Unione Calcio Sampdoria 1994-1995

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Unione Calcio Sampdoria.

Unione Calcio Sampdoria
Stagione 1994-1995
AllenatoreItalia Sergio Santarini
Direttore tecnicoSvezia Sven-Göran Eriksson
PresidenteItalia Enrico Mantovani
Serie A8º posto
Coppa ItaliaTerzo turno
Coppa delle CoppeSemifinale
Supercoppa italianaFinalista
Miglior marcatoreCampionato: Mancini, Gullit (9)
Totale: Mancini (11)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Calcio Sampdoria nelle competizioni ufficiali della stagione 1994-1995.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La Sampdoria concluse il campionato di Serie A all'ottavo posto, mentre in Coppa Italia non andò oltre il terzo turno.

All'inizio si assiste al 5-0 sul Padova e il 2-0 a Reggio Emilia, poi seguono un pareggio e due sconfitte. In seguito la Sampdoria incappa in un periodo nel quale colleziona una sola vittoria (3-1 sul Parma), quattro pareggi e una sconfitta (a Cremona). Solamente dopo la vittoria nel derby del 4 dicembre 1994, per 3-2 e con reti di Vierchowod, Lombardo e Maspero (Miura e Galante i marcatori rossoblu), i blucerchiati riprendono a ottenere diversi punti, risalendo in classifica grazie alle vittorie successive contro Cagliari (5-0 in casa), Lazio, Padova (4-1 in Veneto), Reggiana e ai pareggi con Brescia e Bari.

Nel novembre 1994 ritorna in squadra Ruud Gullit, proveniente dal Milan, in uno scambio con Alessandro Melli. L'olandese sostituisce così in attacco l'ex parmense e Bertarelli, infortunatosi gravemente in una partita di Coppa delle Coppe (manifestazione a cui partecipa la Sampdoria, nella quale non può schierare Gullit poiché già utilizzato dal Milan in Coppa Campioni).

Al giro di boa la squadra blucerchiata si presenta al settimo posto con 25 punti contro i 36 della Juventus che dopo 9 anni torna sul trono italiano. La Samp chiude quindi l'anno con un ottavo posto non sufficiente a farla ritornare in Europa.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Walter Zenga
Italia P Giulio Nuciari
Italia P Matteo Gianello
Italia D Moreno Mannini
Italia D Riccardo Ferri
Italia D Pietro Vierchowod
Italia D Stefano Sacchetti
Italia D Michele Serena
Serbia D Siniša Mihajlović
Italia D Marco Rossi
Italia C Giovanni Invernizzi
Serbia C Vladimir Jugović
Inghilterra C David Platt
Italia C Attilio Lombardo
Italia C Riccardo Maspero
Italia C Fausto Salsano
N. Ruolo Giocatore
Italia C Alberigo Evani
Italia C Giovanni Abate
Italia C Davide Di Terlizzi
Italia C Alessandro Doga
Italia C Fabio Giannasi
Italia C Vincenzo Iacopino
Italia A Roberto Mancini
Paesi Bassi A Ruud Gullit[1]
Italia A Alessandro Melli[2]
Italia A Claudio Bellucci
Italia A Mauro Bertarelli
Italia A Maurizio Sala
Italia A Marco Carparelli
Italia A Carlo Gioacchino
Italia A Emanuele Matzuzzi

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1994-1995 .

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
4 settembre 1994
1ª giornata
Sampdoria5 – 0
referto
PadovaStadio Luigi Ferraris

11 settembre 1994
2ª giornata
Reggiana0 – 2
referto
Sampdoria

Genova
18 settembre 1994
3ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
FoggiaStadio Luigi Ferraris

25 settembre 1994
4ª giornata
Juventus1 – 0
referto
Sampdoria

2 ottobre 1994
5ª giornata
Roma1 – 0
referto
Sampdoria

Genova
16 ottobre 1994
6ª giornata
Sampdoria3 – 1
referto
ParmaStadio Luigi Ferraris

23 ottobre 1994
7ª giornata
Milan0 – 0
referto
Sampdoria

Genova
30 ottobre 1994
8ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
NapoliStadio Luigi Ferraris

6 novembre 1994
9ª giornata
Cremonese2 – 0
referto
Sampdoria

Genova
20 novembre 1994
10ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
TorinoStadio Luigi Ferraris

27 novembre 1994
11ª giornata
Fiorentina2 – 2
referto
Sampdoria

Genova
4 dicembre 1994
12ª giornata
Sampdoria3 – 2
referto
GenoaStadio Luigi Ferraris

11 dicembre 1994
13ª giornata
Brescia0 – 0
referto
Sampdoria

Genova
18 dicembre 1994
14ª giornata
Sampdoria5 – 0
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris

Genova
8 gennaio 1995
15ª giornata
Sampdoria3 – 1
referto
LazioStadio Luigi Ferraris

15 gennaio 1995
16ª giornata
Inter2 – 0
referto
Sampdoria

Genova
22 gennaio 1995
17ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
BariStadio Luigi Ferraris

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

29 gennaio 1995
18ª giornata
Padova1 – 4
referto
Sampdoria

Genova
12 febbraio 1995
19ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
ReggianaStadio Luigi Ferraris

19 febbraio 1995
20ª giornata
Foggia1 – 1
referto
Sampdoria

Genova
26 febbraio 1995
21ª giornata
Sampdoria0 – 1
referto
JuventusStadio Luigi Ferraris

Genova
5 marzo 1995
22ª giornata
Sampdoria3 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris

12 marzo 1995
23ª giornata
Parma3 – 2
referto
Sampdoria

Genova
19 marzo 1995
24ª giornata
Sampdoria0 – 3
referto
MilanStadio Luigi Ferraris

2 aprile 1995
25ª giornata
Napoli2 – 0
referto
Sampdoria

Genova
9 aprile 1995
26ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
CremoneseStadio Luigi Ferraris

15 aprile 1995
27ª giornata
Torino0 – 0
referto
Sampdoria

Genova
23 aprile 1995
28ª giornata
Sampdoria2 – 2
referto
FiorentinaStadio Luigi Ferraris

30 aprile 1995
29ª giornata
Genoa2 – 1
referto
Sampdoria

Genova
7 maggio 1995
30ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
BresciaStadio Luigi Ferraris

14 maggio 1995
31ª giornata
Cagliari1 – 0
referto
Sampdoria

21 maggio 1995
32ª giornata
Lazio1 – 0
referto
Sampdoria

Genova
28 maggio 1995
33ª giornata
Sampdoria2 – 2
referto
InterStadio Luigi Ferraris

4 giugno 1995
34ª giornata
Bari1 – 2
referto
Sampdoria

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1994-1995.

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 1994.
Milano
28 agosto 1994
Milan1 – 1
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (26 767 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Proveniente dal Milan a dicembre
  2. ^ Ceduto al Milan a dicembre

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]