Unione Calcio Sampdoria 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Unione Calcio Sampdoria.

Unione Calcio Sampdoria
Stagione 2011-2012
Allenatore Italia Gianluca Atzori
Italia Giuseppe Iachini[1]
Presidente Italia Riccardo Garrone
Serie B 6º posto (promossa in A)[2]
Coppa Italia Terzo turno
Maggiori presenze Campionato: Foggia (31)
Totale: Foggia, Obiang, Pozzi, Rispoli (34)
Miglior marcatore Campionato: Pozzi (15)
Totale: Pozzi (19)
Abbonati 17 044
Maggior numero di spettatori 27 601 vs. Varese (6 giugno 2012)
Minor numero di spettatori 18 654 vs. AlbinoLeffe (11 febbraio 2012)
Media spettatori 20 854¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Calcio Sampdoria nelle competizioni ufficiali della stagione 2011-2012.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Sampdoria e Varese in campo prima della finale di ritorno dei play-off.

Il 4 settembre 2011, nella terza giornata di Serie B, la Sampdoria sconfigge il Gubbio per 6-0: è questo il più largo successo interno nel campionato cadetto, che supera i 5-0 contro Parma (17 febbraio 1980) e Brescia (7 febbraio 1982).[3] Dopo l'esonero di Atzori, avvenuto il 13 novembre,[4] la conduzione tecnica è affidata a Giuseppe Iachini.[5][6] L'aritmetica qualificazione ai play-off viene raggiunta con due turni di anticipo, grazie alla vittoria contro la Juve Stabia.[7] Il piazzamento della stagione regolare è il sesto posto.[8] Sconfitto il Sassuolo nelle semifinali, con una vittoria casalinga e un pareggio esterno,[9] la Sampdoria incontra il Varese: il doppio confronto si risolve con due successi blucerchiati, per 3-2 a Genova e per 1-0 in Lombardia. Il club torna quindi in massima serie dopo un solo anno di assenza.[10]

In Coppa Italia, è eliminata al terzo turno dall'Empoli.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2011-2012 è Kappa, mentre lo sponsor ufficiale è Gamenet.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza Divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Consiglio di Amministrazione

  • Presidente: Riccardo Garrone
  • Vicepresidente Vicario: Edoardo Garrone
  • Vice presidente: Fabrizio Parodi
  • Consiglieri: Vittorio Garrone, Emanuele Repetto, Giorgio Vignolo, Monica Mondini, Enrico Cisnetto, Antonio Guastoni

Area organizzativa

  • Direttore Organizzativo e Segretario Generale: Umberto Marino
  • Segretario Sportivo: Massimo Cosentino
  • Team manager: Giorgio Ajazzone

Area Amministrativa

  • Direttore Amministrativo: Filippo Spitaleri

Area comunicazione

  • Direttore Comunicazione: Alberto Marangon
  • Ufficio Stampa: Matteo Gamba

Area marketing

  • Direttore Marketing: Marco Caroli
  • Ufficio marketing: Giuseppe Croce, Christian Monti, Angelo Catanzano

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile Medico: Dott. Amedeo Baldari
  • Medici sociali: Dott. Claudio Mazzola, Dott. Gian Edilio Solimei
  • Massaggiatori e Fisioterapisti: Marco Bertuzzi, Mauro Doimi, Maurizio Lo Biundo

Settore Giovanile

  • Responsabile Tecnico: Fabio Lupo
  • Responsabile Organizzativo: Alessandro Pizzoli
  • Segretario Settore Giovanile: Alessandro Terzi
  • Coordinatore Medico Settore Giovanile: Dott. Davide Mantovani

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Brasile P Angelo da Costa
3 Italia D Andrea Costa
4 Svizzera C Marco Padalino
5 Italia D Pietro Accardi[11]
5 Brasile D Renan[12]
6 Italia D Massimo Volta
7 Italia C Paolo Castellini
8 Germania D Shkodran Mustafi[12]
9 Italia A Nicola Pozzi (vice-capitano)
10 Italia C Pasquale Foggia
11 Ungheria C Vladimir Koman[11]
11 Italia C Gianni Munari[12]
13 Svizzera D Gaetano Berardi[12]
14 Spagna C Pedro Obiang
16 Italia A Salvatore Foti[11]
16 Grecia C Savvas Gentzoglou[12]
17 Italia C Angelo Palombo[11]
18 Ungheria C Zsolt Laczkó
19 Uruguay A Bruno Fornaroli
N. Ruolo Giocatore
20 Argentina P Sergio Romero
21 Italia C Roberto Soriano
22 Italia A Cristian Bertani
23 Italia C Daniele Dessena[11]
23 Brasile A Éder[12]
25 Serbia C Nenad Krstičić
28 Italia D Daniele Gastaldello (capitano)
29 Argentina C Juan Antonio[12]
32 Italia A Massimo Maccarone[11]
33 Italia C Andrea Rispoli
35 Svizzera D Jonathan Rossini
44 Italia P Vincenzo Fiorillo
77 Italia C Franco Semioli
81 Italia C Simone Bentivoglio[11]
88 Italia C Francesco Signori[11]
90 Italia A Federico Piovaccari[11]
92 Italia P Andrea Tozzo
98 Argentina A Mauro Icardi
99 Italia A Graziano Pellè[12]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Durante il calciomercato estivo vengono ceduti molti elementi tra cui Luciano Zauri e Federico Macheda (fine prestiti), Fernando Tissone, Jonathan Biabiany, Andrea Poli, Reto Ziegler, Daniele Mannini, Stefano Guberti, Stefano Lucchini, Paolo Sammarco e Gianluca Curci; al loro posto vengono acquistati Cristian Bertani, Federico Piovaccari, Simone Bentivoglio, Sergio Romero, Pasquale Foggia, Paolo Castellini, Andrea Costa, Andrea Rispoli e fanno ritorno dai rispettivi prestiti Roberto Soriano, Francesco Signori, Pietro Accardi, Vincenzo Fiorillo, Jonathan Rossini, Bruno Fornaroli e Salvatore Foti che vanno a completare la rosa.

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Vincenzo Fiorillo Spezia Spezia fine prestito
P Daniele Padelli Bari Bari fine prestito
P Sergio Romero AZ Alkmaar AZ Alkmaar definitivo
D Vasco Regini Foggia Foggia fine prestito
D Marius Stankevičius Valencia fine prestito
D Fabrizio Cacciatore Siena Siena fine prestito
D Jonathan Rossini Sassuolo Sassuolo fine prestito
D Pietro Accardi Brescia Brescia fine prestito
D Andrea Costa Reggina Reggina prestito
C Roberto Soriano Empoli Empoli fine prestito
C Francesco Signori Modena Modena fine prestito
C Paolo Sammarco Cesena Cesena fine prestito
C Andrea Rispoli Parma prestito
C Paolo Castellini Parma prestito
C Simone Bentivoglio Chievo Chievo prestito
C Pasquale Foggia Lazio prestito
C Oscar Branzani Taranto Taranto definitivo
A Salvatore Foti Empoli Empoli fine prestito
A Uruguay Bruno Fornaroli Nacional Nacional fine prestito
A Alessandro Romeo Ascoli Picchio Ascoli definitivo
A Federico Piovaccari Cittadella Cittadella definitivo
A Cristian Bertani Novara Novara definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Gianluca Curci Roma definitivo
P Daniele Padelli Udinese prestito
D Reto Ziegler svincolato
D Luciano Zauri Lazio fine prestito
D Gilberto Martínez Brescia Brescia fine prestito
D Romano Perticone Livorno Livorno fine prestito
D Stefano Lucchini Atalanta Atalanta definitivo
D Marius Stankevičius Lazio definitivo
D Fabrizio Cacciatore Varese Varese prestito
D Vasco Regini Empoli Empoli prestito
D Vedran Celjak Pergocrema Pergocrema prestito
D Gianluigi Bianco Grosseto Grosseto prestito
C Stefano Guberti Roma definitivo
C Daniele Mannini Napoli definitivo
C Oscar Branzani Cittadella Cittadella compartecipazione
C Paolo Sammarco Chievo Chievo prestito
C Andrea Poli Inter prestito
C Fernando Tissone Maiorca Maiorca prestito
A Federico Macheda Manchester Utd fine prestito
A Mattia Mustacchio Vicenza compartecipazione
A Jonathan Biabiany Parma prestito
A Simone Zaza Juve Stabia Juve Stabia prestito
A Alessandro Romeo Ascoli Picchio Ascoli prestito
A Emanuele Testardi Pergocrema Pergocrema prestito

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Nel girone di andata, la squadra non riesce a trovare continuità nei risultati, mostrando un pessimo gioco di squadra, che portò la squadra nella parte destra della classifica del campionato cadetto. Visto che l'obbiettivo di inizio stagione era la promozione, la società decide di operarare una vera e propria rivoluzione durante il calciomercato di gennaio acquistando e cedendo molti giocatori. Tra le varie cessioni ci furono quelle di: Pietro Accardi, Vladimir Koman, Salvatore Foti, Angelo Palombo, Daniele Dessena, Massimo Maccarone, Simone Bentivoglio, Francesco Signori e Federico Piovaccari. Tra i nuovi acquisti, invece, figurarono: Renan Garcia, Shkodran Mustafi, Gianni Munari, Gaetano Berardi, Savvas Gentzoglou, Éder, Juan Antonio e Graziano Pellè.

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Gaetano Berardi Brescia Brescia definitivo
D Shkodran Mustafi Everton Everton definitivo
D Gianluigi Bianco Grosseto Grosseto fine prestito
C Renan CFR Cluj prestito
C Gianni Munari Fiorentina definitivo
C Savvas Gentzoglou AEK Atene AEK Atene definitivo
A Juan Antonio Brescia Brescia definitivo
A Éder Cesena Cesena prestito
A Graziano Pellè Parma prestito
A Simone Zaza Juve Stabia Juve Stabia fine prestito
A Emanuele Testardi Pergocrema Pergocrema fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Pietro Accardi Brescia Brescia definitivo
D Gianluigi Bianco Vicenza prestito
C Angelo Palombo Inter prestito
C Daniele Dessena Cagliari Cagliari definitivo
C Simone Bentivoglio Chievo Chievo fine prestito
C Vladimir Koman Monaco definitivo
C Francesco Signori Modena Modena prestito
A Massimo Maccarone Empoli Empoli prestito
A Federico Piovaccari Brescia Brescia prestito
A Salvatore Foti Brescia Brescia prestito
A Simone Zaza Viareggio Viareggio prestito
A Emanuele Testardi Siracusa Siracusa prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[13][modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Serie B 2011-2012.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
25 agosto 2011, ore 20:45 UTC+1
1ª giornata
Sampdoria 2 – 2
referto
Padova Padova Stadio Luigi Ferraris (22.931 spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Livorno
30 agosto 2011, ore 20:45 UTC+1
2ª giornata
Livorno Livorno 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Armando Picchi (7.810 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Genova
4 settembre 2011, ore 15:00 UTC+1
3ª giornata
Sampdoria 6 – 0
referto
Gubbio Gubbio Stadio Luigi Ferraris (21.729 spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Empoli
12 settembre 2011, ore 20:45 UTC+1
4ª giornata
Empoli Empoli 1 – 3
referto
Sampdoria Stadio Carlo Castellani (4.166 spett.)
Arbitro Giancola (Vasto)

Genova
17 settembre 2011, ore 15:00 UTC+1
5ª giornata
Sampdoria 0 – 0
referto
Grosseto Grosseto Stadio Luigi Ferraris (21.463 spett.)
Arbitro Ostinelli (Como)

Bergamo
24 settembre 2011, ore 15:00 UTC+1
6ª giornata
AlbinoLeffe AlbinoLeffe 1 – 3
referto
Sampdoria Stadio Atleti Azzurri d'Italia (3.172 spett.)
Arbitro Candussio (Cervignano del Friuli)

Genova
30 settembre 2011, ore 21:00 UTC+1
7ª giornata
Sampdoria 1 – 2
referto
Torino Stadio Luigi Ferraris (25.188 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Verona
5 ottobre 2011, ore 20:45 UTC+1
8ª giornata
Verona Verona 1 – 1
referto
Sampdoria Stadio Marcantonio Bentegodi (17.482 spett.)
Arbitro Velotto (Grosseto)

Genova
9 ottobre 2011, ore 12:30 UTC+1
9ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Sassuolo Sassuolo Stadio Luigi Ferraris (20.085 spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Ascoli Piceno
15 ottobre 2011, ore 15:00 UTC+1
10ª giornata
Ascoli Ascoli 1 – 2
referto
Sampdoria Stadio Cino e Lillo Del Duca (2.947 spett.)
Arbitro Ciampi (Roma)

Genova
22 ottobre 2011, ore 15:00 UTC+1
11ª giornata
Sampdoria 0 – 0
referto
Cittadella Cittadella Stadio Luigi Ferraris (19.856 spett.)
Arbitro Palazzino (Ciampino)

Nocera Inferiore
29 ottobre 2011, ore 15:00 UTC+1
12ª giornata
Nocerina Nocerina 4 – 2
referto
Sampdoria Stadio San Francesco d'Assisi (7.756 spett.)
Arbitro Giacomelli (Trieste)

Genova
1º novembre 2011, ore 15:00 UTC+1
13ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Crotone Crotone Stadio Luigi Ferraris (19.884 spett.)
Arbitro Gallione (Alessandria)

Brescia
7 novembre 2011, ore 21:00 UTC+1
14ª giornata
Brescia Brescia 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Mario Rigamonti (3.000 spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Genova
13 novembre 2011, ore 15:00 UTC+1
15ª giornata
Sampdoria 0 – 1
referto
Vicenza Stadio Luigi Ferraris (20.142 spett.)
Arbitro Giancola (Vasto)

Bari
19 novembre 2011, ore 15:00 UTC+1
16ª giornata
Bari Bari 1 – 1
referto
Sampdoria Stadio San Nicola (5.764 spett.)
Arbitro Velotto (Grosseto)

Genova
26 novembre 2011, ore 15:00 UTC+1
17ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Modena Modena Stadio Luigi Ferraris (19.633 spett.)
Arbitro Massa (Imperia)

Reggio Calabria
3 dicembre 2011, ore 18:00 UTC+1
18ª giornata
Reggina Reggina 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Oreste Granillo (5.220 spett.)
Arbitro Tozzi (Ostia Lido)

Genova
9 dicembre 2011, ore 20:45 UTC+1
19ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Juve Stabia Juve Stabia Stadio Luigi Ferraris (20.356 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Pescara
19 dicembre 2011, ore 20:45 UTC+1
20ª giornata
Pescara Pescara 1 – 0
referto
Sampdoria Stadio Adriatico (13.734 spett.)
Arbitro Ostinelli (Como)

Genova
6 gennaio 2012, ore 15:00 UTC+1
21ª giornata
Sampdoria 0 – 1
referto
Varese Varese Stadio Luigi Ferraris (20.839 spett.)
Arbitro Candussio (Cervignano del Friuli)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Padova
14 gennaio 2012, ore 15:00 UTC+1
22ª giornata
Padova Padova 1 – 2
referto
Sampdoria Stadio Euganeo (9.716 spett.)
Arbitro Ciampi (Roma)

Genova
20 gennaio 2012, ore 20:45 UTC+1
23ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Livorno Livorno Stadio Luigi Ferraris (19.900 spett.)
Arbitro Nasca (Bari)

Gubbio
28 gennaio 2012, ore 15:00 UTC+1
24ª giornata
Gubbio Gubbio 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Pietro Barbetti (3.977 spett.)
Arbitro Tozzi (Ostia Lido)

Genova
6 marzo 2012, ore 18:30 UTC+1
25ª giornata
Sampdoria 1 – 0
referto
Empoli Empoli Stadio Luigi Ferraris (19.330 spett.)
Arbitro Giancola (Vasto)

Grosseto
4 febbraio 2012, ore 15:00 UTC+1
26ª giornata
Grosseto Grosseto 0 – 1
referto
Sampdoria Stadio Carlo Zecchini (1.635 spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Genova
11 febbraio 2012, ore 15:00 UTC+1
27ª giornata
Sampdoria 1 – 0
referto
AlbinoLeffe AlbinoLeffe Stadio Luigi Ferraris (18.654 spett.)
Arbitro Palazzino (Ciampino)

Torino
20 febbraio 2012, ore 20:45 UTC+1
28ª giornata
Torino 2 – 1
referto
Sampdoria Stadio Olimpico (18.273 spett.)
Arbitro Massa (Imperia)

Genova
3 marzo 2012, ore 15:00 UTC+1
29ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Verona Verona Stadio Luigi Ferraris (22.892 spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Modena
10 marzo 2012, ore 15:00 UTC+1
30ª giornata
Sassuolo Sassuolo 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Alberto Braglia (5.106 spett.)
Arbitro Ciampi (Roma)

Genova
17 marzo 2011, ore 15:00 UTC+1
31ª giornata
Sampdoria 0 – 0
referto
Ascoli Picchio Ascoli Stadio Luigi Ferraris (19.796 spett.)
Arbitro Nasca (Bari)

Cittadella
24 marzo 2012, ore 15:00 UTC+1
32ª giornata
Cittadella Cittadella 1 – 2
referto
Sampdoria Stadio Piercesare Tombolato (3.115 spett.)
Arbitro Baratta (Salerno)

Genova
31 marzo 2012, ore 15:00 UTC+1
33ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Nocerina Nocerina Stadio Luigi Ferraris (20.091 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Crotone
6 aprile 2012, ore 19:00 UTC+1
34ª giornata
Crotone Crotone 1 – 0
referto
Sampdoria Stadio Ezio Scida (4.541 spett.)
Arbitro Candussio (Cervignano del Friuli)

Genova
14 aprile 2012, ore 15:00 UTC+1
35ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Brescia Brescia Stadio Luigi Ferraris (20.300 spett.)
Arbitro Ostinelli (Como)

Vicenza
21 aprile 2012, ore 15:00 UTC+1
36ª giornata
Vicenza 1 – 1
referto
Sampdoria Stadio Romeo Menti (6.505 spett.)
Arbitro Cervellera (Taranto)

Genova
28 aprile 2012, ore 15:00 UTC+1
37ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Bari Bari Stadio Luigi Ferraris (20.270 spett.)
Arbitro Ciampi (Roma)

Modena
1º maggio 2012, ore 12:30 UTC+1
38ª giornata
Modena Modena 0 – 2
referto
Sampdoria Stadio Alberto Braglia (6.456 spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Genova
6 maggio 2012, ore 12:30 UTC+1
39ª giornata
Sampdoria 3 – 1
referto
Reggina Reggina Stadio Luigi Ferraris (20.368 spett.)
Arbitro Palazzino (Ciampino)

Castellammare di Stabia
12 maggio 2012, ore 15:00 UTC+1
40ª giornata
Juve Stabia Juve Stabia 1 – 2
referto
Sampdoria Stadio Romeo Menti (4.284 spett.)
Arbitro Giancola (Vasto)

Genova
20 maggio 2012, ore 18:00 UTC+1
41ª giornata
Sampdoria 1 – 3
referto
Pescara Pescara Stadio Luigi Ferraris (24.578 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Varese
26 maggio 2012, ore 18:00 UTC+1
42ª giornata
Varese Varese 3 – 1
referto
Sampdoria Stadio Franco Ossola (6.613 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Genova
30 maggio 2012, ore 18:30 UTC+1
Semifinale - Andata
Sampdoria 2 – 1
referto
Sassuolo Sassuolo Stadio Luigi Ferraris (20.455 spett.)
Arbitro Ostinelli (Como)

Modena
2 giugno 2012, ore 21:00 UTC+1
Semifinale - Ritorno
Sassuolo Sassuolo 1 – 1
referto
Sampdoria Stadio Alberto Braglia (9.200 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Genova
6 giugno 2012, ore 20:45 UTC+1
Finale - Andata
Sampdoria 3 – 2
referto
Varese Varese Stadio Luigi Ferraris (27.601 spett.)
Arbitro Giacomelli (Trieste)

Varese
9 giugno 2012, ore 20:45 UTC+1
Finale - Ritorno
Varese Varese 0 – 1
referto
Sampdoria Stadio Franco Ossola (9.339 spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2011-2012.
Genova
14 agosto 2011, ore 20:45 UTC+1
Secondo turno
Sampdoria 3 – 2
(d.t.s.)
referto
Alessandria Alessandria Stadio Luigi Ferraris (12.066 spett.)
Arbitro Irrati (Pistoia)

Empoli
20 agosto 2011, ore 19:00 UTC+1
Terzo turno
Empoli Empoli 2 – 1
referto
Sampdoria Stadio Carlo Castellani (2.088 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 9 giugno 2012

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie B 67 21 9 8 4 29 14 21 8 8 5 24 20 42 17 16 9 53 34 +19
Scudetto.svg Play-off 2 2 0 0 5 3 2 1 1 0 2 1 4 3 1 0 7 4 +3
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 1 1 0 0 3 2 1 0 0 1 1 2 2 1 0 1 4 4 0
Totale - 24 12 8 4 37 19 24 9 9 6 27 23 48 21 17 10 64 42 +22

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42
Luogo C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T
Risultato N N V V N V P N N V N P V N P N N N N P P V N N V V V P V N N V V P V N V V V V P P
Posizione 11 13 7 6 7 4 6 6 7 5 6 6 6 6 7 7 8 9 9 10 11 9 11 12 12 10 9 10 9 8 9 8 7 8 7 7 7 6 6 6 6 6

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B Play-off Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Accardi, P. P. Accardi[11] 12 0 2 0 0 0 0 0 2 1 0 0 14 1 2 0
Antonio, J. J. Antonio[12] 19 2 3 0 3 0 0 0 0 0 0 0 22 2 3 0
Bentivoglio, S. S. Bentivoglio[11] 15 1 5 0 0 0 0 0 0 0 0 0 15 1 5 0
Berardi, G. G. Berardi[12] 9 0 5 1 0 0 0 0 0 0 0 0 9 0 5 1
Bertani, C. C. Bertani 30 6 4 0 0 0 0 0 2 0 2 0 32 6 6 0
Castellini, P. P. Castellini 20 0 1 0 0 0 0 0 1 0 0 0 21 0 1 0
Costa, A. A. Costa 25 1 9 1 4 0 1 0 2 0 1 0 31 1 11 1
Da Costa, A. A. Da Costa 15 -10 0 0 3 -2 2 0 2 -4 0 0 20 -16 2 0
Dessena, D. D. Dessena[11] 8 0 3 0 0 0 0 0 1 0 0 0 9 0 3 0
Éder, Éder[12] 16 4 1 0 4 1 1 0 0 0 0 0 20 5 2 0
Fiorillo, V. V. Fiorillo 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Foggia, P. P. Foggia 31 4 6 0 3 0 1 0 0 0 0 0 34 4 7 0
Fornaroli, B. B. Fornaroli 11 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 11 0 1 0
Foti, S. S. Foti[11] 3 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 1 0 0
Gastaldello, D. D. Gastaldello 26 1 12 0 4 2 1 0 1 0 0 0 31 3 13 0
Gentzoglou, S. S. Gentzoglou[12] 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Icardi, M. M. Icardi 2 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 1 0 0
Koman, V. V. Koman[11] 6 0 0 1 0 0 0 0 1 0 0 0 7 0 0 1
Krsticic, N. N. Krsticic 13 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 13 0 1 0
Laczko, Z. Z. Laczko 26 0 1 0 1 0 0 0 1 0 1 0 28 0 2 0
Maccarone, M. M. Maccarone[11] 11 3 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 12 4 0 0
Munari, G. G. Munari[12] 16 1 5 0 4 0 1 0 0 0 0 0 20 1 6 0
Mustafi, S. S. Mustafi[12] 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Obiang, P. P. Obiang 29 0 10 0 4 0 1 0 1 0 1 0 34 0 12 0
Padalino, M. M. Padalino 13 0 1 0 0 0 0 0 2 0 0 0 15 0 1 0
Palombo, A. A. Palombo[11] 23 1 3 0 0 0 0 0 2 0 0 0 25 1 3 0
Pellè, G. G. Pellè[12] 12 4 1 1 4 0 0 0 0 0 0 0 16 4 1 1
Piovaccari, F. F. Piovaccari[11] 17 2 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 18 2 0 0
Pozzi, N. N. Pozzi 28 15 3 1 4 4 2 0 2 1 1 0 34 20 6 1
Renan, Renan[12] 14 0 4 0 4 0 1 0 0 0 0 0 18 0 5 0
Rispoli, A. A. Rispoli 30 0 2 1 4 0 0 0 0 0 0 0 34 0 2 1
Romero, S. S. Romero 29 -24 5 0 1 -2 0 0 0 0 0 0 30 -26 5 0
Rossini, J. J. Rossini 26 0 3 0 4 0 1 0 1 0 0 0 31 0 4 0
Semioli, F. F. Semioli 18 0 1 0 0 0 0 0 1 0 0 0 19 0 1 0
Signori, F. F. Signori[11] 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Soriano, R. R. Soriano 13 1 1 1 3 0 0 0 0 0 0 0 16 1 1 1
Tozzo, A. A. Tozzo 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Volta, M. M. Volta 22 2 10 0 1 0 0 0 1 0 0 0 24 2 10 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Subentrato alla 16ª giornata.
  2. ^ Dopo l'effettuazione dei play-off promozione.
  3. ^ Fonte: FootStats
  4. ^ U.C. Sampdoria: comunicato stampa 13 novembre 2011, Sampdoria.it.
  5. ^ Ufficiale: Iachini nuovo allenatore della Sampdoria, Sampdoria.it.
  6. ^ Comunicato Stampa Sampdoria.it (PDF)
  7. ^ Juve Stabia - Sampdoria 1-2, Corriere dello Sport, 12 maggio 2012. URL consultato il 4 aprile 2015.
  8. ^ Serie B: Varese e Sampdoria ai playoff, wwwext.ansa.it.
  9. ^ Sassuolo-Sampdoria 1-1: Non basta Valeri ai neroverdi, Pozzi manda in finale i blucerchiati, www.goal.com.
  10. ^ Filippo Brusa, La festa è tutta della Samp Batte il Varese e torna in A, La Gazzetta dello Sport, 9 giugno 2012. URL consultato l'8 aprile 2013.
  11. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  12. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato
  13. ^ Calendario blucerchiato 2011/12: ecco tutte le partite, Sampdoria.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio