Football Club Internazionale Milano 2020-2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FC Internazionale Milano
Stagione 2020-2021
AllenatoreItalia Antonio Conte
All. in secondaItalia Cristian Stellini
PresidenteCina Steven Zhang
Serie A2º (in corso)
Coppa ItaliaQuarti di finale (da disputare)
Champions LeagueFase a gironi
Maggiori presenzeCampionato: Barella, Hakimi, Handanovič, Martínez (17)
Totale: Barella, Handanovič, Martínez (24)
Miglior marcatoreCampionato: Lukaku (12)
Totale: Lukaku (17)
StadioGiuseppe Meazza (75 923)
Maggior numero di spettatorica 1 000 vs Fiorentina (26 settembre 2020) e
ca 1 000 vs Milan
(17 ottobre 2020)[1]
Minor numero di spettatori-
Media spettatorica 1 000[1]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 13 gennaio 2021

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 2020-2021.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

A seguito del secondo posto raggiunto nel campionato 2019-2020 e della finale di Europa League, l'Inter conferma Antonio Conte in panchina.[2] Sul mercato, i nerazzurri si rinforzano sulle fasce con gli arrivi del talentuoso Hakimi, di proprietà del Real Madrid ma in prestito al Borussia Dortmund nella stagione precedente,[3] dell'esperto Kolarov dalla Roma,[4] e di Darmian dal Parma, mentre in mezzo al campo viene acquistato Vidal dal Barcellona, che torna in Serie A a cinque anni di distanza dall'ultima esperienza.[5] La rosa interista vede anche le conferme di Sensi[6] e Sánchez[7] e i ritorni di Nainggolan e Perišić, rispettivamente dai prestiti al Cagliari e al Bayern Monaco.[8] Per integrare l'attacco viene preso il giovane Pinamonti dal Genoa. Sul fronte partenze, vengono ceduti Godín, che si trasferisce al Cagliari dopo un solo anno a Milano,[9] e Candreva, che si accasa alla Sampdoria.[10] Salutano anche Borja Valero, che non rinnova il suo contratto,[11] Asamoah, che lo risolve, Lazaro[12] e João Mário, girati in prestito a Borussia M'gladbach e Sporting Lisbona, mentre Biraghi e Moses fanno ritorno a Fiorentina e Chelsea dopo la scadenza dei rispettivi prestiti. L'ex capitano Icardi viene ceduto a titolo definitivo al Paris Saint-Germain, dove già aveva trascorso l'ultima stagione.[13]

In campionato i nerazzurri devono fronteggiare un inizio in salita: alle vittorie contro la Fiorentina e il Benevento, contrassegnate da un alto numero di gol, seguono un pari contro la Lazio e la sconfitta nella stracittadina, che fanno perdere contatto con il vertice (il Milan, peraltro, non s'imponeva in campionato dal gennaio 2016).[14] Allo stop nel derby segue il successo sul campo del Genoa, ma nelle due gare successive i nerazzurri vengono fermati sul pari da Parma e Atalanta. Al ritorno dalla sosta di novembre, la squadra infila una striscia di sette vittorie consecutive — inframmezzata dall'eliminazione europea — che la proiettano al secondo posto in classifica e all'inseguimento del Milan capolista.[15]

In Champions League i meneghini vengono sorteggiati in un girone considerato alla portata, sebbene con qualche insidia: a far compagnia ai nerazzurri, infatti, vi sono il Real Madrid, lo Šachtar (avversario, peraltro, già sconfitto dalla Beneamata nella stagione precedente in Europa League) e il Borussia Mönchengladbach.[16] Nelle prime due partite della massima competizione europea, i nerazzurri ottengono due pari contro tedeschi e ucraini, prima di uscire sconfitti per due volte dal doppio incrocio contro il Real Madrid. La vittoria in trasferta contro il Borussia Mönchengladbach tiene vive le speranze di qualificazione agli ottavi di finale, ma il pareggio casalingo a reti bianche contro lo Šachtar sancisce l'ultimo posto nel girone e la conseguente eliminazione dalla Champions League.[17]

All'inizio del nuovo anno, i nerazzurri vincono con ampio margine sul Crotone, prima di subire la seconda sconfitta in campionato sul campo della Sampdoria.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2020-2021 è Nike, mentre lo sponsor ufficiale è Pirelli. La maglia home presenta un motivo a zig-zag con righe spesse verticali nero-azzurre, che si ispirano al biscione, storico simbolo interista.[18] Sui fianchi sono presenti bande nere, neri sono anche i pantaloncini, mentre blu i calzettoni.[18] La parola "Inter" è presente all'interno della maglia e sui calzettoni.[18] La maglia away è invece di colore bianco ed è caratterizzata da un motivo a rete con righe sottili nero-azzurre, presente anche sulle maniche e sul retro, ispirato al postmodernismo milanese degli anni 1980; il colletto, che ha uno scollo a V, è nero-azzurro.[19] Sia i pantaloncini sia i calzettoni sono bianchi; su questi ultimi è presente la parola "Inter".[19] La maglia third, ispirata alla jersey culture degli anni 1990, presenta strisce orizzontali di colore nero e grigio scuro ed è impreziosita da dettagli gialli; la finitura dello scollo e i bordi delle maniche sono blu.[20] Sulla nuca è presente un'etichetta con la scritta "Inter Milano".[20] I pantaloncini e i calzettoni sono neri.[20]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa

Per i portieri sono state realizzate tre divise.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva[21]

  • Presidente: Steven Zhang
  • Vice Presidente: Javier Zanetti
  • Consiglio di Amministrazione: Steven Zhang, Alessandro Antonello, Giuseppe Marotta, Ren Jun, Yang Yang, Mi Xin, Zhu Qing, Daniel Kar Keung Tseung, Tom Pitts
  • Collegio sindacale. Sindaci effettivi: Luca Nicodemi, Giacomo Perrone, Alessandro Padula
  • Amministratore Delegato Corporate: Alessandro Antonello
  • Amministratore Delegato Sport: Giuseppe Marotta
  • Chief Financial Officer: Tim Williams
  • Chief Marketing Officer: Luca Danovaro
  • Chief Commercial Officer: Jaime Colás Rubio

Area comunicazione

  • Chief Communications Officer: Matteo Pedinotti
  • Brand & Media Content Director: Luigi Filippo Ecuba
  • Head of Information Systems: Riccardo Tinnirello
  • Head of Press Office and Editorial Content: Leo Picchi
  • Responsabile Rapporti con i Media ed Eventi di Comunicazione: Luigi Crippa
  • Ufficio Stampa: Daria Nicoli, Andrea Dal Canton, Federica Sala
  • Presidente Onorario Inter Club: Bedy Moratti
  • Direttore Responsabile Inter TV: Roberto Scarpini

Area sportiva

Area tecnica[23]

Football analysis area

  • Match analysts: Alessandro Davite, Giacomo Toninato, Roberto Merella, Stefano Castellani
  • Performance analysis: Filippo Nardi

Area sanitaria

  • Responsabile settore medico: Piero Volpi
  • Medici prima squadra: Luca Pulici, Claudio Sprenger, Alessandro Quaglia
  • Coordinatore fisioterapisti: Marco Dellacasa
  • Fisioterapisti: Leonardo Arici, Ramon Cavallin, Davide Lama
  • Fisioterapista/osteopata: Andrea Veschi
  • Riatletizzatore: Andrea Belli

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numerazione aggiornate al 6 ottobre 2020.[24]

N. Ruolo Giocatore
1 Slovenia P Samir Handanovič (capitano)
2 Marocco D Achraf Hakimi
5 Italia C Roberto Gagliardini
6 Paesi Bassi D Stefan de Vrij
7 Cile A Alexis Sánchez
8 Uruguay C Matías Vecino
9 Belgio A Romelu Lukaku
10 Argentina A Lautaro Martínez
11 Serbia D Aleksandar Kolarov
12 Italia C Stefano Sensi
13 Italia D Andrea Ranocchia (vice capitano)
14 Croazia C Ivan Perišić
15 Inghilterra D Ashley Young
22 Cile C Arturo Vidal
N. Ruolo Giocatore
23 Italia C Nicolò Barella
24 Danimarca C Christian Eriksen
27 Italia P Daniele Padelli
29 Brasile C Dalbert[25]
31 Italia D Lorenzo Pirola[25]
33 Italia D Danilo D'Ambrosio
35 Serbia P Filip Stankovic
36 Italia D Matteo Darmian
37 Slovacchia D Milan Škriniar
44 Belgio C Radja Nainggolan[26]
77 Croazia C Marcelo Brozović
95 Italia D Alessandro Bastoni
97 Romania P Ionuț Radu
99 Italia A Andrea Pinamonti

Aggregati dalla Primavera[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
38 Italia C Riccardo Boscolo Chio
39 Italia C Cesare Casadei
40 Italia D Fabio Cortinovis
41 Italia A Gaetano Oristanio
42 Italia D Lorenzo Moretti
43 Belgio C Tibo Persyn
N. Ruolo Giocatore
45 Italia D Edoardo Sottini
46 Argentina C Franco Vezzoni
47 Italia C Niccolò Squizzato
48 Argentina A Franco Carboni
49 Uruguay A Martín Satriano
50 Italia A Nicholas Bonfanti
51 Italia C David Wieser

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 1º settembre al 5 ottobre)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[27]
R. Nome da Modalità
P Ionuț Radu Genoa fine prestito[28]
D Matteo Darmian Parma prestito con obbligo di riscatto (2,50 milioni €)[29]
D Aleksandar Kolarov Roma definitivo (1,50 milioni € più 0,5 milioni € di bonus)[30]
C Dalbert Fiorentina fine prestito[31]
C Federico Dimarco Verona fine prestito[32]
C Achraf Hakimi Real Madrid definitivo (40 milioni € più 5 milioni € di bonus)[33]
C Nicolò Barella Cagliari riscatto del cartellino (25 milioni €)[34]
C Valentino Lazaro Newcastle Utd fine prestito[35]
C João Mário Lokomotiv Mosca fine prestito[36]
C Radja Nainggolan Cagliari fine prestito[37]
C Ivan Perišić Bayern Monaco fine prestito[38]
C Stefano Sensi Sassuolo riscatto del cartellino (20 milioni €)[39]
C Arturo Vidal Barcellona definitivo (gratuito più 1 milione € di bonus)[40]
A Andrea Pinamonti Genoa definitivo (8 milioni € più 12 milioni € di bonus)[41]
A Eddie Salcedo Genoa fine prestito[42]
A Alexis Sánchez Manchester Utd definitivo (gratuito)[43]
Altre operazioni[27]
R. Nome da Modalità
P Gabriel Brazão Albacete fine prestito[44]
P Michele Di Gregorio Pordenone fine prestito[45]
P Nicola Tintori Gozzano fine prestito
D Niccolò Corrado Arezzo fine prestito
D Andreaw Gravillon Sassuolo fine prestito
D Georgios Vagiannidis Panathīnaïkos definitivo (gratuito)
D Elian Demirovic Chievo fine prestito
D Davide Zugaro Olbia fine prestito
C Xian Emmers Waasland-Beveren fine prestito
C Lorenzo Gavioli Ravenna fine prestito
C Davide Grassini Ravenna fine prestito
C Lorenzo Tassi Arezzo fine prestito
C Marco Pompetti Pisa fine prestito
A Samuele Longo Venezia fine prestito
A Darian Males Lucerna definitivo (2,50 milioni €)[46]
A Vincenzo Tommasone Carpi fine prestito
Cessioni[27]
R. Nome a Modalità
P Tommaso Berni svincolato[47]
D Kwadwo Asamoah risoluzione[48]
D Diego Godín Cagliari definitivo (gratuito)[49]
D Lorenzo Pirola Monza prestito[50]
C Lucien Agoumé Spezia prestito[51]
C Cristiano Biraghi Fiorentina fine prestito[52]
C Antonio Candreva Sampdoria prestito con obbligo di riscatto (2,50 milioni €)[53]
C Dalbert Rennes prestito (2,50 milioni €) con diritto di opzione (12,50 milioni €)[31]
C Federico Dimarco Verona prestito con diritto di opzione[32]
C Victor Moses Chelsea fine prestito[54]
C Valentino Lazaro Borussia M'gladbach prestito (1,20 milioni €) con diritto di opzione (13,80 milioni €)[35]
C João Mário Sporting Lisbona prestito[55]
C Borja Valero svincolato[56]
A Sebastiano Esposito SPAL prestito[57]
A Mauro Icardi Paris Saint-Germain riscatto del cartellino (50 milioni € più 7 milioni € di bonus)[58]
A Yann Karamoh Parma riscatto del cartellino (8 milioni €)[59]
A Andrea Pinamonti Genoa riscatto del cartellino (19,50 milioni €)[41]
A Eddie Salcedo Verona prestito con diritto di opzione e contro-opzione[42]
Altre operazioni[27]
R. Nome a Modalità
P Gabriel Brazão Real Oviedo prestito[44]
P Michele Di Gregorio Monza prestito con diritto di opzione e contro-opzione[45]
P Giacomo Pozzer Monopoli prestito
P Nicola Tintori Pro Vercelli definitivo
D Niccolò Corrado Palermo prestito con diritto di opzione e contro-opzione[60]
D Andreaw Gravillon Lorient prestito con diritto di opzione (6 milioni €)
D Elian Demirovic Fermana definitivo (gratuito)
D Michael Ntube Pro Sesto prestito
D Georgios Vagiannidis Sint-Truiden prestito
D Davide Zugaro Giana Erminio prestito
C Christopher Attys SPAL prestito con diritto di opzione
C Xian Emmers Almere City prestito
C Emerson Espinoza Parma fine prestito
C Lorenzo Gavioli Feralpisalò prestito con diritto di opzione e contro-opzione
C Jacopo Gianelli Pro Sesto prestito
C Davide Grassini Carrarese definitivo
C Andrea Palazzi Monza riscatto del cartellino (2 milioni €)[61]
C Marco Pompetti Cavese prestito
C Maj Roric Celje definitivo
C Matteo Rover Südtirol definitivo
C Thomas Schirò Carrarese prestito
C Lorenzo Tassi svincolato
A Felice D'Amico Sampdoria riscatto del cartellino (400 mila €)
A Samuele Longo L.R. Vicenza definitivo (400 mila €)
A Darian Males Genoa prestito con diritto di opzione e contro-opzione
A Samuele Mulattieri Volendam prestito
A Rigoberto Rivas Reggina prestito con diritto di opzione e contro-opzione
A Vincenzo Tommasone svincolato
A Edoardo Vergani Bologna prestito (800 mila €) con diritto di opzione

Sessione invernale (dal 4 gennaio al 1º febbraio)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Radja Nainggolan Cagliari prestito[37]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2020-2021.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Benevento
30 settembre 2020, ore 18:00 CEST[62]
1ª giornata
Benevento2 – 5
referto
InterStadio Ciro Vigorito (ca 1 000[1] spett.)
Arbitro:  Piccinini (Forlì)

Milano
26 settembre 2020, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Inter4 – 3
referto
FiorentinaStadio Giuseppe Meazza (ca 1 000[1] spett.)
Arbitro:  Calvarese (Teramo)

Roma
4 ottobre 2020, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Lazio1 – 1
referto
InterStadio Olimpico (ca 1 000[1] spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Milano
17 ottobre 2020, ore 18:00 CEST
4ª giornata
Inter1 – 2
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza (ca 1 000[1] spett.)
Arbitro:  Mariani (Aprilia)

Genova
24 ottobre 2020, ore 18:00 CEST
5ª giornata
Genoa0 – 2
referto
InterStadio Luigi Ferraris (ca 1 000[1] spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Milano
31 ottobre 2020, ore 18:00 CET
6ª giornata
Inter2 – 2
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Piccinini (Forlì)

Bergamo
8 novembre 2020, ore 15:00 CET
7ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
InterGewiss Stadium (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Doveri (Roma 1)

Milano
22 novembre 2020, ore 15:00 CET
8ª giornata
Inter4 – 2
referto
TorinoStadio Giuseppe Meazza (0[1][63] spett.)
Arbitro:  La Penna (Roma 1)

Reggio Emilia
28 novembre 2020, ore 15:00 CET
9ª giornata
Sassuolo0 – 3
referto
InterMapei Stadium - Città del Tricolore (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Irrati (Pistoia)

Milano
5 dicembre 2020, ore 20:45 CET
10ª giornata
Inter3 – 1
referto
BolognaStadio Giuseppe Meazza (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Valeri (Roma 2)

Cagliari
13 dicembre 2020, ore 12:30 CET
11ª giornata
Cagliari1 – 3
referto
InterSardegna Arena (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Pasqua (Tivoli)

Milano
16 dicembre 2020, ore 20:45 CET
12ª giornata
Inter1 – 0
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Milano
20 dicembre 2020, ore 15:00 CET
13ª giornata
Inter2 – 1
referto
SpeziaStadio Giuseppe Meazza (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Fabbri (Ravenna)

Verona
23 dicembre 2020, ore 18:30 CET
14ª giornata
Verona1 – 2
referto
InterStadio Marcantonio Bentegodi (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Giacomelli (Trieste)

Milano
3 gennaio 2021, ore 12:30 CET
15ª giornata
Inter6 – 2
referto
CrotoneStadio Giuseppe Meazza (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Aureliano (Bologna)

Genova
6 gennaio 2021, ore 15:00 CET
16ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
InterStadio Luigi Ferraris (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Valeri (Roma 2)

Roma
10 gennaio 2021, ore 12:30 CET
17ª giornata
Roma2 – 2
referto
InterStadio Olimpico (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Di Bello (Brindisi)

Milano
17 gennaio 2021, ore 20:45 CET
18ª giornata
Inter – JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Doveri (Roma 1)

Udine
23 gennaio 2021, ore 18:00 CET
19ª giornata
Udinese – InterStadio Friuli

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
30 gennaio 2021, ore 20:45 CET
20ª giornata
Inter – BeneventoStadio Giuseppe Meazza

Firenze
5 febbraio 2021, ore 20:45 CET
21ª giornata
Fiorentina – InterStadio Artemio Franchi

Milano
14 febbraio 2021, ore 20:45 CET
22ª giornata
Inter – LazioStadio Giuseppe Meazza

Milano
21 febbraio 2021, ore 15:00 CET
23ª giornata
Milan – InterStadio Giuseppe Meazza

Milano
28 febbraio 2021, ore 15:00 CET
24ª giornata
Inter – GenoaStadio Giuseppe Meazza

Parma
4 marzo 2021, ore CET
25ª giornata
Parma – InterStadio Ennio Tardini

Milano
8 marzo 2021, ore 20:45 CET
26ª giornata
Inter – AtalantaStadio Giuseppe Meazza

Torino
14 marzo 2021, ore 15:00 CET
27ª giornata
Torino – InterStadio Olimpico Grande Torino

Milano
20 marzo 2021, ore 20:45 CET
28ª giornata
Inter – SassuoloStadio Giuseppe Meazza

Bologna
3 aprile 2021, ore 20:45 CEST
29ª giornata
Bologna – InterStadio Renato Dall'Ara

Milano
11 aprile 2021, ore CEST
30ª giornata
Inter – CagliariStadio Giuseppe Meazza

Napoli
18 aprile 2021, ore CEST
31ª giornata
Napoli – InterStadio Diego Armando Maradona

La Spezia
21 aprile 2021, ore CEST
32ª giornata
Spezia – InterStadio Alberto Picco

Milano
25 aprile 2021, ore CEST
33ª giornata
Inter – VeronaStadio Giuseppe Meazza

Crotone
2 maggio 2021, ore CEST
34ª giornata
Crotone – InterStadio Ezio Scida

Milano
9 maggio 2021, ore CEST
35ª giornata
Inter – SampdoriaStadio Giuseppe Meazza

Milano
12 maggio 2021, ore CEST
36ª giornata
Inter – RomaStadio Giuseppe Meazza

Torino
16 maggio 2021, ore CEST
37ª giornata
Juventus – InterAllianz Stadium

Milano
23 maggio 2021, ore CEST
38ª giornata
Inter – UdineseStadio Giuseppe Meazza

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2020-2021.

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2020-2021 (fase finale).
Firenze
13 gennaio 2021, ore 15:00 CET
Ottavi di finale
Fiorentina1 – 2
(d.t.s.)
referto
InterStadio Artemio Franchi (0[1][63] spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Milano
27 gennaio 2021, ore CET
Quarti di finale
Inter – MilanStadio Giuseppe Meazza

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2020-2021.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2020-2021 (fase a gironi).
Milano
21 ottobre 2020, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Inter2 – 2
referto
Borussia M'gladbachStadio Giuseppe Meazza (1 000[64] spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Kuipers

Kiev
27 ottobre 2020, ore 18:55 CET
2ª giornata
Šachtar0 – 0
referto
InterStadio Olimpico (10 178[65] spett.)
Arbitro: Bulgaria Kabakov

Madrid
3 novembre 2020, ore 21:00 CET
3ª giornata
Real Madrid3 – 2
referto
InterStadio Alfredo Di Stéfano (0[66][67] spett.)
Arbitro: Francia Turpin

Milano
25 novembre 2020, ore 21:00 CET
4ª giornata
Inter0 – 2
referto
Real MadridStadio Giuseppe Meazza (0[68][63] spett.)
Arbitro: Inghilterra Taylor

Mönchengladbach
1º dicembre 2020, ore 21:00 CET
5ª giornata
Borussia M'gladbach2 – 3
referto
InterStadion im Borussia-Park (0[69][70] spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Makkelie

Milano
9 dicembre 2020, ore 21:00 CET
6ª giornata
Inter0 – 0
referto
ŠachtarStadio Giuseppe Meazza (0[71][63] spett.)
Arbitro: Slovenia Vinčić

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 gennaio 2021.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 37 8 6 1 1 23 13 9 5 3 1 20 10 17 11 4 2 43 23 20
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 1 1 1 0 0 2 1 1
Coppa Campioni.svg Champions League 6 3 0 2 1 2 4 3 1 1 1 5 5 6 1 3 2 7 9 -2
Totale - 11 6 3 2 25 17 13 7 4 2 27 16 24 13 7 4 52 33 19

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T C T C T C T C C T C T T C T C T C T C T C T C T C T T C T C C T C
Risultato V V N P V N N V V V V V V V V P N
Posizione 9[72] 6 3 6 4 5 7 5 2 2 2 2 2 2 2 2 2

Fonte: Serie A – Classifica, su legaseriea.it.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.

Giocatore Serie A Coppa Italia Champions League Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Barella, N. N. Barella 171301000602024150
Bastoni, A. A. Bastoni 140300000602020050
Brozović, M. M. Brozović 151401000502021160
Dalbert, Dalbert 0000000000000000
D'Ambrosio, D. D. D'Ambrosio 113200000501016330
Darmian, M. M. Darmian 100100000410014110
de Vrij, S. S. de Vrij 151201000602022140
Eriksen, C. C. Eriksen 90001010400014010
Gagliardini, R. R. Gagliardini 132001000403018230
Hakimi, A. A. Hakimi 176301010501023650
Handanovič, S. S. Handanovič 17-23101-1006-91024-3320
Kolarov, A. A. Kolarov 7000100010009000
Lukaku, R. R. Lukaku 16123011105410221750
Martínez, L. L. Martínez 1793010006110241040
Nainggolan, R. R. Nainggolan 4000000010005000
Padelli, D. D. Padelli 0000000000000000
Perišić, I. I. Perišić 161201000610023220
Pinamonti, A. A. Pinamonti 2000000010003000
Pirola, L. L. Pirola 0000000000000000
Radu, I. I. Radu 0000000000000000
Ranocchia, A. A. Ranocchia 3010101000004020
Sánchez, A. A. Sánchez 102001010500016210
Sensi, S. S. Sensi 8001000010109011
Škriniar, M. M. Škriniar 132101010300017220
Stankovic, F. F. Stankovic 0000000000000000
Vecino, M. M. Vecino 0000000000000000
Vidal, A. A. Vidal 150301110404120181
Young, A. A. Young 140201000501020030

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Direttore: Roberto Samaden
  • Responsabile Tecnico: Daniele Bernazzani
  • Responsabile Scouting Italia: Giuseppe Giavardi
  • Responsabile Medico: Marco Galli
  • Responsabile Preparatori Atletici: Roberto Niccolai
  • Responsabile Tecnico Attività di Base: Giuliano Rusca
  • Responsabile Organizzativo Attività di Base: Rachele Stucchi
  • Coordinatore Tecnico Attività di Base: Paolo Migliavacca

Area tecnica[73]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Primavera[modifica | modifica wikitesto]

Under-18[modifica | modifica wikitesto]

Under-17[modifica | modifica wikitesto]

Under-16[modifica | modifica wikitesto]

Under-15[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t Statistiche Spettatori Serie A 2020-2021, su stadiapostcards.com.
  2. ^ Francesco Pietrella, Conte e Inter, un anno vissuto intensamente: dagli sfoghi alla pace di Villa Bellini, su gazzetta.it, 26 agosto 2020.
  3. ^ Inter, Hakimi è ufficiale. Il Real: “Grazie per la tua professionalità”, su gazzetta.it, 2 luglio 2020.
  4. ^ Kolarov all'Inter, ufficiale. L'agente: "Conte ha pesato nella scelta", su gazzetta.it, 8 settembre 2020.
  5. ^ Ufficiale: Vidal è un nuovo giocatore dell'Inter. Ora si sta già allenando, su gazzetta.it, 21 settembre 2020.
  6. ^ L'Inter punta su Sensi: il riscatto dal Sassuolo non è in discussione, su goal.com, 4 ottobre 2020.
  7. ^ Ufficiale, Sanchez all'Inter per altri tre anni: "Sono felice, resto in famiglia", su gazzetta.it, 6 agosto 2020.
  8. ^ Inter, Nainggolan e Perisic si allenano ad Appiano. In attesa del calciomercato, su sport.sky.it, 10 settembre 2020.
  9. ^ Godin al Cagliari, è ufficiale: addio Inter, su goal.com, 24 settembre 2020.
  10. ^ Ufficiale, Candreva lascia l'Inter: ha firmato con la Sampdoria, su goal.com, 25 settembre 2020.
  11. ^ Calciomercato Inter, Borja Valero non resta: tre club di Serie A su di lui, su sport.sky.it, 28 agosto 2020.
  12. ^ Lazaro saluta ancora l’Inter: ufficiale il prestito al Borussia Monchengladbach, su goal.com, 20 agosto 2020.
  13. ^ Ufficiale: "Icardi è un giocatore del Psg". All'Inter 50 milioni più 8 di bonus. E c'è la clausola anti Juve, su gazzetta.it, 31 maggio 2020.
  14. ^ Lazio-Inter 1-1: Milinkovic risponde a Lautaro. I nerazzurri perdono la vetta, su repubblica.it, 4 ottobre 2020.
  15. ^ nter, un double face per lo scudetto: parte in letargo e colpisce nei secondi tempi, su repubblica.it, 24 dicembre 2020.
  16. ^ Champions, il sorteggio perfetto per le italiane. La sfida Messi-Ronaldo accende il primo turno, su repubblica.it, 1º ottobre 2020.
  17. ^ Champions, Inter-Shakhtar Donetsk 0-0: i nerazzurri deludono e sono fuori da tutto, su repubblica.it, 9 dicembre 2020.
  18. ^ a b c Inter e Nike presentano la nuova divisa Home per la stagione 2020-21, su inter.it, 30 giugno 2020.
  19. ^ a b FC Internazionale Milano e Nike presentano la nuova divisa Away per la stagione 2020-2021, su inter.it, 20 luglio 2020.
  20. ^ a b c Inter e Nike presentano la nuova divisa Third per la stagione 2020-2021, su inter.it, 7 settembre 2020.
  21. ^ Organigramma, su inter.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  22. ^ Gabriele Oriali First Team Technical Manager di FC Internazionale Milano, su inter.it, 27 giugno 2019.
  23. ^ Staff tecnico, su inter.it. URL consultato il 18 settembre 2020.
  24. ^ Prima Squadra, su inter.it. URL consultato l'8 ottobre 2020.
  25. ^ a b Ceduto durante la sessione estiva del calciomercato a stagione in corso.
  26. ^ Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato.
  27. ^ a b c d Trasferimenti 20/21, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 settembre 2020.
  28. ^ Ionut Radu, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  29. ^ Matteo Darmian, su transfermarkt.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  30. ^ Aleksandar Kolarov, su transfermarkt.it. URL consultato l'8 settembre 2020.
  31. ^ a b Dalbert, su transfermarkt.it. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  32. ^ a b Federico Dimarco, su transfermarkt.it. URL consultato il 9 settembre 2020.
  33. ^ Achraf Hakimi, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  34. ^ Nicolò Barella, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  35. ^ a b Valentino Lazaro, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  36. ^ João Mário, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  37. ^ a b Radja Nainggolan, su transfermarkt.it. URL consultato il 4 gennaio 2021.
  38. ^ Ivan Perišić, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  39. ^ Stefano Sensi, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  40. ^ Arturo Vidal, su transfermarkt.it. URL consultato il 22 settembre 2020.
  41. ^ a b Andrea Pinamonti, su transfermarkt.it. URL consultato il 18 settembre 2020.
  42. ^ a b Eddie Salcedo, su transfermarkt.it. URL consultato il 25 settembre 2020.
  43. ^ Alexis Sánchez, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  44. ^ a b Gabriel Brazão, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  45. ^ a b Michele Di Gregorio, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  46. ^ Darian Males, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 settembre 2020.
  47. ^ Tommaso Berni, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  48. ^ Kwadwo Asamoah, su transfermarkt.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  49. ^ Diego Godin, su transfermarkt.it. URL consultato il 24 settembre 2020.
  50. ^ Lorenzo Pirola, su transfermarkt.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  51. ^ Lucien Agoume, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 settembre 2020.
  52. ^ Cristiano Biraghi, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  53. ^ Antonio Candreva, su transfermarkt.it. URL consultato il 25 settembre 2020.
  54. ^ Victor Moses, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  55. ^ João Mário, su transfermarkt.it. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  56. ^ Borja Valero, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  57. ^ Sebastiano Esposito, su transfermarkt.it. URL consultato il 25 settembre 2020.
  58. ^ Mauro Icardi, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  59. ^ Yann Karamoh, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  60. ^ Niccolò Corrado, su transfermarkt.it. URL consultato il 6 settembre 2020.
  61. ^ Andrea Palazzi, su transfermarkt.it. URL consultato il 1º settembre 2020.
  62. ^ Gara originariamente prevista nella giornata di campionato del 20 settembre 2020 e rinviata al 30 settembre 2020 alle ore 18:00 CEST per la partecipazione dell'Inter alla fase a eliminazione diretta della UEFA Europa League 2019-2020 giocata in agosto, cfr. Comunicato ufficiale n. 8 del 3 settembre 2020 (PDF), su legaseriea.it, 3 settembre 2020. Cfr. anche Comunicato ufficiale n. 18 dell'11 settembre 2020 (PDF), su legaseriea.it, 11 settembre 2020.
  63. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Incontro disputatosi a porte chiuse a causa della pandemia di COVID-19.
  64. ^ (EN) Full Time Summary - Matchday 1 - Wednesday 21 October 2020 (PDF), su uefa.com, 21 ottobre 2020.
  65. ^ (EN) Full Time Summary - Matchday 2 - Tuesday 27 October 2020 (PDF), su uefa.com, 27 ottobre 2020.
  66. ^ (EN) Full Time Summary - Matchday 3 - Tuesday 3 November 2020 (PDF), su uefa.com, 3 novembre 2020.
  67. ^ Incontro disputatosi a porte chiuse a causa della pandemia di COVID-19.
  68. ^ (EN) Full Time Summary - Matchday 4 - Wednesday 25 November 2020 (PDF), su uefa.com, 25 novembre 2020.
  69. ^ (EN) Full Time Summary - Matchday 5 - Tuesday 1 December 2020 (PDF), su uefa.com, 1º dicembre 2020.
  70. ^ Incontro disputatosi a porte chiuse a causa della pandemia di COVID-19.
  71. ^ (EN) Full Time Summary - Matchday 6 - Wednesday 9 December 2020 (PDF), su uefa.com, 9 dicembre 2020.
  72. ^ Partita rinviata e in seguito recuperata tra la 2ª e la 3ª giornata.
  73. ^ Settore Giovanile, gli allenatori della stagione 20/21, su inter.it, 2 settembre 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio