Football Club Internazionale Milano 1994-1995

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
Inter 1994-1995 - Rosa completa.JPG
La rosa completa
Stagione 1994-1995
Allenatore Italia Ottavio Bianchi
All. in seconda Italia Domenico Casati
Presidente Italia Ernesto Pellegrini
Italia Massimo Moratti[1]
Serie A 6º posto (in Coppa UEFA)
Coppa Italia Quarti di finale
Coppa UEFA Trentaduesimi di finale
Maggiori presenze Campionato: Pagliuca (34)
Totale: Pagliuca (43)
Miglior marcatore Campionato: Sosa (8)
Totale: Sosa (11)
Media spettatori 40 523¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1994-1995.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per questa stagione furono acquistati il portiere Pagliuca (titolare della Nazionale ai Mondiali statunitensi), Bia, Seno, Mirko Conte, Orlandini e Delvecchio (cresciuto nelle giovanili della squadra). Lasciarono invece l'Inter Zenga e Ferri, rispettivamente dopo 11 e 13 anni, ceduti entrambi alla Sampdoria; le altre cessioni furono quelle di Shalimov, Schillaci, Battistini e Tramezzani.

Il 18 febbraio 1995, la società meneghina tornò a essere proprietà della famiglia Moratti allorché Massimo (figlio di Angelo) succedette a Pellegrini nel ruolo di presidente.[2] Il giorno seguente esordì con una vittoria, per 1-0, contro il Brescia.[3] La rivoluzione societaria vide l'ingresso nei quadri dirigenziali di ex giocatori della Grande Inter tra cui Giacinto Facchetti (direttore generale), Luisito Suárez (capo degli osservatori) e Sandro Mazzola (direttore sportivo). In campionato (il primo in cui la vittoria assegnava tre punti) la squadra si classificò sesta, ottenendo un posto in Coppa UEFA all'ultima giornata.[4]

In Coppa UEFA l'Inter, qualificata in carica di detentrice del trofeo, venne subito eliminata dall'inglese Aston Villa.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1994-1995 fu Umbro, mentre lo sponsor ufficiale fu Fiorucci.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
3ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area comunicazione

Area comunicazione

  • Capo ufficio stampa: Valberto Milani

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: dott. Arturo Guarino
  • Massaggiatori: Marco Della Casa e Massimo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[5]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Marco Fortin
Italia P Luca Mondini
Italia P Gianluca Pagliuca
Italia D Giuseppe Bergomi (C)
Italia D Giovanni Bia
Italia D Mirko Conte
Italia D Gianluca Festa
Italia D Antonio Paganin
Italia D Massimo Paganin
Italia D Paolo Tramezzani[6]
Italia C Marco Barollo
Italia C Nicola Berti
Italia C Alessandro Bianchi
Italia C Fabio Cinetti
N. Ruolo Giocatore
Italia C Francesco Dell'Anno
Italia C Davide Fontolan
Paesi Bassi C Wim Jonk
Italia C Antonio Manicone
Italia C Pierluigi Orlandini
Italia C Angelo Orlando
Italia C Andrea Seno
Italia C Andrea Zanchetta
Paesi Bassi A Dennis Bergkamp
Italia A Marco Delvecchio
Italia A Marco Nichetti
Macedonia A Darko Pančev
Uruguay A Rubén Sosa
Italia A Marco Veronese

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[7]
R. Nome da Modalità
P Gianluca Pagliuca Sampdoria definitivo (12 miliardi £)
D Stefano Bettarini Lucchese riscatto
D Giovanni Bia Napoli definitivo
D Mirko Conte Venezia fine prestito
D Gianluca Festa Roma fine prestito
D Marco Grossi Maceratese fine prestito
D Stefano Ricci Casarano fine prestito
D Stefano Rossini Udinese fine prestito
D Mirko Taccola Lucchese fine prestito
C Marco Barollo Lecce fine prestito
C Pierluigi Orlandini Atalanta definitivo (4.5 miliardi £)
C Andrea Seno Foggia definitivo (1.8 miliardi £)
A Marco Delvecchio Udinese fine prestito
A Arturo Di Napoli Acireale fine prestito
A Darko Pančev VfB Lipsia fine prestito
Cessioni[7]
R. Nome a Modalità
P Beniamino Abate Fidelis Andria definitivo
P Paolo Orlandoni Casarano compartecipazione
P Walter Zenga Sampdoria definitivo
D Sergio Battistini Brescia definitivo
D Stefano Bettarini Salernitana definitivo
D Riccardo Ferri Sampdoria definitivo
D Stefano Ricci Lecce prestito
D Pasquale Rocco Pisa definitivo
D Mirko Taccola Palermo prestito
C Pierluigi Di Già Venezia definitivo
C Fabio Di Sauro Gualdo prestito
C Giuseppe Marino Modena definitivo
A Oliver Bierhoff Ascoli definitivo
A Dario Morello Reggiana definitivo
A Arturo Di Napoli Gualdo prestito
A Massimo Marazzina Foggia prestito

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni[7]
R. Nome a Modalità
D Paolo Tramezzani Venezia prestito (a novembre)
C Igor Shalimov Duisburg prestito (a settembre)
C Antonio Manicone Genoa prestito (a ottobre)
C Marco Barollo Venezia prestito (a novembre)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1994-1995.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
4 settembre 1994
1ª giornata
Torino 0 – 2
referto
Inter Stadio delle Alpi
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Milano
11 settembre 1994
2ª giornata
Inter 0 – 1
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Beschin (Legnano)

Brescia
18 settembre 1994
3ª giornata
Brescia 0 – 0
referto
Inter Stadio Mario Rigamonti
Arbitro Nicchi (Arezzo)

Milano
25 settembre 1994
4ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Stafoggia (Pesaro)

Torino
2 ottobre 1994
5ª giornata
Juventus 0 – 0
referto
Inter Stadio delle Alpi
Arbitro Boggi (Salerno)

Milano
16 ottobre 1994
6ª giornata
Inter 1 – 2
referto
Bari Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Cinciripini (Ascoli Piceno)

Foggia
23 ottobre 1994
7ª giornata
Foggia 0 – 0
referto
Inter Stadio Pino Zaccheria
Arbitro Bazzoli (Teramo)

Milano
30 ottobre 1994
8ª giornata
Inter 1 – 0
referto
Reggiana Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Rosica (Roma)

Genova
6 novembre 1994
9ª giornata
Genoa 2 – 1
referto
Inter Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Collina (Viareggio)

Milano
20 novembre 1994
10ª giornata
Milan 1 – 1
referto
Inter Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Stafoggia (Pesaro)

Milano
27 novembre 1994
11ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Parma Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Cremona
4 dicembre 1994
12ª giornata
Cremonese 0 – 1
referto
Inter Stadio Giovanni Zini
Arbitro Braschi (Prato)

Milano
11 dicembre 1994
13ª giornata
Inter 0 – 2
referto
Napoli Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Trentalange (Torino)

Milano
18 dicembre 1994
14ª giornata
Inter 0 – 2
referto
Lazio Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Cagliari
8 gennaio 1995
15ª giornata
Cagliari 1 – 1
referto
Inter Stadio Sant'Elia
Arbitro Trentalange (Torino)

Milano
15 gennaio 1995
16ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Sampdoria Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Quartuccio (Torre Annunziata)

Padova
22 gennaio 1995
17ª giornata
Padova 1 – 0
referto
Inter Stadio Euganeo
Arbitro Rodomonti (Teramo)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
29 gennaio 1995
Inter 2 – 1
referto
Torino Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Collina (Viareggio)

Roma
12 febbraio 1995
Roma 3 – 1
referto
Inter Stadio Olimpico
Arbitro Braschi (Prato)

Milano
19 febbraio 1995
Inter 1 – 0
referto
Brescia Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Amendolia (Messina)

Firenze
26 febbraio 1995
Fiorentina 2 – 2
referto
Inter Stadio Artemio Franchi
Arbitro Rosica (Roma)

Milano
5 marzo 1995
Inter 0 – 0
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Bettin (Padova)

Bari
12 marzo 1995
Bari 0 – 1
referto
Inter Stadio San Nicola
Arbitro Cinciripini (Ascoli Piceno)

Milano
19 marzo 1995
Inter 3 – 0
referto
Foggia Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Borriello (Mantova)

Reggio Emilia
2 aprile 1995
Reggiana 0 – 1
referto
Inter Stadio Mirabello
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Milano
9 aprile 1995
Inter 2 – 0
referto
Genoa Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Rodomonti (Teramo)

Milano
15 aprile 1995
Inter 3 – 1
referto
Milan Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Parma
23 aprile 1995
Parma 3 – 0
referto
Inter Stadio Ennio Tardini
Arbitro Nicchi (Arezzo)

Milano
30 aprile 1995
Inter 0 – 0
referto
Cremonese Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Boggi (Salerno)

Napoli
7 maggio 1995
Napoli 1 – 3
referto
Inter Stadio San Paolo
Arbitro Trentalange (Torino)

Roma
14 maggio 1995
Lazio 4 – 1
referto
Inter Stadio Olimpico
Arbitro Treossi (Forlì)

Milano
21 maggio 1995
Inter 1 – 2
referto
Cagliari Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Braschi (Prato)

Genova
28 maggio 1995
Sampdoria 2 – 2
referto
Inter Stadio Luigi Ferraris (27.544 spett.)
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Milano
4 giugno 1995
Inter 2 – 1
referto
Padova Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Collina (Viareggio)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1994-1995.
Roma
22 agosto 1994, ore 20:30 CEST
Primo turno
Lodigiani 0 – 3 Inter Stadio della Borghesiana
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Padova
31 agosto 1994, ore 20:30 CEST
Secondo turno - Andata
Padova 0 – 3 Inter Stadio Euganeo

Milano
21 settembre 1994, ore 20:30 CEST
Secondo turno - Ritorno
Inter 0 – 1 Padova Stadio Giuseppe Meazza

Milano
12 ottobre 1994, ore 20:30 CEST
Ottavi di finale - Andata
Milan 1 – 2
referto
Inter Stadio Giuseppe Meazza (52.000 spett.)
Arbitro Collina (Viareggio)

Milano
26 ottobre 1994, ore 20:30 CEST
Ottavi di finale - Ritorno
Inter 2 – 1
referto
Milan Stadio Giuseppe Meazza (59.259 spett.)
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Milano
30 novembre 1994, ore 20:30 CEST
Quarti di finale - Andata
Inter 1 – 0 Foggia Stadio Giuseppe Meazza

Foggia
13 dicembre 1994, ore 20:30 CEST
Quarti di finale - Ritorno
Foggia 2 – 0
(d.t.s.)
Inter Stadio Pino Zaccheria

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1994-1995.

Trentaduesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
15 settembre 1994, ore 20:30 (CET)
Andata
Inter 1 – 0
referto
Aston Villa Stadio Giuseppe Meazza (22.639 spett.)
Arbitro Danimarca Mikkelsen

Birmingham
29 settembre 1994, ore 21:00 (CET)
Ritorno
Aston Villa 1 – 0
referto
Inter Villa Park (30.553 spett.)
Arbitro Francia Quiniou

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 4 giugno 1995.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale Gf Gs DR
G V N P G V N P G V N P
Scudetto.svg Serie A 52 17 9 3 5 17 5 7 5 34 14 10 10 39 34 +5
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 2 0 1 3 2 0 1 6 4 0 2 8 5 +3
Coppauefa.png Coppa UEFA - 1 1 0 0 1 0 0 1 2 1 0 1 1 1 0
Totale - 21 12 3 6 21 7 7 7 42 19 10 13 48 40 +8

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In carica dal 18 febbraio 1995.
  2. ^ Moratti 2, ritorno alla leggenda, in Corriere della Sera, 19 febbraio 1995. URL consultato l'8 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il ).
  3. ^ Effetto Moratti: l'Inter fa gol in 4 minuti e il Diavolo perde a poker, in Corriere della Sera, 20 febbraio 1995. URL consultato l'8 ottobre 2010.
  4. ^ L'Inter trova il paradiso per sbaglio, in Corriere della Sera, 5 giugno 1995. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  5. ^ Panini, 16-17
  6. ^ Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato.
  7. ^ a b c Acquisti e cessioni dell'Inter 1994/95, storiainter.com. URL consultato l'8 gennaio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 1994-95, Modena-Milano, Panini-L'Unità.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]