Piero Giacomelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piero Giacomelli
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Trieste
Professione Ristoratore
Altezza 192 cm
Peso 83 kg
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2004-2007
2007-2010
2010-2012
2012-2020
2020-
Serie D
Serie C1 e C2
Serie B
Serie A
Serie A e B
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Arbitro

Piero Giacomelli (Trieste, 6 novembre 1977) è un arbitro di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Arbitro effettivo dall'età di 15 anni, Giacomelli fa il suo debutto assoluto nel 1992.[1] Appartiene alla Sezione AIA della sua città natale, Trieste, di cui è stato anche Presidente.

Dopo due anni di Eccellenza, nel 2004 viene promosso in C.A.N. D, e successivamente in C.A.N. C nell'estate del 2007. In tale categoria colleziona tre anni di permanenza e il 1º luglio 2010 ottiene il passaggio alla C.A.N. B.

Portogruaro-Cittadella, disputatasi il 22 agosto dello stesso anno e terminata 2-0 per i padroni di casa, rappresenta il suo esordio in Serie B. Nei mesi successivi è designato regolarmente in Serie B, raggiungendo anche l'esordio in Serie A nella parte finale della stagione. Il 3 aprile 2011 è infatti chiamato a dirigere l'incontro Genoa-Cagliari, allo Stadio Luigi Ferraris.[2]

Al termine della stagione sportiva 2013-2014 ha diretto 39 partite in Serie B, tra cui l'andata della finale play-off di Serie B, che vale l'accesso in Serie A, tra Sampdoria e Varese, terminata 3-2 per i blucerchiati. Il 26 luglio 2012 si apprende della sua promozione in serie A, con circa venti giorni di ritardo rispetto alla consueta presentazione stagionale degli organici. Tale decisione di ampliare l'organico della CAN A di un elemento viene infatti presa in un secondo momento, per far fronte all'impiego degli arbitri di porta in serie A.[3]

Al termine della stagione sportiva 2019-2020 ha diretto un totale di 136 partite in serie A.

Il 1 settembre 2020 viene derogato in quanto avrebbe dovuto terminare la sua carriera da arbitro essendo da otto stagioni in CAN A. Beneficerà inoltre della modifica del NFOT che prevede la soppressione del predetto limite di otto stagioni in luogo del solo limite d'età di 45 anni. Pertanto arbitrerà per altre tre stagioni sportive.

Sempre il 1 settembre 2020, a seguito della soppressione della CAN A e della formazione della CAN A e B, viene inserito in quest'ultimo organico: dirigerà in Serie A e in Serie B.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Di Matteo, Pescara-Sassuolo affidata al sig. Giacomelli, su www.forzapescara.tv, FORZA PESCARA TV - La web TV dell'Universo Biancazzurro, 1º marzo 2012. URL consultato il 9 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2012).
  2. ^ Genoa-Cagliari, dirige l'esordiente Giacomelli - Cagliari - TUTTO MERCATO WEB.
  3. ^ Arbitri di porta: aumentati gli organici CAN A e CAN B.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]