Piacenza Football Club 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Piacenza Calcio 1919.

Piacenza Football Club
Stagione 2011-2012
AllenatoreItalia Massimo Cerri, dal 23 agosto 2011 Italia Francesco Monaco
PresidenteItalia Fabrizio Garilli (fino al 28 ottobre)
Lega Pro Prima Divisione17ª posizione (retrocesso dopo i play-out)
Coppa Italiasecondo turno
Coppa Italia Lega Proterzo turno
Maggiori presenzeCampionato: Lisi, Marchi, Visconti (30)
Totale: Lisi (36)
Miglior marcatoreCampionato: Guerra (6)
Totale: Guerra (9)
Maggior numero di spettatori3.447 vs Cremonese[1]
Minor numero di spettatori1.500 vs Frosinone[1]
Media spettatori1.978[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Piacenza Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2011-2012.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2011-2012 il Piacenza disputa l'11º campionato di terza serie della sua storia, il primo con la denominazione Lega Pro Prima Divisione e il primo dal 1991.

Al termine del play-out che sancisce la retrocessione in Prima Divisione il presidente Fabrizio Garilli comunica che non iscriverà la squadra per la stagione successiva e che è disposto a cedere la squadra a chi fosse interessato entro il 30 giugno, termine ultimo per iscrivere la squadra al campionato.[2] Successivamente, a causa della mancanza di offerte di imprenditori interessati, Garilli fa marcia indietro e decide di iscrivere la squadra, pur mantenendo la società in vendita[3]

In attesa della nomina di un allenatore la squadra viene momentaneamente affidata a Sergio Volpi, ritiratosi al termine della precedente stagione, e ad Andrea Di Cintio che era alla guida degli allievi nazionali, poi il 4 agosto viene nominato allenatore Massimo Cerri, che la stagione precedente aveva allenato la Primavera[4] Per quanto riguarda il campionato il Piacenza viene inserito nel girone B dove ritrova gli storici rivali della Cremonese e il Pergocrema i cui tifosi sono gemellati con il Piacenza.

Il 9 agosto arriva la sentenza della commissione disciplinare relativa allo scandalo scommesse che aveva visto coinvolto il difensore del Piacenza Gervasoni: per la squadra c'è una penalizzazione di 4 punti relativa al campionato 2011-2012 e un'ammenda di 50.000 euro.[5] Due giorni dopo il Piacenza presenta ricorso contro questa sentenza,[6] respinto dalla Corte di giustizia federale.[7]

Il 23 agosto viene presentato il nuovo allenatore, Francesco Monaco che sostituisce Cerri.[8] Il 27 agosto viene presentato il nuovo direttore sportivo: l'ex calciatore della Sampdoria Marco Lanna[9]

Il 4 settembre la squadra esordisce in campionato battendo 2-1 il Sudtirol a Bolzano, con reti di Guerra e Foglia.[10] Dopo una fase iniziale difficile, comprendente la sconfitta nel derby del Po contro la Cremonese, a partire da ottobre il Piacenza si stabilizza a centroclassifica grazie a una serie di risultati positivi.[10]

Sul fronte societario si presentano due possibili acquirenti: il primo è una cordata facente capo a Marco Gianfranceschi e Luigi Gallo.[11], il secondo è Stefano Massacci[12], a sua volta ex componente della cordata.[11] Le trattative proseguono fino alla fine del mese di ottobre: lungo questo periodo la cordata si presenta ufficialmente alla stampa (il 24 settembre, alla vigilia del derby con la Cremonese),[11] per poi uscire dalle trattative per inadempienze finanziarie.[11] Massacci intavola a sua volta una trattativa con Garilli, trattativa che si esaurisce nel giro di pochi giorni per divergenze procedurali tra le parti[13]; riprende quindi la trattativa con il gruppo Gallo, e il 28 ottobre, dopo una trattativa durata parecchi mesi, il Piacenza viene ufficialmente ceduto dal presidente Fabrizio Garilli alla società "Italiana S.r.l."[14]. A Fabrizio Garilli va il 25% delle azioni dell'Italiana, come pegno per il parziale pagamento.[11][14] Il 7 novembre l'assemblea ordinaria del Piacenza Football Club nomina Vladimiro Covilli Faggioli amministratore unico;[11] la nuova dirigenza si trova immediatamente in difficoltà finanziarie, che portano al mancato pagamento degli stipendi il 14 novembre[15] A causa di ciò, il 23 novembre i calciatori chiedono la messa in mora della società,[16] avviando la procedura di fallimento da parte del Tribunale di Piacenza.[17]

Nel frattempo il Piacenza supera i primi due turni eliminatori di Coppa Italia Lega Pro battendo la Valenzana per 2-1 e l'Alessandria per 3-0, qualificandosi per la seconda fase a gironi,[18] da cui verrà eliminato il 29 febbraio con la sconfitta contro la Tritium.[18] In campionato vive un momento di appannamento con sei partite senza vittorie fino all'11 dicembre, quando torna alla vittoria battendo 3-2 in rimonta il Bassano Virtus.[10]

Il giorno seguente Covilli Faggioli si dimette dopo una riunione con l'avvocato Gianfranceschi; Fabrizio Garilli rientra come amministratore unico per cercare di evitare il fallimento della società.[11] Nelle settimane successive Garilli nomina Claudio Molinari come direttore generale, mentre il nuovo direttore sportivo è Carlo Regalia.[11]

Il 29 gennaio 2012 il Piacenza vince il derby di ritorno contro la Cremonese, con un gol di Claudio Pani.[19] Seguono sette risultati utili consecutivi, parzialmente vanificati da due nuove penalizzazioni per il mancato pagamento degli stipendi che portano a 9 il totale dei punti di penalità.[11]

Il 22 marzo 2012, dopo due proroghe ottenute da Garilli, la società viene ufficialmente dichiarata fallita.[20] Il giudice concede l'esercizio provvisorio fino al termine della stagione e nomina curatori fallimentari Franco Spezia e Filippo Giuffrida, poi sostituito pochi giorni dopo da Germano Montanari.[11]

Nonostante la penalizzazione il Piacenza rimane in corsa per la salvezza diretta fino all'ultima giornata: a seguito del pareggio casalingo per 2-2 contro il Barletta, termina il campionato al penultimo posto, disputando i play-out contro il Prato.[10] Dopo aver vinto la partita di andata in casa per 1-0 con un gol di Francesco Lisi, il 27 maggio 2012 la squadra di Monaco viene sconfitta con il medesimo punteggio a Prato, retrocedendo in Seconda Divisione.[10]

Il 19 giugno 2012, dopo tre aste andate deserte.[11] i curatori sanciscono definitivamente il fallimento del Piacenza, che scompare dopo 93 anni di storia[21]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

A parte le prime 5 gare stagionali (3 di campionato e 2 di Coppa Italia) nelle quali gioca senza sponsor, le divise per la stagione 2011-2012 hanno il logo della Lpr,[22] che aveva già sponsorizzato il Piacenza nella stagione 2002-2003 e quello dell'Unicef, presente anche nelle stagioni precedenti.

Per quanto riguarda i colori le maglie rimangono simili a quelle degli anni precedenti, vale a dire rossa la prima, bianca la seconda e nera la terza. Lo sponsor tecnico rimane la Macron.

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza maglia

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva[11]

  • Presidente: Fabrizio Garilli (fino al 28 ottobre 2011)
  • Amministratore delegato: Maurizio Riccardi (fino al 28 ottobre 2011)
  • Amministratore unico: Vladimiro Covilli Faggioli (dal 28 ottobre al 12 dicembre 2011), poi Fabrizio Garilli (dal 12 dicembre 2011 al 22 marzo 2012)
  • Direttore generale: Claudio Molinari (dal 16 dicembre 2011 al 13 aprile 2012)

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 31 gennaio 2012.[24] Sono in corsivo i giocatori che hanno lasciato la società durante la stagione.

N. Ruolo Giocatore
Italia P Mario Cassano
Bulgaria P Mihail Aleksander Ivanov
Italia P Nicola Maggio
Italia P Luca Stocchi
Italia P Pietro Tinelli[25]
Italia D Gian Luca Alberici[25]
Italia D Stefano Avogadri
Italia D Stefano Baraldo
Italia D Riccardo Bellotti[25]
Italia D Davide Bertoncini
Italia D Francesco Bini
Italia D Marco Calderoni
Italia D Dario Campagna
Italia D Alessandro Capasso[25]
Italia D Antonio De Matteo[25]
Italia D Fabrizio Di Bella
Italia D Antonio Esposito
Italia D Filippo Giorgi
Italia D Massimo Melucci
Burkina Faso D Abdoulaye Nonni[25]
Italia D Alessandro Ruggeri
Italia D Pietro Visconti
Marocco C Rachid Aamrani[25]
Italia C Tommaso Bianchi
Italia C Francesco Bombagi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Francesco Curcio
Senegal C Dominique Yves Corea[25]
Italia C Samuele Dragoni
Italia C Fabio Foglia
Italia C Francesco Lisi
Italia C Alessandro Marchi
Italia C Simone Palermo
Italia C Claudio Pani
Italia C Andrea Parola
Italia C Marco Piccinni
Italia C Jacopo Silva
Italia A Giuseppe Angarano
Italia A Mario Cambielli[25]
Italia A Alexis Ferrante
Spagna A Manuel Gavilán
Italia A Marco Giovio
Italia A Simone Guarneri[25]
Italia A Simone Guerra
Paraguay A Tomás Guzmán
Italia A Denis Lamberti[25]
Italia A Andrea Lussardi
Uruguay A Federico Rodríguez
Italia A Francesco Volpe
Romania A Claudiu Zdrincu[25]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

A causa delle vicissitudini societarie inizialmente il Piacenza è quasi immobile sul mercato: se ne vanno i giocatori in prestito che ritornano alle rispettive società di appartenenza: Sbaffo e Rickler al Chievo, Cofie al Genoa, Donnarumma al Milan, Mandorlini al Parma e Gervasoni alla Cremonese e i giocatori in scadenza di contratto: Catinali, Conteh, Graffiedi, Zammuto e Zenoni, oltre a Volpi che entra nello staff tecnico in seguito al suo ritiro.[24] Viene poi ceduto in maniera definitiva al Verona il giovane Tazzari.

Per quanto riguarda le comproprietà viene rinnovata quella del difensore Bertoncini che in un primo momento rimane al Genoa per poi tornare al Piacenza in prestito.[26] Sono risolte a favore dell'Inter le comproprietà di Mei e Tremolada, mentre sono risolte a favore del Piacenza le comproprietà, sempre con l'Inter di Colombi, che però rimane ai nerazzurri in prestito, e di Lussardi.[26] All'apertura delle buste Cacia, Lanzano e Viola sono riscattati rispettivamente da Lecce, Gavorrano e Melfi, mentre Stocchi e Angarano rimangono di proprietà del Piacenza.[26]

Rientrano da prestiti ad altre società Aamrani dal Bettolaponte, Baraldo dall'Empoli, Barocelli dal Mobilieri Ponsacco, Bini dalla Cremonese, Calderoni dall'Ascoli, Contini dal Parma, Dragoni dal FeralpiSalò, Foglia dalla Sangiovannese, Visconti dal Pavia e Visioli dal Fiorenzuola. Di questi giocatori lasciano il Piacenza Barocelli, ceduto al Mantova, Visioli e Contini che restano svincolati.[24] Il 23 agosto viene ceduto Michele Anaclerio al Benevento[27]

Il 31 agosto, ultimo giorno prima della chiusura del mercato, Bini viene ceduto in prestito alla Reggina,[28] Piccolo viene ceduto in comproprietà al Livorno, Bianchi in comproprietà al Sassuolo.[24] viene acquistato in prestito dall'Inter il terzino sinistro Antonio Esposito[29], mentre dal Livorno arrivano Francesco Volpe (in comproprietà) e Fabrizio Di Bella in prestito.[24] Arriva anche un giovane classe '93 dalla Romania, Claudiu Zdrincu[30]. Approdano a Piacenza anche gli svincolati Massimo Melucci e Andrea Parola, i centrocampisti Claudio Pani (definitivo dalla Triestina)[24][30] e Francesco Curcio in prestito dal Grosseto[31] Il difensore Marco Calderoni viene ceduto a titolo definitivo al Grosseto, rimanendo a Piacenza in prestito.[31]

Nel mese di novembre viene tesserato lo svincolato Simone Palermo.[24]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Stefano Baraldo Empoli fine prestito
D Davide Bertoncini Genoa prestito
D Francesco Bini Cremonese fine prestito
D Marco Calderoni Ascoli fine prestito
D Marco Calderoni[32] Grosseto prestito
D Michele Contini Parma fine prestito
D Fabrizio Di Bella Livorno prestito
D Antonio Esposito Inter prestito
D Massimo Melucci svincolato
D Pietro Visconti Pavia fine prestito
C Rachid Aamrani 600px Giallo e Azzurro.svg G.S.D. Bettolaponte fine prestito
C Francesco Curcio Grosseto prestito
C Samuele Dragoni Feralpisalò fine prestito
C Fabio Foglia Sangiovannese fine prestito
C Francesco Lisi Rodengo Saiano fine prestito
C Simone Palermo svincolato[33]
C Claudio Pani Triestina definitivo
C Andrea Parola svincolato
C Michael Visioli Fiorenzuola fine prestito
A Mirko Barocelli Ponsacco fine prestito
A Matteo Colombi Inter riscatto comproprietà
A Andrea Lussardi Inter riscatto comproprietà
A Francesco Volpe Livorno comproprietà
A Claudiu Zdrincu svincolato
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Antonio Donnarumma Milan fine prestito
D Michele Anaclerio Benevento definitivo
D Francesco Bini Reggina prestito
D Marco Calderoni Grosseto definitivo
D Kewullay Conteh svincolato
D Michele Contini svincolato
D Carlo Gervasoni Cremonese fine prestito
D Andrea Mei Inter riscatto comproprietà
D Cesare Rickler Chievo fine prestito
D Pietro Zammuto svincolato
D Damiano Zenoni svincolato
C Tommaso Bianchi Sassuolo comproprietà
C Edoardo Catinali svincolato
C Isaac Cofie Genoa fine prestito
C Matteo Mandorlini Parma fine prestito
C Alessandro Sbaffo Chievo fine prestito
C Luca Tremolada Inter riscatto comproprietà
C Sergio Volpi svincolato
A Mirko Barocelli Mantova definitivo
A Daniele Cacia Lecce riscatto comproprietà
A Matteo Colombi Inter prestito
A Mattia Graffiedi svincolato
A Antonio Piccolo Livorno comproprietà
Matteo Tazzari Verona definitivo

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Il primo innesto del mercato di gennaio è il centrocampista Marco Piccinni che arriva dal Bari, seguito dal portiere Mihail Ivanov dal Siena, dal centrocampista Francesco Bombagi dalla Reggina e dal difensore del Verona Dario Campagna, tutti in prestito.[24] Contemporaneamente Andrea Parola viene ceduto alla Nocerina[34] Vengono ceduti anche Calderoni (che rientra a Grosseto)[35] e Marchi, in comproprietà al Bologna; quest'ultimo, tuttavia, rimane a Piacenza in prestito.[36] Dal Bologna arriva anche il giovane attaccante Federico Rodríguez[36] e, qualche giorno dopo, l'attaccante spagnolo Manuel Gavilan, mentre Guerra viene ceduto in prestito allo Spezia.[24] Viene poi ceduto Ferrante alla Roma per 400.000 euro[37] e, alla chiusura del mercato, anche Tomás Guzmán, in prestito al Gubbio; inoltre vengono tesserati in prestito il difensore Ruggeri (Reggina) e l'attaccante Giovio (Grosseto).[24] Dai calabresi rientra per fine prestito il difensore Bini.[24]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Mihail Ivanov Siena prestito
D Francesco Bini Reggina fine prestito
D Dario Campagna Verona prestito
D Alessandro Ruggeri Reggina prestito
C Francesco Bombagi Reggina prestito
C Alessandro Marchi Bologna prestito
C Marco Piccinni Bari definitivo
A Manuel Gavilan Bologna prestito
A Marco Giovio Grosseto prestito
A Federico Rodríguez Bologna prestito
Cessioni
R. Nome da Modalità
D Marco Calderoni Grosseto fine prestito
C Alessandro Marchi Bologna comproprietà
C Andrea Parola Nocerina definitivo
A Jonathan Alexis Ferrante Roma definitivo
A Simone Guerra Spezia prestito
A Tomás Guzmán Gubbio prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Lega Pro Prima Divisione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lega Pro Prima Divisione 2011-2012.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bolzano
4 settembre 2011, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Südtirol1 – 2
referto
PiacenzaStadio Druso
Arbitro:  Bindoni (Venezia)

Piacenza
11 settembre 2010, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Piacenza0 – 1
referto
TrapaniStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Merlino (Udine)

La Spezia
18 settembre 2011, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Spezia3 – 0
referto
PiacenzaStadio Alberto Picco
Arbitro:  Peretti (Verona)

Piacenza
25 settembre 2010, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Piacenza1 – 3
referto
CremoneseStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Portogruaro
1º ottobre 2010, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Portogruaro2 – 2
referto
PiacenzaStadio Piergiovanni Mecchia
Arbitro:  Abbattista (Molfetta)

Piacenza
8 ottobre 2011, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Piacenza3 – 1
referto
Virtus LancianoStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  De Faveri (San Donà)

Salò
12 ottobre 2011, ore 20:30 CEST
7ª giornata
Feralpisalò0 – 1
referto
PiacenzaStadio Lino Turina
Arbitro:  Ros (Pordenone)

Piacenza
16 ottobre 2011, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Piacenza4 – 3
referto
PratoStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Aversano (Treviso)

Crema
23 ottobre 2011, ore 15:00 CEST
9ª giornata
Pergocrema0 – 2
referto
PiacenzaStadio Giuseppe Voltini
Arbitro:  Barbeno (Brescia)

Piacenza
30 ottobre 2011, ore 14:30 CET
10ª giornata
Piacenza0 – 3
referto
CarrareseStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Gallo (Barcellona Pozzo di Gotto)

Siracusa
6 novembre 2011, ore 14:30 CET
11ª giornata
Siracusa3 – 0
referto
PiacenzaStadio Nicola De Simone
Arbitro:  Ripa (Nocera Inferiore)

Piacenza
13 novembre 2011, ore 14:30 CET
12ª giornata
Piacenza1 – 1
referto
FrosinoneStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Castrignanò (Roma)

Andria
21 novembre 2011, ore 20:45 CET
13ª giornata
Andria BAT1 – 0
referto
PiacenzaStadio Degli Ulivi
Arbitro:  Bietolini (Firenze)

Piacenza
27 novembre 2011, ore 14:30 CET
14ª giornata
Piacenza0 – 3
referto
TriestinaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Bruno (Torino)

Latina
4 dicembre 2011, ore 14:30 CET
15ª giornata
Latina2 – 2PiacenzaStadio Domenico Francioni
Arbitro:  Ceccarelli (Terni)

Piacenza
11 dicembre 2011, ore 14:30 CET
16ª giornata
Piacenza3 – 2
referto
Bassano VirtusStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Zappatore (Taranto)

Barletta
18 dicembre 2011, ore 14:30 CET
17ª giornata
Barletta2 – 1PiacenzaStadio Cosimo Puttilli
Arbitro:  Minelli (Varese)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Piacenza
8 gennaio 2012, ore 14:30 CET
18ª giornata
Piacenza0 – 0
referto
SüdtirolStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Soricaro (Barletta)

Trapani
15 gennaio 2012, ore 14:30 CET
19ª giornata
Trapani3 – 0
referto
PiacenzaStadio Provinciale di Trapani
Arbitro:  Martinelli (Roma)

Piacenza
22 gennaio 2012, ore 14:30 CET
20ª giornata
Piacenza0 – 1
referto
SpeziaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Bellotti (Verona)

Cremona
29 gennaio 2012, ore 14:30 CET
21ª giornata
Cremonese0 – 1
referto
PiacenzaStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Abbattista (Molfetta)

Piacenza
19 febbraio 2012, ore 14:30 CET
22ª giornata[38]
Piacenza0 – 0PortogruaroStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Minelli (Varese)

Lanciano
7 marzo 2012, ore 14:30 CET
23ª giornata[39]
Virtus Lanciano1 – 2
referto
PiacenzaStadio Guido Biondi
Arbitro:  Mangialardi (Ancona)

Piacenza
25 febbraio 2012, ore 14.30 CET
24ª giornata
Piacenza2 – 2
referto
FeralpisalòStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Brasi (Seregno)

Prato
4 marzo 2012, ore 14:30 CET
25ª giornata
Prato0 – 3
referto
PiacenzaStadio Lungobisenzio
Arbitro:  Marini (Roma)

Piacenza
12 marzo 2012, ore 20:45 CET
26ª giornata
Piacenza0 – 0
referto
PergocremaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Saia (Palermo)

Carrara
18 marzo 2012, ore 14:30 CET
27ª giornata
Carrarese2 – 2
referto
PiacenzaStadio dei Marmi
Arbitro:  D'Angelo (Ascoli Piceno)

Piacenza
25 marzo 2012, ore 15:00 CET
28ª giornata
Piacenza1 – 1
referto
SiracusaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Frosinone
1º aprile 2012, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Frosinone2 – 0
referto
PiacenzaStadio Comunale Matusa
Arbitro:  Abbattista (Molfetta)

Piacenza
4 aprile 2012, ore 20:30 CEST
30ª giornata
Piacenza0 – 0
referto
Andria BATStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Pasqua (Tivoli)

Trieste
25 aprile 2012, ore 15:00 CEST
31ª giornata[40]
Triestina1 – 3
referto
PiacenzaStadio Nereo Rocco
Arbitro:  Verdenelli (Foligno)

Piacenza
22 aprile 2012, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Piacenza1 – 1
referto
LatinaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Bassano del Grappa
29 aprile 2012, ore 15:00 UTC+2
33ª giornata
Bassano2 – 2
referto
PiacenzaStadio Rino Mercante
Arbitro:  Saia (Palermo)

Piacenza
6 maggio 2012, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Piacenza2 – 2
referto
BarlettaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  La Penna (Roma)

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Piacenza
20 maggio 2012, ore 16:00 CEST
Gara di andata
Piacenza1 – 0
referto
PratoStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Abbattista (Molfetta)

Prato
27 maggio 2012, ore 16:00 CEST
Gara di ritorno
Prato1 – 0
referto
PiacenzaStadio Lungobisenzio
Arbitro:  Merlino (Udine)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2011-2012.
Fiorenzuola
6 agosto 2011, ore 17:00 CEST
Primo turno
Piacenza3 – 0
referto
PontederaStadio Comunale
Arbitro:  Aureliano (Bologna)

Empoli
14 agosto 2011, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Empoli4 – 1
referto
PiacenzaStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Mariani (Aprilia)

Coppa Italia Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Lega Pro 2011-2012.
Valenza
9 novembre 2011, ore 18:00 CET
Primo turno a eliminazione diretta
Valenzana1 – 2
(d.t.s.)
referto
PiacenzaStadio Comunale
Arbitro:  Bruno (Torino)

Alessandria
8 dicembre 2011, ore 14:30 CET
Secondo turno a eliminazione diretta
Alessandria0 – 3
referto
PiacenzaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Fogliaro (Perugia)

Piacenza
15 febbraio 2012, ore 14:30 CET
2ª giornata del terzo turno[41]
Piacenza1 – 1
referto
LumezzaneStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Ghersini (Genova)

Monza
29 marzo 2012, ore 14:30 CET
3ª giornata del terzo turno
Tritium1 – 0
referto
PiacenzaStadio Brianteo
Arbitro:  Barbeno (Brescia)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 27 maggio 2012

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Lega Pro Prima Divisione 34 (-9) 17 3 9 5 18 24 17 7 4 6 23 25 34 10 13 11 41 49 -8
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 1 1 0 0 3 0 1 0 0 1 1 4 2 1 0 1 4 4 0
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Lega Pro 1 0 1 0 1 1 3 2 0 1 5 2 4 2 1 1 6 3 +3
Play-out 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 0 1 2 1 0 1 1 1 0
Totale - 20 5 10 5 23 25 22 9 4 9 29 32 42 14 14 14 52 57 -5

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 27 maggio 2012[24]

Giocatore Lega Pro Prima Divisione Coppa Italia Coppa Italia Lega Pro Play-out Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Aamrani, R. R. Aamrani 0000000010??0000100+0+
Alberici, G. G. Alberici 0000000020??0000200+0+
Angarano, G. G. Angarano 0000000010??0000100+0+
Avogadri, S. S. Avogadri 201??20??21??10??252??
Baraldo, S. S. Baraldo 0000000010??0000100+0+
Bertoncini, D. D. Bertoncini 161??000030??00001910+0+
Bombagi, F. F. Bombagi 124??000020??10??1540+0+
Bianchi, T. T. Bianchi 000020??00000000200+0+
Bini, F. F. Bini 70??10??20??20??120??
Calderoni, M. M. Calderoni 180??10??000000001900+0+
Cambielli, M. M. Cambielli 000020??00000000200+0+
Campagna, D. D. Campagna 80??000020??10??1100+0+
Cassano, M. M. Cassano 17-31??000010??000018-310+0+
Curcio, F. F. Curcio 10??000020??0000300+0+
De Matteo, A. A. De Matteo 0000000010??0000100+0+
Di Bella, F. F. Di Bella 80??000010??0000900+0+
Dragoni, S. S. Dragoni 90??10??40??00001400+0+
Esposito, A. A. Esposito 90??000010??00001000+0+
Ferrante, A. A. Ferrante 110??10??21??00001410+0+
Foglia, F. F. Foglia 293??10??32??10??345??
Giorgi, F. F. Giorgi 70??20??10??20??120??
Gavilan, M. M. Gavilan 82??000020??10??1120+0+
Giovio, M. M. Giovio 134??0000000020??1540+0+
Guarneri, S. S. Guarneri 0000000010??0000100+0+
Guerra, S. S. Guerra 186??23??000000002090+0+
Guzmán, T. T. Guzmán 195??21??000000002160+0+
Ivanov, M. M. Ivanov 14-14??00002-2??2-1??18-170+0+
Lisi, F. F. Lisi 302??10??31??11??354??
Lussardi, A. A. Lussardi 50??20??000020??900+0+
Marchi, A. A. Marchi 301??10??10??20??341??
Maggio, N. N. Maggio 00002-4??000000002-40+0+
Melucci, M. M. Melucci 193??0000000000001930+0+
Nonni, A. A. Nonni 0000000010??0000100+0+
Palermo, S. S. Palermo 20??000021??0000410+0+
Pani, C. C. Pani 242??000010??20??2720+0+
Parola, A. A. Parola 161??0000000000001610+0+
Piccinni, M. M. Piccinni 150??000010??20??1800+0+
Rodríguez, F. F. Rodríguez 133??000020??20??1730+0+
Ruggeri, A. A. Ruggeri 80??000010??0000900+0+
Silva, J. J. Silva 80??20??10??00001100+0+
Stocchi, L. L. Stocchi 3-4??00002-1??00005-50+0+
Visconti, P. P. Visconti 301??20??10??10??341??
Volpe, F. F. Volpe 272??000020??20??3120+0+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Attendance Statistics of Lega Pro 1st Division - 2011-2012, Stadiapostcards.com. URL consultato il 27 settembre 2013.
  2. ^ Piacenza: presidente, no iscrizione Lega Pro, Ansa.it.
  3. ^ Garilli ha deciso: iscrive il Piacenza calcio in Lega Pro, Piacenza24.eu (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2013).
  4. ^ Lega Pro: il Piace affidato all'ex biancorosso Massimo Cerri, Ilpiacenza.it.
  5. ^ Comunicato ufficiale N.13/CDN (2011/2012) (PDF), in Figc.it. URL consultato il 2 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  6. ^ Presentato ricorso Sito ufficiale del Piacenza [collegamento interrotto]
  7. ^ Respinto il ricorso del Piacenza Sito ufficiale del Piacenza [collegamento interrotto].
  8. ^ a b c UFFICIALE: Monaco nuovo allenatore del Piacenza, Tuttomercatoweb.com.
  9. ^ UFFICIALE: Piacenza, Lanna il nuovo diesse, Tuttomercatoweb.com.
  10. ^ a b c d e Le partite del campionato 2011-2012, Storiapiacenza1919.it.
  11. ^ a b c d e f g h i j k l Cronistoria della morte del Piacenza Calcio, Storiapiacenza1919.it.
  12. ^ Calcio - Cessione Piacenza: Massacci esce allo scoperto, in Sportpiacenza.it (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  13. ^ Piace, parla Garilli: "Ecco perché non ho aderito alla richiesta di Massacci", Piacenzasera.it.
  14. ^ a b Finita l'era Garilli, il Piacenza Calcio passa a Società Italiana srl, Piacenza24.eu (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  15. ^ Caos Piace, Covilli ribadisce: "Bugie dalla vecchia proprietà", Piacenzasera.it.
  16. ^ Piace, parte la messa in mora, Covilli: "Sapevamo". L'appello dei tifosi, Piacenzasera.it.
  17. ^ Piacenza: presentata istanza fallimento, La Gazzetta dello Sport.
  18. ^ a b Coppa Italia 2011-2012, Storiapiacenza1919.it.
  19. ^ 1ª Divisione, colpo gobbo del Piacenza: Pani decide il derby del Po, Tuttolegapro.it.
  20. ^ Brutta notizia per il mondo del calcio, il Piacenza è fallito: cancellati 93 anni di storia, in Goal.com.
  21. ^ Il Piace non esiste più. L'amarezza del curatore: "Non interessava a nessuno"[collegamento interrotto], Piacenza24.eu.
  22. ^ Derby del Po ad alta tensione, chiesti 150 agenti di rinforzo, in Piacenzasera.it.
  23. ^ UFFICIALE: Piacenza, è Carlo Regalia il nuovo ds, Tuttomercatoweb.com.
  24. ^ a b c d e f g h i j k l Rosa 2011-2012, Storiapiacenza1919.it. URL consultato il 17 ottobre 2013.
  25. ^ a b c d e f g h i j k l Aggregato dalla formazione Berretti
  26. ^ a b c Piacenza, prime operazioni di mercato, Legapro.it.
  27. ^ UFFICIALE: Benevento, preso Anaclerio dal Piacenza, Tuttomercatoweb.com.
  28. ^ Francesco Bini è della Reggina[collegamento interrotto], Regginacalcio.com.
  29. ^ Mercato: Antonio Esposito al Piacenza, Inter.it.
  30. ^ a b Il Piacenza calcio è pronto per domenica: 8 arrivi e tre partenze, in IlPiacenza.it.
  31. ^ a b Calcio, Grosseto: acquistato Calderoni dal Piacenza, Repubblica.it.
  32. ^ Marco Calderoni rientra due volte nella tabella perché ritornato a inizio stagione dal prestito all'Ascoli è stato ceduto al Grosseto che però lo ha prestato al Piacenza.
  33. ^ tesserato a stagione in corso
  34. ^ UFFICIALE: Nocerina, ingaggiato Parola, in Tuttomercatoweb.com.
  35. ^ Ufficializzato Marco Calderoni [collegamento interrotto], in Usgrosseto.com.
  36. ^ a b Bologna, Rodriguez al Piacenza Preso Marchi, Ilrestodelcarlino.it.
  37. ^ UFFICIALE: Piacenza, il baby Ferrante è della Roma [collegamento interrotto], in Tuttolegapro.com.
  38. ^ Partita inizialmente prevista per il 5 febbraio 2012 e successivamente rinviata per maltempo:
  39. ^ Partita inizialmente prevista per il 12 febbraio 2012 e successivamente rinviata per maltempo:
  40. ^ Partita inizialmente prevista per il 15 aprile 2012 e successivamente rinviata a seguito della morte di Piermario Morosini:
  41. ^ Partita inizialmente prevista per l'8 febbraio 2012 e successivamente rinviata per maltempo: