Football Club Internazionale 1921-1922

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Football Club Internazionale
Stagione 1921-1922
Presidente Italia Francesco Mauro
Prima Divisione CCI 12º posto nel girone B. Non retrocede perché vince i due spareggi salvezza.
Maggiori presenze Campionato: Da Sacco (24)
Miglior marcatore Campionato: Aebi (6)
Stadio Campo di via Goldoni

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale nelle competizioni ufficiali della stagione 1921-1922.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Fu un anno particolare per la storia del calcio italiano: le squadre più ricche formarono un proprio torneo organizzato dalla CCI (Confederazione Calcistica Italiana) mentre la FIGC si ritrovò un torneo di valore ridotto con contendenti provinciali non paragonabili alle Confederate. Per l'Inter fu sicuramente il peggiore campionato della storia: la squadra chiuse ultima nel girone B della Lega Nord e, per non retrocedere, avrebbe dovuto disputare uno spareggio salvezza con una delle vincitrici della Seconda Divisione (nei due gironi settentrionali, infatti, non erano previste retrocessioni dirette).[1] In estate, però, la riunificazione dei campionati introdotta dal Compromesso Colombo costrinse l'Inter a partecipare non più ad uno, ma a due spareggi per restare nella massima serie del calcio italiano. Il primo spareggio, stabilito dal regolamento CCI, fu vinto dai nerazzurri contro lo Sport Club Italia di Milano, per rinuncia dell'avversaria. Nel successivo spareggio CCI-FIGC, infine, la squadra superò la Libertas di Firenze, battendola per 3-0 a Milano e pareggiando 1-1 a Firenze. L'Inter rimase, così, nel campionato di Prima Divisione (divenuto FIGC) e non retrocedette nella serie inferiore.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Piero Campelli
Italia P Italo Zamberletti
Italia P Dante Silvestri
Italia D Silvio Pietroboni
Italia D Alessandro Beltrame
Italia D Antonio Da Sacco
Italia D Alessandro Milesi
Italia D Giovanni Farina
Italia D Lino Lolla
Italia D Oscar Bocchi
Italia D Pietro Barbieri
Italia D Marco Sala
Italia D Oreste Viganò
Italia D Roberto Delli Ponti
Italia D Carlo Davies
N. Ruolo Giocatore
Italia D Giovanni Perego
Italia C Osvaldo Aliatis
Italia C Pietro Giuriati
Italia C Paolo Scheidler
Italia C Piero Martinella
Italia C Eligio Peretti
Italia C Pietro Carozzi
Italia C Emilio Moretti
Italia C Angelo Boselli [2]
Italia A Ermanno Aebi
Italia A Enrico Crotti
Svizzera A Felice Martinelli
Italia A Carlo Reggiani
Italia A Enrico Lamperti
Italia A Fausto Faglioni

Maglia[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Prima divisa

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Prima Divisione 1921-1922.

Prima Divisione Lega Nord[modifica | modifica wikitesto]

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]
Legnano
2 ottobre 1921
1ª giornata
Legnano 6 – 0 Inter Campo di Via Pisacane
Arbitro Majani (Torino)

Milano
9 ottobre 1921
2ª giornata
Inter 0 – 1 Torino Campo di via Goldoni
Arbitro Venegoni (Legnano)

Pisa
16 ottobre 1921
3ª giornata
Pisa 7 – 2 Inter Stadio Arena Garibaldi
Arbitro Majani (Torino)

Milano
23 ottobre 1921
4ª giornata
Inter 1 – 2 Modena Campo di via Goldoni
Arbitro Dani (Genova)

Alessandria
30 ottobre 1921
5ª giornata
Alessandria 5 – 0 Inter Campo degli Orti
Arbitro Vagge (Genova)

Milano
6 novembre 1921
6ª giornata
Inter 2 – 0 Savona Campo di via Goldoni
Arbitro Scamoni (Torino)

Genova
13 novembre 1921
7ª giornata
Genoa 2 – 0 Inter Campo di Marassi
Arbitro Massa (Torino)

Padova
20 novembre 1921
8ª giornata
Padova 2 – 2 Inter Velodromo Monti
Arbitro Venegoni (Legnano)

Brescia
27 novembre 1921
9ª giornata
Brescia 3 – 1 Inter Campo di Via Cesare Lombroso
Arbitro Bellini (Padova)

Milano
4 dicembre 1921
10ª giornata
Inter 1 – 3 Casale Campo di via Goldoni
Arbitro Scamoni (Torino)

Venezia
11 dicembre 1921
11ª giornata
Venezia 1 – 0 Inter Campo Sant'Elena
Arbitro Dani (Genova)

Milano
18 dicembre 1921
12ª giornata
Inter 2 – 2 Legnano Campo di via Goldoni
Arbitro Brunetti (Torino)

Modena
5 febbraio 1921
13ª giornata
Modena 5 – 1 Inter Campo di Viale Fontanelli
Arbitro Sarto (Bologna)

Savona
19 febbraio 1921
14ª giornata
Savona 3 – 1 Inter Campo di Corso Ricci
Arbitro Zennaro (Genova)

Milano
5 marzo 1922
15ª giornata
Inter 3 – 4 Padova Campo di via Goldoni
Arbitro Canestrini (Novara)

Milano
12 marzo 1921
16ª giornata
Inter 4 – 3 Brescia Campo di via Goldoni
Arbitro Massa (Torino)

Casale Monferrato
19 marzo 1921
17ª giornata
Casale 7 – 0 Inter Campo Natale Palli
Arbitro Canepa (Savona)

Milano
26 marzo 1922
18ª giornata
Inter 2 – 0 Venezia Campo di via Goldoni
Arbitro Piazza (Milano)

Torino
2 aprile 1922
19ª giornata[3]
Torino 2 – 2 Inter Campo Stradale Stupinigi
Arbitro Sanguineti (Genova)

Milano
9 aprile 1922
20ª giornata
Inter 2 – 2 Pisa Campo di via Goldoni
Arbitro Girelli (Verona)

Milano
23 aprile 1922
21ª giornata
Inter 2 – 2 Alessandria Campo di via Goldoni
Arbitro Sarto (Bologna)

Milano
30 aprile 1922
22ª giornata
Inter 1 – 4 Genoa Campo di via Goldoni
Arbitro Scamoni (Torino)

Spareggi salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Milano
2 luglio 1922
1º turno
Inter 2 – 0[4] Azzurro.png Italia Campo di via Goldoni

Milano
9 luglio 1922
2º turno, andata
Inter 3 – 0 Libertas Campo di via Goldoni
Arbitro Majani (Torino)

Firenze
16 luglio 1922
2º turno, ritorno
Libertas 1 – 1 Inter
Arbitro Piazza (Milano)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefano Olivari, Lo stile di Rosetta, in blog.guerinsportivo.it, 15 febbraio 2011. URL consultato il 13 gennaio 2012.
  2. ^ Acquisito da squadra Federale a campionato già iniziato. È uno dei tanti giocatori fuggiti dai campionati FIGC. Il campionato era già iniziato per il Piacenza e lui, già in possesso del cartellino federale e, senza chiedere quel nulla osta necessario per i trasferimenti tra società federate, è passato all'Inter senza né compenso né autorizzazione perché tra le due federazioni non c'era alcun patto od accordo preventivo di reciprocità. Dopo il Compromesso Colombo la FIGC dovette ricomporre tutte le posizioni irregolari di questi giocatori secessionisti arrivando anche alle squalifiche ed alle sanzioni con perdita della gara a tavolino. Boselli ritornò al Piacenza come se fosse stato ceduto in prestito (ma non era un prestito).
  3. ^ Partita originariamente prevista il 22 gennaio.
  4. ^ A tavolino per rinuncia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Pistone, Inter 1908-2008: un secolo di passione nerazzurra, Milano, Prodotto Ufficiale F.C. Internazionale 1908, 2008, p. 484, ISBN 978-88-89370-13-1.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio