Coppa Latina 1956

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Latina 1956
Competizione Coppa Latina
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Date 29 giugno – 3 luglio 1956
Luogo Italia Milano
Partecipanti 4
Formula Eliminazione diretta
Impianto/i Arena Civica
Risultati
Vincitore Milan
(2º titolo)
Secondo Athletic Bilbao
Terzo Benfica
Quarto Nizza
Statistiche
Incontri disputati 4
Gol segnati 15 (3,75 per incontro)
Rizzolicoppa latina 1956.jpg
Rizzoli, presidente del Milan, con il trofeo conquistato dai rossoneri.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1955 1957 Right arrow.svg

La Coppa Latina 1956 fu la 7ª edizione dell'omonima competizione. Disputata a Milano, venne vinta dai padroni di casa del Milan.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Squadra Campionato Note
1 Italia Milan 2º in Serie A 1955-1956 A seguito della rinuncia della Fiorentina
2 Spagna Athletic Bilbao 1º in Primera División 1955-1956
3 Portogallo Benfica 2º in Primeira Divisão 1955-1956 A seguito della rinuncia del Porto
4 Francia Nizza 1º in Division 1 1955-1956

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ospitata a Milano tra il giugno e il luglio del 1956, l'edizione vide l'Italia rappresentata dal Milan secondo classificato nel campionato italiano, dopo la rinuncia dei freschi scudettati della Fiorentina; i gigliati non presero parte alla manifestazione causa l'impossibilità di schierare una formazione competitiva: una concomitante tournée sudamericana della nazionale azzurra aveva infatti privato i toscani di ben dieci dei suoi tesserati.[1][2]

La formazione del Milan vittorioso in finale sull'Athletic Bilbao

Declinò anche il Porto, sostituito dal Benfica che, pur chiudendo il torneo lusitano a pari punti coi rivali, si era visto sfuggire il successo per la peggior differenza reti.[3] Athletic Bilbao e Nizza, vincitori del titolo nazionale rispettivamente in Spagna e Francia, completarono il lotto dei partecipanti.

Nella prima semifinale, un Milan piuttosto rimaneggiato superò il Benfica per 4-2 grazie anche all'apporto di giovani elementi quali Bagnoli e Radice, trionfatori nel Campionato Ragazzi. Nella successiva sfida eliminatoria, l'Athletic ebbe la meglio 2-0 del Nizza, che poi perse 1-2 ai supplementari anche la finale di consolazione contro i portoghesi.

Nella partita che andava ad assegnare la coppa, all'Arena Civica furono i meneghini a prevalere sugli iberici per 3-1; al vantaggio rossonero del baby Bagnoli nel primo tempo, rispose all'inizio della seconda frazione Artetxe per i biancorossi, prima che nel finale le reti di Dal Monte e Schiaffino permettessero ai milanesi di aggiudicandosi il trofeo per la seconda volta nella loro storia.[3]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Milano
29 giugno 1956
Milan 4 – 2 Benfica Arena Civica
Arbitro Spagna Arqua

Milano
30 giugno 1956
Athletic Bilbao 2 – 0 Nizza

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Milano
3 luglio 1956
Benfica 2 – 1 Nizza

Finale 1º posto[modifica | modifica wikitesto]

Milano
3 luglio 1956
Milan 3 – 1 Athletic Bilbao Arena Civica
Arbitro Francia Guigue

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L’ultima antesignana della Coppa dei Campioni, in calcioromantico.com, 20 febbraio 2014.
  2. ^ Nella Coppa Latina 1956 la Fiorentina preferì prendere parte alla nuova Coppa dei Campioni (giungendovi peraltro seconda) e lasciare l'organizzazione del torneo al Milan; lo stesso fece il Porto, sostituito dal Benfica.
  3. ^ a b Chiesa, p. 506

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa, La grande storia del calcio italiano, 32ª puntata, Bologna, Guerin Sportivo, novembre 2014, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]