Confederazione Calcistica Italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Confederazione Calcistica Italiana
Disciplina Football pictogram.svg Calcio
Fondazione 1921
Presidente Italia Edoardo Pasteur

La Confederazione Calcistica Italiana (C.C.I.) nacque nel luglio 1921 dalla scissione della Federazione Italiana Giuoco Calcio, sotto la spinta delle maggiori società di calcio del campionato italiano. Queste, infatti, avevano chiesto una riduzione delle squadre partecipanti e Vittorio Pozzo aveva elaborato un progetto in materia, tuttavia rifiutato dalla votazione avvenuta in Federazione, evento che portò allo scisma.

Nella stagione 1921-1922 furono perciò organizzati due campionati: in quello degli scissionisti della C.C.I. furono disputati due gironi da 12 squadre per la Lega Nord, ed i consueti gironi regionali per la Lega Sud, mentre la F.I.G.C. continuava a mantenere i numerosi raggruppamenti geografici.

Dopo la vittoria della Pro Vercelli (e della Novese nel campionato della Federazione), il 26 giugno 1922 si giunse ad un riappacificazione, sulla base del Compromesso Colombo, e ad un rientro dello scisma, gettando le basi di un campionato che avrebbe portato in meno di un decennio al girone unico, come in molti altri paesi europei.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio