Football Club Internazionale Milano 2008-2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Football Club Internazionale Milano
Scudetto 17.JPG
La festa dei calciatori nerazzurri per la conquista dello Scudetto
Stagione 2008-2009
AllenatorePortogallo José Mourinho
All. in secondaItalia Giuseppe Baresi
PresidenteItalia Massimo Moratti
Serie A1º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaSemifinali
Champions LeagueOttavi di finale
Supercoppa italianaVincitrice
Maggiori presenzeCampionato: Zanetti (38)[1]
Totale: Zanetti (51)
Miglior marcatoreCampionato: Ibrahimović (25)[1]
Totale: Ibrahimović (29)
StadioGiuseppe Meazza
Abbonati38 717[2]
Maggior numero di spettatori76 437 vs. Juventus (22 novembre 2008)[2]
Minor numero di spettatori43 040 vs. Torino (1º febbraio 2009)[2]
Media spettatori55 345[2]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 31 maggio 2009

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 2008-2009.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

José Mourinho, al primo anno in Italia, conquistò subito il titolo nazionale, il 17º della storia nerazzurra.

Dopo l'esonero di Roberto Mancini, la società milanese ingaggiò José Mourinho.[3] Il tecnico lusitano si era particolarmente distinto alla guida di Porto e Chelsea, conducendo entrambe alla vittoria del campionato nazionale.[4] A differenza delle stagioni precedenti, Massimo Moratti non compì ingenti spese sul mercato: la formazione fu ritoccata con l'arrivo del centrocampista Muntari, degli esterni offensivi Amantino Mancini e Quaresma e della punta Obinna.[5] La stagione 2008-09 si aprì con la vittoria in Supercoppa italiana, ottenuta ai rigori contro la Roma[6]; ritenuti i favoriti anche per il campionato[7], i nerazzurri faticarono nelle prime giornate di torneo.[8][9]

A fine ottobre, la squadra incappò in due pareggi con Genoa e Fiorentina che costarono la vetta della classifica.[10][11] La svolta si verificò a partire da novembre, in coincidenza con l'innovazione tattica: abbandonato il 4-3-3, Mourinho ripiegò su un 4-3-1-2 che aveva portato la Beneamata ad imporsi negli ultimi due campionati.[12] Júlio César continuò a difendere i pali, confermandosi tra i migliori nel ruolo[13]; Maicon agiva sulla fascia destra con frequenti incursioni offensive, mentre Maxwell presidiava il lato sinistro con Córdoba e Burdisso al centro della difesa.[12] Il trio in mediana era composto da Javier Zanetti, con Muntari e Cambiasso chiamati a dare il loro contributo sia in fase d'interdizione che di inserimento in avanti: Stanković ricoprì la posizione di trequartista, con Figo talvolta utilizzato al suo posto.[12] In attacco Ibrahimović fu affiancato da Adriano, pur reggendo da solo il peso del reparto.[12] A causa di infortuni e scelte tecniche, trovarono poco spazio alcune colonne delle stagioni precedenti: Toldo, Materazzi, Chivu, Vieira, Cruz, Adriano, Crespo.[12]

Il giovane difensore Davide Santon, promosso tra i titolari nella seconda parte di campionato[13]: l'appena maggiorenne terzino si rese protagonista di un buon rendimento che gli valse, a fine stagione, la chiamata in Nazionale.[12]

La risalita in classifica si concretizzò per effetto di una striscia positiva, che vide i nerazzurri riportare 8 vittorie consecutive.[14][15][16][17][18] Sul versante europeo la squadra superò invece il girone alle spalle del Panathīnaïkos: a certificare la qualificazione fu proprio la gara di ritorno con i greci, terminata con una sconfitta di misura (0-1).[19] Il raggruppamento era completato dai ciprioti dell'Anorthosis (contro cui furono ottenute una vittoria ed un pareggio) e dai tedeschi del Werder Brema, che dopo un pari a Milano sconfissero i campioni d'Italia in casa.[19] Risultando la peggiore tra le seconde classificate, con 8 punti in 6 gare, l'Inter fu abbinata ai detentori del Manchester United.[20] Dopo aver conquistato anticipatamente il titolo d'inverno[21], la compagine lombarda accusò una flessione nel mese di gennaio.[22] Proprio in tale periodo, Mourinho apportò nuovi cambiamenti all'undici titolare: i giovani Santon e Balotelli sostituirono infatti Maxwell e Adriano, rispettivamente nei ruoli di laterale difensivo sinistro e di seconda punta.[12][23]

Il percorso in campionato proseguì senza ostacoli[24], tanto da far registrare un largo margine sulle inseguitrici (Juventus e Milan) già a metà febbraio.[25][26] Nell'incontro di andata degli ottavi di finale di Champions League, i nerazzurri imposero il pari ai Red Devils[27]; alla sfida di ritorno i milanesi giunsero invece dopo un leggero calo.[28][29][30] Il Manchester United vinse per 2-0, con le reti di Vidić e Cristiano Ronaldo: l'Inter, pur andando vicina al gol con i legni colpiti da Adriano e Ibrahimović, apparve nel complesso inferiore agli inglesi.[31] Nonostante le polemiche seguite all'ennesimo flop europeo, Mourinho si disse sicuro sulle potenzialità della squadra per vincere il campionato.[32][33]

Zlatan Ibrahimović e Mario Balotelli in azionale contro il Palermo, nella gara di Serie A disputata a San Siro l'11 aprile 2009.

Malgrado l'ambiente fosse distratto dalle notizie circa un possibile addio di Ibrahimović[34], confermato dallo stesso svedese[35], la conquista dello Scudetto non venne posta in dubbio.[36][37] Il tricolore fu vinto ancor prima di scendere in campo, grazie alla sconfitta del Milan sul campo dell'Udinese nell'anticipo del terzultimo turno[38]: i nerazzurri festeggiarono poi a San Siro, battendo per 3-0 il Siena.[39] L'affermazione consentì di eguagliare le 17 vittorie dei rivali cittadini[40], rappresentando il quarto titolo consecutivo.[41] A conclusione del campionato, l'Inter totalizzò 84 punti staccando di 10 lunghezze i rossoneri e la Juventus.[42] La stagione segnò l'addio al calcio di Figo, ritiratosi a 36 anni[43]: Ibrahimović si aggiudicò invece la palma di miglior marcatore, realizzando 25 gol.[43]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2008-2009 è la Nike, mentre lo sponsor ufficiale è la Pirelli. A conclusione delle celebrazioni del centenario, in occasione di Genoa-Inter e Inter-Fiorentina, la squadra ha indossato la maglia biancocrociata.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
3ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Massimo Moratti
  • Vicepresidenti: Angelomario Moratti, Rinaldo Ghelfi
  • Comitato di gestione: Angelomario Moratti, Rinaldo Ghelfi, Ernesto Paolillo
  • Consiglio di amministrazione: Carlo d'Urso, Maurizio Fabris, Marco Gastel, Rinaldo Ghelfi, Tommaso Giulini, Luigi Amato Molinari, Angelo Moratti, Angelomario Moratti, Giovanni Moratti, Massimo Moratti, Natalino Curzola Moratti, Ernesto Paolillo, Pier Francesco Saviotti, Accursio Scorza, Marco Tronchetti Provera
  • Collegio sindacale e sindaci effettivi: Giovanni Luigi Camera, Fabrizio Colombo, Alberto Usuelli, Franco Buccarella, Paolo Andrea Colombo
  • Amministratore delegato e direttore generale: Ernesto Paolillo
  • Vicedirettore generale: Stefano Filucchi
  • Segretaria di presidenza: Monica Volpi
  • Direttore amministrazione, finanza e controllo: Paolo Pessina

Area organizzativa

  • Segretario generale e responsabile risorse umane: Luciano Cucchia
  • Direttore personale e responsabile servizi operativi: Angelo Paolillo
  • Team manager: Andrea Butti
  • Direttore area stadio e sicurezza: Pierfrancesco Barletta

Area comunicazione

  • Direttore comunicazione: Paolo Viganò
  • Direttore editoriale, canale e rivista: Susanna Wermelinger
  • Ufficio Stampa: Luigi Crippa, Claudia Maddalena, Stewart Park, Leo Picchi

Area marketing

  • Direttore commerciale: Katia Bassi

Area tecnica

Area sanitaria

  • Direttore area medica: Franco Combi
  • Medico: Giorgio Panico
  • Massaggiatori e fisioterapisti: Marco Dellacasa, Massimo Dellacasa, Andrea Galli, Luigi Sessolo, Alberto Galbiati

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

La formazione tipo della stagione 2008-2009
N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Francesco Toldo
2 Colombia D Iván Córdoba
4 Argentina D Javier Zanetti (capitano)
5 Serbia C Dejan Stanković
6 Brasile D Maxwell
7 Portogallo C Luís Figo
8 Svezia A Zlatan Ibrahimović
9 Argentina A Julio Cruz
10 Brasile A Adriano[44]
11 Cile C Luis Jiménez
12 Brasile P Júlio César
13 Brasile D Maicon
14 Francia C Patrick Vieira
15 Francia C Olivier Dacourt[45]
16 Argentina D Nicolás Burdisso
N. Ruolo Giocatore
18 Argentina A Hernán Crespo
19 Argentina C Esteban Cambiasso
20 Ghana C Sulley Muntari
21 Nigeria A Victor Obinna
22 Italia P Paolo Orlandoni
23 Italia D Marco Materazzi
24 Colombia D Nelson Rivas
25 Argentina D Walter Samuel
26 Romania D Cristian Chivu
33 Brasile C Mancini
36 Italia C Francesco Bolzoni
37 Italia C Andrea Mei
39 Italia D Davide Santon
45 Italia A Mario Balotelli
77 Portogallo C Ricardo Quaresma[45]

Aggregati dalla Primavera[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
38 Italia D Luca Caldirola
40 Italia C Alberto Gerbo
41 Italia A Mattia Destro
42 Nigeria C Joel Obi
N. Ruolo Giocatore
43 Italia P Luca Stocchi
44 Italia C Luca Tremolada
46 Slovenia C Rene Krhin
51 Slovenia P Vid Belec

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 01/07 al 01/09)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Enrico Alfonso Venezia fine prestito
P Giacomo Bindi Manfredonia fine prestito
D Leonardo Bonucci Treviso risoluzione comp.
D Nicolas Giani Pro Sesto fine prestito
D Andrea Mei Chievo fine prestito
D Fabio Perissinotto Pro Sesto fine prestito
D Rincón Empoli fine prestito
C Ilario Aloe Ravenna risoluzione comp.
C Attila Filkor Grosseto fine prestito
C Luis Antonio Jiménez Ternana comproprietà (5,8 milioni €)[46]
C Matteo Lombardo Calcio Caravaggese fine prestito
C Mancini Roma definitivo (13 milioni €)[47]
C Daniele Marino Gubbio fine prestito
C Sulley Muntari Portsmouth definitivo (14,4 milioni €)[46]
C Ricardo Quaresma Porto definitivo (24,3 milioni €)
C Nicola Redomi Castelnuovo fine prestito
C Ronny Toma Diuk Pergocrema fine prestito
A Robert Acquafresca Cagliari risoluzione comp.
A Adriano San Paolo fine prestito
A Riccardo Bocalon Treviso risoluzione comp.
A Hernán Crespo Chelsea definitivo
A Stefano Giacomelli Foligno prestito
A Victor Obinna Chievo definitivo (0 milioni €)[46]
A Álvaro Recoba Torino fine prestito
A Goran Slavkovski Sheffield Utd fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Enrico Alfonso Pisa prestito
P Giacomo Bindi Monza prestito
P Paolo Tornaghi Como prestito
D Leonardo Bonucci Treviso prestito
D Dennis Esposito Reggiana prestito
D Ivan Fatić Vicenza prestito
D Nicolas Giani Vicenza comproprietà
D Fabio Perissinotto Voghera prestito
D Gabriele Puccio Verona prestito
D Rincón Ancona prestito
C Ilario Aloe Ascoli comproprietà
C César Bologna definitivo
C Daniele Federici Grosseto prestito
C Attila Filkor Sassuolo prestito
C Matteo Lombardo Legnano prestito
C Maniche Atlético Madrid fine prestito
C Daniele Marino Sambenedettese comproprietà
C Desmond N'Ze Kouassi Avellino comproprietà
C Daniele Pedrelli Treviso comproprietà
C Pelè Porto definitivo (5,8 milioni €)[46]
C Nicola Redomi Valenzana prestito
C Luca Siligardi Bari prestito
C Santiago Solari San Lorenzo definitivo
C Ronny Toma Diuk Solbiatese prestito
A Robert Acquafresca Cagliari prestito
A Gianluca Litteri Treviso
Slavia Praga
comproprietà
prestito
A Álvaro Recoba Paniōnios definitivo
A Sebastian Cesar Helios Ribas Digione definitivo
A David Suazo Benfica prestito

Sessione invernale (dal 07/01 al 02/02)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Giacomo Bindi Monza fine prestito
D Leonardo Bonucci Treviso fine prestito
D Ivan Fatić Vicenza fine prestito
C Ibrahim Maaroufi Twente fine prestito
C Luca Siligardi Bari fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Giacomo Bindi Pistoiese prestito
D Leonardo Bonucci Pisa prestito
D Ivan Fatić Salernitana prestito
C Olivier Dacourt Fulham prestito
C Ibrahim Maaroufi Vicenza comproprietà
C Ricardo Quaresma Chelsea prestito
C Luca Siligardi Piacenza prestito
A Adriano Flamengo definitivo[48]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
30 agosto 2008, ore 20:30 CEST
1ª Giornata
Sampdoria1 – 1
referto
InterStadio Luigi Ferraris (33.975 spett.)
Arbitro: Italia Rosetti (Torino)

Milano
13 settembre 2008, ore 20:30 CEST
2ª Giornata
Inter2 – 1
referto
CataniaStadio Giuseppe Meazza (45.809 spett.)
Arbitro: Italia Damato (Barletta)

Torino
21 settembre 2008, ore 15:00 CEST
3ª Giornata
Torino1 – 3
referto
InterStadio Olimpico (21.497 spett.)
Arbitro: Italia Farina (Novi Ligure)

Milano
24 settembre 2008, ore 20:30 CEST
4ª Giornata
Inter1 – 0
referto
LecceStadio Giuseppe Meazza (43.636 spett.)
Arbitro: Italia Bergonzi (Genova)

Milano
28 settembre 2008, ore 20:30 CEST
5ª Giornata
Milan1 – 0
referto
InterStadio Giuseppe Meazza (79.057 spett.)
Arbitro: Italia Morganti (Ascoli Piceno)

Milano
4 ottobre 2008, ore 20:30 CEST
6ª Giornata
Inter2 – 1
referto
BolognaStadio Giuseppe Meazza (47.913 spett.)
Arbitro: Italia Ciampi (Roma)

Roma
19 ottobre 2008, ore 20:30 CEST
7ª Giornata
Roma0 – 4
referto
InterStadio Olimpico (48.958 spett.)
Arbitro: Italia Rizzoli (Bologna)

Milano
26 ottobre 2008, ore 15:00 CET
8ª Giornata
Inter0 – 0
referto
GenoaStadio Giuseppe Meazza (62.224 spett.)
Arbitro: Italia Orsato (Schio)

Firenze
29 ottobre 2008, ore 20:30 CET
9ª Giornata
Fiorentina0 – 0
referto
InterStadio Artemio Franchi (36.358 spett.)
Arbitro: Italia Rosetti (Torino)

Reggio Calabria
1º novembre 2008, ore 18:00 CET
10ª Giornata
Reggina2 – 3
referto
InterStadio Oreste Granillo (18.059 spett.)
Arbitro: Italia De Marco (Chiavari)

Milano
9 novembre 2008, ore 15:00 CET
11ª Giornata
Inter1 – 0
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza (51.595 spett.)
Arbitro: Italia Morganti (Ascoli Piceno)

Palermo
15 novembre 2008, ore 20:30 CET
12ª Giornata
Palermo0 – 2
referto
InterStadio Renzo Barbera (34.203 spett.)
Arbitro: Italia Tagliavento (Terni)

Milano
22 novembre 2008, ore 20:30 CET
13ª Giornata
Inter1 – 0
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (76.437 spett.)
Arbitro: Italia Rizzoli (Bologna)

Milano
30 novembre 2008, ore 15:00 CET
14ª Giornata
Inter2 – 1
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza (45.595 spett.)
Arbitro: Italia Rosetti (Torino)

Roma
6 dicembre 2008, ore 20:30 CET
15ª Giornata
Lazio0 – 3
referto
InterStadio Olimpico (50.000 spett.)
Arbitro: Italia Orsato (Schio)

Milano
14 dicembre 2008, ore 15:00 CET
16ª Giornata
Inter4 – 2
referto
ChievoStadio Giuseppe Meazza (46.357 spett.)
Arbitro: Italia Bergonzi (Genova)

Siena
20 dicembre 2008, ore 20:30 CET
17ª Giornata
Siena1 – 2
referto
InterStadio Artemio Franchi (15.446 spett.)
Arbitro: Italia De Marco (Chiavari)

Milano
10 gennaio 2009, ore 20:30 CET
18ª Giornata
Inter1 – 1
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza (45.171 spett.)
Arbitro: Italia Pierpaoli (Firenze)

Bergamo
18 gennaio 2009, ore 15:00 CET
19ª Giornata
Atalanta3 – 1
referto
InterStadio Atleti Azzurri d'Italia (16.983 spett.)
Arbitro: Italia Rizzoli (Bologna)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
25 gennaio 2009, ore 20:30 CET
20ª Giornata
Inter1 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (45.359 spett.)
Arbitro: Italia Celi (Campobasso)

Catania
28 gennaio 2009, ore 20:30 CET
21ª Giornata
Catania0 – 2
referto
InterStadio Angelo Massimino (20.738 spett.)
Arbitro: Italia Rocchi (Firenze)

Milano
1º febbraio 2009, ore 15:00 CET
22ª Giornata
Inter1 – 1
referto
TorinoStadio Giuseppe Meazza (43.040 spett.)
Arbitro: Italia Bergonzi (Genova)

Lecce
7 febbraio 2009, ore 18:00 CET
23ª Giornata
Lecce0 – 3
referto
InterStadio Via del Mare (26.669 spett.)
Arbitro: Italia Tagliavento (Terni)

Milano
15 febbraio 2009, ore 20:30 CET
24ª Giornata
Inter2 – 1
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza (76.178 spett.)
Arbitro: Italia Rosetti (Torino)

Bologna
21 febbraio 2009, ore 18:00 CET
25ª Giornata
Bologna1 – 2
referto
InterStadio Renato Dall'Ara (34.571 spett.)
Arbitro: Italia Ayroldi (Molfetta)

Milano
1º marzo 2009, ore 20:30 CET
26ª Giornata
Inter3 – 3
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (51.497 spett.)
Arbitro: Italia Rizzoli (Bologna)

Genova
7 marzo 2009, ore 18:00 CET
27ª Giornata
Genoa0 – 2
referto
InterStadio Luigi Ferraris (32.332 spett.)
Arbitro: Italia Morganti (Ascoli Piceno)

Milano
15 marzo 2009, ore 20:30 CET
28ª Giornata
Inter2 – 0
referto
FiorentinaStadio Giuseppe Meazza (51.535 spett.)
Arbitro: Italia Orsato (Schio)

Milano
22 marzo 2009, ore 15:00 CET
29ª Giornata
Inter3 – 0
referto
RegginaStadio Giuseppe Meazza (52.025 spett.)
Arbitro: Italia Mazzoleni (Bergamo)

Udine
5 aprile 2009, ore 19:00 CEST
30ª Giornata
Udinese0 – 1
referto
InterStadio Friuli (25.930 spett.)
Arbitro: Italia Banti (Livorno)

Milano
11 aprile 2009, ore 15:00 CEST
31ª Giornata
Inter2 – 2
referto
PalermoStadio Giuseppe Meazza (65.702 spett.)
Arbitro: Italia Russo (Nola)

Torino
18 aprile 2009, ore 20:30 CEST
32ª Giornata
Juventus1 – 1
referto
InterStadio Olimpico (24.790 spett.)
Arbitro: Italia Farina (Novi Ligure)

Napoli
26 aprile 2009, ore 20:30 CEST
33ª Giornata
Napoli1 – 0
referto
InterStadio San Paolo (53.772 spett.)
Arbitro: Italia Rosetti (Torino)

Milano
2 maggio 2009, ore 20:30 CEST
34ª Giornata
Inter2 – 0
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (58.576 spett.)
Arbitro: Italia Tagliavento (Terni)

Verona
10 maggio 2009, ore 15:00 CEST
35ª Giornata
Chievo2 – 2
referto
InterStadio Marcantonio Bentegodi (28.924 spett.)
Arbitro: Italia De Marco (Chiavari)

Milano
17 maggio 2009, ore 20:30 CEST
36ª Giornata
Inter3 – 0
referto
SienaStadio Giuseppe Meazza (73.492 spett.)
Arbitro: Italia Bergonzi (Genova)

Cagliari
24 maggio 2009, ore 15:00 CEST
37ª Giornata
Cagliari2 – 1
referto
InterStadio Sant'Elia (24.000 spett.)
Arbitro: Italia Calvarese (Teramo)

Milano
31 maggio 2009, ore 15:00 CEST
38ª Giornata
Inter4 – 3
referto
AtalantaStadio Giuseppe Meazza (69.405 spett.)
Arbitro: Italia Rocchi (Firenze)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
13 gennaio 2009, ore 21:00 CET
Partita Unica
Inter3 – 1
(d.t.s.)
referto
GenoaStadio Giuseppe Meazza (6.623 spett.)
Arbitro: Italia Gava (Conegliano)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
21 gennaio 2009, ore 20:45 CET
Partita Unica
Inter2 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (26.520 spett.)
Arbitro: Italia Orsato (Schio)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Genova
4 marzo 2009, ore 20:45 CET
Andata
Sampdoria3 – 0
referto
InterStadio Luigi Ferraris (14.185 spett.)
Arbitro: Italia Saccani (Mantova)

Milano
23 aprile 2009, ore 20:45 CEST
Ritorno
Inter1 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (41.138 spett.)
Arbitro: Italia Orsato (Schio)

Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Atene
16 settembre 2008, ore 21:45 EEST
1ª Giornata
Panathīnaïkos0 – 2
referto
InterStadio Spiridon Louis (58.378 spett.)
Arbitro: Spagna Mejuto González

Milano
1º ottobre 2008, ore 20:45 CEST
2ª Giornata
Inter1 – 1
referto
Werder BremaStadio Giuseppe Meazza (32.965 spett.)
Arbitro: Slovacchia Michĕl

Milano
22 ottobre 2008, ore 20:45 CEST
3ª Giornata
Inter1 – 0
referto
AnorthosisStadio Giuseppe Meazza (27.247 spett.)
Arbitro: Inghilterra Webb

Nicosia
4 novembre 2008, ore 21:45 EET
4ª Giornata
Anorthosis3 – 3
referto
InterStadio Neo GSP (17.140 spett.)
Arbitro: Francia Duhamel

Milano
26 novembre 2008, ore 20:45 CET
5ª Giornata
Inter0 – 1
referto
PanathīnaïkosStadio Giuseppe Meazza (34.955 spett.)
Arbitro: Norvegia Øvrebø

Brema
9 dicembre 2008, ore 20:45 CET
6ª Giornata
Werder Brema2 – 1
referto
InterWeserstadion (35.000 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Vink

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
24 febbraio 2009, ore 20:45 CET
Andata
Inter0 – 0
referto
Manchester UtdStadio Giuseppe Meazza (80.018 spett.)
Arbitro: Spagna Medina Cantalejo

Manchester
11 marzo 2009, ore 19:45 GMT
Ritorno
Manchester Utd2 – 0
referto
InterOld Trafford (74.769 spett.)
Arbitro: Germania Stark

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 2008.
Milano
24 agosto 2008, ore 20:45 UTC+1
Partita unica
Inter2 – 2
(d.t.s.)
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (43.400 spett.)
Arbitro: Italia Saccani (Mantova)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 31 maggio 2009.

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 84 19 14 5 0 37 16 19 11 4 4 33 16 38 25 9 4 70 32 38
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 3 0 0 6 2 1 0 0 1 0 3 4 3 0 1 6 5 1
Supercoppaitaliana.png Supercoppa italiana - 1 0 1 0 2 2 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 2 2 0
Coppacampioni.png Champions League 8 4 1 2 1 2 2 4 1 1 2 6 7 8 2 3 3 8 9 −1
Totale - 27 18 8 1 47 22 24 12 5 7 39 26 51 30 13 8 86 48 38

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T C T C T T C T C C T C T C T C T C T C T C T C C T C T T C T C T C
Risultato N V V V P V V N N V V V V V V V V N P V V N V V V N V V V V N N P V N V P V
Posizione 9 4 1 1 4 3 1 2 4 3 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

[1]

Giocatore Serie A Coppa Italia Champions League Supercoppa Italiana Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Adriano, Adriano 1230032007200000022700
Balotelli, M. M. Balotelli 228702010611011103110100
Bolzoni, F. F. Bolzoni 10000000000000001000
Burdisso, N. N. Burdisso 2115130004000100029151
Cambiasso, E. E. Cambiasso 3541031008000100047510
Córdoba, I. I. Córdoba 2826020207010000037290
Chivu, C. C. Chivu 2107030102010000026090
Crespo, H. H. Crespo 1420030000000000017200
Cruz, J. J. Cruz 1724010005110000023350
Dacourt, O. O. Dacourt 10000000000000001000
Figo, Figo 2212000003000100026120
Ibrahimović, Z. Z. Ibrahimović 3525803310810010104729100
Jiménez, L. L. Jiménez 60001000000010008000
Júlio César, Júlio César 36-28301-0007-9001-20045-3930
Maicon, Maicon 2944030008120100041560
Mancini, Mancini 2001020004100100027110
Materazzi, M. M. Materazzi 801120115110000015132
Maxwell, Maxwell 2512030004000100033120
Muntari, S. S. Muntari 2745230107020110038582
Obinna, V. V. Obinna 910020100000000011110
Orlandoni, P. P. Orlandoni 1-0000-0000-0000-0001-000
Quaresma, R. R. Quaresma 1313000006000000019130
Rivas, N. N. Rivas 50101000100010008010
Samuel, W. W. Samuel 1714020101010000020160
Santon, D. D. Santon 1602020002000000020020
Stanković, D. D. Stanković 3157010005010101038590
Toldo, F. F. Toldo 3-4003-5001-0100-0007-910
Vieira, P. P. Vieira 1917020003000000024170
Zanetti, J. J. Zanetti 3802040208000100051040

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva e organizzativa

  • Amministratore delegato: Ernesto Paolillo
  • Direttore: Piero Ausilio
  • Responsabile attività di base: Roberto Samaden
  • Responsabile area ricerca e selezione: Pierluigi Casiraghi
  • Coordinatore osservatori: Giuseppe Giavardi
  • Coordinatore area tecnica: Vincenzo Esposito
  • Responsabile tecnico scuole calcio estero: Marco Monti
  • Segreteria sportiva: Alberto Celario
  • Segreteria organizzativa: Deborah Dozio, Elisa Todisco, Maurizio Gotta

Allenatori

  • Primavera: Vincenzo Esposito
  • Viceallenatore Primavera: Antonio Manicone
  • Allievi nazionali: Nunzio Zavettieri
  • Allievi regionali: Paolo Tomasoni
  • Giovanissimi nazionali: Salvatore Cerrone
  • Giovanissimi regionali: Gianmario Corti
  • Giovanissimi regionali B: Stefano Bellinzaghi
  • Esordienti: Michele Ravera
  • Pulcini regionali: Giuliano Rusca
  • Pulcini B: Fabio Pesatori, Gianni Vivabene
  • Pulcini C: Bruno Casiraghi, Paolo Migliavacca

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Panini, p. 402.
  2. ^ a b c d (EN) Statistiche Spettatori Serie A 2008-2009, su stadiapostcards.com.
  3. ^ È ufficiale: Mourinho allenerà l'Inter, su repubblica.it, 2 giugno 2008.
  4. ^ Mourinho: "L'Inter, club speciale", su repubblica.it, 3 giugno 2008.
  5. ^ Mancini all'Inter, c'è l'accordo, su repubblica.it, 10 luglio 2008.
  6. ^ Totti sbaglia, Zanetti fa centro, su repubblica.it, 24 agosto 2008.
  7. ^ Gianni Mura, Intervista al campionato, su repubblica.it, 29 agosto 2008.
  8. ^ Gaetano De Stefano, Samba Milan con Ronnie, è il primo k.o. di Mourinho, su gazzetta.it, 28 settembre 2008.
  9. ^ Ruggiero Palombo, ANDATE A PRENDERLA SE NE SIETE CAPACI, in La Gazzetta dello Sport, 20 ottobre 2008.
  10. ^ L'Inter si inceppa a San Siro, il Genoa è una rivelazione, su repubblica.it, 26 ottobre 2008.
  11. ^ Mourinho, un altro pareggio, su repubblica.it, 29 ottobre 2008.
  12. ^ a b c d e f g Luca Taidelli, Nel 2008-2009 altro scudetto nel nome di Ibra. L'ultima partita di tre grandissimi, su gazzetta.it, 12 giugno 2019.
  13. ^ a b Grassia, Lotito, pp. 9-12.
  14. ^ Cruz riporta l'Inter in vetta, l'Udinese cede al novantesimo, su repubblica.it, 9 novembre 2008.
  15. ^ Alberto Cerruti, DINAMITE IBRA, in La Gazzetta dello Sport, 16 novembre 2008.
  16. ^ All'Inter il derby d'Italia, Muntari gela la Juventus, su repubblica.it, 22 novembre 2008.
  17. ^ All'Inter bastano due minuti, Lazio stanca e distratta: è 0-3, su repubblica.it, 6 dicembre 2008.
  18. ^ Nicola Cecere, Pazza Inter, super Ibra, in La Gazzetta dello Sport, 15 dicembre 2008.
  19. ^ a b Panini, pp. 690-691.
  20. ^ Champions, Juve contro Chelsea, Arsenal-Roma e Manchester-Inter, su repubblica.it, 19 dicembre 2008.
  21. ^ Gianni Piva, Inter già campione d'inverno, in la Repubblica, 21 dicembre 2008, p. 52.
  22. ^ Gianni Piva, Lo sberleffo dell'Atalanta, in la Repubblica, 19 gennaio 2009, p. 40.
  23. ^ Quella frase di Mourinho "Scudetto in segreteria...", su repubblica.it, 22 gennaio 2009.
  24. ^ Inter: Ibra, solidità e cinismo, su repubblica.it, 7 febbraio 2009.
  25. ^ Fabrizio Bocca, Forza d'urto da 875 chili, ecco i muscoli dell'Inter, su repubblica.it, 17 febbraio 2009.
  26. ^ Mourinho non apre le feste "Scudetto? È ancora troppo presto", su repubblica.it, 21 febbraio 2009.
  27. ^ Andrea Sorrentino, Appuntamento a Manchester, su repubblica.it, 24 febbraio 2009.
  28. ^ Gianni Piva, Crespo acciuffa la Roma, in la Repubblica, 2 marzo 2009, p. 48.
  29. ^ Gianni Piva, Schiaffi per Mourinho, in la Repubblica, 5 marzo 2009, p. 48.
  30. ^ Giacomo Loi, L'Inter rinasce a Marassi, su repubblica.it, 7 marzo 2009.
  31. ^ Armando Ossorio, Mourinho saluta l'Europa, i pali fermano l'Inter, su repubblica.it, 11 marzo 2009.
  32. ^ Andrea Sorrentino, Neppure Mou cambia l'Inter, la Champions resta un miraggio, su repubblica.it, 12 marzo 2009.
  33. ^ Luigi Garlando, Kung-fu Ibra, in La Gazzetta dello Sport, 16 marzo 2009.
  34. ^ Alberto Cerruti, L'Inter ha il miglior Ibra, in La Gazzetta dello Sport, 23 marzo 2009.
  35. ^ Ibra: "Voglio cambiare", su gazzetta.it, 24 aprile 2009.
  36. ^ Luigi Panella, Super Ibra zittisce i tifosi, su repubblica.it, 2 maggio 2009.
  37. ^ Corrado Zunino, L'Inter fallisce il match point, su repubblica.it, 10 maggio 2009.
  38. ^ Udinese, regalo all'Inter, su gazzetta.it, 16 maggio 2009.
  39. ^ Luigi Panella, Per l'Inter festa e goleada, su repubblica.it, 17 maggio 2009.
  40. ^ Fabrizio Bocca, Il fattore Ibra e tanti soldi, su repubblica.it, 17 maggio 2009.
  41. ^ Gianni Mura, Più che meritato, dubbi sul gioco, su repubblica.it, 17 maggio 2009.
  42. ^ Paolo Gallori, L'Inter si scioglie a Cagliari, su repubblica.it, 24 maggio 2009.
  43. ^ a b Andrea Sorrentino, Il capocannoniere Ibra gela l'Inter, in la Repubblica, 1º giugno 2009, p. 41.
  44. ^ Contratto rescisso consensualmente il 24 aprile 2009
  45. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato
  46. ^ a b c d (EN) Transfer-Übersicht 2008-2009, su transfermarkt.co.uk. URL consultato il 23 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2009).
  47. ^ Cifre del Trasferimento (PDF) [collegamento interrotto], su bo.asroma.it, 15 luglio 2008. URL consultato il 31 dicembre 2008.
  48. ^ Inter-Adriano: comunicato ufficiale, inter.it, 24 aprile 2009. URL consultato il 24 aprile 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]