Kappa (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'azienda operante nel settore dell'abbigliamento casual, vedi Robe di Kappa.
Kappa
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1978 a Torino
Sede principaleTorino
GruppoBasic Net S.p.A.
Persone chiave
SettoreAbbigliamento
Prodotti
  • Scarpe/sneakers
  • Vestiti
  • Equipaggiamento sportivo
  • Accessori di moda
  • Sito web

    Kappa è un'azienda italiana operante nel settore dell'abbigliamento sportivo. La proprietaria dei marchi è la torinese BasicNet, il cui presidente è Marco Boglione.

    Il marchio Kappa nasce nel 1978 quando Boglione, giovane direttore commerciale e marketing del Maglificio Calzificio Torinese, convince Maurizio Vitale, amministratore delegato dell'azienda, a istituire una divisione sportiva della già avviata attività Robe di Kappa.

    Sponsorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

    Nel 1978 l'allora Robe di Kappa Sport sponsorizza per la prima volta in Italia un'importante squadra di calcio, la Juventus,[1] per un legame che farà la storia di questa disciplina protraendosi ininterrottamente per oltre due decenni.[2]

    Dicembre 1978: Kappa e Juventus ufficializzano il loro legame, che proseguirà per i successivi 22 anni.

    La consacrazione mondiale del brand arriva cinque anni dopo, quando ai Giochi Olimpici di Los Angeles 1984 (e quattro anni dopo a quelli di Seul 1988) gli atleti della nazionale olimpica statunitense indossano gli "omini" Kappa. Ancora oggi il marchio è sponsor a livello internazionale di diverse federazioni sportive e di importanti squadre di calcio, rugby, golf, sci, vela, ciclismo, pallacanestro, canottaggio, rally, Formula 1, scherma e arti marziali.

    Quello calcistico rimane l'ambito più importante, quello che tuttora dà al marchio la maggiore visibilità. Oltre alla succitata Juventus, dagli anni 1980 in poi Kappa ha ciclicamente vestito club prestigiosi come l'Ajax, il Barcellona, la Lazio, il Milan e la Roma, nonché la nazionale calcistica italiana; tra le formazioni più importanti oggi sponsorizzate figurano il Napoli e il Torino.

    In ambito rugbistico, il marchio veste inoltre la Benetton Rugby Treviso e il Rugby Rovigo Delta, dopo aver già sponsorizzato nel corso degli anni 2000 la nazionale rugbistica italiana.

    Nella pallacanestro è sponsor tecnico, dal 2018, dell'Auxilium.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Rino Cacioppo, Uomo e donna sulla maglietta, in La Stampa, 17 dicembre 1978, p. 20.
    2. ^ Maurizio Crosetti, Se il calcio cambia colori. Le maglie nel pallone, su repubblica.it, 11 luglio 2009.

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]