Società Sportiva Calcio Napoli 1986-1987

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
SSC Napoli
Società Sportiva Calcio Napoli 1986-87.jpg
La rosa napoletana artefice del double nazionale
Stagione 1986-1987
AllenatoreItalia Ottavio Bianchi
PresidenteItalia Corrado Ferlaino
Serie A1º (in Coppa dei Campioni)
Coppa ItaliaVincitore
Coppa UEFATrentaduesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Ferrario, Garella, Maradona, Renica (29)
Totale: Ferrario (43)
Miglior marcatoreCampionato: Maradona (10)
Totale: Maradona (17)
StadioSan Paolo
Media spettatori72 714[1]
Dati aggiornati al 13 giugno 1987

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Calcio Napoli nelle competizioni ufficiali della stagione 1986-1987.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il San Paolo in festa per il primo scudetto, il 10 maggio 1987.

La stagione 1986-1987, vede il Napoli vincere il primo scudetto della sua storia e la Coppa Italia per la terza volta, realizzando così uno storico double.
Il primo incontro stagionale ufficiale è del 24 agosto, quando inizia la fase preliminare della Coppa Italia, che vede gli azzurri impegnati a vincere il quinto girone di qualificazione composto da Lazio, Cesena, Lanerossi Vicenza, Taranto e SPAL.[2] In campionato i partenopei si sono portati al comando a inizio novembre, sconfiggendo la Juventus (3-1).[3][4] Sul finire del girone di andata, l'Inter ha agganciato la squadra azzurra,[5] quando però i nerazzurri sono stati sconfitti a Verona, il Napoli si è preso il titolo platonico di metà stagione, quello di campione d'inverno, con 2 lunghezze di vantaggio sui nerazzurri.[6]

Maradona festeggiato dai compagni dopo la conquista della terza Coppa Italia

I punti di distacco sono saliti a 4 a fine febbraio, perché i milanesi hanno perso con la Roma mentre il Napoli ha vinto (0-1) a Torino col Toro.[3][7] due settimane dopo sono diventati 7, complici le sconfitte nerazzurre nel derby e a Genova.[3][8] Un leggero rallentamento in primavera ha fatto sperare in un recupero Milan e Roma, comunque tenute a debita distanza.[3][9] Lo scatto decisivo giunge a maggio con una partita d'anticipo dopo i pareggi (1-1) sul campo del Como e quello con la Fiorentina che reso realtà lo scudetto, dopo la sconfitta dell'Inter contro l'Ascoli:[3] per i partenopei è il primo tricolore della storia.[3][10] Nella Coppa UEFA gli azzurri sono stati estromessi nel doppio confronto del primo turno, dai francesi del Tolosa, che hanno avuto la meglio grazie ai calci di rigore.

La stagione fu chiusa con l'altrettanto prestigioso successo nella Coppa Italia, vinta dai partenopei per la terza volta. Negli ottavi di finale il Napoli ha eliminato il Brescia, nei quarti di finale ha superato il Bologna, in semifinale ha avuto la meglio sul Cagliari con una doppia vittoria, poi in finale trionfa contro l'Atalanta, superata anch'essa in entrambi gli incontri.[11][12] La formazione azzurra ha realizzato una doppietta da sogno, in una stagione che resta memorabile.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1986-1987 fu Ennerre, mentre lo sponsor ufficiale fu Buitoni.[13]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Raffaele Di Fusco
Italia P Claudio Garella
Italia P Enrico Zazzaro
Italia D Tebaldo Bigliardi
Italia D Giuseppe Bruscolotti
Italia D Antonio Carannante
Italia D Roberto Carannante
Italia D Ciro Ferrara
Italia D Moreno Ferrario
Italia D Massimo Filardi
Italia D Raimondo Marino
Italia D Alessandro Renica
Italia D Giuseppe Volpecina
N. Ruolo Giocatore
Italia C Salvatore Bagni
Italia C Luigi Caffarelli
Italia C Costanzo Celestini
Italia C Nicolò Sciacca
Italia C Davide Lampugnani
Italia C Fernando De Napoli
Italia C Ciro Muro
Italia C Pietro Puzone
Italia C Francesco Romano
Italia C Luciano Sola
Italia A Andrea Carnevale
Italia A Bruno Giordano
Argentina A Diego Armando Maradona (capitano)

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Andrea Carnevale Udinese definitivo
C Fernando De Napoli Avellino definitivo
P Raffaele Di Fusco Catanzaro fine prestito
C Ciro Muro Pisa definitivo
C Luciano Sola Bari definitivo
D Giuseppe Volpecina Pisa fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Francesco Baiano Empoli prestito
A Daniel Bertoni Udinese definitivo
C Ruben Buriani Spal definitivo
C Massimiliano Favo Salernitana definitivo
C Eraldo Pecci Bologna definitivo
A Domenico Penzo Trento definitivo

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Francesco Romano Triestina definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Raimondo Marino Lazio -

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1986-1987.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Brescia
14 settembre 1986, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Brescia0 – 1
referto
NapoliStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Napoli
21 settembre 1986, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Napoli1 – 1
referto
UdineseStadio San Paolo
Arbitro:  Baldi (Roma)

Avellino
28 settembre 1986, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Avellino0 – 0
referto
NapoliStadio Partenio
Arbitro:  Longhi (Roma)

Napoli
5 ottobre 1986, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Napoli3 – 1
referto
TorinoStadio San Paolo
Arbitro:  Lanese (Messina)

Genova
12 ottobre 1986, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Sampdoria1 – 2
referto
NapoliStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Napoli
19 ottobre 1986, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Napoli2 – 2
referto
AtalantaStadio San Paolo
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Roma
26 ottobre 1986, ore 15:00 CET
7ª giornata
Roma0 – 1
referto
NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Redini (Pisa)

Napoli
2 novembre 1986, ore 15:00 CET
8ª giornata
Napoli0 – 0
referto
InterStadio San Paolo (81,621 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Torino
9 novembre 1986, ore 15:00 CET
9ª giornata
Juventus1 – 3
referto
NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Napoli
23 novembre 1986, ore 15:00 CET
10ª giornata
Napoli4 – 0
referto
EmpoliStadio San Paolo
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Napoli
30 novembre 1986, ore 15:00 CET
11ª giornata
Napoli0 – 0
referto
VeronaStadio San Paolo
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Milano
14 dicembre 1986, ore 15:00 CET
12ª giornata
Milan0 – 0
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Napoli
21 dicembre 1986, ore 15:00 CET
13ª giornata
Napoli2 – 1
referto
ComoStadio San Paolo
Arbitro:  Pieri (Genova)

Firenze
4 gennaio 1987, ore 15:00 CET
14ª giornata
Fiorentina3 – 1
referto
NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Lanese (Messina)

Napoli
11 gennaio 1987, ore 15:00 CET
15ª giornata
Napoli3 – 0
referto
AscoliStadio San Paolo
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
18 gennaio 1987, ore 15:00 CET
16ª giornata
Napoli2 – 1
referto
BresciaStadio San Paolo
Arbitro:  Coppetelli (Tivoli)

Udine
1º febbraio 1987, ore 15:00 CET
17ª giornata
Udinese0 – 3
referto
NapoliStadio Friuli
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Napoli
8 febbraio 1987, ore 15:00 CET
18ª giornata
Napoli3 – 0
referto
AvellinoStadio San Paolo
Arbitro:  Longhi (Roma)

Napoli
22 febbraio 1987, ore 15:00 CET
19ª giornata
Torino0 – 1
referto
NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Napoli
1º marzo 1987, ore 15:00 CET
20ª giornata
Napoli1 – 1
referto
SampdoriaStadio San Paolo
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Bergamo
8 marzo 1987, ore 15:00 CET
21ª giornata
Atalanta0 – 1
referto
NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Napoli
15 marzo 1987, ore 15:00 CET
22ª giornata
Napoli0 – 0
referto
RomaStadio San Paolo (82,185 spett.)
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Milano
22 marzo 1987, ore 15:00 CET
23ª giornata
Inter1 – 0
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Napoli
29 marzo 1987, ore 15:00 CEST
24ª giornata
Napoli2 – 1
referto
JuventusStadio San Paolo (82,185 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Napoli
5 aprile 1987, ore 15:00 CEST
25ª giornata
Empoli0 – 0
referto
NapoliStadio San Paolo
Arbitro:  Casarin (Milano)

Verona
12 aprile 1987, ore 15:00 CEST
26ª giornata
Verona3 – 0
referto
NapoliStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Longhi (Roma)

Napoli
26 aprile 1987, ore 15:00 CEST
27ª giornata
Napoli2 – 1
referto
MilanStadio San Paolo (82,468 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Como
3 maggio 1987, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Como1 – 1
referto
NapoliStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Napoli
10 maggio 1987, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Napoli1 – 1
referto
FiorentinaStadio San Paolo
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Ascoli Piceno
17 maggio 1987, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Ascoli1 – 1
referto
NapoliStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  Frigerio (Milano)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1986-1987.

Quinto girone[modifica | modifica wikitesto]

Ferrara
24 agosto 1986, ore 20:30 CEST
1ª giornata
SPAL0 – 2NapoliStadio Paolo Mazza
Arbitro:  Longhi (Roma)

Roma
27 agosto 1986, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Lazio0 – 2NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Redini (Pisa)

Lecce
31 agosto 1986, ore 20:30 CEST
3ª giornata[14]
Taranto0 – 1NapoliStadio Via del Mare
Arbitro:  Pieri (Genova)

Benevento
3 settembre 1986, ore 20:30 CEST
4ª giornata[15]
Napoli2 – 1Lanerossi VicenzaStadio Santa Colomba
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Napoli
7 settembre 1986, ore 20:30 CEST
Gruppo 5 - Gara 5
Napoli3 – 1CesenaStadio San Paolo
Arbitro:  Leni (Perugia)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
25 febbraio 1987, ore 20:30 CET
Andata
Napoli3 – 0BresciaStadio San Paolo
Arbitro:  Redini (Pisa)

Brescia
8 aprile 1987, ore 20:30 CEST
Ritorno
Brescia0 – 3NapoliStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Baldas (Trieste)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
29 aprile 1987, ore 20:30 CEST
Andata
Napoli3 – 0BolognaStadio San Paolo
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Bologna
6 maggio 1987, ore 20:30 CEST
Ritorno
Bologna2 – 4NapoliStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
27 maggio 1987, ore 20:30 CEST
Andata
Cagliari0 – 1NapoliStadio Sant'Elia
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Napoli
3 giugno 1987, ore 20:30 CEST
Ritorno
Napoli4 – 1CagliariStadio San Paolo
Arbitro:  Luci (Firenze)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
7 giugno 1987, ore 20:30 CEST
Finale - Andata
Napoli3 – 0AtalantaStadio San Paolo
Arbitro:  Redini (Pisa)

Bergamo
13 giugno 1987, ore 20:30 CEST
Finale - Ritorno
Atalanta0 – 1NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Longhi (Roma)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1986-1987.

Trentaduesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
17 settembre 1986, ore 20:30 CEST
Andata
Napoli1 – 0
referto
TolosaStadio San Paolo
Arbitro: Germania Ovest Tritschler

Tolosa
1º ottobre 1986, ore 20:00 CEST
Ritorno
Tolosa1 – 0
(d.t.s.)
referto
NapoliStadium Municipal
Arbitro: Svezia Fredriksson

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 42 15 8 7 0 26 10 15 7 5 3 15 11 30 15 12 3 41 21 +20
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 6 6 0 0 18 3 7 7 0 0 14 2 13 13 0 0 32 5 +27
Coppauefa.png Coppa UEFA - 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 0 1 2 1 0 1 1 1 0
Totale - 22 15 7 0 45 13 23 14 5 4 29 14 45 29 12 4 74 27 +47

Statistiche individuali[16][17][18][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Bagni, S. S. Bagni 28451103??20??4075+1+
Bigliardi, T. T. Bigliardi 300070??00001000+0+
Bruscolotti, G. G. Bruscolotti 25010120??20??3901+0+
Caffarelli, L. L. Caffarelli 21310121??10??3441+0+
Carnevale, A. A. Carnevale 27820135??21??42142+0+
De Napoli, F. F. De Napoli 28270101??20??4037+0+
Di Fusco, R. R. Di Fusco 1-1004-2??00005-30+0+
Ferrara, C. C. Ferrara 2823080??20??3823+0+
Ferrario, M. M. Ferrario 29100120??20??4310+0+
Garella, C. C. Garella 29-20209-3??2-1??40-242+0+
Giordano, B. B. Giordano 265401310??20??41154+0+
Maradona, D. D. Maradona 291020107??20??41172+0+
Marino, R. R. Marino 401050??10??1001+0+
Muro, C. C. Muro 11100134??20??2650+0+
Renica, A. A. Renica 2915091??20??4025+0+
Romano, F. F. Romano 2421070??00003121+0+
Sola, L. L. Sola 1602070??00002302+0+
Volpecina, G. G. Volpecina 2522080??20??3522+0+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Attendance Statistics of Serie A 1986-87 to 1997-98, Rsssf.com.
  2. ^ Per fortuna non c' è una regina, in la Repubblica, 23 agosto 1986.
  3. ^ a b c d e f Italy Championship 1986/87, su Rsssf.com.
  4. ^ Nello Ajello, E il Sud rinacque grazie a Maradona..., in la Repubblica, 14 novembre 1986.
  5. ^ Gianni Mura, Le verità cattive di Liedholm, in la Repubblica, 8 gennaio 1987.
  6. ^ Antonello Marinai, Napoli, la festa e il dramma, in la Repubblica, 13 gennaio 1987.
  7. ^ Gianni Brera, Ma le altre sono senza qualità, in la Repubblica, 24 febbraio 1987.
  8. ^ Gianni Brera, Il colore del Napoli, in la Repubblica, 10 marzo 1987.
  9. ^ A.M., Maradona arriva Careca litiga..., in la Repubblica, 21 aprile 1987.
  10. ^ Rosellina Balbi, Napoli ha vinto, e scusate il ritardo, in la Repubblica, 12 maggio 1987.
  11. ^ In Coppa finale fra Napoli e Atalanta, in la Repubblica, 4 giugno 1987.
  12. ^ Licia Granello, Nell'anno di Napoli c' è anche la Coppa, in la Repubblica, 14 giugno 1987.
  13. ^ 1986/87, francescocammarota.it. URL consultato il 10 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2015).
  14. ^ Partita disputata sul campo del Lecce.
  15. ^ Partita disputata sul campo di Benevento.
  16. ^ Wikicalcioitalia.info, wikicalcioitalia.info.
  17. ^ Napolissimo.net, napolissimo.net.
  18. ^ Napolissimo.net, napolissimo.net.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]