Associazione Sportiva Bari 1994-1995

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Bari.

A.S. Bari
AS Bari 1994-1995.jpg
I giocatori sono (a partire da sinistra): (in alto) L. Amoruso, Montanari, Manighetti, Gautieri, Fontana; (in basso) Gérson, Pedone, Tovalieri, Ricci, Protti, Bigica.
Stagione 1994-1995
AllenatoreItalia Giuseppe Materazzi
All. in secondaItalia Biagio Catalano
PresidenteItalia Vincenzo Matarrese
Serie A12º posto
Coppa Italiasecondo turno
Maggiori presenzeCampionato: Gérson Caçapa (34)
Totale: Gérson Caçapa (36)
Miglior marcatoreCampionato: Tovalieri (17)
Totale: Tovalieri (17)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Bari nelle competizioni ufficiali della stagione 1994-1995.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[1]

Il cobra Tovalieri (foto precedente al 1994) alla prima stagione "in doppia cifra" in Serie A. Con la tifoseria barese rimarrà un rapporto di legame reciproco.[2][3]

Il Bari appena tornato in A, dopo due anni d'assenza, imposta il mercato estivo senza modificare troppo la rosa giunta seconda in Serie B, ma cercando di sostituire nel migliore dei modi gli atleti in partenza. In particolare torna dopo tre anni il centrocampista brasiliano Gérson, che il presidente Matarrese vuole faccia da "chioccia" ai più giovani della squadra; il centravanti colombiano Miguel Guerrero, nel 1993 capocannoniere dell'Atletico Junior con 34 marcature, sostituisce João Paulo, che ha salutato Bari da giugno dopo cinque anni di permanenza nel capoluogo. Acquistato anche il diciottenne centrocampista sardo Roberto Cau, considerato da alcuni il possibile erede di Zola.

Per adeguarsi alla nuova regola dei 3 punti per vittoria, il mister Beppe Materazzi modifica la sua tattica di gioco in senso più offensivo.

Nel secondo turno di Coppa Italia i pugliesi vengono eliminati nel doppio incontro dal Piacenza di serie cadetta.

In campionato, dopo due sconfitte iniziali contro Lazio e Juventus, i galletti realizzano una serie positiva di 10 punti in 4 gare, inclusa la vittoria 1-2 in casa dell'Inter, con il Bari applaudito anche dai sostenitori nerazzurri; in seguito la squadra di Materazzi alterna un ciclo di vittorie a uno di sconfitte consecutive, chiudendo con l'1-1 in casa della Sampdoria il girone d'andata, con 23 punti a ridosso della zona UEFA. La formazione biancorossa è considerata dai media una sorpresa del massimo campionato.

Nel mercato di riparazione novembrino, viste le prestazioni soddisfacenti per il club, del difensore Gian Paolo Manighetti, il compagno di reparto Massimiliano Tangorra è stato venduto a titolo definitivo.

Il Bari ottiene nei primi 6 incontri del girone di ritorno 6 punti, 3 dei quali nella 17ª giornata all'Olimpico di Roma, con l'1-2 sulla Lazio. Dalla 23ª giornata (7ª di ritorno) realizza una serie positiva di 11 punti in 7 turni; all'interno di questo ciclo il 2-2 interno con una Fiorentina in un buon periodo. I galletti ottengono la matematica salvezza in penultima giornata, con lo 0-1 in casa del Milan in corsa per la Coppa Campioni; a segno Sandro Tovalieri. I biancorossi chiudono il campionato a 44 punti, nella seconda metà della classifica a 4 lunghezze dalla zona retrocessione.

Nell'arco dell'intero campionato sono state apprezzate le prestazioni del cannoniere biancorosso Tovalieri, autore di 17 goal (tutti su azione) e quinto nella classifica marcatori di categoria, del centrale difensivo Lorenzo Amoruso e del centrocampista Emiliano Bigica, gli ultimi due baresi cresciuti nel vivaio biancorosso alla prima stagione da titolari in Serie A; al di sotto delle aspettative il rendimento di Guerrero, autore di 2 goal in 26 presenze, di cui uno segnato all'Inter nella vittoriosa gara d'andata.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Almeno riguardo al rendimento della squadra, si tratta di una delle tre migliori annate del Bari in A: i 44 punti raccolti in 34 incontri saranno superati nella stagione 2009-2010, quando allenata da Gian Piero Ventura la formazione biancorossa ricaverà 50 punti in un campionato a 20 squadre. Il Bari del 1946-1947, giunto settimo nella classifica di A a 20 squadre, con la vittoria a 3 punti avrebbe ottenuto 54 punti e non i 38 totalizzati con la vittoria a 2 punti.[4]

In questa edizione, inoltre, la squadra pugliese ha conseguito il suo primato di 6 incontri vinti fuori casa nella massima serie,[1] ineguagliato neanche nelle altre succitate stagioni.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1994-1995 fu Adidas, mentre lo sponsor ufficiale fu Wüber. Le maglie erano caratterizzate da una fila di rombi rossi o bianchi.[5]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Prima divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Seconda divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[5]

Area direttiva

Area sanitaria

  • Medico sociale: Sabino Lerario
  • Massaggiatori: Lorenzo Ferrara e Giuliano Gresi

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[6]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Giuseppe Alberga
Italia P Alberto Fontana
Italia D Lorenzo Amoruso
Italia D Paolo Annoni
Italia D Emanuele Brioschi
Italia D Amedeo Mangone
Italia D Marcello Montanari
Italia D Gianluca Ricci
Italia D Carlo Sassarini
Italia D Massimiliano Tangorra[7]
Italia C Onofrio Barone
N. Ruolo Giocatore
Italia C Emiliano Bigica (capitano)
Italia C Angelo Alessio
Italia C Roberto Cau
Italia C Carmine Gautieri
Brasile C Gérson Caçapa
Italia D Gian Paolo Manighetti
Italia C Francesco Pedone
Colombia A Miguel Ángel Guerrero
Italia A Igor Protti
Italia A Sandro Tovalieri
Italia A Nicola Ventola

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Arrivi
R. Nome da Modalità
D Paolo Annoni Como definitivo
D Gian Paolo Manighetti Monza fine prestito
D Carlo Sassarini Barletta fine prestito
C Gérson Caçapa Lecce fine prestito
A Roberto Cau Siniscola definitivo
A Miguel Guerrero Atletico Junior definitivo
Partenze
R. Nome da Modalità
D Gabriele Grossi Roma fine prestito
D Maurizio Laureri Como definitivo
C Michele Andrisani Palazzolo definitivo
A Berardino Capocchiano Avellino definitivo
A João Paulo Vasco da Gama[8] ?

Sessione autunnale (Novembre)[modifica | modifica wikitesto]

Partenze
R. Nome a Modalità
D Massimiliano Tangorra Ancona definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1994-1995.

Girone d'andata[modifica | modifica wikitesto]

Bari
4 settembre 1994
Bari0 – 1LazioStadio San Nicola
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
11 settembre 1994
Juventus2 – 0BariStadio delle Alpi
Arbitro:  Rosica (Roma)

Bari
18 settembre 1994
Bari1 – 0ReggianaStadio San Nicola
Arbitro:  Arena (Ercolano)

Padova
25 settembre 1994
Padova0 – 2BariStadio Euganeo
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Bari
2 ottobre 1994
Bari0 – 0CagliariStadio San Nicola
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Milano
16 ottobre 1994
Inter1 – 2BariStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Cinciripini (Ascoli Piceno)

Napoli
23 ottobre 1994
Napoli3 – 0BariStadio San Paolo
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Bari
30 ottobre 1994
Bari4 – 1GenoaStadio San Nicola
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Firenze
6 novembre 1994
Fiorentina2 – 0BariStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Bari
20 novembre 1994
Bari2 – 0CremoneseStadio San Nicola
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Brescia
27 novembre 1994
Brescia1 – 2BariStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Bari
4 dicembre 1994
Bari2 – 1FoggiaStadio San Nicola
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Torino
11 dicembre 1994
Torino2 – 0BariStadio delle Alpi
Arbitro:  Quartuccio (Torre Annunziata)

Bari
18 dicembre 1994
Bari1 – 2ParmaStadio San Nicola
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Roma
8 gennaio 1995
Roma2 – 0BariStadio Olimpico
Arbitro:  Cesari (Genova)

Bari
15 gennaio 1995
Bari3 – 5MilanStadio San Nicola
Arbitro:  Braschi (Prato)

Genova
22 gennaio 1995
Sampdoria1 – 1BariStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
29 gennaio 1995
Lazio1 – 2BariStadio Olimpico
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Bari
12 febbraio 1995
Bari0 – 2JuventusStadio San Nicola
Arbitro:  Beschin (Legnago)

Reggio Emilia
19 febbraio 1995
Reggiana0 – 1BariStadio Mirabello
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Bari
26 febbraio 1995
Bari0 – 1PadovaStadio San Nicola
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Cagliari
5 marzo 1995
Cagliari2 – 1BariStadio Sant'Elia
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Bari
12 marzo 1995
Bari0 – 1InterStadio San Nicola
Arbitro:  Cinciripini (Ascoli Piceno)

Bari
19 marzo 1995
Bari1 – 1NapoliStadio San Nicola
Arbitro:  Cesari (Genova)

Genova
2 aprile 1995
Genoa1 – 1BariStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Bari
9 aprile 1995
Bari2 – 2FiorentinaStadio San Nicola
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Cremona
15 aprile 1995
Cremonese0 – 0BariStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Cardona (Milano)

Bari
23 aprile 1995
Bari3 – 0BresciaStadio San Nicola
Arbitro:  De Prisco (Nocera Inferiore)

Foggia
30 aprile 1995
Foggia2 – 2BariStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Braschi (Prato)

Bari
7 maggio 1995
Bari3 – 1TorinoStadio San Nicola
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Parma
13 maggio 1995
Parma1 – 0BariStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Bari
21 maggio 1995
Bari2 – 2RomaStadio San Nicola
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
28 maggio 1995
Milan0 – 1BariStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Bari
4 giugno 1995
Bari1 – 2SampdoriaStadio San Nicola
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1994-1995.

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Bari
31 agosto 1994
Bari0 – 1PiacenzaStadio San Nicola
Arbitro:  Cinciripini (Ascoli Piceno)

Piacenza
21 settembre 1994
Piacenza1 – 1BariStadio Galleana
Arbitro:  Quartuccio (Torre Annunziata)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[9] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 44 17 6 4 7 25 22 17 6 4 7 15 21 34 12 8 14 40 43 -3
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 1 0 0 1 0 1 1 0 1 0 1 1 2 0 1 1 1 2 -1
Totale - 18 6 4 8 25 23 18 6 5 7 16 22 36 12 9 15 41 45 -4

Statistiche dei giocatori[10][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Alberga, G. G. Alberga 10??----100+0+
Alessio, A. A. Alessio 140??10??150??
Amoruso, L. L. Amoruso 274??20??294??
Annoni, P. P. Annoni 180??10??190??
Barone, O. O. Barone 170??10??180??
Bigica, E. E. Bigica 271??20??291??
Brioschi, E. E. Brioschi 40??----400+0+
Cau, R. R. Cau 10??----100+0+
Fontana, A. A. Fontana 33-43??2-2??35-45??
Gautieri, C. C. Gautieri 310??----3100+0+
Gerson Cacapa Gérson Caçapa 342??20??362??
Guerrero, Á. Á. Guerrero 262??21??283??
Mangone, A. A. Mangone 280??20??300??
Manighetti, P. P. Manighetti 220??20??240??
Montanari, M. M. Montanari 300??20??320??
Pedone, F. F. Pedone 334??20??354??
Protti, I. I. Protti 287??10??297??
Ricci, G. G. Ricci 300??20??320??
Sassarini, C. C. Sassarini 20??----200+0+
Tangorra, M. M. Tangorra 10??----100+0+
Tovalieri, S. S. Tovalieri 3117??20??3317??
Ventola, N. N. Ventola 10??----100+0+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gianni Antonucci, 1908-1998 90 Bari; Uniongrafica Corcelli, Bari, 1998. pp. 1009-1028.
  2. ^ Il Bari perde, i tifosi inneggiano ai vecchi beniamini. Tovalieri e Protti: "Grazie, ma vorremmo vedervi gioire". Borderline24.com (Vincenzo Damiani, 28 aprile 2017) - URL consultato il 7 dicembre 2017 -
  3. ^ Protti e Tovalieri in curva per la gara contro il Cesena. TuttoBari.com (Domenico Brandonisio, 21 marzo 2014) - URL consultato il 7 dicembre 2017 -
  4. ^ Il calcolo percentuale fornisce, al riguardo, un "freddo" responso matematico del rendimento nelle diverse stagioni. Difatti, 1946-47: 42% vittorie, 58% vittorie+pareggi;
    1989-90: 17.6% vittorie, 73.5% vittorie+pareggi;
    1994-95: 35% vittorie, 59% vittorie+pareggi;
    2009-10: 34% vittorie, 63% vittorie+pareggi.
    A ogni modo fa maggiormente fede quanto attestano le testate giornalistiche e le fonti più autorevoli.
  5. ^ a b Beltrami, 1994, 205.
  6. ^ Beltrami, 1994, 206.
  7. ^ Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato
  8. ^ Si conosce la squadra con cui giocò nel 1994 ma non si sa se con il Bari fosse in scadenza di contratto oppure fu venduto.
  9. ^ Beltrami, 1995, 150, 305-307.
  10. ^ Beltrami, 1995, 192, 305-307.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1995. Modena, Panini, 1994.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1996. Modena, Panini, 1995.
  • Gianni Antonucci, 1908-1998 90 Bari, Bari, Uniongrafica Corcelli, 1998.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio