Thomas Ravelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Thomas Ravelli
Thomas Ravelli.jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 186 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Termine carriera 1999
Carriera
Giovanili
Öster
Squadre di club1
1978-1988Öster219 (-?)
1989-1997IFK Göteborg430 (-?)
1998Tampa Bay Mutiny23 (-38)
1999Öster8 (-?)
Nazionale
1979-1981Svezia Svezia U-2110 (-?)
1981-1997Svezia Svezia143 (-143)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Stati Uniti 1994
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Thomas Ravelli (Vimmerby, 13 agosto 1959) è un ex calciatore svedese, di ruolo portiere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in una famiglia di ascendenze austriache e italiane,[1] ha giocato come portiere negli anni ottanta e novanta. Anche suo fratello gemello Andreas è stato un calciatore professionista, nel ruolo di difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Il suo interesse per il calcio cominciò ad Åtvidaberg, quando insieme al fratello iniziò ad accompagnare agli allenamenti il padre Peter, medico della squadra cittadina.[2]

Debuttò a 17 anni in Coppa UEFA contro gli scozzesi dell'Hibernian: all'epoca egli era il terzo portiere dell'Öster, ma sia Göran Hagberg che Bengt-Åke Karlsson si infortunarono e così il tecnico Gunnar Nordahl lo schierò titolare per l'occasione.[3] Nel 1978 venne promosso in prima squadra, con i rossoblu che quell'anno vinsero il titolo nazionale, ma non avendo mai giocato non è stato poi accreditato nella rosa vincitrice del torneo. Il suo debutto in Allsvenskan arrivò durante l'anno seguente. Ravelli vinse a tutti gli effetti i suoi primi due titoli nazionali nel 1980 e nel 1981. Sempre nel 1981 venne eletto vincitore del Guldbollen, il premio per il miglior giocatore svedese dell'anno. All'Öster rimase fino al termine della stagione 1988.

A partire dal 1989, infatti, difese la porta dell'IFK Göteborg, andando a raggiungere il fratello Andreas che aveva fatto lo stesso percorso l'anno prima. Con i biancoblu Thomas Ravelli ebbe 9 anni ricchi di successi, durante i quali aggiunse al proprio palmarès una Coppa di Svezia e sei titoli nazionali, i quali – sommati ai due già vinti in precedenza con l'Öster – lo resero il giocatore con più campionati vinti nella storia del calcio svedese.[4][5] Durante il suo ultimo anno di permanenza all'IFK Göteborg diventò anche primatista di partite giocate in Allsvenskan, con 416 presenze (venendo però superato nel giugno 2001 da Sven Andersson).[6] Oltre a ciò, mantenne la porta inviolata in 168 partite di Allsvenskan, altro record personale.[4]

Nel 1998 volò negli Stati Uniti per una parentesi in MLS con i Tampa Bay Mutiny durata un anno.[7] Chiuse poi la carriera giocando 8 partite nella seconda serie svedese con l'Öster, la squadra con cui aveva esordito ad inizio carriera.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il suo esordio in Nazionale avvenne il 15 febbraio del 1981, in occasione di Finlandia-Svezia 2-1. Successivamente mantenne il posto di portiere titolare, arrivando a disputare i campionati mondiali di Italia '90, gli europei di Svezia '92, ed i campionati mondiali di USA '94, dove la Svezia concluse al terzo posto con la medaglia di bronzo. Proprio nel 1994, nel quarto di finale contro la Romania vinto ai rigori, Ravelli risultò determinante parando due tiri dal dischetto, tra cui quello che sancì il passaggio del turno.

Per anni è stato il giocatore svedese col maggior numero di apparizioni in nazionale, con 143 presenze: oggi è al secondo posto di questa graduatoria, dietro ad Anders Svensson che ne conta 148.[8]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Öster: 1980, 1981
IFK Göteborg: 1990, 1991, 1993, 1994, 1995, 1996
IFK Göteborg: 1991

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1981

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Thomas Ravellis släkthistoria stulen, su wwwc.aftonbladet.se, aftonbladet.se, 10 giugno 2000.
  2. ^ (SV) Fotbollen delade bröderna Ravelli, su gp.se, 13 agosto 2019.
  3. ^ (SV) "Det är något speciellt med Värendsvallen", su expressen.se, 23 agosto 2012.
  4. ^ a b (SV) Allsvenska rekord, su svenskfotboll.se.
  5. ^ (SV) Rakips mål: Planerar att slå Ravellis rekord, su expressen.se, 30 ottobre 2020.
  6. ^ (SV) Nu blir du mest i Sverige, Sven, su aftonbladet.se, 25 giugno 2001.
  7. ^ Altri sport, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 19 dicembre 1998.
  8. ^ (SV) Anders Svensson slutar i landslaget, su svt.se, 14 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]