Football Club Internazionale Milano 1980-1981

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
Football Club Internazionale Milano 1980-81.JPG
Stagione 1980-1981
AllenatoreItalia Eugenio Bersellini
All. in secondaItalia Armando Onesti
PresidenteItalia Ivanoe Fraizzoli
Serie A4º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Coppa dei CampioniSemifinale
Maggiori presenzeCampionato: Bordon (30)
Totale: Bordon (42)
Miglior marcatoreCampionato: Altobelli (12)
Totale: Altobelli (17)
StadioGiuseppe Meazza

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1980-1981.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro Altobelli nel corso della semifinale di ritorno di Coppa dei Campioni contro il Real Madrid.

A 8 anni dalla finale del 1972 persa a Rotterdam contro l'Ajax, l'Inter tornò in Coppa dei Campioni. In Italia vennero riaperte le frontiere: perso il francese Michel Platini (col quale era stato raggiunto un accordo un biennio prima) e il brasiliano Falcão[1] il club nerazzurro ripiegò sul nazionale austriaco Herbert Prohaska, geometra del centrocampo.

Il debutto in coppa contro l'Universitatea Craiova fu buono, con Altobelli autore di una doppietta. Con il Nantes in trasferta fu ancora Altobelli a risultare decisivo con un'altra doppietta.

Nei quarti ai nerazzurri toccò in sorte la Stella Rossa di Belgrado, squadra molto temibile soprattutto tra le mura amiche. A Milano segnò Caso sul finire del primo tempo, ma a un quarto d'ora dal termine il pareggio di Repcic complicò la situazione. Al Marakana di Belgrado l'Inter non si fece intimorire dal calore eccezionale del pubblico e strappò la qualificazione con un gol in contropiede di Muraro al 13', a cui fa seguito una stoica resistenza davanti a Bordon per il resto dell'incontro.

Dal mazzo delle semifinaliste i nerazzurri pescarono il Real Madrid di Vujadin Boškov. Al Bernabéu, senza Beccalossi, Bersellini impostò una partita di contenimento, attirando molte critiche per la marcatura di Santillana affidata a Mozzini, in difficoltà per tutto l'incontro. L'Inter sprecò tre chiare possibilità in contropiede che faranno crescere i rimpianti per una partita che affrontata con altro spirito avrebbe potuto dare un risultato positivo. Un'incertezza di Bordon permise a Santillana di portare in vantaggio le merengues, che raddoppiarono in apertura di ripresa con Juanito. A San Siro Prohaska dopo due minuti centrò il palo con un gran colpo di testa. L'Inter attaccò ma il Real era ben disposto in campo, anche se non riuscì a pungere in attacco, per via della grande partita del giovane Bergomi, 17 anni, che non fece toccare palla a Juanito. Un gol di Bini in azione personale riaccese le speranze all'inizio del secondo tempo, i nerazzurri continuarono ad attaccare ma senza profitto. Alla fine uscirono a testa alta dalla manifestazione, con il rammarico delle occasioni sprecate all'andata.

In campionato l'Inter non si inserì nella corsa per lo scudetto tra Roma e Juventus: chiuse al quarto posto, con la soddisfazione di aver battuto i bianconeri nella sfida casalinga.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Muraro con la terza divisa della stagione, gialla con dettagli nerazzurri.

Lo sponsor tecnico per la stagione 1980-1981 fu la Puma.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
3ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Area direttiva

Area organizzativa

  • Segretaria: Ileana Almonti

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Mario Benazzi e Luigi Colombo
  • Massaggiatore: Giancarlo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[3]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ivano Bordon
Italia P Renato Cipollini
Italia D Giuseppe Baresi (I)
Italia D Giuseppe Bergomi
Italia D Graziano Bini (C)
Italia D Nazzareno Canuti
Italia D Roberto Mozzini
Italia D Franco Pancheri
Italia D Antonio Tempestilli
Italia C Evaristo Beccalossi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Domenico Caso
Italia C Gianpiero Marini
Italia C Gabriele Oriali
Italia C Giancarlo Pasinato
Austria C Herbert Prohaska
Italia A Alessandro Altobelli
Italia A Claudio Ambu
Italia A Angelo Crialesi[4]
Italia A Carlo Muraro
Italia A Amerigo Paradiso

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A 1980-1981[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Udine
14 settembre 1980
1ª Giornata
Udinese0 – 4InterStadio Friuli
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Milano
21 settembre 1980
2ª Giornata
Inter4 – 1CagliariStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Prati (Parma)

Como
28 settembre 1980
3ª Giornata
Como1 – 0InterStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
5 ottobre 1980
4ª Giornata
Inter3 – 0NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Firenze
19 ottobre 1980
5ª Giornata
Fiorentina0 – 0InterStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Milano
26 ottobre 1980
6ª Giornata
Inter2 – 4RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
9 novembre 1980
7ª Giornata
Inter2 – 0PistoieseStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Torino
23 novembre 1980
8ª Giornata
Juventus2 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
30 novembre 1980
9ª Giornata
Inter1 – 0BolognaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Brescia
14 dicembre 1980
10ª Giornata
Brescia0 – 0InterStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
21 dicembre 1980
11ª Giornata
Inter1 – 1TorinoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
8 febbraio 1981
16ª giornata
Inter2 – 0UdineseStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Lops (Torino)

Cagliari
15 febbraio 1981
17ª giornata
Cagliari1 – 1InterStadio Sant'Elia
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
22 febbraio 1981
18ª giornata
Inter2 – 1ComoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Coppa dei Campioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa dei Campioni 1980-1981.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
17 settembre 1980, ore 20:45 CET
Andata
Inter2 – 0
referto
FCU CraiovaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro: Germania Stumpf

Craiova
1º ottobre 1980, ore 20:45 CET
Ritorno
FCU Craiova1 – 1
referto
InterCentral Stadium
Arbitro: Turchia Tokat

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Nantes
22 ottobre 1980, ore 20:30 CET
Andata
Nantes1 – 2
referto
InterStadio Marcel-Saupin
Arbitro: Slovacchia Christov

Milano
5 novembre 1980, ore 20:45 CET
Ritorno
Inter1 – 1
referto
NantesStadio Giuseppe Meazza
Arbitro: Germania Aldinger

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
4 marzo 1981, ore 20:45 CET
Andata
Inter1 – 1
referto
Stella RossaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro: Ungheria Palotai

Belgrado
18 marzo 1981, ore 17:30 CET
Ritorno
Stella Rossa0 – 1
referto
InterStadio Stella Rossa
Arbitro: Francia Vautrot

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
8 aprile 1981, ore 20:45 CET
Andata
Real Madrid2 – 0
referto
InterStadio Santiago Bernabéu (100.000 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Corver

Milano
22 aprile 1981, ore 20:45 CET
Ritorno
Inter1 – 0
referto
Real MadridStadio Giuseppe Meazza (85.000 spett.)
Arbitro: Belgio Ponnet

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Pianse e rinunciò a Falcao", in La Gazzetta dello Sport, 9 settembre 1999, p. 17. URL consultato il 12 novembre 2010.
  2. ^ Panini, 18.
  3. ^ Panini, 18-19.
  4. ^ Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 1980-81, Modena - Milano, Panini – l'Unità, 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio