Football Club Internazionale Milano 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Football Club Internazionale Milano
Inter 1976-1977.jpg
La rosa completa per la stagione 1976-77
Stagione 1976-1977
AllenatoreItalia Giuseppe Chiappella
All. in secondaItalia Enea Masiero
PresidenteItalia Ivanoe Fraizzoli
Serie A4º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaFinalista
Coppa UEFATrentaduesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Bordon (30)
Miglior marcatoreCampionato: Muraro (9)
Totale: Muraro (10)
StadioSan Siro
Dati aggiornati al 3 luglio 1977

Questa voce raccoglie i dati riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1976-1977.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

In casa nerazzurra, l'estate 1976 è ricordata per l'addio di Roberto Boninsegna[1]: il calciatore, ceduto alla Juventus in cambio di Pietro Anastasi, rimase all'oscuro della trattativa sino al compimento.[1] Ad avvisarlo della cessione fu, con un telefonata, il presidente Fraizzoli mentre l'attaccante si trovava in vacanza.[1] L'Inter fallì subito l'obiettivo della Coppa UEFA, eliminata dai magiari dell'Honvéd, mentre in campionato confermò il quarto posto, già raggiunto l'anno precedente.

Sandro Mazzola saluta Gianni Rivera prima del derby del 27 marzo 1977, finito senza reti.

I nerazzurri raggiunsero la finale di Coppa Italia, in cui vennero battuti per 2-0 dal Milan. Si trattò dell'ultima partita (nonché dell'ultima stracittadina) di Sandro Mazzola che, all'uscita dal campo, citò Dante ad un giornalista: «Vuolsì così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandare».[1]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: dott. Angelo Quarenghi[3]
  • Massaggiatore: Giancarlo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[4]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ivano Bordon (I)
Italia P Silvano Martina
Italia D Giuseppe Baresi (I)
Italia D Graziano Bini
Italia D Nazzareno Canuti
Italia D Adriano Fedele
Italia D Giacinto Facchetti
Italia D Angiolino Gasparini
Italia D Viviano Guida
Italia D Roberto Tricella
Italia C Mario Bertini
Italia C Gianpiero Marini
N. Ruolo Giocatore
Italia C Maurizio Grosselli[5]
Italia C Sandro Mazzola
Italia C Claudio Merlo
Italia C Gabriele Oriali
Italia C Giuseppe Pavone
Italia C Giorgio Roselli
Italia C Antonio Sabato
Italia A Claudio Ambu
Italia A Pietro Anastasi
Italia A Giacomo Libera
Italia A Carlo Muraro
Italia A Bortolo Mutti[6]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1976-1977.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

3 ottobre 1976
1ª giornata
Foggia0 – 0Inter

10 ottobre 1976
2ª giornata
Inter2 – 1Catanzaro

24 ottobre 1976
3ª giornata
Verona1 – 0Inter

31 ottobre 1976
4ª giornata
Inter1 – 1Cesena

7 novembre 1976
5ª giornata
Torino1 – 0Inter

21 novembre 1976
6ª giornata
Inter1 – 0Genoa

28 novembre 1976
7ª giornata
Milan1 – 1Inter

5 dicembre 1976
8ª giornata
Inter1 – 1Lazio

12 dicembre 1976
9ª giornata
Sampdoria0 – 1Inter

19 dicembre 1976
10ª giornata
Inter3 – 2Napoli

2 gennaio 1977
11ª giornata
Inter3 – 0Roma

9 gennaio 1977
12ª giornata
Bologna1 – 5Inter

16 gennaio 1977
13ª giornata
Juventus2 – 0Inter

30 gennaio 1977
14ª giornata
Inter1 – 1Fiorentina

6 febbraio 1977
15ª giornata
Perugia0 – 1Inter

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

13 febbraio 1977
16ª giornata
Inter1 – 1Foggia

20 febbraio 1977
17ª giornata
Catanzaro1 – 3Inter

27 febbraio 1977
18ª giornata
Inter0 – 0Verona

6 marzo 1977
19ª giornata
Cesena0 – 0Inter

13 marzo 1977
20ª giornata
Inter0 – 1Torino

20 marzo 1977
21ª giornata
Genoa2 – 2Inter

27 marzo 1977
22ª giornata
Inter0 – 0Milan

3 aprile 1977
23ª giornata
Lazio2 – 1Inter

10 aprile 1977
24ª giornata
Inter0 – 0Sampdoria

16 aprile 1977
25ª giornata
Napoli0 – 3Inter

24 aprile 1977
26ª giornata
Roma2 – 3Inter

1º maggio 1977
27ª giornata
Inter0 – 0Bologna

8 maggio 1977
28ª giornata
Inter0 – 2Juventus

15 maggio 1977
29ª giornata
Fiorentina3 – 0Inter

22 maggio 1977
30ª giornata
Inter1 – 1Perugia

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1976-1977.

Prima fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º settembre 1976
1ª giornata
Inter1 – 0PalermoStadio San Siro
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Firenze
5 settembre 1976
2ª giornata
Fiorentina2 – 2InterStadio Comunale
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Varese
9 settembre 1976
3ª giornata
Varese0 – 3InterStadio Franco Ossola
Arbitro:  Serafino (Roma)

Milano
19 settembre 1976
4ª giornata
Inter1 – 0PescaraStadio San Siro
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Seconda fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Torino
1º giugno 1977
1ª giornata
Juventus0 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
8 giugno 1977
2ª giornata
Inter1 – 0JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Vicenza
15 giugno 1977
3ª giornata
Lanerossi Vicenza0 – 3InterStadio Romeo Menti
Arbitro:  Menegali (Roma)

Lecce
22 giugno 1977
4ª giornata
Lecce1 – 1InterStadio Via del Mare
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
26 giugno 1977
5ª giornata
Inter1 – 1Lanerossi VicenzaStadio San Siro
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
29 giugno 1977
6ª giornata
Inter0 – 0LecceStadio San Siro
Arbitro:  Tani (Livorno)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
3 luglio 1977
Gara unica
Milan2 – 0InterStadio San Siro
Arbitro:  Gussoni (Trieste)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1976-1977.
Milano
15 settembre 1976
Trentaduesimi di finale - Andata
Inter0 – 1HonvédStadio San Siro
Arbitro: Paesi Bassi Corver

Budapest
29 settembre 1976
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Honvéd1 – 1InterBozsik Stadion
Arbitro: Scozia Kew

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, Manuale di sopravvivenza per interisti, Casale Monferrato, Edizioni Piemme, 2005, pp. 98-100, ISBN 88-384-8402-3.
  2. ^ Panini, 14.
  3. ^ È morto Quarenghi, primo medico sociale, in la Repubblica, 18 luglio 1992, p. 37.
  4. ^ Panini, 12-13.
  5. ^ Aggregato dalla formazione Primavera.
  6. ^ Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 1976-77, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]