Piero Ausilio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Piero Ausilio (Milano, 28 giugno 1972) è un dirigente sportivo italiano, dall'8 febbraio 2014 direttore sportivo e responsabile dell'area tecnica dell'Inter.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 28 giugno 1972 a Milano da genitori calabresi provenienti da Campana (Cosenza), inizia la carriera di calciatore come mediano nelle giovanili della Pro Sesto. Un grave infortunio al ginocchio mette fine alla sua carriera da calciatore all'età di 18 anni. Dopo alcuni anni passati come assistente allenatore nella Pro Sesto, nel 1997 inizia la sua carriera di dirigente sportivo, diventando con Pierluigi Casiraghi responsabile del settore giovanile del club, all'epoca militante in Serie C2. Nel frattempo si laurea in Giurisprudenza all’Università di Milano

Un anno dopo, nel gennaio 1998, su chiamata di Mario Mereghetti e suggerimento di Casiraghi (che lo raggiungerà due anni dopo), viene assunto dall'Inter come segretario del settore giovanile, per poi diventare nel 2001 responsabile organizzativo al fianco del responsabile tecnico Beppe Baresi [1] e in seguito direttore del vivaio nerazzurro. Tra il 2003 e il 2005 è membro del consiglio di amministrazione dello Spezia Calcio in quota Inter e, dopo aver conseguito l'abilitazione, ne è stato anche direttore sportivo nella stagione 2004-2005; è anche membro del Consiglio Direttivo dei Direttori Sportivi italiani (Adise).

Nel dicembre 2010 lascia il settore giovanile per diventare direttore sportivo della società meneghina [2] al fianco del responsabile dell'area tecnica Marco Branca.

L'8 febbraio 2014 succede a Branca [3] con un contratto che arriva al 2017.[4][5]

L'11 febbraio 2015 vince il "TMW Award" come miglior dirigente sportivo della Serie A 2014-2015.[6] Il 4 giugno seguente ritira ad Amalfi il premio "Football Leader" per lo scouting.[7][8]

Il 21 aprile 2017, in scadenza di contratto, prolunga con la squadra nerazzurra fino al 2020[9], venendo poi affiancato da Walter Sabatini (coordinatore tecnico) e Dario Baccin (vice ds).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sposato con Daniela, ha due figli: Giulia (2002) e Niccolò (2005).[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inter, parla Ausilio: "Quando stavamo per prendere Fabregas e Immobile...", su gazzetta.it. URL consultato il 10 marzo 2014.
  2. ^ http://www.fcinter1908.it/ultimora/guarda-l-intervista-di-piero-ausilio-ad-ic/?refresh_ce-cp
  3. ^ Sky sport
  4. ^ Profilo allenatore - Piero Ausilio - Transfermarkt, transfermarkt.it. URL consultato il 23 giugno 2015.
  5. ^ Ausilio: "Ero mediano alla Cambiasso. Poi...", fcinter1908.it. URL consultato il 23 giugno 2015.
  6. ^ Fotonotizia - TMW Awards, le immagini della premiazione di Piero Ausilio, tuttomercatoweb.com, 11 febbraio 2015.
  7. ^ Ausilio: "Nove acquisti? Mancini me ne ha chiesti anche di più", su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 28 febbraio 2016.
  8. ^ Football Leader, Fotogallery 2015 – La premiazione | Football Leader, su www.football-leader.it. URL consultato il 28 febbraio 2016.
  9. ^ PIERO AUSILIO RINNOVA FINO AL 2020 inter.it
  10. ^ La storia di Piero Ausilio: all’Inter dal ’98, sposato con 2 figli. Tra Nicolas Cage e…, su fcinter1908.it. URL consultato l'11 settembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Piero Ausilio, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.