Marco Calderoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Calderoni
Marco Calderoni.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Cesena
Carriera
Giovanili
????-2003Sesto Bagnarola
2003-2008Piacenza
Squadre di club1
2007-2010Piacenza37 (1)
2010Palermo1 (0)
2010-2011Piacenza13 (0)
2011Ascoli19 (0)
2011-2012Piacenza18 (0)
2012-2013Grosseto44 (0)
2013-2015Bari66 (3)[1]
2015-2016Latina38 (1)
2016-2018Novara69 (4)
2018-2021Lecce71 (4)[2]
2021-2022L.R. Vicenza16 (0)
2022-Cesena25 (1)[3]
Nazionale
2006-2007Italia Italia U-183 (0)
2009-2010Italia Italia U-2013 (0)
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Argento Pescara 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 dicembre 2022

Marco Calderoni (Latisana, 18 febbraio 1989) è un calciatore italiano, difensore del Cesena.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un terzino sinistro,[4][5] abile sia in fase offensiva che in fase difensiva.[5] Può essere impiegato anche a centrocampo.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a muovere i primi passi nelle giovanili del Sesto Bagnarola,[7] dopo aver praticato il ciclismo per cinque anni.[6]

In età adolescenziale è poi passato nel settore giovanile del Piacenza.[8] Fa il suo esordio tra i professionisti il 25 maggio 2008 in Cesena-Piacenza (2-2), valida per la penultima giornata di campionato, subentrando al 39' della ripresa al posto di Giuseppe Gemiti.[9] Scende in campo anche la settimana seguente nella trasferta disputata contro il Mantova.[10]

Il 15 maggio 2009, in occasione di Pisa-Piacenza (1-3),[11] realizza il primo gol in carriera, che sancisce la matematica salvezza degli emiliani[12][13] guidati da Stefano Pioli.

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver disputato 14 incontri di campionato con i biancorossi, alternandosi a Michele Anaclerio nel ruolo di terzino sinistro, il 1º febbraio 2010, nell'ultimo giorno di calciomercato, si trasferisce in prestito con diritto di opzione sulla compartecipazione al Palermo, in cambio di Cristian Melinte, che passa al Piacenza con la formula del prestito secco.[14][15]

Il 27 marzo 2010, in occasione di Palermo-Bologna (3-1),[16] anche a causa dell'assenza per squalifica del titolare Federico Balzaretti,[17] esordisce sia in Serie A che con la maglia rosanero, giocando titolare e lasciando il posto al 75' a Ondřej Čelůstka, altro esordiente di giornata.[18] Sarà la sua unica presenza stagionale con la maglia del Palermo. A fine stagione non viene riscattato, facendo ritorno a Piacenza.

Ritorno a Piacenza e prestito ad Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Disputa la sua prima partita ufficiale il 14 agosto 2010 in Piacenza-Virtus Lanciano (5-3), valida per il secondo turno di Coppa Italia, giocando titolare.[19] Esordisce in campionato il 22 agosto contro il Modena.[20][21] Scende in campo anche nel turno successivo di coppa, perso contro il Cagliari (3-0).[22]

Dopo aver disputato 13 presenze con gli emiliani, l'11 gennaio 2011 viene ceduto in prestito all'Ascoli, sempre nel campionato cadetto.[23] Con la nuova squadra esordisce da titolare quattro giorni dopo in Ascoli-Grosseto (1-2) valida per la 22ª giornata.[24] Chiude la stagione in bianconero con 19 presenze.

A fine stagione non viene riscattato e fa così ritorno al Piacenza.[25]

Grosseto[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2011, ultimo giorno della finestra estiva di calciomercato, viene ceduto a titolo definitivo al Grosseto,[26] rimanendo al Piacenza in prestito.[27] Esordisce in Lega Pro Prima Divisione il 4 settembre 2011 in Südtirol-Piacenza (1-2).[28] Dopo aver chiuso il girone di andata con 18 presenze, il 25 gennaio 2012 fa rientro al Grosseto.[29] Esordisce con la nuova maglia l'11 febbraio seguente in Crotone-Grosseto (2-2), valida per la 27ª giornata di campionato, giocando titolare.[30] Chiude la stagione con 12 presenze.

Il 20 aprile 2013, in occasione del derby perso 0-3 contro il Livorno, in seguito all'uscita dal campo di Gennaro Delvecchio per espulsione, indossa per la prima volta la fascia da capitano del Grosseto.[31]

Bari[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 agosto 2013 viene acquistato a titolo definitivo dal Chievo, che lo cede in compartecipazione al Bari, in Serie B.[32][33] Esordisce con i galletti da titolare quattro giorni dopo nell'incontro perso 3-0 contro l'Atalanta, valido per il terzo turno di Coppa Italia.[34] Mette a segno la sua prima rete con i biancorossi l'8 settembre contro il Siena (3-2 per i toscani).[35]

Il 20 giugno 2014 ChievoVerona e Bari rinnovano la compartecipazione del giocatore che resta in Puglia.[36] termina la stagione, condizionata da problemi fisici,[37] con 26 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia.

Il 25 giugno 2015 la compartecipazione tra Bari e Chievo viene risolta alle buste a vantaggio della società veneta che diventa proprietaria dell'intero cartellino di Calderoni[38].

Latina e Novara[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2015 viene ufficializzato il suo trasferimento in prestito al Latina, sempre in Serie B[39]. Fa il suo debutto con i pontini il 9 agosto nella sconfitta casalinga per 4-1 contro il Pavia valida per il secondo turno di Coppa Italia. Segna la sua prima rete nerazzurra il 9 aprile 2016 nella sconfitta per 3-2 in casa della Salernitana.[40] Termina la stagione con 38 presenze e 1 gol in campionato e 1 presenza in Coppa Italia.

La stagione successiva resta in Serie B trasferendosi in prestito al Novara[41]. Fa il suo debutto con i piemontesi il 7 agosto nella partita vinta 2-1 contro la Juve Stabia e valida per il secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. Segna la sua prima rete con i piemontesi il 17 dicembre nella vittoria per 3-1 contro il Cesena. Chiude la stagione con 3 reti in 33 presenze in campionato e 2 presenze senza reti in coppa Italia. Il 1º luglio 2017, all'apertura del calciomercato, il Novara annuncia l'acquisizione di Calderoni a titolo definitivo con la contestuale firma di un contratto triennale.[42] Nella sua seconda stagione a Novara, terminata con la retrocessione dei piemontesi in Serie C, totalizza una rete in 36 presenze di campionato più una presenza in coppa Italia.

Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 luglio 2018 passa a titolo definitivo al Lecce neopromosso in Serie B, firmando un contratto fino al 30 giugno 2020[43]. Fa il debutto con i salentini il successivo 7 agosto nella partita vinta per 1-0 contro la Feralpisalò, valida per il secondo turno di Coppa Italia. Nel 2018-2019 totalizza 30 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia, ottenendo la promozione in Serie A.

Il 25 settembre 2019 segna la sua prima rete in Serie A, nella partita vinta dal Lecce per 3-1 sul campo della SPAL.[44] Il 20 ottobre segna, nei minuti di recupero del secondo tempo della sfida contro il Milan, il gol che consente ai salentini di ottenere il primo punto a San Siro dopo diciannove anni[45]; si ripete il 25 novembre, dando nel recupero del secondo tempo un altro punto ai salentini con un gol nel match interno pareggiato per 2-2 con il Cagliari. Nella sua prima stagione da titolare in Serie A, conclusasi con la retrocessione del Lecce, totalizza 3 reti in 26 presenze di campionato, oltre a una presenza in Coppa Italia.

Rimasto a Lecce anche nella stagione successiva, il 13 novembre 2020 rinnova il contratto con salentini fino alla fine della stagione 2021-2022[46]. Nel corso dell'annata accusa diversi problemi fisici, che lo costringono a saltare tutto il girone di ritorno[47]; ristabilitosi, rientra in campo solo il 20 maggio, nella decisiva semifinale play-off di ritorno contro il Venezia, che sancisce l'eliminazione del Lecce[48]. Totalizza una rete in 15 presenze stagionali in campionato[47], a cui si aggiungono una presenza nei play-off e 2 in Coppa Italia per un totale di 77 presenze e 4 gol messi insieme in tre stagione con i salentini.

L.R. Vicenza e Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 luglio 2021 viene ceduto a titolo definitivo al L.R. Vicenza, con cui firma un contratto annuale con opzione per l'anno successivo[49][50]. Debutta con i veneti il 15 agosto successivo nella sfida persa per 4-2 sul campo dell'Empoli valida per i trentaduesimi di finale di Coppa Italia.

Il 25 gennaio 2022 viene acquistato dal Cesena[51][52]. Debutta con i bianconeri romagnoli il 30 gennaio successivo nella partita casalinga vinta 3-0 contro l'Olbia, partita nella quale propizia il gol segnato dal compagno Caturano[53]. In totale nello spezzone di stagione disputato con i bianconeri, condizionato dalla pubalgia e che lo vede evidenziare lacune in fase difensiva[53], disputa 9 partite in campionato e due nei play-off. Il 5 ottobre 2022, nella partita vinta per 3-1 contro la Fermana valida per il primo turno di Coppa Italia Serie C, sigla la sua prima rete con i romagnoli.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno del 2009 ha partecipato ai giochi del Mediterraneo con la maglia azzurra, perdendo in finale contro la Spagna ottenendo dunque la Medaglia d'argento.[8]

Tra il settembre e l'ottobre dello stesso anno ha partecipato al Campionato mondiale di calcio Under-20 2009, svoltosi in Egitto:[54] ha giocato tutte le 5 partite dell'Italia prima dell'eliminazione, giocando ottimamente[55][56] e fuori ruolo (spostandosi al centro della difesa)[56] sempre da titolare tranne in un'occasione nella quale è subentrato dalla panchina.

Ha successivamente preso parte al torneo Quattro Nazioni.[57]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 3 dicembre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Italia Piacenza B 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2008-2009 B 21 1 CI 0 0 - - - - - - 21 1
2009-feb. 2010 B 14 0 CI 1 0 - - - - - - 15 0
feb.-giu. 2010 Italia Palermo A 1 0 CI - - - - - - - - 1 0
2010-gen. 2011 Italia Piacenza B 13 0 CI 2 0 - - - - - - 15 0
gen.-giu. 2011 Italia Ascoli B 19 0 CI - - - - - - - - 19 0
2011-gen. 2012 Italia Piacenza 1D 18 0 CI+CI-LP 1+0 0 - - - - - - 19 0
Totale Piacenza 68 1 4 0 - - - - 72 1
gen.-giu. 2012 Italia Grosseto B 12 0 CI - - - - - - - - 12 0
2012-2013 B 32 0 CI 1 0 - - - - - - 33 0
ago. 2013 1D - - CI+CI-LP 2+0 0 - - - - - - 2 0
Totale Grosseto 44 0 3 0 - - - - 47 0
ago. 2013-2014 Italia Bari B 40+3[58] 3 CI 1 0 - - - - - - 44 3
2014-2015 B 26 0 CI 2 0 - - - - - - 28 0
Totale Bari 66+3 3 3 0 - - - - 72 3
2015-2016 Italia Latina B 38 1 CI 1 0 - - - - - - 39 1
2016-2017 Italia Novara B 33 3 CI 2 0 - - - - - - 35 3
2017-2018 B 36 1 CI 1 0 - - - - - - 37 1
Totale Novara 69 4 3 0 - - - - 72 4
2018-2019 Italia Lecce B 30 0 CI 2 0 - - - - - - 32 0
2019-2020 A 26 3 CI 1 0 - - - - - - 27 3
2020-2021 B 15+1[58] 1 CI 2 0 - - - - - - 18 1
Totale Lecce 71+1 4 5 0 - - - - 77 4
2021-gen. 2022 Italia L.R. Vicenza B 15 0 CI 1 0 - - - - - - 16 0
gen.-giu. 2022 Italia Cesena C 9+2[58] 0 CI-C - - - - - - - - 11 0
2022-2023 C 16 1 CI-C 1 1 - - - - - - 17 2
Totale Cesena 25+2 1 1 1 - - - - 28 2
Totale carriera 416+6 14 21 1 - - - - 441 15

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 69 (3) se si comprendono i play-off.
  2. ^ 72 (4) se si comprendono i play-off.
  3. ^ 27 (1) se si comprendono i play-off.
  4. ^ Preso Lupoli ora il Grifone punta su Calderoni, in La Nazione, 11 luglio 2011.
  5. ^ a b MARCO CALDERONI: 1989 - ITALIA, su generazioneditalenti.com. URL consultato il 20 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2010).
  6. ^ a b Calderoni sogna di rimanere in serie A Il Palermo vuole riscattarlo dal Piacenza, in Messaggero Veneto, 22 giugno 2010.
  7. ^ Sogno mondiale per Calderoni, in Messaggero Veneto, 2 ottobre 2009.
  8. ^ a b Rosario Padovano, Calderoni da Sesto ai mondiali under 20, in Messaggero Veneto, 25 settembre 2009.
  9. ^ Cesena 2 - 2 Piacenza, su ilcesena.net, 25 maggio 2008.
  10. ^ Massimo Biribanti, Piacenza Mantova 3-3, in Gazzetta di Mantova, temi.repubblica.it, 1º giugno 2008.
  11. ^ Pisa-Piacenza 1-3, su sportlive.it, 15 maggio 2009. URL consultato il 20 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  12. ^ Il Piacenza si salva e inguaia il Pisa, La Repubblica, 15 maggio 2009.
  13. ^ Milan-Lecce, Calderoni-Pioli: 10 anni dopo la salvezza arriva il gol beffa. URL consultato il 21 ottobre 2019.
  14. ^ Ultimi movimenti di mercato per i rosa, su ilpalermocalcio.it (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2016).
  15. ^ Fabrizio Zorzoli, Ufficiale: Calderoni, Celustka e Cristofari al Palermo. Via Melinte, in Tuttomercatoweb, 1º febbraio 2010.
  16. ^ Serie A, Palermo-Bologna 3-1: tris di Miccoli, show dei rosanero, su newnotizie.it, newsnotizie.it, 27 marzo 2010.
  17. ^ PALERMO: probabile l'esordio per Calderoni [collegamento interrotto], su mediagol.it, 27 marzo 2010.
  18. ^ Ondrej Celustka - Partite speciali, su transfermarkt.it.
  19. ^ Piacenza 5 - 3 Lanciano, su transfermarkt.de, transfermarkt.it, 14 agosto 2010.
  20. ^ Il Piacenza degli ex stecca la prima: il Modena vince allo scadere, su IlPiacenza. URL consultato il 20 ottobre 2019.
  21. ^ Modena - Piacenza 1:0 (Serie B 2010/2011, 1. Giornata), su calcio.com. URL consultato il 20 ottobre 2019.
  22. ^ Coppa Italia addio: il Cagliari passeggia sul Piacenza 3-0, in IlPiacenza, 28 ottobre 2010.
  23. ^ Ufficiale: Doumbia e Calderoni all'Ascoli Live, in Parmalive, 11 gennaio 2011. URL consultato il 27 aprile 2022.
  24. ^ Ascoli 1 - 2 Grosseto, su usgrosseto1912.it, 16 gennaio 2011.
  25. ^ Polenta: stanno arrivando richieste solo per Giorgi, in Il Resto del Carlino, 23 giugno 2011. URL consultato il 23 giugno 2011.
  26. ^ Fabrizio Zorzoli, Ufficiale: Piacenza, Calderoni va a titolo definitivo al Grosseto, Tuttomercatoweb, 31 agosto 2011.
  27. ^ UFFICIALE: Piacenza, Calderoni resta in prestito e arriva Curcio, in Tuttolegapro, 1º settembre 2011. URL consultato il 21 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2016).
  28. ^ Il Piacenza parte bene, piegato il Sudtirol, su legapro.it, 6 settembre 2011.
  29. ^ Matteo Bursi, Ufficiale: Grosseto, rientra Calderoni, in Tuttomercatoweb, 25 gennaio 2012.
  30. ^ Crotone-Grosseto 2-2, il video, su fccrotone.it, 11 febbraio 2012. URL consultato il 21 ottobre 2019 (archiviato il 20 ottobre 2019).
  31. ^ Enrico Giovannelli, di Enrico Giovannelli, in Il Tirreno, 22 aprile 2013.
  32. ^ Chievo, ufficiale: Claiton in gialloblù, su chievoverona.it (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2015).
  33. ^ Mercato, preso Calderoni, su asbari.it (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2013).
  34. ^ Rivivi il match ATALANTA-BARI 3-0, nerazzurri al turno successivo Rosso Vino, in TuttoAtalanta.
  35. ^ Siena 3 - 2 Bari, su legaserieb.it (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2014).
  36. ^ A.C. ChievoVerona: le comproprietà ufficiali/4, su chievoverona.it (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2014).
  37. ^ Calderoni: "Bari, sono il tuo primo rinforzo di gennaio", su fcbari1908.club, 10 gennaio 2015. URL consultato il 21 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2015).
  38. ^ Stoian e Calderoni al ChievoVerona, su chievoverona.it (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  39. ^ Marco Calderoni in prestito dal Chievo, su uslatinacalcio.it (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2015).
  40. ^ Salernitana – Latina 3 – 2, su ussalernitana1919.it, 9 aprile 2016. URL consultato il 21 ottobre 2019.
  41. ^ Ufficiale: Marco Calderoni in azzurro, su novaracalcio.com. URL consultato il 21 ottobre 2019 (archiviato il 10 settembre 2016).
  42. ^ Ufficiale: Marco Calderoni è un calciatore del Novara, su novaracalcio.com. URL consultato il 21 ottobre 2019 (archiviato il 20 ottobre 2019).
  43. ^ Calderoni in giallorosso, su uslecce.it, 18 luglio 2018.
  44. ^ Il Lecce espugna Ferrara, Spal battuta 3-1, su Sportmediaset.it. URL consultato il 21 ottobre 2019.
  45. ^ Milan-Lecce 2-2: gol e highlights. Pareggia Calderoni al 92', su sport.sky.it. URL consultato il 21 ottobre 2019.
  46. ^ Prolungamento per Calderoni, su uslecce.it, 13 novembre 2020. URL consultato il 22 maggio 2021.
  47. ^ a b Andrea Sperti, Non c'è pace per Calderoni: nuovo problema fisico per lui, in Pianeta Lecce, 3 maggio 2021. URL consultato il 22 maggio 2021.
  48. ^ Le pagelle di Lecce – Venezia, i giallorossi sbagliano il rigore decisivo all’80’, in Lecce News 24, 20 maggio 2021. URL consultato il 22 maggio 2021.
  49. ^ Ceduto Calderoni, su uslecce.it, 16 luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  50. ^ Ufficiale: Marco Calderoni a titolo definitivo dall’U.S. Lecce!, su lrvicenza.net, 16 luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  51. ^ Ufficiale: Marco Calderoni al Cesena FC, su lrvicenza.net, 25 gennaio 2022. URL consultato il 25 gennaio 2022.
  52. ^ Marco Calderoni è bianconero, su calciocesena.com. URL consultato il 25 gennaio 2022.
  53. ^ a b Cesena, tre sopravvissuti in cerca di riscatto, in Il Resto del Carlino, 3 agosto 2022. URL consultato il 6 agosto 2022.
  54. ^ Mondiali: Azzurrini al lavoro, tra una settimana la partenza per l'Egitto, su figc.it, 14 settembre 2009. URL consultato il 21 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2014).
  55. ^ Alessandro Buttitta, Palermo, ballottaggio Calderoni-Celutska, in Tuttopalermo, 27 marzo 2010.
  56. ^ a b Rosario Padovano, Calderoni sbarca in serie A nel Palermo di Delio Rossi, in Messaggero Veneto, 3 febbraio 2010.
  57. ^ Salvatore Affronti, Italia Under 20, sconfitta per 1-3 dall'Austria, in Tuttopalermo, 3 marzo 2020.
  58. ^ a b c Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]