Venezia[5], dove gioca da titolare nel campionato di Serie B.

Tornato all'Inter, disputa l'annata 1994-1995 nella prima squadra nerazzurra, scendendo in campo venti volte[6]. La stagione successiva passa in comproprietà al Piacenza[5], con cui ottiene la prima salvezza nella massima serie alternandosi a Stefano Maccoppi nel ruolo di stopper[3][7]. Riscattato dagli emiliani[8], è titolare nel campionato 1996-1997, nel quale contribuisce a una nuova salvezza (dopo lo spareggio con il Cagliari) realizzando anche la prima rete in Serie A nella vittoria interna sull'Atalanta[9].

Nel settembre 1997, dopo aver giocato la prima partita di campionato nel Piacenza, viene acquistato per 3,5 miliardi di lire dal Napoli[10]; con i partenopei è protagonista di prestazioni poco convincenti[11]. A gennaio viene venduto al Vicenza, dove rimane per due stagioni e mezzo conquistando la promozione in Serie A nella stagione 1999-2000. È stato il primo e unico calciatore ad indossare tre maglie diverse in uno stesso campionato di Serie A: nella stagione 1997-1998 ha disputato infatti una partita col Piacenza, 9 col Napoli e 10 col Vicenza. Successivamente sono state modificate le regole del calciomercato per impedire che un calciatore possa effettuare più di un cambio di casacca per stagione[11].

Nel 2000 Conte passa alla Sampdoria[4], in Serie B, voluto da Luigi Cagni che lo aveva allenato nel Piacenza. Con i blucerchiati gioca per quattro stagioni, tre in Serie B e l'ultima nella massima categoria, diventando un beniamino della tifoseria sampdoriana per le prestazioni in campo e l'attaccamento alla maglia[12].

In scadenza di contratto, nel 2004 passa al Messina, neopromosso in Serie A[13]; vi rimane fino al gennaio 2005, collezionando le sue ultime 6 presenze nella massima serie (scende titolare in campo nella storica vittoria a San Siro contro il Milan il 22 settembre 2004), prima di scendere in Serie B con l'Arezzo[14]. Rimane in Toscana per cinque stagioni, indossando anche la fascia di capitano della formazione amaranto[11][15].

Il 18 gennaio 2010 il presidente della Colligiana Giorgio Bresciani ne annuncia l'arrivo in biancorosso[16]; disputa 7 partite nel campionato di Lega Pro Seconda Divisione 2009-2010, e al termime del campionato si svincola per l'esclusione dal campionato della società toscana. Nella stagione 2010-2011 gioca nel Città di Castello, nell'Eccellenza Umbra[17].

Ha disputato 131 incontri in Serie A, realizzando una rete.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera agonistica, diventa opinionista per il sito Sampdorianews.net[12][18]. In seguito guida per un biennio i Giovanissimi del Canaletto, società di La Spezia, e quindi gli Allievi Lega Pro del Modena[19] per la stagione sportiva 2014/15. Nel febbraio 2016 assume il ruolo di allenatore in seconda della Lupa Castelli Romani, militante nel campionato di Lega Pro; a fine campionato abbandona il ruolo per diventare assistente allenatore di Andrea Manzo sulla panchina del Lugano, nel massimo campionato svizzero. Resta nel ruolo anche con il nuovo allenatore Paolo Tramezzani, e nel giugno 2017 lo segue al Sion[20].

Nel 2018 torna al Lugano come viceallenatore di Fabio Celestini.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Vicenza: 1999-2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Formula Samp, gli eclettici al potere La Repubblica, 28 luglio 2003, pag.6 - sez. Genova
  2. ^ Per Berti rendimento in discesa La Repubblica, 7 novembre 1994, pag.39
  3. ^ a b Ince ha fretta 'Inter, ora decidi' La Repubblica, 6 aprile 1996, pag.40
  4. ^ a b Conte non vede l'ora: Ritrovo un maestro La Repubblica, 13 luglio 2000, pag.9 - sez. Genova
  5. ^ a b c Acquisti e cessioni Inter 1990-1996 Archiviato il 25 settembre 2011 in Internet Archive. Storiainter.it
  6. ^ Statistiche su archivio.inter.it
  7. ^ Rosa 1995-1996 Storiapiacenza1919.it
  8. ^ Acquisti e cessioni Inter 1996-2000 Archiviato il 25 settembre 2011 in Internet Archive. Storiainter.it
  9. ^ Lo spettacolo di Luiso grande salto del Piacenza La Repubblica, 12 maggio 1997, pag.49
  10. ^ Ora Ronaldo costa 51 miliardi La Repubblica, 9 settembre 1997, pag.46
  11. ^ a b c Mirko Conte: un rosso peggio di un'espulsione Archiviato l'11 ottobre 2011 in Internet Archive. Pianetanapoli.it
  12. ^ a b "Con il Rosso non si passa...": Mirko Conte è la nuova firma di Sampdorianews.net Sampdorianews.net
  13. ^ Preso Conte dalla Sampdoria e dal Milan è in arrivo Donati La Repubblica, 9 luglio 2004, pag.14 - sez. Palermo
  14. ^ Conte all'Arezzo Ametrano firma per l'Avellino La Repubblica, 31 dicembre 2004, pag.14 - sez. Palermo
  15. ^ Arriva il Milan ad Arezzo[collegamento interrotto] Arezzoweb.com
  16. ^ Mirko Conte, c'è la Colligiana Tuttomercatoweb.com
  17. ^ UFFICIALE: Mirko Conte al Città di Castello[collegamento interrotto] Tuttolegapro.com
  18. ^ Amarcord: Mirko Conte[collegamento interrotto] Napolifootballclub.it
  19. ^ L'ex doriano Mirko Conte alla guida degli allievi nazionali '99 del Modena Cittadellaspezia.com
  20. ^ (FR) PAOLO TRAMEZZANI REPREND LES RÊNES DU FC SION Fcsion.ch

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Vicenza: 1999-2000
Sampdoria: 2002-2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]