Società Sportiva Calcio Napoli 1993-1994

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Società Sportiva Calcio Napoli
SSC Napoli 1993-94 - Pecchia, Lippi, Caruso, F. Cannavaro, Taglialatela, Altomare.jpg
Parte del rinnovato Napoli
Stagione 1993-1994
AllenatoreItalia Marcello Lippi
PresidenteItalia Ellenio Gallo
General manager
Direttore sportivo
Italia Ottavio Bianchi
Italia Carlo Jacomuzzi
Serie A6º posto
Coppa ItaliaSecondo turno
Maggiori presenzeCampionato: Gambaro, Pecchia (33)
Totale: Gambaro (35)
Miglior marcatoreCampionato: Fonseca (15)
Totale: Fonseca (15)
StadioSan Paolo

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Calcio Napoli nelle competizioni ufficiali della stagione 1993-1994.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1993-1994 Ellenio Gallo, con il mandato di Corrado Ferlaino, diventò presidente del Napoli mentre Ottavio Bianchi assunse la posizione di general manager, imponendo sulla panchina azzurra Marcello Lippi. La direzione sportiva fu affidata a Carlo Jacomuzzi mentre il ruolo di segretario generale veniva ricoperto da Giuseppe Iodice.

Non c'è più Careca, ormai trasferitosi in Giappone per terminare la carriera, e la crisi finanziaria diventò talmente concreta (novanta miliardi di disavanzo) che per poco non spinse il club sull'orlo della messa in mora. Vennero così ceduti al Parma, per rimpinguare le casse azzurre, gli "scudettati" Gianfranco Zola e Massimo Crippa; lasciarono Napoli, tra gli altri, anche Giovanni Galli, ormai in fase calante, e Massimo Mauro a fine carriera. Rilevanti furono i debutti tra i titolari di Giuseppe Taglialatela, al posto di Galli, e del giovane difensore Fabio Cannavaro, proveniente dal vivaio azzurro.

Un altro debutto eccellente fu quello del centrocampista Fabio Pecchia, proveniente dai cadetti dell'Avellino e capace subito di conquistare una maglia da titolare nel centrocampo voluto da Lippi. In rosa presero posto anche il giovane attaccante Paolo Di Canio, il tornante Renato Buso, i difensori Giovanni Bia e Enzo Gambaro, e i centrocampisti Roberto Bordin ed Eugenio Corini.

Fu un buon Napoli, Daniel Fonseca realizzò 15 reti e la squadra conquistò il sesto posto finale che riportò il Napoli in Coppa UEFA. A marzo Bianchi si dimise; Antonio Bassolino e Matarrese invitarono quindi Ferlaino a riprendere la presidenza.[1]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Reti: Fonseca 15, Di Canio 5, Buso 4, Pecchia 4, Bia 3, Policano 3, Ferrara 2, Gambaro 1, Thern 1, Bresciani 1, Altomare 1

Formazione Tipo: Taglialatela, Ferrara, Gambaro, Corradini, Cannavaro, Bia, Bordin, Buso, Pecchia, Di Canio, Fonseca[1]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor ufficiale è Voiello e il fornitore tecnico è Umbro.[2]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[3]

Area direttiva

Area organizzativa

  • Segretario: Giuseppe Iodice

Area tecnica

Rosa[4][modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Raffaele Di Fusco
Italia P Giuseppe Taglialatela
Italia D Giovanni Bia
Italia D Roberto Bordin
Italia D Fabio Cannavaro
Italia D Carlo Cornacchia
Italia D Giancarlo Corradini
Italia D Ciro Ferrara (Capitano)
Italia D Giovanni Francini
Italia D Enzo Gambaro
Italia D Sebastiano Nela
Italia D Fausto Pari
Italia D Alessandro Sbrizzo
N. Ruolo Giocatore
Italia D Massimo Tarantino
Italia C Luca Altomare
Italia C Renato Buso
Italia C Mario Caruso
Italia C Eugenio Corini
Italia C Carmelo Imbriani
Italia C Fabio Pecchia
Italia C Roberto Policano
Svezia C Jonas Thern
Italia A Giorgio Bresciani
Italia A Paolo Di Canio
Uruguay A Daniel Fonseca

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1993-1994.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
29 agosto 1993
Napoli1 – 2SampdoriaStadio San Paolo
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Cremona
5 settembre 1993
Cremonese2 – 0NapoliStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Napoli
8 settembre 1993
Napoli0 – 0TorinoStadio San Paolo
Arbitro:  Luci (Firenze)

Roma
12 settembre 1993
Roma2 – 3NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Cardona (Milano)

Genova
19 settembre 1993
Genoa0 – 0NapoliStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Napoli
26 settembre 1993
Napoli2 – 1UdineseStadio San Paolo
Arbitro:  Braschi (Prato)

Napoli
3 ottobre 1993
Napoli0 – 0InterStadio San Paolo
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Cagliari
17 ottobre 1993
Cagliari1 – 2NapoliStadio Sant'Elia
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Napoli
24 ottobre 1993
Napoli3 – 1LecceStadio San Paolo
Arbitro:  Rosica (Roma)

Piacenza
31 ottobre 1993
Piacenza1 – 1NapoliStadio Galleana
Arbitro:  Cesari (Genova)

Napoli
7 novembre 1993
Napoli1 – 2LazioStadio San Paolo
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Milano
21 novembre 1993
Milan2 – 1NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Napoli
28 novembre 1993
Napoli5 – 0ReggianaStadio San Paolo
Arbitro:  Bettin (Padova)

Torino
5 dicembre 1993
Juventus1 – 0NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Luci (Firenze)

Napoli
12 dicembre 1993
Napoli4 – 0AtalantaStadio San Paolo
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Parma
19 dicembre 1993
Parma1 – 3NapoliStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Napoli
2 gennaio 1994
Napoli1 – 1FoggiaStadio San Paolo
Arbitro:  Amendolia (Messina)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
9 gennaio 1994
Sampdoria4 – 1NapoliStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Baldas (Trieste)

Napoli
16 gennaio 1994
Napoli2 – 1CremoneseStadio San Paolo
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
23 gennaio 1994
Torino1 – 1NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Rosica (Roma)

Napoli
30 gennaio 1994
Napoli1 – 1RomaStadio San Paolo
Arbitro:  Cesari (Genova)

Napoli
6 febbraio 1994
Napoli1 – 1GenoaStadio San Paolo
Arbitro:  Cardona (Milano)

Udine
13 febbraio 1994
Udinese3 – 1NapoliStadio Friuli
Arbitro:  Beschin (Legnago)

Milano
20 febbraio 1994
Inter0 – 0NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Napoli
27 febbraio 1994
Napoli1 – 2CagliariStadio San Paolo
Arbitro:  Rosica (Roma)

Lecce
6 marzo 1994
Lecce0 – 1NapoliStadio Via del Mare
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Napoli
13 marzo 1994
Napoli0 – 0PiacenzaStadio San Paolo
Arbitro:  Cinciripini (Ascoli Piceno)

Roma
20 marzo 1994
Lazio3 – 0NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Cesari (Genova)

Napoli
27 marzo 1994
Napoli1 – 0MilanStadio San Paolo
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Reggio Emilia
2 aprile 1994
Reggiana1 – 0NapoliStadio Mirabello
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Napoli
10 aprile 1994
Napoli0 – 0JuventusStadio San Paolo
Arbitro:  Beschin (Legnago)

Bergamo
17 aprile 1994
Atalanta1 – 1NapoliStadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro:  Bettin (Padova)

Napoli
24 aprile 1994
Napoli2 – 0ParmaStadio San Paolo
Arbitro:  Cinciripini (Ascoli Piceno)

Foggia
1º maggio 1994
Foggia0 – 1NapoliStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1993-1994.

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
6 ottobre 1993
Napoli0 – 0AnconaStadio San Paolo
Arbitro:  Dinelli (Lucca)

Ancona
27 ottobre 1993
Ancona3 – 2NapoliStadio Del Conero
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[5] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 36 17 7 7 3 25 12 17 5 5 7 16 23 34 12 12 10 41 35 +6
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 1 0 1 0 0 0 1 0 0 1 2 3 2 0 1 1 2 3 -1
Totale 18 7 8 3 25 12 18 5 5 8 18 26 36 12 13 11 43 38 +5

Statistiche dei giocatori[6][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Altomare, L. L. Altomare 41??20??61??
Bia, G. G. Bia 283??20??303??
Bordin, R. R. Bordin 320??10??330??
Bresciani, G. G. Bresciani 111??10??121??
Buso, R. R. Buso 314??20??334??
Cannavaro (I), F. F. Cannavaro (I) 270??20??290??
Caruso, M. M. Caruso 40??21??61??
Corini, E. E. Corini 140??----1400+0+
Corradini, G. G. Corradini 220??10??230??
Di Canio, P. P. Di Canio 265??10??275??
Di Fusco, R. R. Di Fusco 7-8??2-3??9-11??
Ferrara, C. C. Ferrara 282??----2820+0+
Fonseca, D. D. Fonseca 2715??20??2915??
Francini, G. G. Francini 210??10??220??
Gambaro, E. E. Gambaro 331??20??351??
Imbriani, C. C. Imbriani 10??----100+0+
Nela, S. S. Nela 110??20??130??
Pari, F. F. Pari 50??----500+0+
Pecchia, F. F. Pecchia 334??10??344??
Policano, R. R. Policano 193??20??213??
Sbrizzo, A. A. Sbrizzo 10??----100+0+
Taglialatela, G. G. Taglialatela 29-27??----29-270+0+
Tarantino, M. M. Tarantino 20??----200+0+
Thern, J. J. Thern 211??----2110+0+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mimmo Carratelli, La Grande storia del Napoli, Bologna, Gianni Marchesini Editore, 2008.
  2. ^ 1993/94, francescocammarota.it.
  3. ^ Panini, 22.
  4. ^ Panini, 22-23.
  5. ^ Beltrami, 149, 303-304.
  6. ^ Beltrami, 191, 303-304.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1995. Modena, Panini, 1994
  • Calciatori 1993-94, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]