Associazione Calcio Perugia 1998-1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Perugia.

Associazione Calcio Perugia
Associazione Calcio Perugia 1998-99.jpg
Stagione 1998-1999
AllenatoreItalia Ilario Castagner, poi
Jugoslavia Vujadin Boškov
All. in secondaItalia Diego Giannattasio
PresidenteItalia Luciano Gaucci
Serie A14º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Rapaić (34)
Totale: Rapaić (34)
Miglior marcatoreCampionato: Nakata (10)
Totale: Nakata (10)
StadioRenato Curi
Media spettatori17 157[1]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Perugia nelle competizioni ufficiali della stagione 1998-1999.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1998-1999 il Perugia disputò l'ottavo campionato di Serie A della sua storia. Confermato Ilario Castagner in panchina, subentrato a marzo al dimissionario Attilio Perotti,[2] i grifoni si rinforzarono con gli arrivi del portiere Andrea Mazzantini, dei difensori centrali Luca Mezzano e Martín Rivas, del terzino destro Zé Maria, dei centrocampisti Giovanni Tedesco e Hidetoshi Nakata, dell'esterno di centrocampo Gianluca Petrachi e della punta Cristian Bucchi. Impostata col modulo 4-4-1-1, la squadra umbra inanellò risultati positivi in casa, tra cui spiccano le vittorie contro Parma[3] e Inter, entrambe per 2-1; inversamente, fino alla 33ª giornata i biancorossi non vinsero una sola partita in trasferta.

Nel febbraio 1999 Castagner diede le dimissioni per intemperanze col patron Gaucci[4] e al suo posto venne ingaggiato Vujadin Boškov, una scelta contestata dai tifosi.[5] I risultati comunque non migliorarono ma il Perugia colse un'importante vittoria in trasferta contro l'Udinese per 2-1, l'unica del campionato, alla penultima giornata.[6] Sette giorni dopo arrivò al Curi il Milan capolista, in cerca di vittoria per aggiudicarsi lo scudetto. Per salvarsi, i grifoni, in caso di sconfitta dovevano sperare che la Salernitana non cogliesse i tre punti a Piacenza; e così fu: i biancorossi persero 2-1 coi rossoneri (che conquistarono il campionato) ma i salernitani non andarono oltre l'1-1 contro i piacentini ormai salvi. Gli umbri ottennero anche la qualificazione alla Coppa Intertoto per altrui rinuncia.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Il neoacquisto Hidetoshi Nakata con indosso la stravagante prima divisa perugina dell'annata; con 10 reti in 33 gare di campionato, il centrocampista nipponico fu a sorpresa il miglior marcatore stagionale dei grifoni.

Lo sponsor tecnico del Perugia per la stagione 1998-1999 fu la Galex dell'amministratore delegato Alessandro Gaucci, mentre non era presente uno sponsor ufficiale.

Il Perugia propose in questa stagione una divisa da gioco molto particolare, che vedeva la classica maglia rossa con la sola manica sinistra bianca, quest'ultima bordata da due piccole strisce rosse. Il colletto era anch'esso bianco con dettagli rossi, mentre sul lato destro del petto correvano due sottili strisce verticali bianche. Sulla parte bassa della maglia, a mo' di serigrafia, era disegnato un grande Grifo in grigio. La colorazione della maglia prevedeva una tecnica sfumata, che partendo dal rosso chiaro della parte sinistra diventava sempre più scuro fino alla manica destra. I pantaloncini erano bianchi, bordati con alcune sottili strisce rosse (in orizzontale sul fianco sinistro, e in verticale su quello destro), mentre i calzettoni erano rossi, bordati a metà altezza da due strisce bianche. La seconda divisa riprendeva in toto questo stile, sostituendo però al rosso una tonalità di cobalto, anche questa sfumata. Su questa divisa da trasferta erano inoltre presenti alcuni dettagli in arancione fluo, tra cui lo stesso Grifo.

Nel corso della stagione venne utilizzata in maniera minore anche una terza divisa bianca con dettagli in giallo fluo e nero, mentre si limitò a un paio di apparizioni una quarta casacca nera con dettagli rossi e bianchi.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Quarta divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[7]

Area direttiva

  • Presidente: Luciano Gaucci
  • Vice Presidente esecutivo: Riccardo Gaucci
  • Amministratore delegato: Alessandro Gaucci
  • Direttore Generale: Giovanni Trombetta

Area organizzativa

  • Segretario generale: Ilvano Ercoli
  • Segretario settore giovanile: Carmelo Lentini
  • Team manager: Fabrizio Salvatori

Area comunicazione

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[8]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Angelo Pagotto
2 Brasile D Zé Maria[9]
3 Italia D Gianluca Colonnello
4 Italia C Renato Olive
5 Italia D Gabriele Grossi
6 Italia D Alessandro Calori
7 Giappone C Hidetoshi Nakata
8 Italia C Alessandro Cucciari[10]
9 Italia A Sandro Tovalieri[10]
10 Italia C Antonino Bernardini[10]
11 Croazia A Milan Rapaić
12 Argentina P Juan Docabo
13 Italia D Roberto Ripa
14 Italia D Salvatore Matrecano (capitano)
15 Uruguay D Martín Rivas
16 Italia D Riccardo Maspero[9]
17 Italia A Alessandro Melli
18 Italia C Antonio Manicone[9]
19 Croazia C Tomislav Erceg[9]
20 Italia C Pietro Strada
21 Italia C Sergio Quinto Campolo
22 Jugoslavia P Aleksandar Kocić
23 Italia D Andrea Sussi[10]
24 Italia D Sean Sogliano
25 Italia C Gianluca Petrachi
26 Italia C Massimiliano Cappioli
27 Italia D Salvatore Monaco[11]
N. Ruolo Giocatore
28 Italia P Marco Roccati
29 Italia A Cristian Bucchi
31 Italia C Giovanni Tedesco
31 Brasile C Emerson Pereira da Silva[9]
33 Ecuador A Iván Kaviedes[11]
34 Italia D Luca Mezzano
35 Italia P Andrea Mazzantini[11]
36 Italia C Davide Tentoni
38 Italia P Simone Montanari
39 Portogallo D Hilário[11]
40 Finlandia D Mika Lehkosuo[11]
41 Paraguay D Paulo da Silva Barrios[11]
42 Italia P Armando Pantanelli
- Italia P Alessandro Paroli
- Italia D Gianluca Ricci
- Italia D Diego Pellegrini
- Italia D Daniele Pellegrini[10]
- Italia D Silvano Cernicchi[10]
- Italia D Gianluca Esposito[10]
- Italia D David Giubilato[10]
- Italia D Massimiliano Tangorra[10]
- Italia C Pasquale Rocco[9]
- Italia C Davide Baiocco[10]
- Italia C Renzo Tasso[10]
- Svizzera C Massimo Lombardo[10]
- Italia A Fabio Amoruso[10]
- Italia A Mirko Ventura

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1998-1999.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Perugia
13 settembre 1998, ore 16:00 CEST
1ª giornata
Perugia3 – 4
referto
JuventusStadio Renato Curi
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Genova
20 settembre 1998, ore 16:00 CEST
2ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
PerugiaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Perugia
27 settembre 1998, ore 16:00 CEST
3ª giornata
Perugia2 – 2
referto
LazioStadio Renato Curi
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Milano
4 ottobre 1998, ore 15:30 CEST
4ª giornata
Inter2 – 0
referto
PerugiaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Perugia
18 ottobre 1998, ore 15:30 CEST
5ª giornata
Perugia1 – 0
referto
VeneziaStadio Renato Curi
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Perugia
25 ottobre 1998, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Perugia2 – 1
referto
ParmaStadio Renato Curi
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Empoli
1º novembre 1998, ore 14:30 CET
7ª giornata
Empoli2 – 0
referto
PerugiaStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Perugia
8 novembre 1998, ore 14:30 CET
8ª giornata
Perugia3 – 1
referto
VicenzaStadio Renato Curi
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Salerno
15 novembre 1998, ore 14:30 CET
9ª giornata
Salernitana2 – 0
referto
PerugiaStadio Arechi
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Bologna
22 novembre 1998, ore 14:30 CET
10ª giornata
Bologna1 – 1
referto
PerugiaStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Perugia
29 novembre 1998, ore 14:30 CET
11ª giornata
Perugia2 – 0
referto
PiacenzaStadio Renato Curi
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Roma
5 dicembre 1998, ore 14:30 CET
12ª giornata
Roma5 – 1
referto
PerugiaStadio Olimpico
Arbitro:  Bettin (Padova)

Perugia
13 dicembre 1998, ore 14:30 CET
13ª giornata
Perugia2 – 1
referto
CagliariStadio Renato Curi
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Perugia
20 dicembre 1998, ore 14:30 CET
14ª giornata
Perugia2 – 2
referto
FiorentinaStadio Renato Curi
Arbitro:  Cesari (Genova)

Bari
6 gennaio 1999, ore 14:30 CET
15ª giornata
Bari2 – 1
referto
PerugiaStadio San Nicola (17.659 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Perugia
10 gennaio 1999, ore 14:30 CET
16ª giornata
Perugia1 – 3
referto
UdineseStadio Renato Curi (12.572 spett.)
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Milano
17 gennaio 1999, ore 14:30 CET
17ª giornata
Milan2 – 1
referto
PerugiaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bettin (Padova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
24 gennaio 1999, ore 14:30
18ª giornata
Juventus2 – 1
referto
PerugiaStadio delle Alpi (44.721 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Perugia
31 gennaio 1999, ore 14:30 CET
19ª giornata
Perugia2 – 0
referto
SampdoriaStadio Renato Curi (11.967 spett.)
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Roma
7 febbraio 1999, ore 14:30 CET
20ª giornata
Lazio3 – 0
referto
PerugiaStadio Olimpico (49.798 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Perugia
14 febbraio 1999, ore 15:00 CET
21ª giornata
Perugia2 – 1
referto
InterStadio Renato Curi (25.000 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Venezia
21 febbraio 1999, ore 15:00 CET
22ª giornata
Venezia2 – 1
referto
PerugiaStadio Pierluigi Penzo (9.554 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Parma
27 febbraio 1999, ore 15:00 CET
23ª giornata
Parma3 – 1
referto
PerugiaStadio Ennio Tardini (19.500 spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Perugia
7 marzo 1999, ore 15:00 CET
24ª giornata
Perugia3 – 1
referto
EmpoliStadio Renato Curi (15.000 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Vicenza
14 marzo 1999, ore 15:00 CET
25ª giornata
Vicenza3 – 0
referto
PerugiaStadio Romeo Menti (15.604 spett.)
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Perugia
21 marzo 1999, ore 16:00 CET
26ª giornata
Perugia1 – 0
referto
SalernitanaStadio Renato Curi (16.000 spett.)
Arbitro:  Preschern (Mestre)

Perugia
3 aprile 1999, ore 16:00 CEST
27ª giornata
Perugia0 – 0
referto
BolognaStadio Renato Curi (18.000 spett.)
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Piacenza
11 aprile 1999, ore 16:00 CEST
28ª giornata
Piacenza2 – 0
referto
PerugiaStadio Leonardo Garilli (9.432 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Perugia
18 aprile 1999, ore 16:00 CEST
29ª giornata
Perugia3 – 2
referto
RomaStadio Renato Curi (20.000 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Cagliari
25 aprile 1999, ore 16:00 CEST
30ª giornata
Cagliari2 – 2
referto
PerugiaStadio Sant'Elia (22.000 spett.)
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Firenze
2 maggio 1999, ore 16:00 CEST
31ª giornata
Fiorentina5 – 1
referto
PerugiaStadio Artemio Franchi (35.000 spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Perugia
9 maggio 1999, ore 16:00 CEST
32ª giornata
Perugia0 – 1
referto
BariStadio Renato Curi (18.000 spett.)
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Udine
16 maggio 1999, ore 16:30 CEST
33ª giornata
Udinese1 – 2
referto
PerugiaStadio Friuli (37.374 spett.)
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Perugia
23 maggio 1999, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Perugia1 – 2
referto
MilanStadio Renato Curi (26.000 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Attendance Statistics of Serie A – 1998-99 to 2000-01, stadiapostcards.com.
  2. ^ Si dimette Perotti Castagner a Perugia, in la Repubblica, 24 marzo 1998, p. 52. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  3. ^ Mario Mariano, Perugia capolinea dell'imbattibile Buffon: Parma k. o., in Corriere della Sera, 26 ottobre 1998, p. 38 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2013).
  4. ^ Castagner dimissionato, in Rai Sport, 9 febbraio 1999. URL consultato il 19 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2015).
  5. ^ Mario Mariano, Fischi sul nuovo Perugia targato Boskov, in Corriere della Sera, 11 febbraio 1999, p. 44 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2013).
  6. ^ Giancarlo Padovan, Milan, un aiuto a metà da Udine, in Corriere della Sera, 17 maggio 1999, p. 41 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2013).
  7. ^ Panini, p. 63.
  8. ^ Panini, pp. 63-66.
  9. ^ a b c d e f Ceduto nella sessione invernale di calciomercato.
  10. ^ a b c d e f g h i j k l m Ceduto a stagione in corso.
  11. ^ a b c d e f Acquistato nella sessione invernale di calciomercato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 1998-99, edizione speciale per "La Gazzetta dello Sport", Modena, Franco Cosimo Panini Editore, 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Perugia 1998-99, su www2.raisport.rai.it, 23 luglio 1998 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 1999).