Gunnar Nordahl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gunnar Nordahl
Gunnar Nordahl - AC Milan.jpg
Nordahl al Milan negli anni 1950
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 180 cm
Peso 90 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Termine carriera 1960 - giocatore
1980 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1937-1940Hörnefors IF41 (68)
1940-1944Degerfors77 (56)
1944-1949IFK Norrköping95 (93)
1949-1956Milan257 (210)
1956-1958Roma34 (15)
1959-1960Karlstad BK24 (11)
Nazionale
1942-1948Svezia Svezia33 (43)[1]
Carriera da allenatore
1957-1959Roma
1959-1961Karlstad BK
1961-1964Degerfors
1967-1970IFK Norrköping
1971-1973IF Saab
1974Sleipner
1975-1976Öster
1977-1978AIK
1979-1980IFK Norrköping
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Londra 1948
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Nils Gunnar Nordahl (Hörnefors, 19 ottobre 1921Alghero, 15 settembre 1995) è stato un allenatore di calcio e calciatore svedese, di ruolo attaccante.

Considerato uno dei più forti centravanti nella storia del calcio,[2][3] è il miglior marcatore straniero e il terzo in assoluto della Serie A dietro Silvio Piola e Francesco Totti, con 225 reti.

È tuttora il miglior marcatore nella storia del Milan. Ha detenuto per 66 anni il record di gol (35) in una singola stagione di Serie A a girone unico (superato dai 36 gol di Gonzalo Higuaín nell'edizione 2015-2016[4] e di Ciro Immobile nell'edizione 2019-2020[5]). Detiene inoltre il primato di volte (5) in cui è diventato capocannoniere della massima serie italiana, tre delle quali consecutive (quest'ultimo record è stato successivamente eguagliato da Michel Platini).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gunnar Nordahl nacque a Hörnefors, piccolo paese situato nel nord della Svezia, affacciato sul Golfo di Botnia. Esordì nella squadra cittadina prima di compiere 16 anni.
Il centravanti svedese aveva 4 fratelli che giocarono a calcio a livello professionistico: Knut (che disputò anche due stagioni con la Roma), Bertil (anche lui venne in Italia, tesserato per tre stagioni dall'Atalanta) e i gemelli Gösta e Göran. Anche il figlio Thomas è stato calciatore, vestendo pure la maglia della nazionale svedese.

Gunnar morì d'infarto nel 1995, mentre stava trascorrendo le ferie ad Alghero.[6]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un centravanti di sfondamento[7] dotato di ottimo fiuto del gol.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nordahl in azione all'IFK Norrköping nel 1948

Debuttò in Svezia con l'Hörnefors IF nella terza serie nazionale e con il Degerfors nella massima serie nazionale, e poi passò all'IFK Norrköping, con cui vinse 4 titoli di Svezia. Durante le sue stagioni trascorse nei campionati svedesi, segnò complessivamente 149 reti in 172 partite.

Nordahl, soprannominato Il Pompiere per il lavoro che faceva in patria[2], passò al Milan nel gennaio del 1949. Nonostante fosse stato opzionato dalla Juventus, Gianni Agnelli acconsentì alla cessione del calciatore alla squadra milanese, cui i bianconeri avevano appena soffiato il danese Ploeger, come gesto di distensione fra i due club[8].

A pochi giorni dall'arrivo, esordì segnando nel 3-2 alla Pro Patria.[9] Con i compagni e connazionali Gunnar Gren e Nils Liedholm andò a formare a Milano il prolifico trio svedese soprannominato Gre-No-Li.

Capitano dei rossoneri, vinse due Scudetti e una Coppa Latina, segnò in totale 225 gol in Serie A e conquistò 5 titoli di capocannoniere, tutt'ora un record. Ha inoltre detenuto fino al 2016 il record di segnature in una singola stagione di Serie A con 35 reti,[10] record in seguito battuto da Gonzalo Higuaín nella stagione 2015-2016.[11]

Giocò due stagioni anche nella Roma realizzando 15 gol e diventandone per un breve periodo anche l'allenatore.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nordahl (quinto da destra) nella Svezia campione olimpica a Londra 1948

Con la nazionale svedese segnò ben 43 gol in sole 33 presenze,[3] tenendo quindi una media-gol di oltre un gol a partita, ed è il terzo miglior marcatore della storia alle spalle di Zlatan Ibrahimović e Sven Rydell.

Vinse l'oro olimpico da protagonista al torneo di Londra 1948 (fu il capocannoniere della manifestazione assieme a John Hansen con 7 centri).

Nordahl — così come altre stelle della selezione, quali Liedholm, Gren, Rosén e Skoglund — fu penalizzato nella sua carriera in gialloblù dalla scelta della SvFF di convocare soltanto i calciatori dilettanti tra il 1950 e il 1956, quando il bomber era nel pieno della forma.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

In carriera, tra club e nazionale, Nordahl ha segnato almeno 507 reti in 572 incontri ufficiali, con una media di 0,89 gol a partita. Tuttavia le presenze e le eventuali marcature in Coppa di Svezia non sono note, pertanto il totale di entrambe potrebbe essere maggiore.[12][10][13][1]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1937-1938 Svezia Hörnefors D3 14 20 - - - - - - - - - 14 20
1938-1939 D3 14 25 - - - - - - - - - 14 25
1939-1940 D3 13 23 - - - - - - - - - 13 23
Totale Hörnefors 41 68 - - - - - - 41 68
1940-1941 Svezia Degerfors AL 17 15 - - - - - - - - - 17 15
1941-1942 AL 21 13 SC ? ? - - - - - - 21+ 13+
1942-1943 AL 20 14 SC ? ? - - - - - - 20+ 14+
1943-1944 AL 19 14 SC ? ? - - - - - - 19+ 14+
Totale Degerfors 77 56 ? ? - - - - 77+ 56+
1944-1945 Svezia IFK Norrköping AL 22 27 SC ? ? - - - - - - 22+ 27+
1945-1946 AL 21 25 SC ? ? - - - - - - 21+ 25+
1946-1947 AL 20 17 SC ? ? - - - - - - 20+ 17+
1947-1948 AL 22 18 SC ? ? - - - - - - 22+ 18+
1948-gen. 1949 AL 10 6 SC ? ? - - - - - - 10+ 6+
Totale IFK Norrköping 95 93 ? ? - - - - 95+ 93+
gen.-giu. 1949 Italia Milan A 15 16 - - - - - - - - - 15 16
1949-1950 A 37 35 - - - - - - - - - 37 35
1950-1951 A 37 34 - - - CL 2 4 - - - 39 38
1951-1952 A 38 26 - - - - - - - - - 38 26
1952-1953 A 32 26 - - - CL 2 2 - - - 34 28
1953-1954 A 33 23 - - - - - - - - - 33 23
1954-1955 A 33 27 - - - CL 2 1 - - - 35 28
1955-1956 A 32 23 - - - CC+CL 5+0 4+0 - - - 37 27
Totale Milan 257 210 - - 11 11 - - 268 221
1956-1957 Italia Roma A 30 13 - - - - - - - - - 30 13
1957-1958 A 4 2 CI 0 0 - - - - - - 4 2
Totale Roma 34 15 0 0 - - - - 34 15
1959 Svezia Karlstad BK D2 ? ? - - - - - - - - - ? ?
1960 D2 ? ? - - - - - - - - - ? ?
Totale Karlstad BK 24 11 - - - - - - 24 11
Totale carriera 528 453 ? ? 11 11 - - 539+ 464+

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svezia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-6-1942 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 3 Svezia Svezia Amichevole 1
20-9-1942 Berlino Germania Germania 2 – 3 Svezia Svezia Amichevole -
4-10-1942 Solna Svezia Svezia 2 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1
15-11-1942 Zurigo Svizzera Svizzera 3 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
14-6-1943 Solna Svezia Svezia 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole -
20-6-1943 Copenaghen Danimarca Danimarca 3 – 2 Svezia Svezia Amichevole 1
12-9-1943 Solna Svezia Svezia 2 – 3 Ungheria Ungheria Amichevole 2
3-10-1943 Helsinki Finlandia Finlandia 1 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
7-11-1943 Budapest Ungheria Ungheria 2 – 7 Svezia Svezia Amichevole 2
24-6-1945 Solna Svezia Svezia 2 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1
1-7-1945 Copenaghen Danimarca Danimarca 3 – 4 Svezia Svezia Amichevole 1
30-9-1945 Solna Svezia Svezia 4 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1
21-10-1945 Solna Svezia Svezia 10 – 0 Norvegia Norvegia Amichevole 4
25-11-1945 Ginevra Svizzera Svizzera 3 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
23-6-1946 Copenaghen Danimarca Danimarca 3 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
7-7-1946 Solna Svezia Svezia 7 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole 1
6-10-1946 Göteborg Svezia Svezia 3 – 3 Danimarca Danimarca Amichevole 1
15-6-1947 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 4 Svezia Svezia Amichevole 2
26-6-1947 Solna Svezia Svezia 6 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1
28-6-1947 Helsingborg Svezia Svezia 5 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole 4
24-8-1947 Borås Svezia Svezia 7 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole 3
14-9-1947 Solna Svezia Svezia 5 – 4 Polonia Polonia Amichevole 2
5-10-1947 Solna Svezia Svezia 4 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole 2
19-11-1947 Londra Inghilterra Inghilterra 4 – 2 Svezia Svezia Amichevole 1
9-6-1948 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
11-7-1948 Solna Svezia Svezia 3 – 2 Austria Austria Amichevole -
2-8-1948 Londra Svezia Svezia 3 – 0 Austria Austria Olimpiadi 1948 - Ottavi di finale 2
5-8-1948 Londra Svezia Svezia 12 – 0 Corea del Sud Corea del Sud Olimpiadi 1948 - Quarti di finale 4
10-8-1948 Londra Danimarca Danimarca 2 – 4 Svezia Svezia Olimpiadi 1948 - Semifinale -
13-10-1948 Londra Jugoslavia Jugoslavia 1 – 3 Svezia Svezia Olimpiadi 1948 - Finale 1 1º titolo olimpico
19-9-1948 Oslo Norvegia Norvegia 3 – 5 Svezia Svezia Amichevole 5
10-10-1948 Solna Svezia Svezia 1 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
14-11-1948 Vienna Austria Austria 2 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
Totale Presenze (94º posto) 33 Reti (3º posto) 43
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Europa
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-5-1947 Glasgow Regno Unito Regno Unito 6 – 1 Europa Europa Amichevole 1 [14]
21-10-1953 Londra Inghilterra Inghilterra 4 – 4 Europa Europa Amichevole - [15]
Totale Presenze 2 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Da sinistra: Gunnar Gren, Nordahl e Nils Liedholm, il trio Gre-No-Li che nella stagione 1950-1951 riportò il Milan allo Scudetto dopo ben 44 anni

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

IFK Norrköping: 1944-45, 1945-46, 1946-47, 1947-48
IFK Norrköping: 1945
Milan: 1950-51, 1954-55

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1950-51, 1955-56

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Londra 1948

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1942-43 (16 gol), 1944-45 (27), 1945-46 (25), 1947-48 (18)
1949-50 (35 gol), 1950-51 (34), 1952-53 (26), 1953-54 (23), 1954-55 (27)
Londra 1948 (7 gol)
1947

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Nordahl International Matches, su rsssf.com. URL consultato il 7 marzo 2021.
  2. ^ a b Carlo F. Chiesa, We are the champions – I 150 fuoriclasse che hanno fatto la storia del calcio, in Calcio 2000, supplemento al n. 22, agosto 1999, p. 123.
  3. ^ a b c (EN) Four Four two's 100 greatest footballers ever, su fourfourtwo.com. URL consultato il 2 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2020).
  4. ^ Higuain, record di gol: sono 36, superato Nordahl, su gazzetta.it, 14 maggio 2016. URL consultato il 14 maggio 2016.
  5. ^ Immobile eguaglia il record di Higuain: capocannoniere della Serie A con 36 goal, su goal.com, 1º agosto 2020.
  6. ^ Addio a Gunnar leggenda del Milan, in la Repubblica, 16 settembre 1995.
  7. ^ Gunnar Nordahl, su acmilan.com.
  8. ^ Carlo F. Chiesa, Diavolo, che bomber!, in Calcio 2000, n. 25, Milano, Action Group, dicembre 1999, p. 35.
  9. ^ Stefano Bellone, Solo nella ripresa il Milan piega la Pro Patria per 3 a 2 (PDF), in l'Unità, 28 gennaio 1949, p. 3 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2016).
  10. ^ a b Gunnar Nordahl (III), su magliarossonera.it. URL consultato il 22 maggio 2013.
  11. ^ Higuain, record di gol: sono 36, superato Nordahl, su gazzetta.it, 14 maggio 2016.
  12. ^ (EN) Gunnar Nordahl Details, su transfermarkt.com. URL consultato l'8 marzo 2021.
  13. ^ (SV) Nordahl in Svezia, su sok.se. URL consultato l'8 marzo 2021.
  14. ^ (EN) Great Britain's Professional History - 1947-2012, su englandfootballonline.com. URL consultato il 23 maggio 2013.
  15. ^ (EN) England 4 - 4 The Rest of Europe, su englandstats.com. URL consultato il 23 maggio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN140148996009359752365 · ISNI (EN0000 0000 8537 0166 · LCCN (ENnb2003026098 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2003026098