Giacomo Bonaventura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giacomo Bonaventura
Bonaventura con il Milan nel 2016
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio
Ruolo Centrocampista
Squadra Fiorentina
Carriera
Giovanili
2006-2007Atalanta
Squadre di club1
2008-2009Atalanta2 (0)
2009Pergocrema3 (1)
2009-2010Atalanta1 (0)
2010Padova16 (0)[1]
2010-2014Atalanta127 (23)
2014-2020Milan155 (30)
2020-Fiorentina121 (19)
Nazionale
2008Bandiera dell'Italia Italia U-195 (1)
2009-2010Bandiera dell'Italia Italia U-2012 (2)
2011Bandiera dell'Italia B Italia1 (1)
2013-Bandiera dell'Italia Italia18 (1)
Palmarès
 Europei di calcio Under-19
Argento Repubblica Ceca 2008
 Giochi del Mediterraneo
Argento Pescara 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 marzo 2024

Giacomo Bonaventura (San Severino Marche, 22 agosto 1989) è un calciatore italiano, centrocampista della Fiorentina, della quale è vice-capitano, e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista duttile,[2][3] esibisce una notevole mobilità in vari settori difensivi ed offensivi.[4] Ricopre generalmente la posizione di mezzala,[5] ma può agire anche da ala sinistra o trequartista.[6] Dotato di ottima tecnica individuale e buona velocità, è abile nel dribbling, nel colpo di testa ed è anche un buon tiratore dalla distanza e di calci piazzati. È inoltre solito utilizzare il piede sinistro grazie al quale riesce ad effettuare ottimi tiri nonostante sia un destro naturale.[7]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Esordi con l'Atalanta e prestiti[modifica | modifica wikitesto]

Giacomo Bonaventura nasce calcisticamente alla Virtus Castelvecchio e, dopo aver militato nei settori giovanili della San Francesco '93 di Cingoli e della Settempeda[8] fino ai Giovanissimi, si trasferisce al Tolentino; qui viene notato da Antonio Bongiorni, osservatore dell'Atalanta e ds della Polisportiva Margine Coperta di Massa e Cozzile (PT), società-satellite degli orobici in Toscana, che lo tessera. Viene poi chiamato da Mino Favini, responsabile del settore giovanile nerazzurro, che lo porta direttamente nella sede di Zingonia, il "Centro Bortolotti".[9]

Debutta in Serie A il 4 maggio 2008, nel corso della partita Atalanta-Livorno (3-2), che sarà anche l'unica apparizione stagionale.

La stagione successiva lo vede aggregato in pianta stabile con la prima squadra, e dopo una presenza la società opta per un prestito nelle categorie inferiori durante il mercato di riparazione invernale. Viene quindi ceduto in prestito al Pergocrema, società di Prima Divisione. Il 18 gennaio 2009 fa il suo esordio nella categoria, siglando la rete del provvisorio pareggio, nel corso della partita contro la Sambenedettese, incontro che terminerà con il punteggio di 2-1 in favore dei padroni di casa; si tratta del suo primo gol fra i professionisti. Nella squadra cremasca è titolare, ma è costretto a fermarsi dopo poche partite a causa di un infortunio che comprometterà gran parte della stagione.[10]

Nel corso dell'estate 2009 fa ritorno a Bergamo, dove non riesce a ritagliarsi spazi nella formazione titolare: nella sessione invernale del calciomercato viene quindi ceduto in prestito al Padova.[11] Il 20 febbraio 2010 debutta con i biancoscudati nella partita Ancona-Padova (2-2). Alla fine del primo anno ottiene la salvezza in Serie B, dopo i play-out contro la Triestina, nei quali segna anche un gol.[12]

Ritorno all'Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Bonaventura in allenamento con l'Atalanta nel 2013

Il 23 giugno 2010 il Padova comunica di non aver esercitato il diritto di opzione sul cartellino di Bonaventura[13] che ritorna quindi all'Atalanta. Il 16 luglio seguente rinnova il contratto con la società bergamasca fino al 2015.[14] Disputa la stagione nell'inedito ruolo di esterno di centrocampo (sia destro che sinistro), venendo impiegato anche qualche volta come trequartista alle spalle degli attaccanti. Segna il suo primo gol con la maglia nerazzurra il 9 novembre contro il Modena (1-0).[15] Bonaventura va a segno in altre otto circostanze, risultando essere l'uomo più decisivo della stagione atalantina, portando alla causa nerazzurra 18 punti.[16][17] Conclude la stagione con 33 presenze (31 in campionato e 2 in Coppa Italia) condite da 9 gol e con la vittoria del campionato cadetto.

L'11 aprile 2012 segna il suo primo gol in Serie A nella vittoria esterna della sua squadra contro il Napoli. Si ripete tre giornate dopo, il 29 aprile, realizzando la rete del 2-0 chiudendo la sfida casalinga contro la Fiorentina (2-0) che vale la salvezza per l'Atalanta con tre giornate d'anticipo.[18] La sua prima stagione da titolare in Serie A si chiude con 2 reti in 29 partite.

Nella stagione 2012-2013 ormai è uno dei punti fermi della formazione lombarda, tanto da risultare il secondo miglior marcatore dietro a Germán Denis. La sua prima doppietta in carriera in Serie A è datata 3 marzo 2013, quando fissa il risultato nella partita Siena-Atalanta (0-2) della 27ª giornata. Al termine della stagione, conclusasi con una nuova salvezza per la Dea, Bonaventura ha realizzato 8 reti in 36 partite, di cui uno in una gara di Coppa Italia.

La stagione 2013-2014 si rivela essere per lui l'ultima tra le file della Dea, che termina la stagione con la terza salvezza consecutiva, con Bonaventura che realizza 5 reti in 31 partite di Serie A. Conclude quindi la sua esperienza in neroazzurro dopo otto anni (inclusi quelli trascorsi in prestito e nelle giovanili), durante i quali ha messo a segno 24 reti in 135 partite considerando Serie A, Serie B e Coppa Italia.

Milan[modifica | modifica wikitesto]

2014-2017[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2014, durante le ultime ore di mercato, viene acquistato dal Milan per 7 milioni di euro.[19] Il direttore sportivo del club lombardo Adriano Galliani decise di puntare su Bonaventura dopo che saltò la trattativa per Jonathan Biabiany.[19] Va in gol con i rossoneri già al debutto, il 14 settembre 2014, segnando nella vittoria esterna contro il Parma (4-5).[20] Esordisce in Coppa Italia con il Milan il 13 gennaio 2015, nella vittoria casalinga contro il Sassuolo (2-1) che vale ai rossoneri il passaggio del turno ai quarti di finale.[21] Nell'ultima giornata di campionato realizza la sua prima doppietta, decisiva per il successo (3-1) contro la sua squadra precedente, l'Atalanta.[22] Il giocatore, autore di 7 reti in 34 presenze complessive, risulta una delle poche note liete per la formazione, incappata in una stagione deludente che si chiude con la mancata partecipazione alle coppe continentali.[23]

Nella stagione 2015-2016 totalizza 7 reti e 8 assist in 39 presenze tra tutte le competizioni con i rossoneri, piazzatisi settimi in classifica e, pertanto, ancora esclusi dall'Europa. Il 1º dicembre 2015, nella gara casalinga contro il Crotone (3-1) valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia, sigla il primo gol in questa competizione con la maglia rossonera.[24] Con il Milan, il 22 maggio 2016, raggiunge la finale di coppa nazionale, la prima della sua carriera, gara persa 1-0 contro la Juventus e che Bonaventura ha disputato per intero.[25]

Bonaventura con la maglia del Milan contro il Bayern Monaco nel precampionato 2016.

Nella stagione successiva, a seguito del ritiro di Mexès, cambia numero di maglia, passando dalla 28 alla 5.[26] Il 23 dicembre 2016 si aggiudica la Supercoppa italiana, con il Milan che batte ai rigori proprio i bianconeri: Bonaventura segna il gol del pareggio, trasformando anche un rigore della sequenza finale.[27] La sua annata termina in anticipo, a causa di un infortunio alla coscia riportato nella gara con l'Udinese a fine gennaio[28] nella quale sigla l'unica rete del Milan. Ritorna in prima squadra il 28 maggio per l'ultima gara della stagione persa contro il Cagliari (2-1), senza però riuscire ad entrare a partita in corso.[29] Conclude la sua terza stagione con il Milan con 5 reti siglate in 22 partite in tutte le competizioni.

2017-2020[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 luglio 2017 esordisce nelle manifestazioni continentali, giocando contro il U Craiova in Europa League;[30] la settimana seguente trova il primo gol in campo internazionale, andando a segno nel 2-0 del ritorno.[31] Il successivo 20 settembre, in occasione dell'incontro contro la SPAL, viene premiato per la centesima presenza in rossonero.[32] Il 21 gennaio 2018, nella trasferta vinta per 2-1 in casa del Cagliari, raggiunge quota 200 partite in Serie A.[33] Il 28 febbraio, nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, sigla uno dei rigori che consentono al Milan di disputare la finale del 9 maggio seguente contro la Juventus.[34] Nell'atto conclusivo della competizione i rossoneri sono usciti sconfitti per 4-0, con Bonaventura che ha giocato la partita per intero.[35] Al termine di una deludente annata per i rossoneri, Bonaventura si rivela essere uno degli elementi migliori della squadra, concludendo la stagione come terzo miglior marcatore con 9 reti in 47 incontri complessivamente (di cui 8 in 33 presenze in Serie A).

Il 7 ottobre 2018, nella gara casalinga vinta per 3-1 contro Chievo, conquista il traguardo delle 150 partite con il Milan in tutte le competizioni.[36] Dopo un ottimo inizio di stagione, il 27 ottobre subisce una lesione al ginocchio sinistro, che lo vede costretto a sottoporsi a un'operazione chirurgica pochi giorni dopo.[37] Pertanto conclude anticipatamente la sua quinta stagione con i rossoneri, totalizzando 3 gol in 10 presenze complessive.[38]

Torna a pieno regime nella stagione 2019-2020, caratterizzata dall'avvicendamento in panchina tra Marco Giampaolo e Stefano Pioli. Il 22 giugno raggiunge le 150 partite in Serie A in maglia rossonera[39] nella partita vinta in casa del Lecce per 4-1, gara nella quale trova anche il gol del momentaneo 2-1.[40] Non venendo rinnovato il suo contratto in scadenza,[41] disputa la sua ultima partita con i rossoneri il 1º agosto 2020, subentrando a Rafael Leão al 38' del primo tempo dell'ultima partita di campionato vinta in casa contro il Cagliari (3-0), gara nella quale ha anche servito l'assist del terzo gol a Samu Castillejo.[42][43] Ottiene 29 presenze e 3 reti nel campionato che il Milan chiude al 6º posto. Complessivamente, in sei anni al Milan, ha disputato 184 partite segnando 35 reti in tutte le competizioni ed ha conquistato una Supercoppa italiana nel 2016.

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi svincolato dal Milan, il 10 settembre 2020 viene ingaggiato dalla Fiorentina.[44] Realizza la sua prima rete con i viola il 23 gennaio 2021 nel successo per 2-1 contro il Crotone.[45] In chiusura di stagione va a segno altre due volte, nelle trasferte contro Sassuolo e Bologna, aiutando la squadra a centrare la salvezza in anticipo.[46] Tre reti in 34 presenze sono lo score della sua prima stagione a Firenze.

Nella stagione seguente, continua a giocare regolarmente da titolare, fornendo ottime prove[47], tanto da raggiungere il rinnovo automatico del contratto fino al 2023.[48][49] Chiude il girone d'andata andando a segno due volte, contro Genoa[50] e Salernitana.[51] Nel girone di ritorno segna ancora contro il Genoa,[52] mentre un infortunio rimediato nel mese di marzo contro il Bologna[53] lo costringe a uno stop di circa un mese. Tornato in campo il 27 aprile nella sconfitta casalinga contro l'Udinese,[54] risulta decisivo per la qualificazione europea realizzando il definitivo 2-0 contro la Roma[55] nella partita del 9 maggio giocata al Franchi.[56] Termina l'anno con 4 gol e 9 assist in 35 presenze, Coppa Italia compresa.

Confermato da titolare anche per l'annata 2022-2023, segna il primo gol stagionale della Fiorentina aprendo le marcature nella prima giornata di campionato contro la Cremonese.[57] Si ripete, risultando sempre decisivo, tra il 6 il 9 novembre, andando in rete rispettivamente contro Sampdoria[58] e Salernitana.[59] In virtù del suo ruolo sempre più importante nel gioco del tecnico Italiano,[60] nel gennaio del 2023 Bonaventura rinnova il proprio contratto con la Fiorentina fino al 2024, con un'opzione per un'ulteriore stagione.[61][62] Il 23 febbraio 2023, il centrocampista serve tutti e tre gli assist decisivi (rispettivamente, a Mandragora, Saponara e Cabral) della vittoria per 3-2 dei viola sul Braga,[63] nella gara di ritorno dei play-off di Conference League, successo che consente loro di qualificarsi per gli ottavi di finale.[64][65] Il 1º aprile la sua rete permette ai viola di vincere a San Siro contro l'Inter,[66] mentre nella gara di andata dei quarti di finale di Conference League contro il Lech Poznan realizza il primo gol internazionale in maglia viola.[67] Nella finale di Conference League disputata il 7 giugno a Praga contro il West Ham, realizza il gol del pareggio dopo il vantaggio dei londinesi, ma la gara viene persa per 2-1.

Il 12 novembre 2023, segnando contro il Bologna il momentaneo gol dell'1-0, raggiunge il traguardo delle 100 partecipazioni a reti in Serie A (61 reti e 39 assist).

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bonaventura con la nazionale italiana a Ginevra contro il Portogallo nel 2015.

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 con la nazionale Under-19 di Francesco Rocca partecipa all'Europeo di categoria. Debutta il 14 luglio 2008 nella partita d'esordio del torneo contro la Grecia, disputando da titolare tutte e 3 le partite del girone e la semifinale vinta contro l'Ungheria, subentrando invece nella finale persa per 3-1 contro la Germania.[68] Segna la prima rete in nazionale nel corso della stessa manifestazione, il 20 luglio 2008, siglando il gol del momentaneo 2-1 nel corso della terza partita del girone eliminatorio contro la Repubblica Ceca, incontro vinto dagli Azzurrini con il punteggio di 4-3.

Nel 2009 partecipa ai Giochi del Mediterraneo con la nazionale Under-20. Il 25 giugno debutta al 57' nel corso dell'incontro pareggiato con la Siria,[69] partita d'esordio per gli Azzurrini di Francesco Rocca. Il secondo e già decisivo incontro del torneo lo vede titolare nel successo contro la Grecia,[70] che proietta la squa squadra verso la vittoriosa semifinale contro la Libia,[71] dove subentra nella ripresa. Giacomo parte titolare nella finalissima contro la Spagna,[72] incontro perso per 2-1.

Sempre nel 2009 partecipa al campionato mondiale di categoria con la nazionale Under-20, disputando tutte le partite e andando a segno nella partita dei Quarti di finale contro l'Ungheria (2-3).

Il 28 agosto 2010 viene convocato per la prima volta in nazionale Under-21 per le gare di qualificazione del Campionato europeo di categoria[73] del 3 e 7 settembre senza scendere in campo.

Il 27 marzo 2011 viene convocato dal tecnico Massimo Piscedda nella B Italia (rappresentativa della Lega Nazionale di Serie B) per la gara amichevole contro la Rappresentativa della Prva Liga Srbija. Bonaventura esordisce dal primo minuto e al 6' va in rete portando la B-Italia in vantaggio (la partita finirà 2-0 per gli azzurri).[74]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Viene convocato per la prima volta in nazionale maggiore dal commissario tecnico Prandelli che lo fa esordire il 31 maggio 2013, a 23 anni, nella partita amichevole vinta 4-0 contro San Marino a Bologna.[75][76]

Trova poco spazio nel biennio del CT Conte, il quale lo impiega unicamente in due partite amichevoli,[77] pur inserendolo nella lista dei pre-convocati per l'Europeo 2016.[78] Il CT Ventura lo impiega invece in quattro gare all'inizio delle qualificazioni al Mondiale 2018.[79]

Ritorna nel giro azzurro con il CT Mancini, che lo convoca all'inizio della sua gestione nel maggio 2018,[80] e lo impiega anche nelle prime due gare disputate dall'Italia nella Nations League. Il 7 ottobre 2020 torna a giocare in nazionale, da titolare, nell'amichevole contro la Moldavia disputata a Firenze.[81]

Nell'ottobre del 2023, a tre anni dall'ultima convocazione, viene richiamato dal CT Luciano Spalletti, in vista delle partite di qualificazione all'Europeo 2024 contro Malta e Inghilterra.[82] Proprio contro i maltesi, il 14 ottobre 2023, realizza la sua prima rete in maglia azzurra, contribuendo al successo per 4-0 dell'Italia;[83][84] diventando, a 34 anni, il più anziano giocatore italiano a segnare la propria prima rete in nazionale.[85]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21 marzo 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Bandiera dell'Italia Atalanta A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
2008-gen. 2009 A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2009 Bandiera dell'Italia Pergocrema 1D 3 1 CI+CI-LP - - - - - - - - 3 1
2009-gen. 2010 Bandiera dell'Italia Atalanta A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2010 Bandiera dell'Italia Padova B 16+2[86] 0+1[86] CI - - - - - - - - 18 1
2010-2011 Bandiera dell'Italia Atalanta B 31 9 CI 2 0 - - - - - - 33 9
2011-2012 A 29 2 CI 1 0 - - - - - - 30 2
2012-2013 A 35 7 CI 1 1 - - - - - - 36 8
2013-2014 A 31 5 CI 0 0 - - - - - - 31 5
ago. 2014 A 1 0 CI 1 0 - - - - - - 2 0
Totale Atalanta 130 23 5 1 - - - - 135 24
2014-2015 Bandiera dell'Italia Milan A 33 7 CI 1 0 - - - - - - 34 7
2015-2016 A 33 6 CI 6 1 - - - - - - 39 7
2016-2017 A 19 3 CI 2 1 - - - SI 1 1 22 5
2017-2018 A 33 8 CI 5 0 UEL 9[87] 1[88] - - - 47 9
2018-2019 A 8 3 CI 0 0 UEL 2 0 SI 0 0 10 3
2019-2020 A 29 3 CI 3 1 - - - - - - 32 4
Totale Milan 155 30 17 3 11 1 1 1 184 35
2020-2021 Bandiera dell'Italia Fiorentina A 34 3 CI 1 0 - - - - - - 35 3
2021-2022 A 31 4 CI 4 0 - - - - - - 35 4
2022-2023 A 30 5 CI 4 0 UECL 15[89] 2 - - - 49 7
2023-2024 A 26 7 CI 1 0 UECL 4[90] 0 SI 1 0 32 7
Totale Fiorentina 121 19 10 0 19 2 1 0 151 21
Totale carriera 427 74 32 4 30 3 2 1 491 82

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
31-5-2013 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 4 – 0 Bandiera di San Marino San Marino Amichevole - Uscita al 50’ 50’
18-11-2014 Genova Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Scozia Scozia Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
1-9-2016 Bari Italia Bandiera dell'Italia 1 – 3 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Uscita al 66’ 66’
5-9-2016 Haifa Israele Bandiera d'Israele 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 63’ 63’
6-10-2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 30’ 30’
9-10-2016 Skopje Macedonia Bandiera della Macedonia 2 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 64’ 64’
12-11-2016 Vaduz Liechtenstein Bandiera del Liechtenstein 0 – 4 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 67’ 67’
28-5-2018 San Gallo Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
1-6-2018 Nizza Francia Bandiera della Francia 3 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
4-6-2018 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 87’ 87’
7-9-2018 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Polonia Polonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
10-9-2018 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
10-10-2018 Genova Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
7-10-2020 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 6 – 0 Bandiera della Moldavia Moldavia Amichevole - Uscita al 68’ 68’
14-10-2023 Bari Italia Bandiera dell'Italia 4 – 0 Bandiera di Malta Malta Qual. Euro 2024 1 Uscita al 87’ 87’
17-11-2023 Roma Italia Bandiera dell'Italia 5 – 2 Bandiera della Macedonia del Nord Macedonia del Nord Qual. Euro 2024 - Uscita al 62’ 62’
21-3-2024 Fort Lauderdale Venezuela Bandiera del Venezuela 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 18 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 2006

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 2010-2011
Milan: 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 18 (1) se si comprendono le presenze nei play-out.
  2. ^ Giacomo Bonaventura, il duttile Jack pronto a prendere il Milan in mano, su m.tuttomercatoweb.com, 22 agosto 2016. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  3. ^ Enrico Ferrazzi, La Gazzetta su Bonaventura: “È come Donadoni: duttile e targato Bergamo. E poi segna sempre a San Siro contro l’Inter”, su m.milannews.it, 2 settembre 2014. URL consultato il 4 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2017).
  4. ^ Enrico Cerruti, Più jolly che Jack: tutti i ruoli di Bonaventura, su sport.sky.it, 13 novembre 2016. URL consultato il 4 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2017).
  5. ^ Giacomo Bonaventura, su transfermarkt.it. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  6. ^ Atalanta, Bonaventura: «Ruolo preferito? Trequartista, Colantuono lo sa...», su calcionews24.com.
  7. ^ Profiling – Giacomo Bonaventura: l'incubo dell'Inter fa sognare il Milan, su pianetamilan.it, 2 settembre 2014. URL consultato il 28 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2017).
  8. ^ Il centrocampista dell'Atalanta Giacomo Bonaventura sarà ricevuto a Municipio, su marmellataitalia.it (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  9. ^ Giacomo Bonaventura convocato in Nazionale: "Orgoglio della città", su ilrestodelcarlino.it, 17 maggio 2013.
  10. ^ Bonaventura: "Sognavo Del Piero, la gavetta mi è servita", su repubblica.it, 18 dicembre 2014. URL consultato il 2 maggio 2016.
  11. ^ Mercato neroazzurro, su atalanta.it (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2010).
  12. ^ Dante di Ragogna, Padova, che impresa Retrocede la Triestina, su gazzetta.it, 12 giugno 2010. URL consultato il 13 giugno 2010.
  13. ^ Calciomercato, su padovacalcio.it. URL consultato il 23 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2011).
  14. ^ Atalanta, rinnova Bonaventura fino al 2015, su tuttomercatoweb.com.
  15. ^ Bonaventura: "più che i gol conta il mio apporto [collegamento interrotto], su algeri.net. URL consultato il 9 novembre 2010.
  16. ^ Bonaventura, tre punti a gol [collegamento interrotto], su atalanta.it.
  17. ^ Bonaventura il più decisivo dell'Atalanta 2010-2011 [collegamento interrotto], su atalanta.it.
  18. ^ Atalanta da record La Fiorentina va ko - Repubblica.it, su repubblica.it. URL consultato il 2 maggio 2016.
  19. ^ a b Milan, Galliani: "Bonaventura? Era già a Milano e l'ho strappato all'Inter, su gazzetta.it, 2 settembre 2014.
  20. ^ Enrico Currò, Parma, succede di tutto le meraviglie di Menez lanciano il Milan in vetta, in la Repubblica, 15 settembre 2014, p. 34.
  21. ^ Coppa Italia, Milan-Sassuolo 2-1: De Jong regala i quarti ai rossoneri, 13 gennaio 2015. URL consultato il 10 luglio 2023.
  22. ^ Enrico Currò, Bonaventura, l'ultimo sorriso per Inzaghi, in la Repubblica, 31 maggio 2015, p. 60.
  23. ^ ITALIA, Conte convoca Bonaventura per Croazia e Portogallo, su itasportpress.it, 9 giugno 2015.
  24. ^ Milan-Crotone 3-1, ma che fatica: Bonaventura e Niang ai supplementari, su gazzetta.it, 1º dicembre 2015. URL consultato l'11 settembre 2020.
  25. ^ Luca Fazzini, Bonaventura: "Concentrati sul finale di stagione, io ci sarò", su pianetamilan.it, 2 maggio 2016. URL consultato il 29 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2018).
  26. ^ Milan, cambi nei numeri di maglia: Bonaventura prende il 5, su pianetamilan.it, 16 luglio 2016. URL consultato il 6 agosto 2020.
  27. ^ Jacopo Manfredi, Juventus-Milan 4-5 dopo i rigori: Donnarumma e Pasalic regalano la Supercoppa ai rossoneri, su repubblica.it, 23 dicembre 2016.
  28. ^ Milan, Bonaventura starà fuori 4 mesi: la sua stagione è già finita, su gazzetta.it, 1º febbraio 2017.
  29. ^ Cagliari-Milan 2-1, Pisacane al 93' stende i rossoneri, su Repubblica.it, 28 maggio 2017. URL consultato il 6 agosto 2020.
  30. ^ Luca Bianchin, Europa League, Craiova-Milan 0-1: Ricardo Rodriguez decide su punizione, su gazzetta.it, 27 luglio 2017.
  31. ^ Federico Sala, Milan-Craiova 2-0, rossoneri al Play off di Europa League, su repubblica.it, 3 agosto 2017.
  32. ^ Paolo Fulgosi, Bonaventura premiato per aver raggiunto le 100 presenze in rossonero: "Grazie a tutti, spero di farne altre 300", su spaziomilan.it, 20 settembre 2017.
  33. ^ Cagliari-Milan 1-2: doppio Kessié dopo Barella. Gol e highlights, su sport.sky.it, 21 gennaio 2018. URL consultato il 6 agosto 2020.
  34. ^ Lazio-Milan 4-5 dopo i calci di rigore. Rossoneri in finale, su sport.sky.it, 28 febbraio 2018. URL consultato il 10 luglio 2023.
  35. ^ Coppa Italia, Juventus-Milan 4-0, doppio Benatia, quarto trionfo di fila, su gazzetta.it, 9 maggio 2018.
  36. ^ Bonaventura, contro il Chievo presenza numero 150, su pianetamilan.it, 5 ottobre 2018. URL consultato il 6 agosto 2020.
  37. ^ Milan, Bonaventura si opera negli Usa: la sua stagione è già finita, su gazzetta.it, 19 novembre 2018.
  38. ^ Giacomo Bonaventura - Cronaca infortuni, su Transfermarkt. URL consultato il 6 agosto 2020.
  39. ^ Record Bonaventura, in Lecce-Milan giocherà 150^ partita in rossonero, su pianetamilan.it, 20 giugno 2020. URL consultato il 6 agosto 2020.
  40. ^ Il Milan senza Ibra è una macchina da gol: 4-1 a Lecce e aggancio al Napoli, su gazzetta.it, 22 giugno 2020.
  41. ^ Milan, Bonaventura verso il non rinnovo: è in scadenza. Le news di calciomercato, su sport.sky.it, 9 aprile 2020. URL consultato il 6 agosto 2020.
  42. ^ Pagelle Milan-Cagliari 3-0, i voti: Ibrahimovic dominante, ottimo Castillejo, su pianetamilan.it, 1º agosto 2020. URL consultato il 10 luglio 2023.
  43. ^ Il Milan saluta Bonaventura: “Grazie Jack”, lui esce in lacrime dal campo!, su pianetamilan.it, 1º agosto 2020.
  44. ^ ECCO JACK!, su acffiorentina.com. URL consultato il 10 settembre 2020.
  45. ^ Serie A, Fiorentina-Crotone 2-1: Bonaventura e Vlahovic rialzano i viola, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 24 gennaio 2021.
  46. ^ Fiorentina già virtualmente salva, annientata la Lazio. Super Vlahovic vola a 21 gol in campionato, su firenzeviolasupersportlive.it, 9 maggio 2021. URL consultato il 14 aprile 2023.
  47. ^ Fiorentina, Bonaventura è rinato con Italiano: ora il rinnovo, su calciomercato.com, 9 ottobre 2021. URL consultato il 3 febbraio 2022.
  48. ^ Bonaventura, scattata l’opzione per il rinnovo fino al 2023, su fiorentina.it, 21 gennaio 2022. URL consultato il 3 febbraio 2022.
  49. ^ Pietro Lazzerini, Fiorentina, Pradè: "Bonaventura resta con noi. Con Saponara parleremo dopo il mercato", su tuttomercatoweb.com, TUTTOmercatoWEB, 24 gennaio 2022. URL consultato il 3 febbraio 2022.
  50. ^ Genoa-Fiorentina 1-2: Saponara e Bonaventura fanno volare Italiano, su tuttosport.com, Tuttosport, 18 settembre 2021. URL consultato il 14 aprile 2023.
  51. ^ Bonaventura è l’ago della bilancia: la chiave tattica, su violanews.com, 10 novembre 2021. URL consultato il 19 gennaio 2023.
  52. ^ Giovanni Sardelli, Fiorentina a valanga sul Genoa: 6-0! Biraghi, doppia magia su punizione, su gazzetta.it, 17 gennaio 2022. URL consultato il 19 gennaio 2023.
  53. ^ Bonaventura e un infortunio che ha lasciato il segno, ma la speranza di Italiano…, su fiorentinanews.com, 27 marzo 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  54. ^ Roberto Davide Papini, Fiorentina-Udinese 0-4: viola in crollo verticale. L'Europa si allontana, su lanazione.it, la Nazione, 27 aprile 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  55. ^ Fiorentina-Roma 2-0: Gonzalez e Bonaventura, sogno Europa, su ilmattino.it, il Mattino, 9 maggio 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  56. ^ BONAVENTURA, La mia vita è cambiata a Firenze, su firenzeviola.it, 12 maggio 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  57. ^ Stefano Fonsato, SERIE A - FIORENTINA-CREMONESE 3-2, PAGELLE: BONAVENTURA TOP, DISASTRO RADU. OTTIMO ESORDIO DI JOVIC, su eurosport.it, Eurosport, 16 agosto 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  58. ^ Filippo Grimaldi, Bonaventura e Milenkovic abbattono la Samp: la Viola ora corre. Per Stankovic sono guai, su La Gazzetta dello Sport, 6 novembre 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  59. ^ Filippo Grimaldi e Leonardo Costigliola, Fiorentina-Salernitana 2-1, le pagelle: Bonaventura da sogno, Bonazzoli spento, su numero-diez.com, 9 novembre 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  60. ^ Davide Giardina, Bonaventura, il giocatore che ha permesso il cambio modulo, su fiorentinauno.com, 25 dicembre 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  61. ^ Jack Bonaventura rinnova, su ACF Fiorentina, 14 gennaio 2023. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  62. ^ Alessandro Calvetto, UFFICIALE – Bonaventura ha rinnovato con la Fiorentina: cifre e dettagli, su Numero Diez, 14 gennaio 2023. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  63. ^ Fiorentina-Braga 3-2: tre assist per Bonaventura, su UEFA.com, 25 febbraio 2023.
  64. ^ Alex Frosio, Un gol fantasma e uno "vero": fa tutto Cabral, 3-2 al Braga e Fiorentina avanti, su La Gazzetta dello Sport, 23 febbraio 2023. URL consultato il 24 febbraio 2023.
  65. ^ Andrea Pietrzela, Fiorentina-Braga 3-2: Viola agli ottavi di Conference League, su Goal.com, 23 febbraio 2023. URL consultato il 24 febbraio 2023.
  66. ^ Serie A: Inter-Fiorentina 0-1, decide un gol di Bonaventura, su ansa.it, ANSA, 1º aprile 2023. URL consultato il 14 aprile 2023.}
  67. ^ Lech-Fiorentina 1-4: poker Viola, semifinale ipotecata, su it.uefa.com, UEFA, 13 aprile 2023. URL consultato il 14 aprile 2023.
  68. ^ Germania 3 - 1 Italia, su it.uefa.com, 26 luglio 2008.
  69. ^ Italia 1 - 1 Siria (PDF), su pescara2009.it, 25 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  70. ^ Italia 3 - 1 Grecia (PDF), su pescara2009.it, 29 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  71. ^ Italia 1 - 0 Libia (PDF), su pescara2009.it, 1º luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  72. ^ Italia 1 - 2 Spagna (PDF), su pescara2009.it, 4 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2012).
  73. ^ Azzurrini al lavoro. Casiraghi: "Concentrati solo su noi stessi", su figc.it. URL consultato il 30 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2014).
  74. ^ Calcio, amichevole: Italia B-Serbia B 2-0, su sport.repubblica.it, 30 marzo 2011. URL consultato il 24 marzo 2014.
  75. ^ Nazionale, Prandelli richiama Aquilani. Prima volta per Agazzi, Bonaventura e Sau, su gazzetta.it, 16 maggio 2013.
  76. ^ Armando Ossorio, Italia-San Marino 4-0, test semplice per gli azzurri, su repubblica.it, 31 maggio 2013.
  77. ^ Nazionale, Conte convoca Pirlo: Bonaventura torna a casa, su repubblica.it, 6 ottobre 2014.
  78. ^ Italia: ecco la lista dei 30 pre-convocati di Conte in vista di Euro 2016, su it.eurosport.com, 23 maggio 2016.
  79. ^ Italia, zero prove per Ventura: fuori Romagnoli, Gagliardini e Bonaventura, su goal.com, 1º ottobre 2017.
  80. ^ Pasquale La Ragione, Mancini: "Bonaventura è importante, Cutrone vede bene la porta", su milanlive.it, 3 settembre 2018.
  81. ^ Mancini vince anche coi cambi: Italia-Moldavia 6-0, su sport.sky.it, 7 ottobre 2020.
  82. ^ Prosegue il cammino verso EURO 2024: 27 convocati per le gare con Malta e Inghilterra, prima chiamata per Udogie, su figc.it, 6 ottobre 2023. URL consultato il 6 ottobre 2023.
  83. ^ Alessandro Bocci, Bella vittoria dell’Italia su Malta, gol di Bonaventura, doppio Berardi e Frattesi Finale 4-0, su corriere.it, 14 ottobre 2023. URL consultato il 15 ottobre 2023.
  84. ^ Azzurri forza 4 a Bari: battuta Malta grazie alla doppietta di Berardi e ai gol di Bonaventura e Frattesi, su figc.it, 14 ottobre 2023. URL consultato il 15 ottobre 2023.
  85. ^ Bonaventura segna in Italia-Malta e firma un record a 34 anni: la dedica al padre morto un anno fa, su ilmessaggero.it, 15 ottobre 2023. URL consultato il 15 ottobre 2023.
  86. ^ a b Play-out.
  87. ^ 3 presenze nei turni preliminari.
  88. ^ Nei turni preliminari.
  89. ^ 1 presenza nei turni preliminari.
  90. ^ 2 presenze nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]