Perugia Calcio 2008-2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Perugia Calcio
Stagione 2008-2009
AllenatoreItalia Paolo Indiani, poi
Italia Giovanni Pagliari, poi
Italia Maurizio Sarri, poi
Italia Giovanni Pagliari
PresidenteItalia Leonardo Covarelli
1ª Divisione - Gir. B8º posto
Coppa ItaliaSecondo turno
Coppa Italia Lega ProTerzo turno
StadioRenato Curi
Maggior numero di spettatori5 959 vs Ternana[1]
Minor numero di spettatori2 981 vs Paganese[1]
Media spettatori4 068 [1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti il Perugia Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2008-2009.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della precedente stagione, la famiglia Silvestrini aveva deciso di cedere la proprietà del club umbro. Il 10 luglio 2008 la società – che intanto è stata ammessa al torneo di Prima Divisione della nuova Lega Pro – viene quindi acquistata dall'imprenditore perugino Leonardo Covarelli, reduce da tre annate alla guida del Pisa.

Il tecnico prescelto dalla nuova dirigenza è Paolo Indiani (già allenatore per breve tempo nell'estate del 2005, senza tuttavia esordire ufficialmente), ma dopo due sole gare di Coppa Italia e prima dell'avvio del campionato, il 26 agosto si arriva a una rescissione consensuale del contratto tra le parti. Al suo posto viene chiamato Giovanni Pagliari, ex bomber del Perugia negli anni ottanta. Dopo una vittoria alla prima giornata, i grifoni subiscono tre sconfitte consecutive che portano, il 22 settembre, all'esonero di Pagliari e all'arrivo sulla panchina biancorossa di Maurizio Sarri. Il tecnico toscano, dopo un discreto avvio e un filotto di sette partite utili, nei turni successivi non riesce tuttavia a tornare alla vittoria; in seguito alla sconfitta di Gallipoli del 15 febbraio 2009 (1-4) viene esonerato il giorno stesso da Covarelli, che richiama Pagliari. L'allenatore di Tolentino riesce, seppur con fatica, a trascinare i perugini verso la salvezza, ottenuta all'ultima giornata con la vittoria sulla Virtus Lanciano, condannando proprio gli abruzzesi agli spareggi play-out.[2] Discreti, infine, i due cammini in Coppa Italia maggiore e di categoria, dove i grifoni si spingono, rispettivamente, fino al secondo e terzo turno.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Massimiliano Benassi
Italia P Emanuele Bianchi
Italia P Juri De Marco[3]
Italia D Salvatore Accursi
Italia D Mirko Barbagli
Italia D Simone Calori[3]
Italia D Luca Ceppitelli[4]
Italia D Mirko Cudini
Italia D Alessio D'Andrea[4]
Italia D Filippo Di Stani[4]
Italia D Michelangelo Minieri[3]
Italia D Nicola Carlo Pagani
Argentina D Diego Gabriel Raimondi
Italia D Orlando Urbano
Italia D Alessandro Zoppetti[3]
Italia C Aniello Cutolo
Italia C Carmelo Cucciniello[4]
N. Ruolo Giocatore
Italia C Pietro De Giorgio
Italia C Fabio Gatti
Italia C Gianmarco Giuliacci[3]
Italia C Gabriele Goretti[4]
Brasile C Adriano Sartorio Mezavilla
Italia C Giovanni Passiglia
Italia C Nicola Pizzola
Italia C Orazio Russo[4]
Italia C Alessio Stamilla[3]
Italia A Gianni Califano[4]
Italia A Alessio Campagnacci[3]
Italia A Umberto Del Core[3]
Italia A Sergio Ercolano[4]
Italia A Andrea Federici
Stati Uniti A Gabriel Ferrari
Italia A Fabio Mazzeo
Italia A Denis Maccan[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Attendance Statistics of Lega Pro 1st Division B 2008-2009, su stadiapostcards.com.
  2. ^ Francesca Mencacci, Vittoria grazie al gol di Cutolo. Ma ci sono fischi sulla salvezza, su lanazione.it, 18 maggio 2009.
  3. ^ a b c d e f g h i Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  4. ^ a b c d e f g h Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio