Associazione Calcio Perugia 1977-1978

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Associazione Calcio Perugia
Perugia 1977-78.jpg
Stagione 1977-1978
Allenatore Italia Ilario Castagner
Presidente Italia Franco D'Attoma
Serie A 7º posto
Coppa Italia Primo turno
Coppa Mitropa Fase a gironi
Coppa Rappan - Gir. F Vincitore
Maggiori presenze Campionato: Frosio (30)
Miglior marcatore Campionato: Speggiorin (8)
Stadio Comunale di Pian di Massiano[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Perugia nelle competizioni ufficiali della stagione 1977-1978.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Renato Curi, scomparso in campo a 24 anni.

Nella sua terza stagione in Serie A, il Perugia dovette affrontare la tragedia della morte di Renato Curi, giovane calciatore biancorosso e fulcro del centrocampo dei grifoni, vittima di un infarto al Comunale di Pian di Massiano durante la sfida del sesto turno di campionato contro la Juventus.

Il 30 ottobre 1977, Al 5' della ripresa e sotto una pioggia battente, Curi si accasciò improvvisamente in campo: a nulla valsero i soccorsi, con il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca, né il trasporto al Policlinico di Perugia, dove si poté soltanto constatare la morte del giocatore alle ore 16:30.[2][3] Poche settimane dopo, il 27 novembre, prima della partita interna col Torino, lo stadio di Perugia venne intitolato allo sfortunato calciatore, diventando così lo stadio "Renato Curi".[4]

Nonostante questo tragico evento, la compagine di Ilario Castagner seppe riprendersi, disputando un altro buon torneo a ridosso delle grandi e concluso al 7º posto in classifica (mancando la qualificazione alla Coppa UEFA solo per via della peggior differenza reti rispetto al Napoli).[5]

Walter Novellino in azione nell'ex Comunale, ora Curi, durante la sfida del 16 aprile 1978 contro il Foggia.

La formazione titolare vide gli innesti di Luciano Zecchini in difesa (proveniente dalla Sampdoria appena retrocessa in serie cadetta), mentre a centrocampo l'ingaggio a campionato iniziato di Paolo Dal Fiume (prelevato nel Pergocrema in Serie C) permise di sopperire alla prematura assenza di Curi, con Franco Vannini e Walter Novellino che confermarono anche in questa stagione le loro qualità. Il reparto d'attacco fu invece totalmente rivoluzionato, con l'arrivo delle ali Walter Speggiorin (dalla Fiorentina), un'eterna incompiuta che in Umbria trovò l'ambiente ideale dove esprimersi,[6] e Salvatore Bagni (pescato direttamente in Serie D nel Carpi), una giovane promessa di poco più di vent'anni che, nonostante il grande salto di categoria, in poco tempo riuscì a soppiantare il titolare Scarpa.

Sul versante europeo, il cammino in Coppa Mitropa non andò oltre la fase a gironi; tuttavia la stagione si concluse con la conquista del primo, storico, trofeo internazionale del club: i grifoni vinsero infatti l'edizione di maggio della Coppa Piano Karl Rappan (la cosiddetta "Coppa d'estate"), dove regolarono in un gironcino il Waregem, il Monaco 1860 e il Nîmes Olympique.[5]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1977-1978 le divise utilizzate dal Perugia riprendevano in gran parte lo stile di quelle dell'annata precedente. La prima maglia era rossa, con colletto e bordini delle maniche bianchi; anche i pantaloncini erano bianchi, mentre i calzettoni erano rossi con risvolto bianco.

La seconda casacca riproponeva il medesimo stile, ma a colori invertiti, con maglia bianca, pantaloncini rossi, e calzettoni bianchi con risvolto rosso. Sul petto, all'altezza del cuore, era cucito l'ormai classico Grifo, simbolo della squadra e della città. Unica innovazione degna di nota rispetto alla scorsa stagione, la foggia del colletto, che quest'anno presentava lo scollo a V chiuso da un grande triangolo bianco rovesciato.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Il neoacquisto Walter Speggiorin con la maglia casalinga della stagione, caratterizzata dallo scollo chiuso da un grande triangolo bianco rovesciato.
N. Ruolo Giocatore
Italia P Marcello Grassi
Italia P Nello Malizia
Italia D Antonio Ceccarini
Italia D Paolo Dall'Oro
Italia D Pierluigi Frosio
Italia D Antonio Matteoni
Italia D Michele Nappi
Italia D Luciano Zecchini
Italia C Mauro Amenta
Italia C Salvatore Bagni
Italia C Pierluca Baracco
N. Ruolo Giocatore 600px Rosso con doppie strisce Bianche.png
Italia C Guido Biondi
Italia C Renato Curi[7]
Italia C Paolo Dal Fiume
Italia C Mario Goretti
Italia C Franco Vannini
Italia A Marco Cacciatori
Italia A Walter Novellino
Italia A Walter Sabatini
Italia A Mario Scarpa
Italia A Walter Speggiorin

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1977-1978.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

11 settembre 1977
1ª giornata
Atalanta 1 – 1 Perugia

18 settembre 1977
2ª giornata
Perugia 3 – 2 Roma

25 settembre 1977
3ª giornata
Genoa 2 – 0 Perugia

2 ottobre 1977
4ª giornata
Perugia 2 – 1 Fiorentina

23 ottobre 1977
5ª giornata
Bologna 2 – 3 Perugia

30 ottobre 1977
6ª giornata
Perugia 0 – 0 Juventus

6 novembre 1977
7ª giornata
Napoli 3 – 2 Perugia

20 novembre 1977
8ª giornata
Perugia 1 – 1 Inter

27 novembre 1977
9ª giornata
Perugia 2 – 0 Torino

11 dicembre 1977
10ª giornata
Milan 2 – 2 Perugia

18 dicembre 1977
11ª giornata
Perugia 0 – 1 Verona

31 dicembre 1977
12ª giornata
Foggia 0 – 1 Perugia

8 gennaio 1978
13ª giornata
Perugia 4 – 0 Lazio

15 gennaio 1978
14ª giornata
Perugia 1 – 1 L.R. Vicenza

22 gennaio 1978
15ª giornata
Pescara 1 – 1 Perugia

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

29 gennaio 1978
16ª giornata
Perugia 1 – 1 Atalanta

5 febbraio 1978
17ª giornata
Roma 2 – 0 Perugia

12 febbraio 1978
18ª giornata
Perugia 0 – 0 Genoa

19 febbraio 1978
19ª giornata
Fiorentina 2 – 1 Perugia

26 febbraio 1978
20ª giornata
Perugia 2 – 0 Bologna

5 marzo 1978
21ª giornata
Juventus 2 – 0 Perugia

12 marzo 1978
22ª giornata
Perugia 2 – 0 Napoli

19 marzo 1978
23ª giornata
Inter 2 – 0 Perugia

26 marzo 1978
24ª giornata
Torino 1 – 1 Perugia

2 aprile 1978
25ª giornata
Perugia 0 – 1 Milan

9 aprile 1978
26ª giornata
Verona 0 – 0 Perugia

16 aprile 1978
27ª giornata
Perugia 3 – 1 Foggia

23 aprile 1978
28ª giornata
Lazio 2 – 0 Perugia

30 aprile 1978
29ª giornata
L.R. Vicenza 3 – 1 Perugia

7 maggio 1978
30ª giornata
Perugia 2 – 1 Pescara

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1977-1978.

Coppa Mitropa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Mitropa 1977-1978.

Coppa Piano Karl Rappan[modifica | modifica wikitesto]

Perugia
9 maggio 1978
Gruppo F – 1ª giornata
Perugia 1 – 1
referto
Waregem Stadio Renato Curi
Arbitro Italia Mattei

Perugia
13 maggio 1978
Gruppo F – 2ª giornata
Perugia 3 – 1
referto
Monaco 1860 Stadio Renato Curi
Arbitro Italia Reggiani

Nîmes
17 maggio 1978
Gruppo F – 3ª giornata
Nîmes 2 – 3
referto
Perugia Stade Jean-Bouin
Arbitro Francia Vigliani

Bonn
20 maggio 1978
Gruppo F – 4ª giornata
Monaco 1860 2 – 2
referto
Perugia Sportpark Nord[8]
Arbitro Germania Ovest ?

Perugia
24 maggio 1978
Gruppo F – 5ª giornata
Perugia 1 – 0
referto
Nîmes Stadio Renato Curi
Arbitro Italia Pieri

Waregem
27 maggio 1978
Gruppo F – 6ª giornata
Waregem 1 – 2
referto
Perugia Regenboogstadion
Arbitro Belgio Descarts

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ridenominato Stadio Comunale "Renato Curi" il 26 novembre 1977, cfr. Graziani propone una gara "per Curi", in La Stampa, 27 novembre 1977, p. 17.
  2. ^ Panini, Il caso, p. 7
  3. ^ Renato Curi: morte nel pomeriggio, in storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 27 aprile 2012.
  4. ^ 90º minuto: Perugia-Torino 2-0, Rete 1, 27 novembre 1977.
  5. ^ a b Pierluigi Corridori, Coppa d'estate, in tifogrifo.com, 15 giugno 2012. (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2013).
  6. ^ Walter Speggiorin, il provinciale, in Guerin Sportivo, gennaio 1978. URL consultato il 15 agosto 2012.
  7. ^ Deceduto il 30 ottobre 1977 al 50' di Perugia-Juventus 0-0, dopo un malore in campo.
  8. ^ Giocata in campo neutro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Calciatori 1977-78, edizione speciale per "La Gazzetta dello Sport", Modena, Franco Cosimo Panini Editore, 2004.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]