Massimiliano Vieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massimiliano Vieri
Nazionalità Italia Italia
Australia Australia (dal 2004)
Altezza 182[1] cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Empoli ( Vice Primavera)
Ritirato 2012 - giocatore
Carriera
Giovanili
1996-1997 Juventus
Squadre di club1
1997-1998 Prato 15 (1)
1998-1999 Fano 22 (5)
1999-2000 Brescello 30 (12)
2000 Juventus 0 (0)
2000-2002 Ancona 61 (22)
2002-2003 Verona 27 (6)
2003-2004 Napoli 29 (5)
2004-2005 Ternana 18 (4)
2005-2006 Triestina 1 (0)
2006 Arezzo 7 (0)
2006-2007 Novara 29 (3)
2007-2008 Lecco 31 (7)
2008-2012 Prato 86 (19)
Nazionale
2004-2005 Australia Australia 6 (0)
Carriera da allenatore
2017- EmpoliVice Primavera
Palmarès
Coppa Oceania.svg Coppa d'Oceania
Oro Australia 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2012

Massimiliano Vieri (Sydney, 1º settembre 1978) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano naturalizzato australiano, di ruolo attaccante, vice allenatore della squadra Primavera dell'Empoli.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

È figlio della francese Christiane Rivaux[2] e di Roberto Vieri, celebre calciatore degli anni sessanta e settanta, e fratello di Christian Vieri, è nato in Australia allorché il padre militava nel Marconi Stallions di Sydney.

Tornato in Italia, cresce calcisticamente nel Prato. Nell'estate del 1996, quando la Juventus acquista suo fratello Christian, anche lui viene preso dai bianconeri per giocare nelle giovanili. Nella stagione successiva la Juve lo manda in prestito "a casa", e nel Prato debutta nei campionati professionistici, esordendo in Serie C1 nella stagione 1997-1998; la stagione si conclude con un gol all'attivo in 15 presenze e la retrocessione ai playout, dove i lanieri sono sconfitti dalla Carrarese. Nel 1998-99, sempre in prestito, passa al Fano, in Serie C2, e disputa 22 partite segnando 5 reti. Nell'estate del 1999 viene acquistato in comproprietà dal Brescello: è qui che "Max" Vieri si fa notare, realizzando 12 goal in 30 presenze in Serie C1; per l'attaccante però sono ancora amari gli spareggi di fine stagione, visto che il Brescello viene battuto nelle finali playoff dal Cittadella.

A fine stagione viene riscattato dalla Juventus, che però lo dà subito in prestito all'Ancona. Con i marchigiani milita in Serie B per due stagioni, realizzando 12 gol in 36 presenze nella seconda. Per la stagione 2002-03 la Juventus lo cede invece in prestito al Verona, sempre in B.

Nell'estate 2003 il Napoli ne acquisisce la comproprietà e dopo una stagione in Serie B ne rileva completamente il cartellino a titolo gratuito. La società però fallisce e l'attaccante, che aveva ancora 3 anni di contratto, si ritrova svincolato. Max Vieri comunque trova subito una squadra in B e va alla Ternana. Nella stagione successiva viene acquistato dalla Triestina: con i giuliani colleziona però una sola presenza, prima di essere acquistato nel mercato di gennaio dall'Arezzo; con gli amaranto non va però mai a segno, timbrando appena 6 presenze. Dopo sei anni consecutivi nella serie cadetta a fine stagione viene ceduto al Novara, in Serie C1, ma con la squadra piemontese segna soltanto 3 reti in 29 apparizioni.

Nella stagione 2007-2008 gioca nel Lecco in Serie C1[3]. Fa coppia in attacco con Savoldi, già suo compagno durante l'esperienza napoletana del 2003-2004. Disputa 31 partite mettendo a segno 7 gol al termine di un'annata che si conclude con la retrocessione della sua squadra dopo lo spareggio play-out contro la Paganese. Nell'estate 2008 torna al Prato, in Serie C2, dove disputa 3 stagioni prima di giocarne una, l'ultima, in Lega Pro Prima Divisione, sempre in maglia biancazzurra. Ha concluso questo quadriennio con all'attivo 19 reti in 86 partite e nell'estate 2012, a 34 anni, si è ritirato dal calcio.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al doppio passaporto, Max Vieri ha deciso di vestire la maglia della Nazionale australiana. Le presenze coi Socceroos sono state 6 (senza aver mai messo a segno una rete), la prima delle quali in amichevole contro la Turchia il 21 maggio 2004 (gara giocata a Sydney e vinta 3-1 dai turchi). La fiducia inizialmente concessagli dal tecnico Frank Farina non gli è stata in seguito accordata dal successore Guus Hiddink, che non l'ha più convocato, escludendolo dalla rosa dei 23 per i Mondiali di Germania 2006.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2017 diventa vice allenatore di Lamberto Zauli nella Primavera dell'Empoli.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2004

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.tuttocalciatori.net/Vieri_Massimiliano
  2. ^ L'impero immobiliare di Vieri gelocal.it
  3. ^ Il Lecco ingaggia Massimiliano Vieri, AC Lecco.it. (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2008).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]