Jonas Thern

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jonas Thern
Jonas Thern.jpg
Jonas Thern con la maglia del Napoli (1993)
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 178 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1999 - giocatore
Carriera
Giovanili
1982-1984 IFK Värnamo
Squadre di club1
1985-1987 Malmö FF 37 (5)
1988 Zurigo 2 (1)
1988-1989 Malmö FF 35 (5)
1989-1992 Benfica 72 (6)
1992-1994 Napoli 48 (1)
1994-1997 Roma 59 (3)
1997-1999 Rangers 23 (5)
Nazionale
1987-1997 Svezia Svezia 75 (6)
Carriera da allenatore
2000-2001 IFK Värnamo
2002-2003 Halmstad
2010 IFK Värnamo
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Stati Uniti 1994
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 dicembre 2012

Jonas Thern (Falköping, 20 marzo 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore svedese, di ruolo centrocampista.

Tra i suoi successi di club, un double svedese (campionato più coppa nazionale) con il Malmö, e un titolo portoghese vinto con il Benfica. È ricordato in Italia per le stagioni disputate a metà degli anni novanta con le maglie di Napoli e Roma.[1] Suo figlio Simon è a sua volta un calciatore professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Värnamo, Thern esordì nell'Allsvenskan nel 1985[2], prima di essere acquistato dal Malmö. Qui militò per cinque stagioni, in cui la squadra vinse due campionati e due coppe di Svezia, intervallate da una breve parentesi svizzera in prestito allo Zurigo, durante la quale tuttavia non fu mai utilizzato in gare ufficiali.

Nel 1989 si trasferì in Portogallo al Benfica agli ordini del connazionale Sven-Göran Eriksson; lì rimase quattro stagioni vincendo il campionato nel 1991 e disputando la finale di Vienna della Coppa dei Campioni 1989-1990 (persa 0-1 contro il Milan).

Nel 1992 arrivò la prima esperienza con il calcio italiano, al Napoli guidato da Claudio Ranieri che lo prelevò per 4,8 miliardi di lire[1]. Costretto insieme ad altri giocatori di punta a lasciare il club a causa del difficile momento societario[3], nel 1994 Thern si trasferì alla Roma, con la quale arrivò quinto in classifica nelle sue due prime stagioni, centrando in entrambi i casi la qualificazione in Coppa UEFA. Lasciò l'Italia nel 1997 per scadenza del contratto.

Nell'estate dello stesso anno firmò un contratto biennale con la squadra scozzese dei Rangers, che fu anche l'ultima della sua carriera, in quanto vi terminò l'attività agonistica nel 1999, a 32 anni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giocò per dieci anni nella Nazionale svedese, con la quale fu semifinalista sia al campionato d'Europa 1992 che al campionato del mondo 1994 e di cui fu capitano dal 1991 al 1997[4].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 2000 e il 2001 è stato l'allenatore del Värnamo, squadra in cui aveva esordito come calciatore. Successivamente, dal 2001 al 2003, ha guidato la panchina dell'Halmstad. Thern è poi tornato ad allenare il Värnamo per l'intera stagione sportiva 2010.

Da luglio 2016 è osservatore per conto della Nazionale svedese[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Malmö FF: 1986, 1988
Malmö FF: 1985-1986, 1988-1989
Benfica: 1991

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1989.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 9 (1992-1993), Panini, 2 luglio 2012, p. 10.
  2. ^ (FR) Football: Jonas Thern, footballdatabase.eu. URL consultato l'11 Giugno 2017.
  3. ^ Dario Sarnataro e Giampaolo Materazzo, Il romanzo del grande Napoli, Roma, Newton Compton Editori, 2015, ISBN 9788854182288.
  4. ^ (SV) Martin Alsiö, Alf Frantz, Jimmy Lindahl e Gunnar Persson, 100 år: Svenska fotbollförbundets jubileumsbok 1904–2004, del 2: statistiken, Vällingby, Stroemberg Media Group, 2004, ISBN 91-86184-59-8.
  5. ^ (SV) Jonas Thern ny scout i landslaget, svenskfotboll.se. URL consultato l'11 Giugno 2017.