Serie A 1972-1973

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1972-1973
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 71ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 24 settembre 1972
al 20 maggio 1973
Luogo Italia Italia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Juventus Juventus
(15º titolo)
Retrocessioni Atalanta Atalanta
Palermo Palermo
Ternana Ternana
Statistiche
Miglior marcatore Italia Paolo Pulici (17)
Italia Gianni Rivera (17)
Italia Giuseppe Savoldi (17)
Incontri disputati 240
Gol segnati 449 (1,87 per incontro)
Juventus Football Club 1972-1973.jpg
La Juventus campione d'Italia per la 15ª volta
Cronologia della competizione
Left arrow.svg ed. precedente ed. successiva Right arrow.svg

Il Campionato di Serie A 1972-73 fu il settantunesimo campionato di calcio italiano, il quarantunesimo giocato a girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

La Juventus, vinse il titolo, così come i due precedenti, (nel 1966-67 e nel 1971-72), con una serie di risultati positivi ottenuti nella fase finale del torneo. Tra gli artefici del successo, il portiere Dino Zoff e il trentatreenne José Altafini, ingaggiati in estate dal Napoli.

Il campionato iniziò il 24 settembre 1972; già una settimana dopo nessuna squadra poteva vantare più punteggio pieno. La prima a uscire dal gruppo di testa, dopo una parentesi della Roma, fu la sorprendente Lazio dell'ex-allenatore del Foggia Tommaso Maestrelli; la squadra, proveniente dalla B, non era molto quotata, eppure seppe resistere e, superata dalle milanesi, le inseguì tenacemente, anche grazie ai gol dell'attaccante Giorgio Chinaglia. Il titolo di campione d'inverno lo vinsero Milan e Juve con 22 punti, uno in più di Lazio e Inter.

La rosa della Ternana al debutto in Serie A; fu al contempo l'esordio assoluto, in massima serie, per una squadra dell'Umbria.

Il 4 marzo la Juve perse il derby e il Milan, vittorioso a Vicenza, si staccò: un mese dopo, il 7 aprile, perse anche l'anticipo a Firenze e il giorno dopo il Milan andò a più 5, la Lazio a più 2. Due settimane dopo, la Lazio batté il Milan e tuttavia su quella partita vi fu un giallo: i rossoneri stavano perdendo 2-1 quando Luciano Chiarugi, a pochi minuti dal termine, realizzò il gol del pareggio. L'arbitro Concetto Lo Bello annullò la rete per fuorigioco, poi giudicato inesistente dalla moviola. Grazie a questa vittoria, la Lazio raggiunse in testa i rossoneri, mentre la Juve, piegando il Lanerossi Vicenza, si portò a meno due. Nelle ultime giornate la situazione fu confusa: la Lazio mostrò segni di cedimento, il Milan non seppe approfittarne appieno e la Juventus provò con successo ad inserirsi. Ad un turno dalla fine, la classifica recitava: Milan 44 punti, Lazio e Juventus 43.

I rossoneri in settimana vinsero a Salonicco la Coppa delle Coppe e avevano di fronte la trasferta di Verona, che chiesero inutilmente di posticipare. Il 20 maggio, al Bentegodi, gli uomini di Nereo Rocco andarono sotto di quattro gol: il risultato finale fu di 5-3. La Juve, alla fine del primo tempo, perdeva a Roma; lo 0-0 della Lazio a Napoli avrebbe portato allo spareggio tra lombardi e laziali. Il finale fu movimentato: Altafini segnò l'1-1 (e, con tutte le squadre a quota 44, si sarebbe disputato lo spareggio tra Milan, Juve e Lazio) e, quando Cuccureddu ribaltò la situazione segnando il 2-1 a tre minuti dalla fine, la Lazio si lasciò superare dal Napoli. Decisiva fu la caduta dei rossoneri a Verona: la Juve vinse il suo quindicesimo scudetto, mentre il Milan si vide sfuggire la stella.

La classifica dei capocannonieri fu vinta da tre giocatori, tutti nomi inediti, alla pari con 17 gol: Savoldi del Bologna, Pulici del Torino e Rivera del Milan, al rientro dopo una lunga squalifica inflittagli per aver lanciato accuse alla categoria arbitrale nel corso della stagione precedente: fu il secondo centrocampista (dopo Valentino Mazzola) a vincere la classifica dei marcatori. Tranquilli i piazzamenti europei di Fiorentina e Inter, quello del Torino arrivò in pratica a novanta minuti dalla conclusione dopo la sconfitta del Bologna a San Siro. Caddero in B l'esordiente Ternana, prima umbra in A, e il neopromosso Palermo, mentre lasciò la massima categoria dopo due stagioni l'Atalanta, sopraffatta dalla differenza reti: il 9-3 subito dagli orobici contro il Milan il 15 ottobre è a tutt'oggi la partita con più gol nella storia del girone unico.

Squadre[modifica | modifica sorgente]

Profili[modifica | modifica sorgente]

Club Rosa Città Stadio stagione 1971-72
Atalanta Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 10° in Serie A
Bologna Bologna dettagli Bologna Stadio Comunale 11° in Serie A
Cagliari Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 4° in Serie A
Fiorentina Fiorentina dettagli Firenze Stadio Comunale 6° in Serie A
Verona Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 13° in Serie A
Inter Inter dettagli Milano Stadio San Siro 5° in Serie A
Juventus Juventus dettagli Torino Stadio Comunale Campione d'Italia
L.R. Vicenza L.R. Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 12° in Serie A
Lazio Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 2° in Serie B
Milan Milan dettagli Milano Stadio San Siro 2° in Serie A
Napoli Napoli dettagli Napoli Stadio San Paolo 8° in Serie A
Palermo Palermo dettagli Palermo Stadio La Favorita 3° in Serie B
Roma Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 7° in Serie A
Sampdoria Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 9° in Serie A
Ternana Ternana dettagli Terni Stadio Libero Liberati 1° in Serie B
Torino Torino dettagli Torino Stadio Comunale 3° in Serie A

Allenatori[modifica | modifica sorgente]

Squadra Allenatore[1] Squadra Allenatore
Atalanta Atalanta Italia Giulio Corsini Lazio Lazio Italia Tommaso Maestrelli
Bologna Bologna Italia Bruno Pesaola Milan Milan Italia Cesare Maldini (Nereo Rocco DT)
Cagliari Cagliari Italia Edmondo Fabbri Napoli Napoli Italia Giuseppe Chiappella
Fiorentina Fiorentina Svezia Nils Liedholm Palermo Palermo Italia Umberto Pinardi
Italia Alvaro Biagini
Verona Verona Italia Giancarlo Cadè Roma Roma Argentina Helenio Herrera
Italia Antonio Trebiciani
Inter Inter Italia Giovanni Invernizzi
Italia Enea Masiero
Sampdoria Sampdoria Paraguay Heriberto Herrera
Juventus Juventus Rep. Ceca Čestmír Vycpálek Ternana Ternana Italia Corrado Viciani
L.R. Vicenza L.R. Vicenza Italia Gianni Seghedoni
Italia Ettore Puricelli
Torino Torino Italia Gustavo Giagnoni

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Juventus Juventus 45 30 18 9 3 45 22 +23
Coccarda Coppa Italia.svg 2. Milan Milan 44 30 18 8 4 65 33 +32
Coppauefa.png 3. Lazio Lazio 43 30 16 11 3 33 16 +17
Coppauefa.png 4. Fiorentina Fiorentina 37 30 16 5 9 39 26 +13
Coppauefa.png 5. Inter Inter 37 30 15 7 8 32 23 +9
Coppauefa.png 6. Torino Torino 31 30 11 9 10 33 21 +12
7. Bologna Bologna 31 30 11 9 10 33 31 +2
8. Cagliari Cagliari 29 30 9 11 10 26 28 -2
9. Napoli Napoli 28 30 7 14 9 18 20 -2
10. Verona Verona 26 30 5 16 9 28 34 -6
11. Roma Roma 24 30 6 12 12 23 28 -5
12. Sampdoria Sampdoria 24 30 5 14 11 16 25 -9
El coche es motor trasero.GIF 13. L.R. Vicenza L.R. Vicenza 24 30 7 10 13 15 31 -16
1downarrow red.svg 14. Atalanta Atalanta[2] 24 30 5 14 11 16 33 -17
1downarrow red.svg 15. Palermo Palermo 17 30 3 11 16 13 41 -28
1downarrow red.svg 16. Ternana Ternana 16 30 3 10 17 14 37 -23

Verdetti[modifica | modifica sorgente]

Squadra campione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Juventus Football Club 1972-1973.

Classifica dei marcatori[modifica | modifica sorgente]

Giocatore Squadra Nazionalità Reti Rigori
Paolo Pulici Torino Torino Italia 17 5
Gianni Rivera Milan Milan Italia 17 7
Giuseppe Savoldi Bologna Bologna Italia 17 4
Roberto Boninsegna Inter Inter Italia 12 1
Luciano Chiarugi Milan Milan Italia 12 -
Gigi Riva Cagliari Cagliari Italia 12 1
Alberto Bigon Milan Milan Italia 10 -
Giorgio Chinaglia Lazio Lazio Italia 10 4
Sergio Clerici Fiorentina Fiorentina Brasile 10 2
10° José Altafini Juventus Juventus BrasileItalia 9 -

Risultati[modifica | modifica sorgente]

1ª giornata
24 set. 1972 28 gen. 1973
0-2 Bologna-Juventus 0-2
0-0 Cagliari-Atalanta 0-0
0-0 Lazio-Inter 1-1
4-0 Milan-Palermo 1-0
1-0 Napoli-Ternana 0-0
0-1 Sampdoria-Fiorentina 0-2
3-0 Torino-L.R. Vicenza 0-1
2-2 Verona-Roma 1-0
4ª giornata
29 ott. 1972 18 feb. 1973
0-1 Atalanta-Verona 1-1
0-0 Fiorentina-Torino 0-3
1-0 Inter-Cagliari 3-2
2-2 Juventus-Milan 2-2
1-2 L.R. Vicenza-Lazio 0-1
0-0 Palermo-Sampdoria 0-0
1-0 Roma-Napoli 0-1
2-0 Ternana-Bologna 0-3
7ª giornata
19 nov. 1972 18 mar. 1973
1-0 Bologna-Atalanta 0-1
2-2 Cagliari-Fiorentina 0-3
2-0 Lazio-Palermo 2-0
3-2 Milan-Inter 2-0
1-1 Napoli-Juventus 0-0
0-0 Sampdoria-Ternana 2-0
2-0 Torino-Roma 0-1
0-0 Verona-L.R. Vicenza 2-2
10ª giornata
10 dic. 1972 15 apr. 1973
0-1 Cagliari-Milan 1-1
1-0 Fiorentina-L.R. Vicenza 1-0
4-0 Inter-Ternana 1-0
0-1 Palermo-Juventus 1-4
2-0 Roma-Atalanta 0-1
0-0 Sampdoria-Lazio 0-1
0-0 Torino-Napoli 1-1
0-0 Verona-Bologna 1-4
13ª giornata
30 dic. 1972 6 mag. 1973
1-0 Cagliari-Napoli 1-1
2-1 Fiorentina-Ternana 1-0
0-0 Juventus-Atalanta 2-0
0-0 L.R. Vicenza-Roma 0-0
0-0 Lazio-Bologna 1-1
1-0 Milan-Torino 2-2
0-2 Palermo-Inter 1-3
0-1 Sampdoria-Verona 1-1
2ª giornata
1º ott. 1972 4 feb. 1973
0-0 Atalanta-Napoli 0-1
0-1 Fiorentina-Lazio 0-0
0-0 Inter-Bologna 0-1
1-1 Juventus-Verona 0-0
1-0 L.R. Vicenza-Cagliari 0-3
2-1 Palermo-Torino 0-2
3-1 Roma-Sampdoria 0-0
0-0 Ternana-Milan 1-3
5ª giornata
5 nov. 1972 4 mar. 1973
3-0 Bologna-Palermo 1-1
2-2 Cagliari-Roma 0-0
2-1 Lazio-Ternana 1-0
2-0 Milan-L.R. Vicenza 3-0
3-0 Napoli-Fiorentina 0-1
0-0 Sampdoria-Atalanta 2-0
2-1 Torino-Juventus 2-0
0-1 Verona-Inter 0-1
8ª giornata
26 nov. 1972 25 mar. 1973
1-1 Atalanta-Lazio 1-2
3-0 Fiorentina-Bologna 0-2
2-0 Inter-Torino 0-4
2-0 Juventus-Cagliari 1-0
0-0 L.R. Vicenza-Sampdoria 0-0
1-0 Palermo-Napoli 1-1
0-0 Roma-Milan 1-3
2-1 Ternana-Verona 0-1
11ª giornata
17 dic. 1972 22 apr. 1973
2-0 Bologna-Napoli 1-1
1-0 Cagliari-Sampdoria 1-0
0-2 L.R. Vicenza-Juventus 2-3
3-1 Milan-Lazio 1-2
1-0 Palermo-Fiorentina 0-3
0-2 Roma-Inter 0-0
0-0 Ternana-Atalanta 0-0
3-2 Torino-Verona 0-0
14ª giornata
7 gen. 1973 13 mag. 1973
1-1 Atalanta-Fiorentina 0-4
3-2 Bologna-Milan 1-3
0-2 Inter-Juventus 1-2
0-0 Napoli-Sampdoria 1-1
0-0 Roma-Palermo 1-1
2-0 Ternana-L.R. Vicenza 0-1
0-0 Torino-Cagliari 0-1
1-1 Verona-Lazio 1-2
3ª giornata
15 ott. 1972 11 feb. 1973
1-3 Bologna-Roma 1-0
2-0 Cagliari-Palermo 1-0
1-1 Lazio-Juventus 0-1
9-3 Milan-Atalanta 1-1
2-0 Napoli-L.R. Vicenza 0-1
0-1 Sampdoria-Inter 0-0
2-0 Torino-Ternana 0-0
1-2 Verona-Fiorentina 0-2
6ª giornata
12 nov. 1972 11 mar. 1973
1-0 Atalanta-Torino 1-2
3-1 Fiorentina-Milan 0-2
2-0 Inter-Napoli 0-2
1-1 Juventus-Sampdoria 1-0
0-0 L.R. Vicenza-Bologna 0-0
0-0 Palermo-Verona 1-1
0-1 Roma-Lazio 0-2
1-1 Ternana-Cagliari 0-1
9ª giornata
3 dic. 1972 8 apr. 1973
0-0 Atalanta-Inter 0-0
1-0 Bologna-Torino 1-3
2-1 Juventus-Fiorentina 1-2
1-1 L.R. Vicenza-Palermo 1-0
2-1 Lazio-Cagliari 1-0
3-1 Milan-Sampdoria 4-1
1-1 Napoli-Verona 0-0
1-4 Ternana-Roma 0-0
12ª giornata
24 dic. 1972 29 apr. 1973
1-0 Atalanta-Palermo 2-1
2-1 Fiorentina-Roma 1-1
1-2 Inter-L.R. Vicenza 1-0
2-0 Juventus-Ternana 3-2
0-0 Lazio-Torino 0-0
0-0 Napoli-Milan 0-1
2-1 Sampdoria-Bologna 1-1
1-1 Verona-Cagliari 1-1
15ª giornata
21 gen. 1973 20 mag. 1973
1-0 Cagliari-Bologna 2-4
1-2 Fiorentina-Inter 0-1
1-0 Juventus-Roma 2-1
1-1 L.R. Vicenza-Atalanta 1-0
3-0 Lazio-Napoli 0-1
2-1 Milan-Verona 3-5
1-1 Palermo-Ternana 0-0
2-1 Sampdoria-Torino 1-0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Beltrami, op. cit., 170
  2. ^ Retrocessa per peggior differenza reti.