Associazione Calcistica Perugia Calcio 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcistica Perugia Calcio
Stagione 2011-2012
AllenatoreItalia Pierfrancesco Battistini
All. in secondaItalia Mirco Barbetta
PresidenteItalia Roberto Damaschi
(fino al 12 gennaio 2012)
carica vacante (dal 12 gennaio 2012)
2ª Divisione - Gir. B1º posto (in 1ª Divisione)
Coppa Italia Lega ProSecondo turno
Supercoppa di 2ª DivisioneVincitore
Miglior marcatoreCampionato: Clemente (23)
Totale: Clemente (24)
StadioRenato Curi
Maggior numero di spettatori4 390 vs Isola Liri[1]
Minor numero di spettatori2 028 vs Gavorrano[1]
Media spettatori2 903[1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcistica Perugia Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2011-2012.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Con il ritorno nel calcio professionistico dopo un solo anno in Serie D, il Perugia cambia la sua denominazione societaria da Associazione Sportiva Dilettantistica Perugia Calcio ad Associazione Calcistica Perugia Calcio.

La stagione 2011-2012 vede la seconda promozione consecutiva dei grifoni — un filotto sino ad allora mai riuscito nella storia del club —, che dominano il girone B della Seconda Divisione e approdano in Prima Divisione.[2] Sempre competitivi durante tutto l'arco della stagione, con solo due flessioni in gennaio e a inizio primavera, il 25 aprile, grazie alla vittoria ottenuta in trasferta contro il Fano per 3-1 (rete di Balistreri e doppietta di Ferri Marini) gli umbri vincono il girone col punteggio record di 87 punti, distanziando le dirette inseguitrici Catanzaro e Vigor Lamezia rispettivamente di quattro e sette lunghezze; oltre alla promozione diretta, i biancorossi acquisiscono il diritto a disputare la Supercoppa di Seconda Divisione contro la vincente del girone A. Il club perugino chiude il proprio torneo con una media superiore a quella siglata dalla Florentia Viola nel 2002-2003, mettendo inoltre a referto il primato di 13 vittorie esterne (su 26 totali, record stagionale). Trascinatore della squadra è il bomber e capitano Giampiero Clemente, che con 23 centri è vicecapocannoniere del girone (dietro solo a Giordano Fioretti del Gavorrano).[3] A fine campionato la squadra vanta il terzo miglior attacco del girone B con 65 reti segnate (dietro a Catanzaro e Gavorrano) nonché la seconda miglior difesa (29 gol subiti, come il Catanzaro, e dietro solo la Vigor Lamezia).[4] Il 20 maggio 2012, a coronamento di una stagione di successi, arriva anche il trionfo nella supercoppa di categoria dove il Perugia batte nella doppia finale il Treviso, grazie alla vittoria esterna per 2-1 allo stadio Omobono Tenni e all'ininfluente sconfitta casalinga per 0-1.[5] Non altrettanto fortunato è il cammino in Coppa Italia Lega Pro, dove i biancorossi sono eliminati al secondo turno dal Pisa.[6]

Nonostante l'ottima annata sul piano agonistico, il club attraversa una rivoluzione sul piano societario: il 12 gennaio 2012, con la squadra prima in classifica, il presidente Roberto Damaschi rimette il mandato assieme a tutto il consiglio di amministrazione.[7] Contestualmente, Giovanni Moneti, già socio di minoranza del Perugia, viene nominato nuovo amministratore unico della società, mentre l'altro socio di minoranza Massimiliano Santopadre viene confermato vicepresidente e responsabile del settore giovanile.[8] Il 14 marzo successivo viene ufficializzato il passaggio di proprietà del club, con Moneti e Santopadre che acquistano le quote di Damaschi e diventano azionisti di maggioranza del Perugia al 55%: la carica di amministratore unico passa così a Santopadre, mentre Moneti assume il titolo di consigliere.[9]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

In questa stagione il Perugia utilizza divise da gioco Puma, fornite dal distributore umbro Tecnosport. Lo sponsor di maglia è per il secondo anno Liomatic, azienda perugina di distribuzione automatica.

La prima casacca è quella classica, con maglia rossa, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi. Ricalca la tradizione anche la seconda divisa, a colori invertiti, con maglia bianca, pantaloncini rossi e calzettoni bianchi. È presente anche una terza muta da trasferta, in completo blu scuro. Nel dicembre 2011, per sostenere la candidatura congiunta delle città di Perugia e Assisi a capitale europea della cultura (PerugiAssisi 2019), viene ideata una speciale divisa, realizzata direttamente da Tecnosport, che si rifà a quella storica del Perugia dei miracoli, e che reca sulla manica sinistra il logo della candidatura;[10] questa è stata spesso utilizzata come maglia casalinga durante la seconda parte della stagione. Su tutte le casacche, sul lato destro del petto, è cucita la coccarda tricolore di detentori della Coppa Italia di Serie D.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Divisa '79

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Roberto Damaschi (fino al 12 gennaio 2012)
  • Vicepresidente: Massimiliano Santopadre (fino al 14 marzo 2012)
  • Amministratore unico: Giovanni Moneti (dal 12 gennaio al 14 marzo 2012), Massimiliano Santopadre (dal 14 marzo 2012)
  • Consigliere: Giovanni Moneti (dal 14 marzo 2012)
  • Direttore generale: Luigi Agnolin

Area organizzativa

  • Segretario generale: Ilvano Ercoli
  • Team manager: Simone Rubeca

Area comunicazione

  • Ufficio stampa: Rosanna Fella

Area tecnica

  • Direttore area tecnica: Alvaro Arcipreti
  • Allenatore: Pierfrancesco Battistini
  • Allenatore in seconda: Mirco Barbetta
  • Preparatore atletico: Luca Boncompagni
  • Preparatore dei portieri: Marco Bonaiuti

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Prof. Giuliano Cerulli
  • Medici sociali: Dott. Giuseppe De Angelis, Dott. Ermanno Trinchese, Dott. Mauro Faleburle, Dott. Antonio Ceravolo
  • Massaggiatore: Leonello Tosti
  • Massofisioterapista: Renzo Luchini

Staff

  • Magazzinieri: Gino Bettucci, Fausto Maccarelli
  • Addetto allo stadio: Sergio Militi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Nicola Braccalenti
Italia P Pasquale Despucches
Italia P Daniele Giordano
Italia D Matteo Anania
Italia D Pierluigi Borghetti
Italia D Luca Cacioli
Italia D Nicolò Curti
Italia D Simone Di Dio
Italia D Daniele Proietti
Italia D Niccolò Pupeschi
Italia D Adriano Russo
Italia D Andrea Zanchi
Italia C Alessio Benedetti
Italia C Alessandro Borgese
Brasile C Eduardo Luis Carloto
N. Ruolo Giocatore
Italia C Gianmarco Giuliacci [11]
Italia C Nicolò Luchini
Italia C Daniel Margarita
Italia C Francesco Mocarelli
Italia C Alessio Moneti
Italia C Marco Moscati
Italia C Michele Sansotta
Italia A Pietro Balistreri
Argentina A Sebastián Bueno
Italia A Giampiero Clemente (capitano)
Italia A Daniele Ferri Marini
Italia A Niccolò Gucci [12]
Italia A Ettore Padovani
Italia A Romano Tozzi Borsoi

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

2ª Divisione - Gir. B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lega Pro Seconda Divisione 2011-2012.

Coppa Italia Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Lega Pro 2011-2012.

Supercoppa di Lega di Seconda Divisione[modifica | modifica wikitesto]

Treviso
13 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Finale - Andata
Treviso1 – 2
referto
PerugiaStadio Omobono Tenni
Arbitro:  Valerio Marini (Roma)

Perugia
20 maggio 2012, ore 16:00 CEST
Finale - Ritorno
Perugia0 – 1
referto
TrevisoStadio Renato Curi
Arbitro:  Andrea Merlino (Udine)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Lega Pro Seconda Divisione 87 20 13 5 2 36 18 20 13 4 3 29 11 40 26 9 5 65 29 +36
Coppa Italia Lega Pro - 3 3 0 0 6 1 3 1 0 2 1 3 6 4 0 2 7 4 +3
Supercoppa di Seconda Divisione - 1 0 0 1 0 1 1 1 0 0 2 1 2 1 0 1 2 2 0
Totale - 24 16 5 3 42 20 24 15 4 5 32 15 48 29 9 8 74 35 +39

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Attendance Statistics of Lega Pro 2nd Division B 2011-2012, su stadiapostcards.com.
  2. ^ Alex Frosio, Festa Ternana e Perugia, tutta l'Umbria sorride, su gazzetta.it, 25 aprile 2012.
  3. ^ Stefano Scacchi, Paradiso ritrovato, in Guerin Sportivo (Bologna), agosto 2012, pp. 140-144.
  4. ^ Statistiche Lega Pro Seconda Divisione B 2011-2012, Gavorrano miglior attacco Vigor Lamezia miglior difesa, su legapro.it, 10 maggio 2012.
  5. ^ Daniele Bovi, Grifo cannibale: al Treviso non basta l’uno a zero, il Perugia alza al cielo la Supercoppa di Lega Pro, su umbria24.it, 20 maggio 2012.
  6. ^ Mauro Sedda, Coppa Italia, Pisa Perugia 2-0: grifoni eliminati dalla competizione, su perugiatoday.it, 7 dicembre 2011.
  7. ^ Perugia calcio, il presidente Damaschi e il cda rimettono il mandato, su acperugiacalcio.it, 12 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2012).
  8. ^ Perugia calcio, Damaschi dà le dimissioni: 'Atto dovuto'. Moneti amministratore unico, su lanazione.it, 12 gennaio 2012.
  9. ^ Perugia calcio, ufficiale: proprietà società a Santopadre e Moneti, su perugiatoday.it, 14 marzo 2012.
  10. ^ Le maglie del Perugia targate “PerugiAssisi 2019″, su passionemaglie.it, 10 dicembre 2011.
  11. ^ Ceduto al Poggibonsi durante la sessione invernale di calciomercato.
  12. ^ Ceduto al Borgo a Buggiano durante la sessione invernale di calciomercato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosa su Calciatori.com, su calciatori.com. URL consultato il 30 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2014).
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio