Pierluigi Di Già

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pierluigi Di Già
Pierluigi Di Già, Parma 1987-88.jpg
Di Già al Parma nel Torneo di Viareggio 1988
Nazionalità Italia Italia
Altezza 174 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Carriera
Giovanili
Inter
Squadre di club1
1986-1987 Inter 0 (0)
1987-1989 Parma 63 (2)
1989-1990 Inter 11 (0)
1990-1992 Bologna 62 (1)
1992-1995 Venezia 70 (6)
1995-1997 Palermo 38 (4)
1997-1999 Pescara 22 (1)
1999 Marsala 11 (0)
1999-2000 Marconi Stallions 8 (0)
2000-2002 Reggiana 3 (0)
2002 Villacidrese 11 (0)
2002-2003 Tivoli 3 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pierluigi Di Già (Milano, 22 marzo 1968) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nell'Inter e nella stagione 1987-1988 fa l'esordio da professionista in Serie B con la maglia del Parma, dove in due stagioni raccoglie 63 presenze e 2 gol.

Rientrato all'Inter nella stagione con lo scudetto cucito sul petto, scende in campo 11 volte. Nel 1990 passa al Bologna continuando a calcare i campi di Serie A per due stagioni con 62 match disputati ed una rete.

Di Già (accosciato, secondo da destra) nel Bologna del 1990-1991

Nel 1992 viene acquistato dal Venezia dove in tre stagioni in Serie B segna 6 gol nelle 70 partite giocate. Nel 1995 nuovo cambio di maglia destinazione Palermo: due stagioni in serie cadetta (38 presenze e 4 gol) concluse con la retrocessione in Serie C1. Continua a giocare in B la maglia del Pescara raccogliendo ulteriori 22 presenze condite da una rete.

Ai nastri di partenza della stagione 1998-1999 rimane disoccupato, salvo poi trovare un accordo con il Marsala con il quale ottiene la salvezza ai play-out.

Nel 1999 tenta la pista estera, andando a giocare in Australia con i Marconi Stallions (8 apparizioni). Nel 2000 torna in Italia per vestire i colori granata della Reggiana in Serie C1 per una stagione e mezza, ottenendo una salvezza ai play-out.

Nel gennaio 2002 passa alla Villacidrese in Serie D dove conquista la seconda posizione in classifica. Nel 2002 inizia nuovamente la stagione da disoccupato, salvo poi accasarsi al Tivoli in Serie C2 dove conclude la sua carriera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]