Associazione Calcio Perugia 1986-1987

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Perugia
Associazione Calcio Perugia 1986-1987.jpg
Stagione 1986-1987
AllenatoreItalia Massimo Roscini (1ª-25ª)
Italia Pierluigi Frosio (26ª)
Italia Mario Colautti (27ª-34ª)
PresidenteItalia Salvatore Gadeleta
Serie C2 - Gir. C9º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
StadioRenato Curi

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Perugia nelle competizioni ufficiali della stagione 1986-1987.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Quest'annata rappresentò una sorta di anno zero per il calcio perugino: già retrocesso sul campo in Serie C1 al termine del campionato di Serie B 1985-1986, nella successiva estate il Perugia rimase coinvolto anche nello scandalo sportivo del Totonero-bis, che ne decretò la doppia retrocessione d'ufficio dalla cadetteria alla C2 – con l'aggravante di due punti di penalizzazione da scontare nel nuovo torneo –; il club biancorosso fu l'unico, tra le squadre coinvolte nell'inchiesta, a preferire la retrocessione piuttosto che una forte penalizzazione in classifica.

Nello stesso ambito, la squalifica di cinque anni comminata al suo presidente Spartaco Ghini portò inoltre Salvatore Gadeleta alla testa della società. Relegato nel volgere di pochi mesi all'ultimo livello del calcio professionistico, per il nuovo torneo il Perugia venne affidato alla guida dell'ex grifone Massimo Roscini, affiancato dal tecnico in seconda Antonio Ceccarini, anche lui ex giocatore del club; la rosa annoverava tra gli altri il portiere Graziano Vinti, perugino doc promosso quest'anno a titolare, il giovane difensore Giovanni Bia, e i centrocampisti Carlo Valentini e Massimo Esposito.

Nonostante le intenzioni d'immediata risalita, l'impatto con la nuova realtà della C2 si rivelò abbastanza duro per la compagine perugina, sconfitta già all'esordio in casa dalla Vis Pesaro futura vincitrice del girone. La situazione non migliorò nel prosieguo delle partite, e il Perugia finì presto per condurre un anonimo campionato di metà classifica. Quando le speranze di promozione erano già compromesse, neanche l'esonero di Roscini per far posto a Mario Colautti (in mezzo, la breve reggenza dell'ex capitano Pierluigi Frosio) riuscì a dare una scossa all'ambiente, con l'undici perugino che continuò a stazionare a centro classifica, terminando infine la stagione al nono posto del girone C. Ancor più scevro di gloria il cammino in Coppa Italia, conclusosi effimeramente già al primo turno.

Tra le poche note positive dell'annata ci fu l'intuizione, da parte del nuovo tecnico Colautti, di puntare nella parte finale del torneo su di un giovane attaccante perugino cresciuto nel vivaio biancorosso, Fabrizio Ravanelli; promosso proprio in questa stagione in prima squadra, al suo debutto in campo professionistico il giocatore siglò 5 reti in 26 presenze.[1] L'annata ripropose inoltre il derby dell'Umbria contro la Ternana, inserita nello stesso girone dei perugini, dopo che la sfida mancava a livello ufficiale dalla Serie B 1973-1974: entrambe le partite di campionato contro i rossoverdi terminarono, senza vincitori, sull'1-1.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 1986-1987 il Perugia continuò a essere vestito dal fornitore tecnico Torello Sport; come sponsor di maglia debuttò invece Publiservice.

La squadra sfoggiò quell'anno un look molto sobrio: come divisa casalinga venne adottata una spartana maglia rossa senza personalizzazioni di alcun tipo; questa era abbinata a dei pantaloncini bianchi e a dei calzettoni rossi, realizzati in maniera altrettanto semplice. Per il completo da trasferta venne utilizzato lo stesso schema, ma a colori invertiti. Risultò degno di nota il classico grifone rampante, presente come da tradizione all'altezza del cuore, dipinto solo per quest'annata in un'insolita colorazione nera.[1]

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[1]

Area direttiva

  • Presidente: Salvatore Gadeleta

Area tecnica

Area sanitaria

  • Massaggiatore: Renzo Luchini

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[1]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Graziano Vinti
Italia D Giovanni Bia
Italia D Marco Gori
Italia C Massimo Esposito
Italia C Pasquale Logarzo
Italia C Carlo Valentini
Italia A Fabrizio Ravanelli
Italia D Maurizio Benedetti (capitano)
Italia D Marco Bertolucci
Italia A Gianni Boccia
N. Ruolo Giocatore
Italia Burini
Italia C Paolo Falasconi
Italia D Italo Franceschini
Italia P Maurizio Carbonari
Italia A Angelo Raffaele Mariano
Italia D Fabrizio Nofri Onofri
Italia C Stefano Perugini
Italia C Fabrizio Spagnuolo
Italia C Paolo Vinceti

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C2 1986-1987.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

21 settembre 1986
1ª giornata
Perugia0 – 1Vis Pesaro

28 settembre 1986
2ª giornata
Angizia Luco0 – 1Perugia

5 ottobre 1986
3ª giornata
Perugia0 – 1Ravenna

12 ottobre 1986
4ª giornata
Bisceglie2 – 1Perugia

19 ottobre 1986
5ª giornata
Perugia0 – 0Francavilla

26 ottobre 1986
6ª giornata
Fidelis Andria1 – 1Perugia

2 novembre 1986
7ª giornata
Casarano0 – 0Perugia

9 novembre 1986
8ª giornata
Perugia1 – 0Pro Italia Galatina

16 novembre 1986
9ª giornata
Lanciano1 – 0Perugia

23 novembre 1986
10ª giornata
Perugia1 – 0Maceratese

30 novembre 1986
11ª giornata
Civitanovese0 – 0Perugia

7 dicembre 1986
12ª giornata
Perugia2 – 0Matera

14 dicembre 1986
13ª giornata
Forlì0 – 0Perugia

21 dicembre 1986
14ª giornata
Perugia1 – 1Ternana

4 gennaio 1987
15ª giornata
Jesi1 – 0Perugia

11 gennaio 1987
16ª giornata
Giulianova1 – 1Perugia

18 gennaio 1987
17ª giornata
Perugia5 – 0Cesenatico

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

25 gennaio 1987
18ª giornata
Vis Pesaro2 – 0Perugia

1º febbraio 1987
19ª giornata
Perugia1 – 1Angizia Luco

8 febbraio 1987
20ª giornata
Ravenna1 – 0Perugia

15 febbraio 1987
21ª giornata
Perugia2 – 1Bisceglie

22 febbraio 1987
22ª giornata
Francavilla2 – 1Perugia

1º marzo 1987
23ª giornata
Perugia0 – 3Fidelis Andria

8 marzo 1987
24ª giornata
Perugia0 – 0Casarano

15 marzo 1987
25ª giornata
Pro Italia Galatina1 – 1Perugia

29 marzo 1987
26ª giornata
Perugia2 – 0Lanciano

5 aprile 1987
27ª giornata
Maceratese0 – 0Perugia

18 aprile 1987
28ª giornata
Perugia2 – 1Civitanovese

26 aprile 1987
29ª giornata
Matera0 – 2Perugia

3 maggio 1987
30ª giornata
Perugia3 – 0Forlì

17 maggio 1987
31ª giornata
Ternana1 – 1Perugia

24 maggio 1987
32ª giornata
Perugia1 – 0Jesi

31 maggio 1987
33ª giornata
Perugia0 – 0Giulianova

7 giugno 1987
34ª giornata
Cesenatico2 – 2Perugia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Carlo Giulietti, 1986-87: che fatica ricominciare da zero... (JPG), in Vecchia Guardia Grifo News, 26 settembre 2010, p. 8 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2013).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco Illustrato del Calcio, Modena, Panini, 1988, p. 319.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]