Fotballklubben Bodø/Glimt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
F.K. Bodø/Glimt
Calcio
Glimt (Fulmine)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Giallo, nero
Dati societari
Città Bodø
Nazione Bandiera della Norvegia Norvegia
Confederazione UEFA
Federazione NFF
Campionato Eliteserien
Fondazione 1916
Presidente Bandiera della Norvegia Inge Henning Andersen
Allenatore Bandiera della Norvegia Kjetil Knutsen
Stadio Aspmyra Stadion
(8 800 posti)
Sito web www.glimt.no
Palmarès
Titoli nazionali 3 Campionati norvegesi
Trofei nazionali 2 Coppe di Norvegia
9 Coppe della Norvegia settentrionale
Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Fotballklubben Bodø/Glimt, meglio noto come Bodø/Glimt, è una società calcistica norvegese con sede nella città di Bodø. Milita nella Eliteserien, la massima serie del campionato norvegese.

Fondato il 19 settembre 1916, vanta in bacheca tre campionati norvegesi (2020, 2021 e 2023); ha raggiunto il secondo posto in classifica in quattro occasioni dal 1962, anno di istituzione del campionato a girone unico, oltre ad aver vinto 2 Coppe di Norvegia e 9 Coppe della Norvegia settentrionale. Il club ha partecipato diverse volte alle competizioni europee; la prima apparizione risale al 1976, quando partecipò alla Coppa delle Coppe, dove fu eliminato al primo turno dal Napoli. Il Bodø/Glimt è una delle tre squadre della Norvegia settentrionale ad aver militato nella massima serie, insieme a Tromsø e Mjølner.

La squadra gioca le partite interne allo stadio Aspmyra, avente capienza di circa 8 800 posti a sedere. La squadra, i cui colori sociali sono il giallo e il nero, affronta il Tromsø nel derby denominato Slaget om Nord-Norge.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mentre in altre città della contea di Nordland come Narvik, Mo i Rana e Mosjøen erano già state fondate squadre di calcio, il Bodø è nato relativamente tardi, nel 1916. Il club fu fondato come Fotballklubben Bodø/Glimt (norvegese per "club calcistico Bodø/fulmine"). Uno dei suoi fondatori fu l'abile calciatore e sciatore Erling Tjærandsen, che divenne anche il primo presidente del club e in seguito un membro onorario del sodalizio. La prima partita del Glimt fu contro la rappresentativa della scuola superiore di Bodø, essendo all'epoca il Glimt l'unica squadra di calcio della città di Bodø.

Nel 1919 il Glimt vinse il suo primo titolo, il campionato della contea di Nordland, ma negli anni '20 visse un periodo di crisi, economica e sportiva. L'ipotesi di una fusione tra il Glimt e lo Skiclub B. & O.I. si risolse in un nulla di fatto, così il sodalizio rimase inattivo fino al 1929, quando, grazie ad alcuni talenti calcistici provenienti dal sud del paese e ad allenatori come Jørgen Juve, fu ricostituito. Negli anni '30 il Glimt iniziò anche ad allenarsi al chiuso per contenere l'impatto dei rigidi inverni artici di Bodø.

Questo nuovo approccio produsse, tra la fine degli anni '20 e l'inizio degli anni '30, risultati positivi e il Glimt guadagnò un certo prestigio nella Norvegia del nord, imponendosi ripetutamente nella Coppa della Norvegia settentrionale, fino ad aggiudicarsi nove volte il trofeo, e, gradualmente, anche a livello nazionale.

Le squadre della Norvegia settentrionale non ebbero la possibilità di competere nella Coppa di Norvegia fino al 1963. Alla prima partita di coppa, nel 1963, il Bodø/Glimt raggiunse il quarto turno vincendo in casa per 7-1 contro il Nordil. Nelle successive gare di coppa ottenne due vittorie in trasferta su Nidelv (club di Trondheim) e Rosenborg, mentre al quarto turno perse per 2-0 in trasferta contro il Frigg Oslo. Malgrado l'uscita di scena, il Bodø/Glimt dimostrò che le squadre della zona settentrionale del paese potevano competere con le più quotate compagini del sud.

Fu solo nel 1972 che le squadre del nord ebbero la possibilità di lottare per la promozione nella massima serie norvegese, dopo decenni in cui si riteneva che le formazioni di Nordland, Troms e Finnmark non potessero competere allo stesso livello delle squadre del sud.

Nel 1973 la seconda divisione norvegese fu divisa in tre gironi, due per le squadre del sud e uno per le squadre del nord. Il Bodø/Glimt impiegò tre anni per ottenere la promozione, anche a causa delle regole vigenti all'epoca. Le due squadre campioni delle due divisioni meridionali venivano automaticamente promosse, mentre la squadra campione del nord doveva, al fine di ottenere la promozione nella massima categoria, affrontare le due compagini giunte seconde nei due gironi meridionali in gare di spareggio. Il regolamento si fece ancora più penalizzante per le squadre del nord nel 1975, quando il Bodø/Glimt vinse la Coppa di Norvegia, ma non riuscì a ottenere la promozione a causa di regole speciali istituite per i play-off, che svantaggiarono i club della Norvegia del nord.

Nelle stagioni 1974 e 1975 il Bodø/Glimt vinse il campionato di seconda divisione, ma ciò non fu sufficiente per ottenere la promozione, avendo la squadra perso gli spareggi (pur senza uscire sconfitti, avendo raccolto dei pareggi).

Nel 1976 il Bodø/Glimt riuscì finalmente a superare gli spareggi della seconda divisione battendo per 4-0 l'Odd e pareggiando per 1-1 contro il Lyn Oslo e diventando la seconda squadra della Norvegia settentrionale a centrare la promozione nel massimo campionato nazionale dopo il Mjølner, promosso nel 1971. Fu necessario attendere la fine degli anni '70 perché la federcalcio norvegese modificasse le regole della promozione, abolendo gli spareggi tra le squadre del nord e le squadre del sud. Da quel momento tutte le squadre avrebbero potuto ottenere la promozione, indipendentemente dalla loro posizione geografica.

Dopo uno splendido debutto in prima divisione nel 1977, con il secondo posto in campionato dietro il Lillestrøm e la finale di coppa persa anch'essa contro il Lillestrøm, il Bodø/Glimt disputò tre altre stagioni in massima serie, prima di retrocedere nel 1980, dopo aver concluso l'annata al dodicesimo e ultimo posto della classifica.

Gli anni '80 furono il periodo più difficile nella storia del club, che militò per varie stagioni in seconda divisione e financo nella terza divisione regionale. Per un paio d'anni, a metà degli anni '80, la squadra non fu neanche la migliore di Bodø, con il Grand Bodø in cima alla classifica.

Le sofferenze finirono nel 1991, quando, sotto la guida dell'allenatore Jan Muri, il Bodø/Glimt riuscì a tornare in seconda divisione. Fu poi ingaggiato l'allenatore Trond Sollied, che nel 1992 condusse la squadra alla promozione in massima serie e, nel 1993, al secondo posto in Eliteserien, oltre che alla vittoria della Coppa di Norvegia, grazie al successo per 2-0 in finale contro lo Strømsgodset.

All'inizio degli anni 2000 il Bodø/Glimt si affermò come una delle migliori squadre norvegesi, concludendo al secondo posto il campionato nel 2003, anno in cui fu persa la finale di coppa nazionale, ma nel campionato 2004 chiuse al terzultimo posto, evitando la retrocessione agli spareggi. Nel 2005 retrocesse in seconda serie, da cui risalì nel 2007 tramite i play-off. Una nuova retrocessione in seconda serie occorse nel 2009 e fu necessario aspettare il 2013 per rivedere la squadra in massima serie. Anche nel 2016 il Bodø/Glimt retrocesse in seconda divisione, da cui risalì l'anno dopo.

Nella Eliteserien 2019 giunse al secondo posto, qualificandosi ai preliminari di Europa League 2020-2021. Tornata dopo quindici anni a calcare il palcoscenico continentale, la squadra fu eliminata al terzo turno dal Milan. La stagione 2020 vede il club vincere per la prima volta l'Eliteserien dopo una stagione dominata, con un vantaggio finale di ben 19 punti sul Molde secondo classificato. Con la conquista del titolo, il Bodø/Glimt divenne anche il primo club della Norvegia settentrionale ad aggiudicarsi il campionato nazionale, successo bissato nel 2021, con 3 punti di vantaggio sulla seconda in classifica, il Molde. Nella stagione 2021-2022 la squadra giunse ai quarti di finale di Conference League eliminata dalla Roma; memorabile, durante la cavalcata europea della squadra, è la partita dei gironi giocata in Norvegia contro gli stessi capitolini, in cui il Bodø/Glimt è stato capace di vincere 6-1.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Fotballklubben Bodø/Glimt[1]
  • 1963 - 1° in 3. divisjon distretto IX.[2]
  • 1964 - 1° in 3. divisjon distretto IX
  • 1965 - 1° in 3. divisjon distretto IX
  • 1966 - 2° in 3. divisjon distretto IX
  • 1967 - 3° in 3. divisjon distretto IX-X
  • 1968 - 1° in 3. divisjon distretto IX-X
  • 1969 - 2° in 3. divisjon distretto IX-X
  • 1970 - 2° in 2. divisjon distretto IX-X

  • 1971 - 5° in 2. divisjon distretto IX-X
  • 1972 - 2° in 2. divisjon distretto IX-X
  • 1973 - 3° in 2. divisjon distretto IX-X
  • 1974 - 1° in 2. divisjon distretto IX-X. Perde i play-off promozione.
Semifinalista di Coppa di Norvegia.
  • 1975 - 1° in 2. divisjon distretto IX-X. Perde i play-off promozione.
Vince la Coppa di Norvegia (1º titolo)
  • 1976 - 1° in 2. divisjon distretto IX-X. Promosso in 1. divisjon dopo aver vinto i play-off.
Sedicesimi di finale di Coppa delle Coppe.
  • 1977 - 2° in 1. divisjon
Finale di Coppa di Norvegia
  • 1978 - 9° in 1. divisjon
Ottavi di finale di Coppa delle Coppe.
  • 1979 - 7° in 1. divisjon
  • 1980 - 12° in 1. divisjon. Retrocesso in 2. divisjon

  • 1981 - 7° in 2. divisjon gruppo B
  • 1982 - 8° in 2. divisjon gruppo A
  • 1983 - 12° in 2. divisjon gruppo B. Retrocesso in 3. divisjon
  • 1984 - 3° in 3. divisjon gruppo F
  • 1985 - 2° in 3. divisjon gruppo F
  • 1986 - 1° in 3. divisjon gruppo F. Promosso in 2. divisjon
  • 1987 - 7° in 2. divisjon gruppo B
  • 1988 - 6° in 2. divisjon gruppo B
  • 1989 - 12° in 2. divisjon gruppo B. Retrocesso in 3. divisjon
  • 1990 - 2° in 3. divisjon gruppo F. Promosso in 2. divisjon

  • 1991 - 1° in 2. divisjon gruppo F. Promosso in 1. divisjon[3]
  • 1992 - 1° in 1. divisjon gruppo A. Promosso in Tippeligaen
  • 1993 - 2° in Tippeligaen
Vince la Coppa di Norvegia (2º titolo)
Sedicesimi di finale di Coppa delle Coppe
Finale di Coppa di Norvegia
Trentaduesimi di finale di Coppa UEFA
Semifinalista di Coppa di Norvegia.
Primo turno di Coppa UEFA
Semifinalista di Coppa di Norvegia.

Finale di Coppa di Norvegia.
Primo turno di Coppa UEFA.

Semifinalista di Coppa di Norvegia.
Terzo turno di qualificazione di UEFA Europa League.

Finale di Coppa di Norvegia.
Primo turno di qualificazione di Champions League.
Quarti di finale di Europa Conference League.
Spareggi di Champions League.
Fase a gironi di Europa League.
Spareggi di Europa Conference League.
Semifinalista in Coppa di Norvegia.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del F.K. Bodø/Glimt.
Allenatori[1]

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del F.K. Bodø/Glimt.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2014, 2022, 2023
2014, 2023
1930, 1933, 1934, 1939, 1952, 1963, 1964, 1967, 1969
2008, 2013

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finalista: 1949, 1955, 1961, 1962, 1966
1998-1999

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Il principale gruppo di sostenitori del Bodø/Glimt sono i Glimt-Supporters, famosi per i loro grandi spazzolini decorati con stemmi della squadra. I più noti gruppi di tifosi del Bodø/Glimt sono: "1916", "Den Gule Horde" (norvegese per "l'orda gialla"), "Glimt i Sør" (Glimt Sud) e "Glimt i Steigen" (Glimt di Steigen).

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2024[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 3 febbraio 2024.

N. Ruolo Calciatore
1 Bandiera della Norvegia P Julian Faye Lund
2 Bandiera della Norvegia D Marius Lode
3 Bandiera della Norvegia D Omar Elabdellaoui
4 Bandiera della Norvegia D Odin Bjørtuft
5 Bandiera della Norvegia D Brice Wembangomo
6 Bandiera della Norvegia D Isak Amundsen
8 Bandiera della Danimarca C Albert Grønbæk
9 Bandiera della Norvegia A Jens Petter Hauge
10 Bandiera della Norvegia C Daniel Bassi
11 Bandiera della Norvegia A Runar Espejord
12 Bandiera della Russia P Nikita Hajkin
14 Bandiera della Norvegia C Ulrik Saltnes
15 Bandiera della Norvegia D Fredrik André Bjørkan
16 Bandiera della Norvegia C Morten Konradsen
N. Ruolo Calciatore
18 Bandiera della Norvegia D Brede Moe
19 Bandiera della Norvegia C Sondre Fet
20 Bandiera della Norvegia C Fredrik Sjøvold
22 Bandiera della Norvegia A Petter Nosakhare Dahl
25 Bandiera della Norvegia C Tobias Gulliksen
27 Bandiera della Norvegia A Sondre Sørli
28 Bandiera della Norvegia A Oscar Kapskarmo
30 Bandiera della Danimarca D Adam Sørensen
37 Bandiera della Norvegia C Ask Tjærandsen-Skau
44 Bandiera della Norvegia P Magnus Brøndbo
45 Bandiera della Norvegia P Isak Aron Sjong
47 Bandiera della Norvegia D Stian Kristiansen
77 Bandiera della Norvegia C Patrick Berg
99 Bandiera della Slovenia A Nino Žugelj

Rosa 2023[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 1º settembre 2023.

N. Ruolo Calciatore
1 Bandiera della Norvegia P Julian Faye Lund
2 Bandiera della Norvegia D Marius Lode
3 Bandiera della Norvegia D Omar Elabdellaoui
4 Bandiera della Norvegia D Odin Bjørtuft
5 Bandiera della Norvegia D Brice Wembangomo
6 Bandiera della Norvegia D Isak Amundsen
7 Bandiera della Norvegia A Amahl Pellegrino
8 Bandiera della Danimarca C Albert Grønbæk
10 Bandiera della Norvegia C Daniel Bassi
11 Bandiera della Norvegia A Runar Espejord
12 Bandiera della Russia P Nikita Hajkin
14 Bandiera della Norvegia C Ulrik Saltnes
15 Bandiera della Norvegia D Fredrik André Bjørkan
16 Bandiera della Norvegia C Morten Konradsen
18 Bandiera della Norvegia D Brede Moe
N. Ruolo Calciatore
19 Bandiera della Norvegia C Sondre Fet
20 Bandiera della Norvegia C Fredrik Sjøvold
22 Bandiera della Norvegia A Petter Nosakhare Dahl
25 Bandiera della Norvegia C Tobias Gulliksen
27 Bandiera della Norvegia A Sondre Sørli
28 Bandiera della Norvegia A Oscar Kapskarmo
29 Bandiera del Camerun A Faris Moumbagna
30 Bandiera della Danimarca D Adam Sørensen
37 Bandiera della Norvegia C Ask Tjærandsen-Skau
44 Bandiera della Norvegia P Magnus Brøndbo
45 Bandiera della Norvegia P Isak Aron Sjong
47 Bandiera della Norvegia D Stian Kristiansen
77 Bandiera della Norvegia C Patrick Berg
99 Bandiera della Slovenia A Nino Žugelj

Rosa 2022[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 14 gennaio 2022.

N. Ruolo Calciatore
2 Bandiera della Danimarca D Japhet Sery Larsen
3 Bandiera dell'Islanda D Alfons Sampsted
4 Bandiera della Norvegia D Marius Høibråten
5 Bandiera della Norvegia D Brice Wembangomo
6 Bandiera della Norvegia D Isak Amundsen
7 Bandiera della Norvegia A Amahl Pellegrino
9 Bandiera della Norvegia A Ola Solbakken
10 Bandiera della Norvegia C Hugo Vetlesen
11 Bandiera della Norvegia A Runar Espejord
12 Bandiera della Russia P Nikita Hajkin
14 Bandiera della Norvegia C Ulrik Saltnes
15 Bandiera della Norvegia C Patrick Berg
16 Bandiera della Norvegia C Morten Konradsen
17 Bandiera della Norvegia C Gaute Høberg Vetti
18 Bandiera della Norvegia D Brede Moe
N. Ruolo Calciatore
19 Bandiera della Norvegia C Sondre Fet
20 Bandiera della Norvegia C Fredrik Sjøvold
21 Bandiera della Norvegia D Vegard Kongsro
22 Bandiera della Norvegia C Vegard Moberg
23 Bandiera della Norvegia C Elias Kristoffersen Hagen
24 Bandiera della Norvegia A Lasse Nordås
25 Bandiera della Norvegia P Marcus Andersen
26 Bandiera della Norvegia D Sigurd Kvile
27 Bandiera della Norvegia A Sondre Sørli
32 Bandiera della Norvegia A Joel Mugisha
35 Bandiera della Norvegia C Adan Abadala Hussein
37 Bandiera della Norvegia C Ask Tjaerandsen-Skau
43 Bandiera della Norvegia D Brynjar Johnsplass
77 Bandiera del Ghana A Gilbert Koomson
Bandiera della Norvegia D Marius Lode

Rose stagioni passate[modifica | modifica wikitesto]

Le singole voci sono elencate nella Categoria:Stagioni del F.K. Bodø/Glimt.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (NO) Oversikt over Bodø/Glimts trenere siden 1975, su bg.wips.no. URL consultato il 28 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2012).
  2. ^ Fino al 1971, per le squadre della Norvegia settentrionale non era possibile competere per la promozione in Eliteserien. Fino al 1978 la vincitrice del girone di seconda serie della Norvegia settentrionale non guadagnava la promozione diretta in Eliteserien, ma l'accesso agli spareggi contro le seconde classificate dei due gironi di seconda serie della Norvegia meridionale. Il 1979 fu il primo anno in cui le squadre della Norvegia settentrionale poterono gareggiare con pari possibilità di quelle concesse alle squadre della Norvegia meridionale.
  3. ^ A partire dalla stagione 1991, la terza serie fu ridenominata 2. divisjon, la seconda serie 1. divisjon e la massima serie Eliteserien (Tippeligaen dal 1991 al 2016)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9430148947790254950009 · WorldCat Identities (ENviaf-9430148947790254950009
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio