Associazione Calcistica Perugia Calcio 2014-2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Associazione Calcistica Perugia Calcio
Stagione 2014-2015
Allenatore Italia Andrea Camplone
All. in seconda Italia Giacomo Dicara
Presidente Italia Massimiliano Santopadre
Serie B 6º posto (ai play-off)
Play-off Turno preliminare
Coppa Italia Quarto turno
Maggiori presenze Campionato: Crescenzi (39)
Totale: Crescenzi (43)
Miglior marcatore Campionato: Falcinelli (14)
Totale: Falcinelli (15)
Stadio Renato Curi
Abbonati 7 219 [1]
Maggior numero di spettatori 16 124 vs Ternana (22 novembre 2014)[1]
Minor numero di spettatori 3 766 vs FeralpiSalò (17 agosto 2014)
Media spettatori 10 837 [1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcistica Perugia Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2014-2015.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo nove anni trascorsi nelle categorie minori, costellati da due fallimenti societari pur a fronte di nessuna retrocessione sul campo, il Perugia torna in Serie B disputando il ventiduesimo campionato cadetto della sua storia. Confermato in panchina il tecnico Camplone, la rosa biancorossa viene invece rivoluzionata dalla partenza di molti degli artefici della promozione, vedi Scognamiglio, Vitofrancesco, Filipe, Moscati e il tandem d'attacco Eusepi-Mazzeo; ai pochi punti fermi degli anni precedenti, fra cui il portiere Koprivec, il capitano Comotto in difesa e, in mezzo al campo, Nicco e Fabinho, viene affiancato un mix composto da giovani prospetti italiani come i difensori Crescenzi e Goldaniga, i centrocampisti Fossati, Parigini e Verre, e l'attaccante Falcinelli, assieme a esperti elementi quali i mediocampista sudamericani Giacomazzi e Taddei e, a stagione iniziata, l'ala offensiva Lanzafame.

La punta Diego Falcinelli, miglior marcatore stagionale dei grifoni con 15 reti – 14 nella regular season e 1 nei play-off di Serie B.

I grifoni fanno il loro debutto stagionale il 17 agosto 2014, nel secondo turno della Coppa Italia, superando i lombardi della FeralpiSalò militanti in Lega Pro;[2] i biancorossi passano anche il turno seguente, avendo la meglio dei pari categoria dello Spezia ai supplementari,[3] fermando il proprio cammino nella manifestazione al quarto turno, in dicembre, di fronte a una più quotata formazione di massima serie, il Verona.[4] Frattanto, stante l'iniziale obiettivo di una salvezza tranquilla, in campionato il Perugia è invece protagonista di un avvio al di sopra delle aspettative, conquistando alla seconda giornata la testa solitaria della classifica[5] e mantenendola poi fino ai primi di ottobre, sospinto dai gol di Falcinelli, attaccante perugino chiamato a vestire la maglia per cui ha sempre fatto il tifo,[6] e non patendo più di tanto la prolungata assenza del carioca Fabinho, fermato da una squalifica quadrimestrale.[7] L'inesperienza alla cadetteria dei neopromossi umbri finisce nelle settimane seguenti per far perdere posizioni alla squadra, che si mantiene tuttavia saldamente in zona play-off sino al giro di boa, quando una piccola crisi di risultati porta i biancorossi a toccare, a inizio febbraio, la quattordicesima casella della graduatoria, peggior momento dell'annata.[8]

Il mercato di riparazione, che vede tra gli altri gli innesti del difensore Faraoni e, soprattutto, dell'attaccante Ardemagni, quest'ultimo di ritorno a Perugia dopo otto anni, contribuisce a far risalire la china alla compagine umbra: Camplone ridisegna l'undici titolare riaffidando le chiavi della porta a Koprivec, dopo che nel girone d'andata questi era stato superato nelle gerarchie dal giovane Provedel,[9] mentre in attacco estrae l'idea del «doppio centravanti» per far coesistere al meglio due classiche prime punte quali Falcinelli e Ardemagni. Con questo rinnovato assetto i grifoni riescono a tornare in corsa per uno slot nei play-off, raggiunti matematicamente a un turno dalla conclusione.[10] Chiusa la stagione regolare a una lusinghiera sesta piazza, i perugini si ritrovano inaspettatamente in ballo per la promozione in massima serie, accedendo ai particolari play-off a sei che mettono in palio il terzo e ultimo posto utile al salto di categoria. Accoppiati nel turno preliminare al Pescara settimo classificato, i biancorossi non riescono tuttavia a sfruttare il vantaggio del fattore campo derivato dal miglior piazzamento conseguito in campionato e, nella sfida secca del 26 maggio giocata davanti al pubblico amico del "Curi", soccombono 1-2 agli abruzzesi abbandonando ogni velleità di promozione.[11]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Per il terzo anno consecutivo i grifoni sfoggiano divise realizzate da Frankie Garage Sport, azienda di abbigliamento di proprietà dell'amministratore del club Massimiliano Santopadre. Come sponsor principale è confermato Officine Piccini, mentre come secondo sponsor di maglia debutta Testone (catena di ristorazione);[12] in Coppa Italia, ai due marchi sopracitati si aggiunge Rabona Mobile (telefonia mobile), il cui nome è inserito nel retro della casacca, sotto ai numeri di gioco.[13] Le divise riprendono ed evolvono il taglio classico visto la passata stagione, realizzate con il contributo diretto dei sostenitori della curva biancorossa.[14]

Il completo casalingo è composto da una maglietta rossa, con colletto a polo e bordini bianchi, arricchiti entrambi da sottili striscioline rosse a contrasto – dettaglio che s'ispira alle storiche divise perugine degli settanta –; lo scollo è inoltre caratterizzato da una finta chiusura con laccetti. Lo stemma del club è inserito all'altezza del cuore, mentre sul entrambe le spalle, all'altezza dell'omero, sono stampati due grifoni in posizione rampante. Molto più innovativi i pantaloncini, da tradizione bianchi, ma che nella zona posteriore mostrano un'ampia fascia rossa riportante la denominazione societaria; presentano inoltre due strisce rosse al lati inglobanti un pattern composto dalla ripetizione di tanti piccoli grifoni bianchi, e un'ulteriore bordatura rossa alla base del pantalone. I calzettoni sono infine rossi, spezzati sotto al risvolto da una fascia bianca. Stesso stile e dettagli, ma a colori invertiti, è adottato dall'uniforme da trasferta, che prevede quindi maglia bianca, pantaloncini rossi e calzettoni bianchi. La terza divisa usa anch'essa lo stesso template di base, caratterizzandosi tuttavia come un completo nero con dettagli biancorossi.[14]

Per i portieri sono state realizzate delle divise dedicate, in vari colori, su cui spicca la presenza di un girocollo e un look globalmente più sobrio e minimale rispetto a quello visto sui giocatori di movimento; questi capi sono colorati, rispettivamente, in un canonico nero, in un blu reale tono su tono, e in un abbinamento composto da giallo e grigio.[14]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Massimiliano Santopadre
  • Amministratore delegato: Stefano Cruciani
  • Direttore generale: Mauro Lucarini

Area organizzativa

  • Direttore sportivo: Roberto Goretti
  • Responsabile area scouting: Marcello Pizzimenti
  • Segretario generale: Ilvano Ercoli
  • Team manager: Simone Rubeca
  • Responsabile comunicazione: Dott. Francesco Baldoni

Area amministrazione

  • Responsabile: Dott. Sandro Angelo Paiano
  • Responsabile: Rag. Giancarlo Paiano
  • Staff: Chiara Cinelli

Area marketing

  • Responsabile marketing: Marco Santoboni
  • Staff marketing: Alice Merli
  • Direttore commerciale: Stefano Politelli
  • Studio legale: Prof. Avv. Carlo Calvieri
  • Studio legale: Avv. Gianluca Calvieri

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile staff sanitario: Prof. Giuliano Cerulli
  • Medico sociale: Dott. Giuseppe De Angelis
  • Massofisioterapista: Renzo Luchini
  • Massofisioterapista: Stefano Gigli
  • Fisioterapista: Fabrizio Ragusa
  • Massaggiatore: Leonello Tosti

Staff

  • Responsabile biglietteria: Tiziana Barbetti
  • Supporters Liaison Officer: Simone Leorsini
  • Magazziniere: Gino Bettucci
  • Magazziniere: Fausto Maccarelli
  • Custode stadio: Sergio Militi
  • Manutenzione stadio: Archiplan-Lemmi
  • Delegato alla sicurezza: Fabio Castellani
  • Vice delegato alla sicurezza: Michele Diosono

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 9 febbraio 2015.

N. Ruolo Giocatore
1 Slovenia P Jan Koprivec
2 Uruguay D Darío Flores [16]
2 Italia C Davide Faraoni [17]
3 Italia D Alessio Lo Porto
4 Danimarca C Matti Lund Nielsen [17]
5 Italia C Imperio Carcione [18]
5 Egitto D Ahmed Hegazy [17]
6 Italia D Edoardo Goldaniga
7 Italia C Valerio Verre
8 Italia C Gianluca Nicco
9 Italia A Diego Falcinelli
10 Brasile C Rodrigo Taddei
11 Brasile A Fabinho
12 Italia P Raffaele Esposito [16]
13 Italia D Marco Rossi [16]
15 Italia D Alessandro Crescenzi
17 Italia A Nicolò Fazzi
18 Italia D Lorenzo Del Prete [16]
N. Ruolo Giocatore
18 Italia C Giuseppe Rizzo [17]
19 Italia C Marco Fossati
20 Italia D Marco Baldan
21 Italia A Fabio Mazzeo [19]
22 Italia P Ivan Provedel
24 Italia A Lorenzo Musto
25 Italia D Gianluca Comotto (capitano)
26 Rep. Ceca A Michael Rabušic [16]
27 Italia A Vittorio Parigini
28 Italia A Davide Lanzafame
29 Uruguay C Guillermo Giacomazzi
30 Costa d'Avorio A Pierre Desirè Zebli
32 Italia P Marco Amelia [17]
33 Brasile D Vinícius
34 Colombia A Brayan Perea [16]
40 Uruguay A Kevin Méndez [17]
44 Italia D Andrea Mantovani [17]
45 Italia A Matteo Ardemagni [17]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 1º/7 al 1º/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Ivan Provedel Chievo prestito
D Lorenzo Del Prete Novara definitivo
A Vittorio Parigini Torino prestito
C Marco Fossati Milan prestito
D Marco Baldan Milan definitivo
D Edoardo Goldaniga Juventus prestito
C Valerio Verre Udinese prestito
C Nicolò Fazzi Fiorentina prestito
D Darío Flores Juventud definitivo
C Rodrigo Taddei - svincolato
A Fabinho Udinese definitivo
C Diego Falcinelli Sassuolo prestito
A Lorenzo Musto Roma prestito
D Andrea Zanchi Reggiana fine prestito
D Alessio Lo Porto Siena definitivo
D Alessandro Crescenzi Roma prestito
A Michael Rabušic Verona prestito
A Davide Lanzafame - svincolato
D Vinícius Lazio prestito[20]
A Brayan Perea Lazio prestito[20]
A Pierre Desirè Zebli Inter prestito[21]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Robert Stillo Parma fine prestito
D Alberto Barison Padova fine prestito
D Andrea Conti Atalanta fine prestito
D Manuel Daffara Catanzaro prestito
D Leonardo Massoni Monza prestito
D Gennaro Scognamiglio Parma fine prestito
D Simone Sini Roma fine prestito
C Jonathan Bijimine Barletta fine prestito
C Marco Moscati Livorno fine prestito
C Giulio Sanseverino Palermo fine prestito
C Ferdinando Vitofrancesco - svincolato
A Umberto Eusepi Varese fine prestito
A Ezekiel Isoken Henty Milan fine prestito
A Roberto Insigne Napoli fine prestito
A Mattia Sprocati Parma fine prestito
D Andrea Zanchi Tuttocuoio prestito[22]
D Michele Franco Salernitana prestito[23]
C Filipe Gomes Ribeiro Lecce prestito[23]

Sessione invernale (dal 5/1 al 2/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Kevin Méndez Roma[24] prestito[25]
C Matti Lund Nielsen Pescara prestito[26]
D Andrea Mantovani - svincolato[27]
D Ahmed Hegazy Fiorentina prestito[28]
A Matteo Ardemagni Atalanta[29] prestito[30]
C Davide Faraoni Udinese prestito[31]
C Giuseppe Rizzo Reggina prestito[32]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Raffaele Esposito Salernitana definitivo[33]
D Darío Flores Matera definitivo[34]
A Brayan Perea Lazio fine prestito[35]
D Marco Rossi Varese prestito[36]
A Michael Rabušic Verona[37] fine prestito[38]
D Lorenzo Del Prete Catania definitivo[39]

Operazioni esterne alle sessioni[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Marco Amelia - svincolato[40]
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Imperio Carcione Arezzo definitivo[18]
A Fabio Mazzeo - rescissione[19]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serie B 2014-2015.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Perugia
29 agosto 2014, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Perugia 2 – 1
referto
Bologna Stadio Renato Curi (13 400 [1] spett.)
Arbitro Gavillucci (Latina)

Bari
7 settembre 2014, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Bari 0 – 2
referto
Perugia Stadio San Nicola (23 463 [1] spett.)
Arbitro Pasqua (Tivoli)

Perugia
13 settembre 2014, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Perugia 1 – 0
referto
Catania Stadio Renato Curi (12 506 [1] spett.)
Arbitro Mariani (Aprilia)

Perugia
20 settembre 2014, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Perugia 2 – 2
referto
Vicenza Stadio Renato Curi (10 775 [1] spett.)
Arbitro Nasca (Bari)

Modena
23 settembre 2014, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Modena 0 – 0
referto
Perugia Stadio Alberto Braglia (5 739 [1] spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Perugia
27 settembre 2014, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Perugia 1 – 0
referto
Brescia Stadio Renato Curi (10 216 [1] spett.)
Arbitro Pairetto (Nichelino)

La Spezia
4 ottobre 2014, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Spezia 2 – 0
referto
Perugia Stadio Alberto Picco (6 420 [1] spett.)
Arbitro Fabbri (Ravenna)

Perugia
12 ottobre 2014, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Perugia 0 – 1
referto
Frosinone Stadio Renato Curi (11 392 [1] spett.)
Arbitro Minelli (Varese)

Lanciano
18 ottobre 2014, ore 15:00 CEST
9ª giornata
Virtus Lanciano 1 – 1
referto
Perugia Stadio Guido Biondi (3 543 [1] spett.)
Arbitro Pezzuto (Lecce)

Vercelli
25 ottobre 2014, ore 15:00 CEST
10ª giornata
Pro Vercelli 0 – 0
referto
Perugia Stadio Silvio Piola (3 210 [1] spett.)
Arbitro Merchiori (Ferrara)

Perugia
28 ottobre 2014, ore 20:30 CET
11ª giornata
Perugia 0 – 0
referto
Avellino Stadio Renato Curi (11 019 [1] spett.)
Arbitro La Penna (Roma)

Crotone
1º novembre 2014, ore 15:00 CET
12ª giornata
Crotone 2 – 1
referto
Perugia Stadio Ezio Scida (4 149 [1] spett.)
Arbitro Di Paolo (Avezzano)

Perugia
8 novembre 2014, ore 15:00 CET
13ª giornata
Perugia 2 – 1
referto
Virtus Entella Stadio Renato Curi (8 812 [1] spett.)
Arbitro Chiffi (Padova)

Varese
16 novembre 2014, ore 15:00 CET
14ª giornata
Varese 1 – 1
referto
Perugia Stadio Franco Ossola (3 430 [1] spett.)
Arbitro Mariani (Aprilia)

Perugia
22 novembre 2014, ore CET
15ª giornata
Perugia 2 – 2
referto
Ternana Stadio Renato Curi (16 124 [1] spett.)
Arbitro Gavillucci (Latina)

Livorno
29 novembre 2014, ore 15:00 CET
16ª giornata
Livorno 0 – 0
referto
Perugia Stadio Armando Picchi (6 282 [1] spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Perugia
6 dicembre 2014, ore 15:00 CET
17ª giornata
Perugia 0 – 0
referto
Latina Stadio Renato Curi (9 163 [1] spett.)
Arbitro Maresca (Napoli)

Erice
13 dicembre 2014, ore 15:00 CET
18ª giornata
Trapani 2 – 2
referto
Perugia Stadio Polisportivo Provinciale (5 421 [1] spett.)
Arbitro Candussio (Cervignano del Friuli)

Perugia
20 dicembre 2014, ore 15:00 CET
19ª giornata
Perugia 2 – 2
referto
Pescara Stadio Renato Curi (9 290 [1] spett.)
Arbitro Abbattista (Molfetta)

Carpi
24 dicembre 2014, ore 15:00 CET
20ª giornata
Carpi 4 – 0
referto
Perugia Stadio Sandro Cabassi (3 322 [1] spett.)
Arbitro Di Paolo (Avezzano)

Perugia
28 dicembre 2014, ore 15:00 CET
21ª giornata
Perugia 3 – 1
referto
Cittadella Stadio Renato Curi (9 721 [1] spett.)
Arbitro Manganiello (Pinerolo)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
17 gennaio 2015, ore 15:00 CET
22ª giornata
Bologna 2 – 1
referto
Perugia Stadio Renato Dall'Ara (16 099[1] spett.)
Arbitro Pezzuto (Lecce)

Perugia
24 gennaio 2015, ore 15:00 CET
23ª giornata
Perugia 1 – 1
referto
Bari Stadio Renato Curi (9 947[1] spett.)
Arbitro Fabbri (Ravenna)

Catania
31 gennaio 2015, ore 15:00 CET
24ª giornata
Catania 2 – 0
referto
Perugia Stadio Angelo Massimino (13 627[1] spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Vicenza
7 febbraio 2015, ore 15:00 CET
25ª giornata
Vicenza 3 – 1
referto
Perugia Stadio Romeo Menti (7 629[1] spett.)
Arbitro La Penna (Roma)

Perugia
14 febbraio 2015, ore 15:00 CET
26ª giornata
Perugia 2 – 0
referto
Modena Stadio Renato Curi (9 839[1] spett.)
Arbitro Saia (Palermo)

Brescia
21 febbraio 2015, ore 15:00 CET
27ª giornata
Brescia 1 – 2
referto
Perugia Stadio Mario Rigamonti (4 494[1] spett.)
Arbitro Chiffi (Padova)

Perugia
28 febbraio 2015, ore 15:00 CET
28ª giornata
Perugia 2 – 1
referto
Spezia Stadio Renato Curi (10 750[1] spett.)
Arbitro Mariani (Aprilia)

Frosinone
3 marzo 2015, ore 20:30 CET
29ª giornata
Frosinone 2 – 1
referto
Perugia Stadio Comunale Matusa (5 588[1] spett.)
Arbitro Maresca (Napoli)

Perugia
7 marzo 2015, ore 15:00 CET
30ª giornata
Perugia 0 – 0
referto
Virtus Lanciano Stadio Renato Curi (9.166[1] spett.)
Arbitro Di Paolo (Avezzano)

Perugia
14 marzo 2015, ore 15:00 CET
31ª giornata
Perugia 3 – 2
referto
Pro Vercelli Stadio Renato Curi (9 361[1] spett.)
Arbitro Ghersini (Genova)

Avellino
21 marzo 2015, ore 15:00 CET
32ª giornata
Avellino 1 – 2
referto
Perugia Stadio Partenio-Adriano Lombardi (7 500[1] spett.)
Arbitro Pairetto (Nichelino)

Perugia
29 marzo 2015, ore 12:30 CET
33ª giornata
Perugia 0 – 0
referto
Crotone Stadio Renato Curi (10 935[1] spett.)
Arbitro Minelli (Varese)

Chiavari
2 aprile 2015, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Virtus Entella 0 – 2
referto
Perugia Stadio Comunale (2.828[1] spett.)
Arbitro Abisso (Palermo)

Perugia
11 aprile 2015, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Perugia 2 – 0
referto
Varese Stadio Renato Curi (11 567[1] spett.)
Arbitro Aureliano (Bologna)

Terni
18 aprile 2015, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Ternana 0 – 0
referto
Perugia Stadio Libero Liberati (11 840[1] spett.)
Arbitro Mariani (Aprilia)

Perugia
25 aprile 2015, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Perugia 1 – 1
referto
Livorno Stadio Renato Curi (11 640[1] spett.)
Arbitro Pasqua (Tivoli)

Latina
28 aprile 2015, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Latina 0 – 0
referto
Perugia Stadio Domenico Francioni (3 390[1] spett.)
Arbitro Manganiello (Pinerolo)

Perugia
2 maggio 2015, ore 15.00 CEST
39ª giornata
Perugia 1 – 0
referto
Trapani Renato Curi (10 420[1] spett.)
Arbitro Merchiori (Ferrara)

Pescara
9 maggio 2015, ore 15:00 CEST
40ª giornata
Pescara 2 – 2
referto
Perugia Stadio Adriatico (7 934[1] spett.)
Arbitro Abbattista (Molfetta)

Perugia
15 maggio 2015, ore 20:30 CEST
41ª giornata
Perugia 2 – 0
referto
Carpi Stadio Renato Curi (11 525[1] spett.)
Arbitro Saia (Palermo)

Cittadella
22 maggio 2015, ore 20:30 CEST
42ª giornata
Cittadella 0 – 2
referto
Perugia Stadio Piercesare Tombolato (3 168[1] spett.)
Arbitro Di Paolo (Avezzano)

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Perugia
26 maggio 2015, ore 18:30 CEST
Turno preliminare
Perugia 1 – 2
referto
Pescara Stadio Renato Curi (12 100[1] spett.)
Arbitro Fabbri (Ravenna)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2014-2015.
Perugia
17 agosto 2014, ore 20:45 CEST
Secondo turno
Perugia 2 – 0
referto
Feralpisalò Stadio Renato Curi (3 766 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Perugia
23 agosto 2014, ore 20:45 CEST
Terzo turno
Perugia 2 – 1
(d.t.s.)
referto
Spezia Stadio Renato Curi (3 768 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Verona
2 dicembre 2014, ore 21:00 CET
Quarto turno
Verona 1 – 0
referto
Perugia Stadio Marcantonio Bentegodi (3 957 spett.)
Arbitro Cervellera (Taranto)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 settembre 2014.

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Serie B 66 21 11 9 1 29 15 21 5 9 7 20 25 42 16 18 8 49 40 +9
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 2 2 0 0 4 1 1 0 0 1 0 1 3 2 0 1 4 2 +2
Totale 66 23 13 9 1 33 16 22 5 9 8 20 26 45 18 18 9 53 42 +11

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42
Luogo C T C C T C T C T T C T C T C T C T C T C T C T T C T C T C C T C T C T C T C T C T
Risultato V V V N N V P P N N N P V N N N N N N P V P N P P V V V P N V V N V V N N N V N V V
Posizione 3 1 1 1 1 1 1 4 6 7 8 10 9 9 8 9 9 9 11 12 10 11 12 13 14 11 10 9 10 10 10 9 9 8 5 5 5 7 6 6 6 6

Fonte: Serie B – Classifiche, sport.sky.it.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª 39ª 40ª 41ª 42ª
 
3 6 9 10 11 14 14 14 15 16 17 17 20 21 22 23 24 25 26 26 29 29 30 30 30 33 36 39 39 40 43 46 47 50 53 54 55 56 59 60 63 66

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Baldan, M. M. Baldan 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Carcione, I. I. Carcione 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Comotto, G. G. Comotto 5 0 2 1 2 0 1 0 7 0 3 1
Crescenzi, A. A. Crescenzi 6 0 0 0 2 0 0 0 8 0 0 0
Del Prete, L. L. Del Prete 6 2 0 0 1 0 0 0 7 2 0 0
Esposito, R. R. Esposito 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Fabinho, Fabinho 2 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0
Falcinelli, D. D. Falcinelli 6 3 1 0 2 1 1 0 8 4 2 0
Fazzi, N. N. Fazzi 6 0 1 0 2 0 0 0 8 0 1 0
Flores, D. D. Flores 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Fossati, M. M. Fossati 4 0 0 0 2 0 0 0 6 0 0 0
Giacomazzi, G. G. Giacomazzi 5 0 2 0 1 0 0 0 6 0 2 0
Goldaniga, E. E. Goldaniga 6 0 2 0 2 0 1 0 8 0 3 0
Koprivec, J. J. Koprivec 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Lo Porto, A. A. Lo Porto 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Mazzeo, F. F. Mazzeo 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Musto, L. L. Musto 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Nicco, G. G. Nicco 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Parigini V. Parigini 5 0 0 0 2 1 0 0 7 1 0 0
Perea, B. B. Perea 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Provedel, I. I. Provedel 6 -3 0 0 1 -1 0 0 7 -4 0 0
Rabušic, M. M. Rabušic 6 0 1 0 2 1 0 0 8 1 1 0
Rossi, M. M. Rossi 3 0 0 0 1 0 1 0 4 0 1 0
Taddei, R. R. Taddei 6 2 2 0 2 1 0 0 8 3 2 0
Verre, V. V. Verre 6 1 3 0 2 0 0 0 8 1 3 0
Vinícius, Vinícius 3 0 0 0 0 0 0 0 3 0 0 0
Zebli, P. P. Zebli 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

  • Direttore generale, responsabile scuola calcio, direttore progetto "Academy": Mauro Lucarini
  • Responsabile area tecnica: Roberto Goretti
  • Responsabile area scouting: Marcello Pizzimenti
  • Responsabile settore giovanile: Mirko Vagnoli
  • Segretario settore giovanile: Simone Ottaviani
  • Segreteria settore giovanile: Eleonora Massetti
  • Responsabile organizzativo settore giovanile: Francesco M. Gaudenzi
  • Responsabile osservatori: Sergio Filipponi
  • Responsabile osservatori Lazio: Maurizio Valeri
  • Segreteria scuola calcio: Daniela Zampini
  • Coordinatore tecnico scuola calcio, responsabile tecnico "Academy": Paolo Damiani
  • Responsabile tecnico "Academy" Centro-Sud: Mauro Cecchetti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at Statistiche Spettatori Serie B 2014-2015, stadiapostcards.com.
  2. ^ Taddei-Falcinelli, il Perugia va, corrieredellumbria.corr.it, 17 agosto 2014.
  3. ^ Moreno Castellani, Coppa Italia, il Perugia batte in rimonta lo Spezia (2-1), giornaledellumbria.it, 23 agosto 2014.
  4. ^ Alessandro De Pietro, Verona-Perugia 1-0: Saviola manda i gialloblù agli ottavi con la Juve, gazzetta.it, 2 dicembre 2014.
  5. ^ Perugia super col Bari. Falcinelli-Del Prete in gol, in tuttosport.com, 7 settembre 2014.
  6. ^ Remo Gasperini, Il Perugia vola con Falcinelli: «I miei gol sono pieni d'amore», ilmessaggero.it, 16 aprile 2015.
  7. ^ Perugia senza "samba", Fabinho squalificato 4 mesi, corrieredellumbria.corr.it, 12 settembre 2014.
  8. ^ Barbara Isidori, Perugia, i tifosi non ci stanno. Dura contestazione alla squadra prima degli allenamenti, umbria24.it, 9 febbraio 2015.
  9. ^ Domenico Cantarini, Grifo, tanto Koprivec nella rimonta play off, corrieredellumbria.corr.it, 26 marzo 2015.
  10. ^ Antonello Menconi, Serie B, Perugia-Carpi 2-0: Ardemagni e Falcinelli lanciano il Grifone ai playoff, gazzetta.it, 15 maggio 2015.
  11. ^ Jacopo Manfredi, Spezia e Perugia sorpresi: avanzano Avellino e Pescara, repubblica.it, 26 maggio 2015.
  12. ^ Campagna abbonamenti "Affila gli artigli", acperugiacalcio.com, 27 giugno 2014.
  13. ^ Ecco la maglia da gara della Tim Cup, acperugiacalcio.com, 8 agosto 2014.
  14. ^ a b c Daniele Costantini, Il Perugia artiglia la Serie B con le nuove maglie 2014-2015 firmate FG Sport, passionemaglie.it, 8 luglio 2014.
  15. ^ Pasquale Rocco nello staff del Perugia, acperugiacalcio.com, 20 agosto 2014.
  16. ^ a b c d e f Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  17. ^ a b c d e f g h Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  18. ^ a b Ceduto il 6 settembre 2014, durante la speciale sessione di mercato concessa ai club ripescati, cfr. Carcione ceduto all'Arezzo, acperugiacalcio.com, 6 settembre 2014.
  19. ^ a b Rescissione consensuale il 19 settembre 2014, cfr. Rescissione consensuale per Fabio Mazzeo, acperugiacalcio.com, 19 settembre 2014.
  20. ^ a b Perea e Vinicius sono del Perugia, acperugiacalcio.com, 28 agosto 2014.
  21. ^ Marcello Migliosi, Pierre Desire Zebli, in prestito al Perugia dall’Inter, ha cominciato a Bastia, bastiaoggi.it, 9 settembre 2014.
  22. ^ Zanchi in prestito al Tuttocuoio, acperugiacalcio.com, 20 agosto 2014.
  23. ^ a b Franco alla Salernitana e Filipe al Lecce, acperugiacalcio.com, 2 settembre 2014.
  24. ^ Giocatore militante nel Peñarol nella prima parte della stagione, cfr. La nota del club: operazioni di mercato, asroma.it, 2 febbraio 2015.
  25. ^ Kevin Mendes è del Perugia, acperugiacalcio.com, 7 gennaio 2015.
  26. ^ In prestito dal Pescara arriva Nielsen, acperugiacalcio.com, 28 gennaio 2015.
  27. ^ Mantovani è del Perugia, acperugiacalcio.com, 1º febbraio 2015. (archiviato dall'url originale il 1 febbraio 2015).
  28. ^ Hegazy è del Perugia, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015.
  29. ^ Giocatore militante nello Spezia nella prima parte della stagione, cfr. Mercato: Matteo Ardemagni torna all'Atalanta, acspezia.com, 2 febbraio 2015.
  30. ^ Ardemagni è del Perugia, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015. (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2015).
  31. ^ Arriva Faraoni!, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015.
  32. ^ Anche Rizzo è del Perugia, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015.
  33. ^ Ceduto a titolo definitivo Raffaele Esposito, acperugiacalcio.com, 14 gennaio 2015.
  34. ^ Dario Flores ceduto al Matera, acperugiacalcio.com, 15 gennaio 2015.
  35. ^ Comunicato, acperugiacalcio.com, 27 gennaio 2015.
  36. ^ Marco Rossi ceduto al Varese, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015.
  37. ^ Giocatore trasferitosi al Crotone nella stessa sessione di mercato, cfr. Rabusic è un calciatore del Crotone, fccrotone.it, 2 febbraio 2015.
  38. ^ Rabusic in prestito al Crotone, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015.
  39. ^ Del Prete al Catania Calcio, acperugiacalcio.com, 2 febbraio 2015.
  40. ^ Amelia è del Perugia, acperugiacalcio.com, 9 febbraio 2015. (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2015).