Wild card (sport)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il tennista Goran Ivanišević, ammesso al Torneo di Wimbledon 2001 grazie a una wild card, riuscì a vincere l'edizione.

Nello sport, la wild card è il permesso (detto anche invito) di partecipazione ad una gara o competizione accordato ad atleti o squadre che normalmente non ne avrebbero diritto.[1][2]

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Una wild card può avere tra i suoi obiettivi quello di dare l'opportunità di partecipare ad una competizione ad una squadra celebre o storicamente rinomata senza che ne abbia il diritto secondo regolamento,[2] oppure di dare una seconda opportunità ad atleti o squadre che, per motivi vari, abbiano mancato sul campo la qualificazione, oppure di rendere popolare una determinata disciplina.[3]

In ambito calcistico i regolamenti delle competizioni UEFA per club prevedono spesso delle wild card: l'aver vinto il titolo nell'edizione precedente, per esempio, consente di partecipare anche se la posizione raggiunta nel campionato nazionale non sarebbe sufficiente.[4][5] In altri sport invece, la confederazione che governa un certo sport può prevedere che alcuni posti nei tornei siano riservati a delle wild card, per esempio nell'Eurolega di basket.

Medesimo concetto vale negli sport individuali, tra cui il tennis: con la wild card si accede direttamente al tabellone principale di un torneo, senza disputare le qualificazioni.[6] Si possono citare i casi di Goran Ivanišević, che vinse il Torneo di Wimbledon 2001, o di Kim Clijsters, che trionfò agli US Open 2009[7][8], o della canadese Bianca Andreescu, vincitrice dell'Indians Wells 2019.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gabriella Bacchelli, Collins Italian Dictionary, HarperCollins, 2005, p. 1600.
  2. ^ a b wild card: significato e definizione - Dizionari, su wild card: significato e definizione - Dizionari - La Repubblica. URL consultato il 22 giugno 2021.
  3. ^ Augusto Frasca e Claudio Ferretti, Enciclopedia dello Sport, Le Garzantine, 2008, p. 1696.
  4. ^ Marco Dell'Acqua, Perché noi non abbiamo mai elemosinato una wild card per la Coppa UEFA, in 101 motivi per odiare l'Inter e tifare il Milan, Newton Compton Editori, 2011, p. 265.
  5. ^ Inter, la proposta di Bolingbroke: Wild card per la Champions, su lapresse.it, 21 marzo 2016.
  6. ^ Tennis, uno Slam per Sharapova: wild card per gli Us Open, su repubblica.it, 15 agosto 2017.
  7. ^ Wimbledon, vince Ivanisevic piegato Rafter in 5 set, su repubblica.it, 9 luglio 2001.
  8. ^ Paolo Rossi, Il record di mamma Kim primo Slam da wild card, su repubblica.it, 14 settembre 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport