Alma Juventus Fano 1906

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alma Juventus Fano 1906
Calcio Football pictogram.svg
Logo Alma Juventus Fano 1906.png
Granata, Aquile
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Granata.png Granata
Dati societari
Città Fano (PU)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1906
Presidente Italia Claudio Gabellini
Allenatore Italia Oscar Brevi
Stadio Raffaele Mancini
(8800 posti)
Sito web www.almajuventusfano1906.com
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Alma Juventus Fano 1906, nota più semplicemente come Alma Juventus o Fano, è una società calcistica italiana con sede nella città di Fano (PU), fondata nel 1906.

Milita attualmente nel campionato di Lega Pro; gioca le gare interne allo Stadio Mancini, la cui capienza è di 8 800 posti, di cui 4 046 agibili.[1] Il colore ufficiale è il granata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A battezzare la società fu un docente di latino del "Guido Nolfi", il liceo linguistico locale: il nome iniziale era Fanum Fortunæ. Il 13 maggio 1915, nel circolo di San Paterniano (patrono cittadino), alcuni giovani le diedero il nome odierno. Nel 1921 sorse il primo campo, chiamato Campo Metauro (nell'attuale Via Roma).

Quattro anni dopo, partecipò al campionato regionale di Terza Divisione e nel 1930 si trasferì nell'odierno stadio, che portava il nome di "Borgo Metauro". Durante la stagione 1935-36, giocò in Serie C classificandosi al dodicesimo posto: nel girone erano presenti Venezia, Vicenza, Rimini, Udinese, Ancona, Mantova e Treviso. Sempre in quell'annata, raggiunse i sedicesimi di finale in Coppa Italia perdendo 2-4 con il Milan.

Prese parte alla Serie C dalla stagione 1935-36 fino alla stagione 1947-48, in seguito trascorse quasi trenta anni nelle categorie inferiori, prima di tornare a disputare la Serie C nella stagione 1976-77.

Dall'istituzione della C1 e della C2 (di cui fu uno dei quattro vincitori della prima edizione), il club ha militato ininterrottamente tra le due serie dalla stagione 1978-79 alla stagione 1998-99, sfiorando la promozione in Serie B nella stagione 1980-1981, quando si classificò terzo dietro a Reggiana e Cremonese. Un altro risultato di rilievo in C1 fu il quinto posto nella stagione 1990-1991.

Inframmezzati da stagioni in Serie D, altri periodi in cui il Fano disputò la C2/Seconda Divisione furono dal 2002-03 al 2004-05, e dal 2009-10 al 2012-13. Nell'estate 2012 la società acquista Filippo Mancini (figlio di Roberto)[2] e ingaggia Karel Zeman in panchina. Il boemo viene esonerato già dopo la prima gara di campionato, che i granata perdono 6-0 con l'Alessandria,[3] preludio di una stagione tribolata che si concluderà con la retrocessione.

Nella stagione 2014-15, il Fano raggiunge il secondo posto in Serie D dietro alla Maceratese, accedendo ai play-off nei quali viene eliminato in semifinale. Nella stagione seguente partecipa alla Coppa Italia, ma esce subito al primo turno perdendo 5-1 con il FeralpiSalò.[4] In campionato arriva nuovamente secondo, dietro alla Sambenedettese, e vince i play-off del proprio girone. In occasione dell'allargamento della Lega Pro a 60 squadre e alla mancata iscrizione di alcuni club, il Fano è riammesso nella serie superiore.[5]

Inserito nel girone B di Lega Pro 2016-2017, la prima parte della stagione si rivela molto complicata, tanto che il Fano termina il girone d'andata con 15 punti, all'ultimo posto insieme al Mantova. Tre giornate più tardi, con la squadra scivolata a -4 dal penultimo posto, il tecnico Giovanni Cusatis viene sostituito da Agatino Cuttone.[6] Dopo questo avvicendamento, insieme a un mercato di riparazione mirato a rinforzare l'attacco, la squadra dà segnali di ripresa e con una serie di risultati utili, tra cui una vittoria in casa del Parma secondo in classifica, torna in corsa per la salvezza. La vittoria all'ultima giornata contro il Bassano permette al Fano di stabilirsi al 17º posto (con 39 punti) e affrontare il Forlì ai play-out con la partita di ritorno in casa. Dopo l'1-1 dell'andata, il Fano vince al ritorno per 2-0 e si assicura la permanenza in Lega Pro.[7]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Alma Juventus Fano 1906
  • 1906 - A Fano nasce la Società Ginnastica Alma Juventus Fano una polisportiva dedita soprattutto all'atletica leggera, atletica pesante ed alla ginnastica.

  • 1915 - Costituzione della prima squadra di calcio: il 13 maggio, per volontà di alcuni ragazzi del Circolo San Paterniano nasce l'Alma Juventus Fano Football Club chiamata semplicemente Alma Fano, che svolge attività calcistica in ambito locale.
  • 1915-1919 - Attività sportiva sospesa a causa della Guerra Mondiale.
  • 1919 - Nasce l'Audace che nel 1921 si fonde con l'A.S.C.I. per dar vita alla Vigor. Rinata come Società Polisportiva Alma Juventus, riprende a giocare al calcio nel 1921.

  • 1921 - Viene inaugurato il campo di calcio in Piazza d'Armi.
  • 1921-22 - Partecipa al campionato marchigiano sotto l'egida della C.C.I..
  • 1922-1924 - Incontri calcistici a carattere sporadico anche con squadre romagnole.
  • 1924 - Si affilia alla F.I.G.C. iscrivendosi al campionato marchigiano di Terza Divisione.
  • 1924-25 - 4º nel girone unico della Terza Divisione Marche.
  • 1925-26 - Non si iscrive al campionato, ma disputa diverse amichevoli di cui una a Zara.
  • 1926-27 - Disputa solo amichevoli. A fine stagione rinnova l'affiliazione alla F.I.G.C. e si iscrive alla Terza Divisione marchigiana con la nuova denominazione Società Polisportiva del Littorio Alma Juventus Fano.
  • 1927-28 - 3º nel girone A della Terza Divisione Marche.
  • 1928-29 - 2º nel girone unico della Terza Divisione Marche, ripescata in Seconda Divisione Nord per rinuncia della Sambenedettese.
  • 1929-30 - 9º nel girone E della Seconda Divisione Nord.

  • 1930-31 - 3º nel girone B della Seconda Divisione Emiliana.
  • 1931-32 - 1º nel girone unico della Seconda Divisione Marche, ammessa alle finali rinuncia ma viene in seguito ammessa in Prima Divisione.
  • 1932-33 - 4º nel girone G della Prima Divisione.
  • 1933-34 - 7º nel girone G della Prima Divisione.
  • 1934-35 - 5º nel girone G della Prima Divisione, ammessa alla nuova Serie C dopo aver vinto lo spareggio contro il Sulmona.
  • 1935-36 - 12º nel girone A della Serie C.
  • 1936-37 - 11º nel girone D della Serie C.
  • 1937-38 - 11º nel girone D della Serie C.
  • 1938-39 - 6º nel girone F della Serie C.
  • 1939-40 - 11º nel girone F della Serie C.

  • 1940-41 - 8º nel girone F della Serie C.
  • 1941-42 - 5º nel girone F della Serie C.
  • 1942-43 - 5º nel girone H della Serie C.
  • 1943-45 - Attività sospesa a causa della guerra.
  • 1945 - A luglio cambia denominazione in Società Polisportiva Alma Juventus Fano.
  • 1945-46 - 13º nel girone B della Serie C.[8] Retrocessa e riammessa.
  • 1946-47 - 7º nel girone B della Serie C.[9]
  • 1947-48 - 4º nel girone B della Serie C.[9] Retrocessa nella nuova Promozione.
  • 1948-49 - 7º nel girone G della Promozione.[9]
  • 1949-50 - 11º nel girone G della Promozione.[9]

  • 1950-51 - 17º nel girone G della Promozione.[9] Retrocessa in Prima Divisione.
  • 1951-52 - 6º nella Prima Divisione Marchigiana.[10]
  • 1952-53 - 5º nella Promozione Marchigiana.
  • 1953-54 - 5º nella Promozione Marchigiana.
  • 1954-55 - 7º nella Promozione Marchigiana.
  • 1955-56 - 1º nella Promozione Marchigiana. Promossa in IV Serie.
  • 1956-57 - 9º nel girone E della IV Serie.
  • 1957-58 - 3º nel girone D dell'Interregionale Seconda Serie.
  • 1958-59 - 9º nel girone D della IV Serie.
  • 1959-60 - 2º nel girone C della Serie D.

  • 1960-61 - 4º nel girone E della Serie D.
  • 1961-62 - 6º nel girone C della Serie D.
  • 1962-63 - 3º nel girone C della Serie D.
  • 1963-64 - 13º nel girone D della Serie D.
  • 1964-65 - 10º nel girone C della Serie D.
  • 1965-66 - 17º nel girone C della Serie D, retrocessa in Prima Categoria.
  • 1966-67 - 2º nel girone A della Prima Categoria Marche, ammessa alla Serie D a completamento organici.
  • 1967-68 - 3º nel girone D della Serie D.
  • 1968-69 - 3º nel girone D della Serie D.
  • 1969-70 - 12º nel girone D della Serie D.

  • 1970-71 - 5º nel girone D della Serie D.
  • 1971-72 - 14º nel girone D della Serie D.
  • 1972-73 - 14º nel girone D della Serie D.
  • 1973-74 - 7º nel girone D della Serie D.
  • 1974 - Cambia denominazione in Associazione Calcio Fano Alma Juventus.[11]
  • 1974-75 - 3º nel girone D della Serie D.
  • 1975-76 - 1º nel girone D della Serie D, promossa in Serie C.
  • 1976-77 - 11º nel girone B della Serie C.
  • 1977-78 - 15º nel girone B della Serie C, declassata nella neonata Serie C2.
  • 1978-79 - 1º nel girone C della Serie C2, promossa in Serie C1.
  • 1979-80 - 5º nel girone A della Serie C1.
  • 1980 - Cambia denominazione in Fano Calcio S.p.A.[12]

  • 1980-81 - 3º nel girone A della Serie C1.
  • 1981-82 - 7º nel girone A della Serie C1.
  • 1982-83 - 7º nel girone A della Serie C1.
  • 1983-84 - 16º nel girone A della Serie C1, retrocessa in Serie C2.
  • 1984-85 - 2º nel girone C della Serie C2, promossa in Serie C1 dopo aver vinto lo spareggio contro la Civitanovese.
  • 1985-86 - 14º nel girone A della Serie C1.
  • 1986-87 - 6º nel girone A della Serie C1.
  • 1987-88 - 16º nel girone A della Serie C1, retrocessa in Serie C2.
  • 1988-89 - 9º nel girone C della Serie C2.
  • 1989-90 - 1º nel girone C della Serie C2, promossa in Serie C1.

  • 1990-91 - 5º nel girone A della Serie C1.
  • 1991-92 - 16º nel girone B della Serie C1, retrocessa in Serie C2.
  • 1992-93 - 17º nel girone B della Serie C2, retrocessa C.N.D. ma successivamente riammessa.
  • 1993-94 - 4º nel girone B della Serie C2.
  • 1994-95 - 5º nel girone B della Serie C2, perde la finale play-off per accedere in Serie C1 contro il Castel di Sangro.
  • 1995-96 - 13º nel girone B della Serie C2.
  • 1996-97 - 9º nel girone B della Serie C2.
  • 1997-98 - 13º nel girone B della Serie C2.
  • 1998-99 - 17º nel girone B della Serie C2, retrocessa in Serie D.
  • 1999-00 - 4º nel girone F della Serie D.

  • 2000-01 - 4º nel girone F della Serie D.
  • 2001-02 - 1º nel girone E della Serie D, promossa in Serie C2.
  • 2002-03 - 16º nel girone B della Serie C2, salva dopo i play-out vinti contro il Castel di Sangro.
  • 2003-04 - 9º nel girone B della Serie C2.
  • 2004-05 - 18º nel girone B della Serie C2, retrocessa in Serie D dopo aver perso i play-out contro il Gualdo.
  • 2005-06 - 7º nel girone F della Serie D.
  • 2006 - Cambia denominazione in Fano Calcio S.r.l. Società Sportiva Dilettantistica.[13]
  • 2006-07 - 2º nel girone F della Serie D.
  • 2007-08 - 8º nel girone D della Serie D.
  • 2008-09 - 2º nel girone F della Serie D, ammessa in Seconda Divisione.
  • 2009 - Cambia denominazione in Alma Juventus Fano 1906 s.r.l.
  • 2009-10 - 4º nel girone B della Seconda Divisione, perde la semifinale play-off per accedere in Prima Divisione contro il Gubbio.

  • 2010-11 - 15º nel girone B della Seconda Divisione.
  • 2011-12 - 10º nel girone B della Seconda Divisione.
  • 2012-13 - 16º nel girone A della Seconda Divisione. Retrocesso in Serie D.
  • 2013-14 - 12º nel girone F della Serie D.
  • 2014-15 - 2º nel girone F della Serie D.
  • 2015-16 - 2º nel girone F della Serie D. Vince i play-off nazionali viene Promosso in Lega Pro in sostituzione dello Sporting Bellinzago.
Primo turno di Coppa Italia.
  • 2016-17 - 17º nel girone B della Lega Pro. Salvo dopo aver vinto i play-out contro il Forlì. Ammesso nella nuova Serie C.
  • 2017-18 - Nel girone B della Serie C.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Raffaele Mancini.

Il Fano gioca le proprie partite interne allo stadio Raffaele Mancini.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.[14]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Claudio Gabellini - Presidente
  • Italia Massimiliano Menegatti - Direttore sportivo
  • Italia Franco Clini - Segretario
  • Italia Pietro Torreggiani - Segretario
  • Italia Paolo Rossi - Team manager
  • Italia Alessandro Brocchini - Resp. settore giovanile
  • Italia Matteo Roguletti - Resp. organizzativo settore giovanile
  • Italia Simone Arceci - Resp. preparatore fisico settore giovanile
  • Italia Jacopo Frattini - Ufficio stampa
  • Italia Augusto Sanchioni - Medico sociale
  • Italia Manlio Pierboni - Consulente ortopedico
  • Italia Ilario Alessandrini - Magazziniere
  • Italia Raffaele Castellani - Magazziniere
  • Italia Massimiliano Ciabotti - Magazziniere

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Alma Juventus Fano 1906

Di seguito l'elenco degli allenatori e dei presidenti.[15]

Allenatori
Presidenti
  • 1915-1919 Campionati sospesi per cause belliche.
  • 1919-1921 il club è inattivo.
  • 1921-1936 non conosciuta ...
  • 1936-1937 Italia Sergio Rossi
  • 1937-1938 Italia Giovanni Anelli
  • 1938-1940 Italia Aldo Paolini
  • 1940-1941 Italia Guglielmo Stella
  • 1941-1943 Italia Aldo Paolini
  • 1943-1945 Campionati sospesi per cause belliche.
  • 1945-1976 non conosciuta ...
  • 1976-1977 Italia Giovanni Gentili e Italia Adolfo Montanari
  • 1977-1983 Italia Giovanni Gentili
  • 1983-1987 Italia Aristide Iacchini
  • 1987-1988 Italia Eliseo Mancini
  • 1988-1992 Italia Lino Clemente
  • 1992-1993 Italia Argeo Carletti
  • 1993-1995 Italia Liliana Camissa[N 1]
  • 1995-1998 Italia Rosettano Navarra[N 2]
  • 1998-1999 Italia Franco Clementi
  • 1999-2003 Italia Paolo Petrucci
  • 2003-2005 Italia Mirco Giovannelli
  • 2005-2011 Italia Alberto Caverni
  • 2011- Italia Claudio Gabellini
Annotazioni
  1. ^ Amministratore unico.
  2. ^ Amministratore unico nella stagione 1995-1996.

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Alma Juventus Fano 1906

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1978-1979 (Gir.C), 1989-1990 (Gir.C)
1975-1976 (Gir.D), 2001-2002 (Gir.E)

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finale: 1982-1983
Semifinale: 2002

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Prima Divisione 3 1932-1933 1934-1935 28
Serie C 14 1935-1936 2017-2018
Serie C1 10 1979-1980 1991-1992
Lega Pro 1 2016-2017
Seconda Divisione 1 1929-1930 42
Promozione 3 1948-1949 1950-1951
IV Serie 2 1956-1957 1958-1959
Serie D 18 1959-1960 2015-2016
Serie C2 14 1978-1979 2004-2005
Lega Pro Seconda Divisione 4 2009-2010 2012-2013
Campionato Interregionale 1 1957-1958 9
Serie D 8 1999-2000 2013-2014

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Assieme a Sanremese, Pergocrema e Rende, il Fano è stata la prima squadra a vincere il campionato di Serie C2, nel 1978-1979. La Serie C si sdoppiò in Serie C1 e Serie C2 proprio in quella stagione, e la C2 venne divisa in quattro gironi, vinti appunto dalle quattro squadre sopra citate.

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il principale gruppo ultras al seguito del Fano sono i Panthers, nati da una costola del club Forza Alma, nel lontano 1977, che precedentemente coordinava il tifo. Con la nascita del gruppo fecero la loro comparsa allo stadio, oltre ai soliti tamburi e striscioni, i primi fumogeni e torce e i membri si contraddistinguevano per l'uso di un abbigliamento in stile militare.

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La tifoseria fanese contempla un gemellaggio con i supporters della Jesina[16], dal 1986. Dalla stagione 1991-1992 esiste invece un rapporto di amicizia con i tifosi della Ternana[17]. Recente è invece l'amicizia con i tifosi del Carpi[18]. Si hanno buoni rapporti anche con la tifoseria della Vadese e gli olandesi del MVV.

La rivalità più importante è con la Vis Pesaro[19], con cui il Fano disputa il derby storico e provinciale. Altre degne di nota sono con Ancona[20], Civitanovese[21], Gubbio[22], Sambenedettese[23] e Pro Vasto.[24]

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Alma Juventus Fano 1906 2017-2018.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.[25]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Mirco Miori
2 Italia D Gianmarco Fabbri
3 Italia D Marco Soprano
4 Italia C Stefano Capellupo
5 Italia D Manuel Ferrani
6 Italia D Filippo Gattari
7 Italia A Alberto Filippini
8 Italia C Giorgio Schiavini
9 Italia A Giordano Fioretti
10 Italia A Domenico Germinale
11 Italia A Daniele Melandri
13 Italia D Stefano Lanini
14 Italia D Nicola Camilloni
N. Ruolo Giocatore
15 Italia D Rosario Maddaloni
16 Ghana C Eklu Shaka Mawuli
17 Italia C Vittorio Favo
18 Italia C Federico Varano
19 Italia C Alberto Torelli
20 Italia D Andrea Masetti
21 Italia A Alex Rolfini
22 Senegal P Demba Ngagne Thiam
23 Italia D Rosario Costantino
24 Italia C Armand Iannucci
25 Italia C Luca Nacciariti
27 Italia C Andrea Lazzari

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.[26][27]

Staff dell'area tecnica
  • Italia Oscar Brevi - Allenatore
  • Italia Ottavio Strano - Vice allenatore
  • Italia Giovanni Bacchiocchi - Preparatore dei portieri
  • Italia Simone Arceci - Preparatore atletico
  • Italia Vincenzo Gissi - Responsabile area performance
  • Italia Augusto Sanchioni - Responsabile sanitario
  • Italia Jacopo Frattini - Responsabile ufficio stampa
  • Italia Alessandro Brocchini - Responsabile settore giovanile
  • Italia Matteo Roguletti - Responsabile organizzativo settore giovanile

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alma Juventus Fano - Chi siamo, www.fanocalcio.com. URL consultato il 16 novembre 2011.
  2. ^ Il figlio di Mancini in prestito al Fano, Corriere dello Sport, 23 gennaio 2012.
  3. ^ Figlio di Zeman esonerato a Fano, Corriere dello Sport, 4 settembre 2012.
  4. ^ Tim Cup amara per il Fano Il Feralpi Salò segna 5 reti, Corriere dello Sport, 2 agosto 2015.
  5. ^ Lega Pro, il Fano è stato riammesso. Ecco il suo girone, Il Resto del Carlino, 4 agosto 2016.
  6. ^ CUTTONE NUOVO TECNICO, almajuventusfano1906.com, 23 gennaio 2017.
  7. ^ Il Fano batte 2-0 il Forlì e si salva Cuttone firma l'ennesima impresa, Corriere Adriatico, 28 maggio 2017.
  8. ^ Gestito dalla Lega Nazionale Centro-Sud.
  9. ^ a b c d e Gestito dalla Lega Interregionale Centro.
  10. ^ La stagione successiva è ridenominata "Promozione".
  11. ^ Annuario 1974-75 della F.I.G.C. pag. 71.
  12. ^ Annuario 1980-81 della F.I.G.C. pag. 51, perché la serie C1 richiede obbligatoriamente il cambio in S.p.a..
  13. ^ CAMBIO DI DENOMINAZIONE SOCIALE (PDF), http://www.figc.it/, 2006. URL consultato il 18 aprile 2017.
  14. ^ Organigramma, http://www.almajuventusfano1906.com/. URL consultato il 9 luglio 2016.
  15. ^ Almanacchi illustrati del calcio.
  16. ^ Una serata d'altri tempi: Jesina-Fano, Serie D
  17. ^ La tifoseria ternana
  18. ^ Curva Ospiti | I tifosi del... Carpi
  19. ^ Febbre da derby: al Benelli c’è Vis Pesaro-Fano. Le ultime su biancorossi e granata
  20. ^ FanoGranata
  21. ^ Non è la categoria che fa la differenza: Fano-Civitanovese, Serie D
  22. ^ gubbiosupporters
  23. ^ Samb-Fano, vietata la trasferta
  24. ^ Lega Pro: Pro Vasto-Fano, trasferta vietata ai supporters marchigiani
  25. ^ Prima squadra, http://www.almajuventusfano1906.com/. URL consultato il 9 luglio 2016.
  26. ^ Staff tecnico, http://www.almajuventusfano1906.com/. URL consultato il 9 luglio 2016.
  27. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 2017, Panini Modena, 2016, p. 295.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, almajuventusfano1906.com. (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2013).