Football Club Internazionale Milano 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Football Club Internazionale Milano
Inter 1976-1977.jpg
La rosa completa per la stagione 1976-77
Stagione 1976-1977
AllenatoreItalia Giuseppe Chiappella
All. in secondaItalia Enea Masiero
PresidenteItalia Ivanoe Fraizzoli
Serie A4º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaFinalista
Coppa UEFATrentaduesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Bordon (30)
Miglior marcatoreCampionato: Muraro (9)
Totale: Muraro (10)
StadioSan Siro
Dati aggiornati al 3 luglio 1977

Questa voce raccoglie i dati riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1976-1977.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

In casa nerazzurra, l'estate 1976 è ricordata per l'addio di Roberto Boninsegna[1]: il calciatore, ceduto alla Juventus in cambio di Pietro Anastasi, rimase all'oscuro della trattativa sino al compimento.[1] Ad avvisarlo della cessione fu, con un telefonata, il presidente Fraizzoli mentre l'attaccante si trovava in vacanza.[1] L'Inter fallì subito l'obiettivo della Coppa UEFA, eliminata dai magiari dell'Honvéd: in campionato confermò il quarto posto, già raggiunto l'anno precedente.

Sandro Mazzola saluta Gianni Rivera prima del derby del 27 marzo 1977, finito senza reti.

I nerazzurri raggiunsero la finale di Coppa Italia, in cui vennero battuti per 2-0 dal Milan. Si trattò dell'ultima partita (nonché dell'ultima stracittadina) di Sandro Mazzola che, all'uscita dal campo, citò Dante ad un giornalista: «Vuolsì così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandare».[1]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: dott. Angelo Quarenghi[3]
  • Massaggiatore: Giancarlo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[4]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ivano Bordon (I)
Italia P Silvano Martina
Italia D Giuseppe Baresi (I)
Italia D Graziano Bini
Italia D Nazzareno Canuti
Italia D Adriano Fedele
Italia D Giacinto Facchetti
Italia D Angiolino Gasparini
Italia D Viviano Guida
Italia D Roberto Tricella
Italia C Mario Bertini
Italia C Gianpiero Marini
N. Ruolo Giocatore
Italia C Maurizio Grosselli[5]
Italia C Sandro Mazzola
Italia C Claudio Merlo
Italia C Gabriele Oriali
Italia C Giuseppe Pavone
Italia C Giorgio Roselli
Italia C Antonio Sabato
Italia A Claudio Ambu
Italia A Pietro Anastasi
Italia A Giacomo Libera
Italia A Carlo Muraro
Italia A Bortolo Mutti[6]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1976-1977.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

3 ottobre 1976
1ª giornata
Foggia 0 – 0 Inter

10 ottobre 1976
2ª giornata
Inter 2 – 1 Catanzaro

24 ottobre 1976
3ª giornata
Verona 1 – 0 Inter

31 ottobre 1976
4ª giornata
Inter 1 – 1 Cesena

7 novembre 1976
5ª giornata
Torino 1 – 0 Inter

21 novembre 1976
6ª giornata
Inter 1 – 0 Genoa

28 novembre 1976
7ª giornata
Milan 1 – 1 Inter

5 dicembre 1976
8ª giornata
Inter 1 – 1 Lazio

12 dicembre 1976
9ª giornata
Sampdoria 0 – 1 Inter

19 dicembre 1976
10ª giornata
Inter 3 – 2 Napoli

2 gennaio 1977
11ª giornata
Inter 3 – 0 Roma

9 gennaio 1977
12ª giornata
Bologna 1 – 5 Inter

16 gennaio 1977
13ª giornata
Juventus 2 – 0 Inter

30 gennaio 1977
14ª giornata
Inter 1 – 1 Fiorentina

6 febbraio 1977
15ª giornata
Perugia 0 – 1 Inter

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

13 febbraio 1977
16ª giornata
Inter 1 – 1 Foggia

20 febbraio 1977
17ª giornata
Catanzaro 1 – 3 Inter

27 febbraio 1977
18ª giornata
Inter 0 – 0 Verona

6 marzo 1977
19ª giornata
Cesena 0 – 0 Inter

13 marzo 1977
20ª giornata
Inter 0 – 1 Torino

20 marzo 1977
21ª giornata
Genoa 2 – 2 Inter

27 marzo 1977
22ª giornata
Inter 0 – 0 Milan

3 aprile 1977
23ª giornata
Lazio 2 – 1 Inter

10 aprile 1977
24ª giornata
Inter 0 – 0 Sampdoria

16 aprile 1977
25ª giornata
Napoli 0 – 3 Inter

24 aprile 1977
26ª giornata
Roma 2 – 3 Inter

1º maggio 1977
27ª giornata
Inter 0 – 0 Bologna

8 maggio 1977
28ª giornata
Inter 0 – 2 Juventus

15 maggio 1977
29ª giornata
Fiorentina 3 – 0 Inter

22 maggio 1977
30ª giornata
Inter 1 – 1 Perugia

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1976-1977.

Prima fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º settembre 1976
1ª giornata
Inter 1 – 0 Palermo Stadio San Siro
Arbitro Terpin (Trieste)

Firenze
5 settembre 1976
2ª giornata
Fiorentina 2 – 2 Inter Stadio Comunale
Arbitro Michelotti (Parma)

Varese
9 settembre 1976
3ª giornata
Varese 0 – 3 Inter Stadio Franco Ossola
Arbitro Serafino (Roma)

Milano
19 settembre 1976
4ª giornata
Inter 1 – 0 Pescara Stadio San Siro
Arbitro Reggiani (Bologna)

Seconda fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Torino
1º giugno 1977
1ª giornata
Juventus 0 – 1 Inter Stadio Comunale
Arbitro Menicucci (Firenze)

Milano
8 giugno 1977
2ª giornata
Inter 1 – 0 Juventus Stadio San Siro
Arbitro Ciulli (Roma)

Vicenza
15 giugno 1977
3ª giornata
Lanerossi Vicenza 0 – 3 Inter Stadio Romeo Menti
Arbitro Menegali (Roma)

Lecce
22 giugno 1977
4ª giornata
Lecce 1 – 1 Inter Stadio Via del Mare
Arbitro Michelotti (Parma)

Milano
26 giugno 1977
5ª giornata
Inter 1 – 1 Lanerossi Vicenza Stadio San Siro
Arbitro Longhi (Roma)

Milano
29 giugno 1977
6ª giornata
Inter 0 – 0 Lecce Stadio San Siro
Arbitro Tani (Livorno)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
3 luglio 1977
Gara unica
Milan 2 – 0 Inter Stadio San Siro
Arbitro Gussoni (Trieste)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1976-1977.
Milano
15 settembre 1976
Trentaduesimi di finale - Andata
Inter 0 – 1 Honvéd Stadio San Siro
Arbitro Paesi Bassi Corver

Budapest
29 settembre 1976
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Honvéd 1 – 1 Inter Bozsik Stadion
Arbitro Scozia Kew

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, Manuale di sopravvivenza per interisti, Casale Monferrato, Edizioni Piemme, 2005, pp. 98-100, ISBN 88-384-8402-3.
  2. ^ Panini, 14
  3. ^ È morto Quarenghi, primo medico sociale, in la Repubblica, 18 luglio 1992, p. 37.
  4. ^ Panini, 12-13
  5. ^ Aggregato dalla formazione Primavera.
  6. ^ Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 1976-77, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]