Lars Larsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il siepista svedese, vedi Lars Larsson (atleta).
Lars Larsson
Atalanta BC 1984-85 - Lars Larsson e Nedo Sonetti.jpg
Larsson (a sinistra) e il tecnico Nedo Sonetti all'Atalanta nella stagione 1984-1985
Nazionalità Svezia Svezia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1993
Carriera
Squadre di club1
1979-1981IFK Trelleborg49 (35)
1982-1984Malmö FF39 (21)
1984-1985Atalanta3 (0)
1985-1991Malmö FF63 (36)
1992-1993Trelleborg2 (0)
Nazionale
1984-1987Svezia Svezia9 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Lars Larsson, noto anche come Lasse Larsson (Trelleborg, 16 marzo 1962Malmö, 8 marzo 2015), è stato un calciatore svedese, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Debutta in prima squadra con l'IFK Trelleborg, squadra minore della sua città, militante nella terza serie del campionato svedese. Dopo due stagioni, nel 1981 realizza 19 reti in 21 incontri. Passa quindi al Malmö FF con cui, dopo una stagione di assestamento, riprende una buona vena realizzativa.

Nell'estate del 1984 viene acquistato dalla squadra italiana dell'Atalanta, unitamente al connazionale Glenn Peter Strömberg. Con la squadra di Bergamo gioca solo quattro partite, anche a causa di un brutto infortunio al ginocchio che gli impedisce di esprimersi al meglio; con la squadra bergamasca segna un'unica rete, in Coppa Mitropa, nella gara vinta per 1-0 contro gli jugoslavi dell'Iskra Bugojno, poi vincitori del trofeo.

Al termine della stagione rientra in patria, vestendo nuovamente la maglia del Malmö. Qui riesce a ritagliarsi buoni spazi, tanto da aggiudicarsi la classifica dei cannonieri nella Allsvenskan 1987.

Chiude la carriera con un paio di apparizioni con il Trelleborgs FF, nella massima serie svedese.

È scomparso l'8 marzo 2015, pochi giorni prima di compiere 53 anni, in seguito a una breve malattia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elio Corbani, Pietro Serina, Cent'anni di Atalanta, vol. 2, Bergamo, SESAAB, 2007, ISBN 978-88-903088-0-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Lars Larsson, su national-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Lars Larsson, su transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata