Unione Calcio Sampdoria 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Unione Calcio Sampdoria.

Unione Calcio Sampdoria
Unione Calcio Sampdoria 1976-77.jpg
Stagione 1976-1977
AllenatoreItalia Eugenio Bersellini
PresidenteItalia Glauco Lolli Ghetti
Serie A14º posto (retrocessa in Serie B)
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Lippi, Tuttino (30)
Miglior marcatoreCampionato: Saltutti (6)
Abbonati3314
Media spettatori23300

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Calcio Sampdoria nelle competizioni ufficiali della stagione 1976-1977.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'annata, che sancirà la seconda retrocessione nella storia della Sampdoria, non si aprì sotto i migliori auspici. In sede di mercato i tifosi sperarono fino all'ultimo giorno nell'arrivo dell'attaccante avellinese Musiello, ma la speranza non si concretizzò poiché il centravanti passò alla Roma. Anzi, nell'ultimo giorno di mercato i tifosi blucerchiati videro partire destinazione Firenze uno dei migliori giocatori della rosa: il terzino Marco Rossinelli. Per sostituirlo la società blucerchiata prelevò Vito Callioni dal Vicenza, mentre a "rafforzare" l'attacco arrivo Gianluigi Savoldi (fratello minore di Beppe Savoldi).

Le opache prestazioni in Coppa Italia (4 sconfitte su 4) contribuirono a far lievitare il malumore della piazza. L'inizio del campionato rivelò che i timori dei tifosi erano fondati. Neanche l'arrivo, durante il mercato di riparazione, del centravanti Bresciani (prelevato dalla Fiorentina) migliorò la precaria situazione di classifica. Nonostante una fragorosa tripletta al Verona il giovane attaccante non riuscì a risolvere i problemi realizzativi che affliggevano l'undici blucerchiato. Dopo la sconfitta nel derby di ritorno la Sampdoria si lanciò nella solita rimonta di primavera che però si fermò alla penultima giornata.

In un drammatico spareggio salvezza giocato al Dall'Ara di Bologna, i blucerchiati (seguiti da oltre diecimila tifosi) naufragarono al cospetto dei felsinei che andarono in rete per tre volte nella prima mezzora. L'ultima partita giocata a Marassi contro la Juventus vide una Samp generosa e sciupona (incredibili i gol sbagliati da Bresciani e De Giorgis) punita da una Juventus reduce il mercoledì precedente dal trionfo in Coppa Uefa sul campo di Bilbao. Il 2-0 finale (Bettega e Boninsegna) assegnò matematicamente lo scudetto ai bianconeri e sancì la seconda, amara, retrocessione dei blucerchiati.

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[1] Area direttiva

Presidente: Italia Glauco Lolli Ghetti
Segretario: Italia Mario Rebuffa

Area tecnica

Allenatore: Italia Eugenio Bersellini

Area sanitaria

Medico sociale: Italia Andrea Chiapuzzo
Massaggiatore: Italia Aurelio Comino

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
- Italia P Massimo Cacciatori
- Italia P Rosario Di Vincenzo
- Italia D Domenico Arnuzzo
- Italia D Vito Callioni
- Italia D Marcello Lippi
- Italia D Luciano Zecchini
- Italia D Mauro Ferroni
- Italia C Gianfranco Bedin
N. Ruolo Giocatore
- Italia C Pellegrino Valente
- Italia C Gianluigi Savoldi
- Italia C Paolo Tuttino
- Italia C Alviero Chiorri
- Italia A Carlo Bresciani
- Italia A Maurizio Orlandi
- Italia A Giorgio De Giorgis
- Italia A Nello Saltutti

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1976-1977.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
3 ottobre 1976
1ª giornata
Torino3 – 1SampdoriaStadio Comunale (35198 spett.)

Genova
10 ottobre 1976
2ª giornata
Sampdoria0 – 0MilanStadio Luigi Ferraris (25980 spett.)

Catanzaro
24 ottobre 1976
3ª giornata
Catanzaro1 – 0SampdoriaStadio Comunale (14811 spett.)

Genova
31 ottobre 1976
4ª giornata
Sampdoria0 – 0LazioStadio Luigi Ferraris (18778 spett.)

Genova
7 novembre 1976
5ª giornata
Genoa1 – 1SampdoriaStadio Luigi Ferraris (50846 spett.)

Genova
21 novembre 1976
6ª giornata
Sampdoria2 – 1CesenaStadio Luigi Ferraris (13209 spett.)

Foggia
28 novembre 1976
7ª giornata
Foggia2 – 0SampdoriaStadio Zaccheria (18134 spett.)

Genova
5 dicembre 1976
8ª giornata
Sampdoria3 – 1VeronaStadio Luigi Ferraris (14153 spett.)

Genova
12 dicembre 1976
9ª giornata
Sampdoria0 – 1InterStadio Luigi Ferraris (26733 spett.)

Firenze
19 dicembre 1976
10ª giornata
Fiorentina1 – 1SampdoriaStadio Comunale (23562 spett.)

Genova
2 gennaio 1977
11ª giornata
Sampdoria2 – 2NapoliStadio Luigi Ferraris (15600 spett.)

Roma
9 gennaio 1977
12ª giornata
Roma3 – 0SampdoriaStadio Olimpico (30628 spett.)

Perugia
16 gennaio 1977
13ª giornata
Perugia0 – 0SampdoriaStadio Pian di Massiano (11870 spett.)

Genova
30 gennaio 1977
14ª giornata
Sampdoria0 – 0BolognaStadio Luigi Ferraris (17730 spett.)

Torino
6 febbraio 1977
15ª giornata
Juventus3 – 0SampdoriaStadio Comunale (30226 spett.)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
13 febbraio 1977
16ª giornata
Sampdoria2 – 3TorinoStadio Luigi Ferraris (26895 spett.)

Milano
20 febbraio 1977
17ª giornata
Milan3 – 0SampdoriaSan Siro (24128 spett.)

Genova
27 febbraio 1977
18ª giornata
Sampdoria3 – 1CatanzaroStadio Luigi Ferraris (17680 spett.)

Roma
6 marzo 1977
19ª giornata
Lazio1 – 0SampdoriaStadio Olimpico (29503 spett.)

Genova
13 marzo 1977
20ª giornata
Sampdoria1 – 2GenoaStadio Luigi Ferraris (47434 spett.)

Cesena
20 marzo 1977
21ª giornata
Cesena1 – 1SampdoriaStadio La Fiorita (14243 spett.)

Genova
27 marzo 1977
22ª giornata
Sampdoria2 – 1FoggiaStadio Luigi Ferraris (17724 spett.)

Verona
3 aprile 1977
23ª giornata
Verona2 – 2SampdoriaStadio Marcantonio Bentegodi (23820 spett.)

Milano
10 aprile 1977
24ª giornata
Inter0 – 0SampdoriaSan Siro (29252 spett.)

Genova
17 aprile 1977
25ª giornata
Sampdoria2 – 2FiorentinaStadio Luigi Ferraris (23675 spett.)

Napoli
24 aprile 1977
26ª giornata
Napoli1 – 1SampdoriaStadio San Paolo (64867 spett.)

Genova
1º maggio 1977
27ª giornata
Sampdoria1 – 0RomaStadio Luigi Ferraris (18860 spett.)

Genova
8 maggio 1977
28ª giornata
Sampdoria2 – 0PerugiaStadio Luigi Ferraris (19504 spett.)

Bologna
15 maggio 1977
29ª giornata
Bologna4 – 1SampdoriaStadio Renato Dall'Ara (37291 spett.)

Genova
22 maggio 1977
30ª giornata
Sampdoria0 – 2JuventusStadio Luigi Ferraris (45551 spett.)

Coppa Italia 1976/77[modifica | modifica wikitesto]

7. Girone[modifica | modifica wikitesto]

I Giornata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
29 agosto 1976
Sampdoria0 – 1Lanerossi Vicenza (4000 spett.)

III Giornata[modifica | modifica wikitesto]

Perugia
5 settembre 1976
Perugia2 – 1SampdoriaStadio Pian di Massiano (15000 spett.)

IV Giornata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
12 settembre 1976
Sampdoria1 – 2CagliariStadio Luigi Ferraris (5000 spett.)

V Giornata[modifica | modifica wikitesto]

Modena
19 settembre 1976
Modena3 – 1SampdoriaStadio Alberto Braglia (6000 spett.)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti Totale DR
G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 24 30 6 12 12 28 42 -14
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 4 0 0 4 3 8 -5
Totale - 34 6 12 16 31 50 -19

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

[3]

Giocatore Serie A
Presenze Reti
Arnuzzo, D. D. Arnuzzo 28-
Bedin, G. G. Bedin 281
Bresciani, C. C. Bresciani 254
Cacciatori, M. M. Cacciatori 24-
Callioni, V. V. Callioni 254
Chiorri, A. A. Chiorri 82
De Giorgis, G. G. De Giorgis 151
Di Vincenzo, R. R. Di Vincenzo 8-
Ferroni, M. M. Ferroni 16-
Lippi, M. M. Lippi 301
Orlandi, M. M. Orlandi 16-
Saltutti, N. N. Saltutti 286
Savoldi, G. G. Savoldi 282
Tuttino, P. P. Tuttino 302
Valente, P. P. Valente 251
Zecchini, L. L. Zecchini 262

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La raccolta completa degli album Panini, 1974-75, p. 54
  2. ^ La raccolta completa degli album Panini, 1976-77, pp. 54-55
  3. ^ La raccolta completa degli album Panini, 1974-75, p. 8

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari, La raccolta completa degli album Panini, 1ª ed., Panini per la Gazzetta dello Sport, 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]