Serie A 1937-1938

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando tornei nazionali di altre discipline nella stessa stagione, vedi Serie A 1937-1938 (disambigua).
Serie A 1937-1938
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 38ª
Organizzatore Direttorio Divisioni Superiori
Date dal 12 settembre 1937
al 24 aprile 1938
Luogo Italia Italia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Ambrosiana-Inter
(4º titolo)
Retrocessioni Atalanta
Fiorentina
Statistiche
Miglior marcatore Italia Giuseppe Meazza (20)
Incontri disputati 240
Gol segnati 617 (2,57 per incontro)
Inter 1937-38.jpg
Una formazione dell'Ambrosiana-Inter 1937-1938
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1936-1937 1938-1939 Right arrow.svg

La Serie A 1937-38 è stata la 38ª edizione della massima serie italiana e il nono a girone unico. Il torneo si è disputato tra il 12 settembre 1937 e il 24 aprile 1938 e si è concluso con la vittoria dell'Ambrosiana-Inter, al suo quarto titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Giuseppe Meazza (Ambrosiana-Inter) con 20 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Pietro Rava, terzino della Juventus.

Ad un anno dal Mondiale di Francia, il mercato dell'estate 1937 offrì interessanti spunti: il Bologna, ormai orfano di Schiavio, pescò in Sudamerica Albanese e Liguera[1], l'Ambrosiana-Inter tentò l'ennesima rivoluzione, con gli arrivi di Olmi, Setti e dei fratelli Nicola ed Antonio Ferrara[1]. Le società si fiondarono poi sui giocatori della Lucchese, squadra-rivelazione del precedente campionato: Michelini passò così alla Roma, Marchini alla Lazio, Callegari e Persia I al Liguria (nuova denominazione della Sampierdarenese), Neri al Torino, che riaccolse Gino Rossetti sperando nel salto di qualità[2].

Tra le manovre di mercato vi fu anche un'accesa contesa che durò alcuni mesi: forti di due diversi contratti, la vicenda che coinvolse Fiorentina e Lazio per il trasferimento del mediano Dal Pont arrivò addirittura di fronte al collegio arbitrale, che destinò l'ex Triestina ai biancocelesti dopo una vicenda durata anche alcuni mesi[3].

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Il Bologna, che non poté fare altro che constatare il fallimento della campagna acquisti[1], faticò ad ingranare, e fu dunque la ritrovata Juventus a partire spedita. I bianconeri, sospinti da una difesa arcigna sostenuta dai terzini Foni e Rava, guadagnarono inizialmente la vetta. Fu un'inarrestabile progressione dell'Ambrosiana, che all'opposto aveva adottato un gioco offensivo che potesse sfruttare al meglio il fiuto del gol del cannoniere Meazza[4], e che alla decima giornata guadagnò il primo posto solitario. Il 9 gennaio, giorno dell'ultima di andata, dopo un roboante 9-2 sul Bari, i nerazzurri si portarono a +4 sulle inseguitrici, ovvero Juventus, Bologna e il redivivo Genova 1893[1], che dopo dieci anni aveva richiamato sulla sua panchina lo storico allenatore William Garbutt.

Pietro Ferraris (II), 30 presenze e 14 reti nell'Ambrosiana campione d'Italia.

Furono proprio i genovani ad insidiare portandosi ad un punto dall'Ambrosiana il 30 gennaio, quando i nerazzurri inciamparono in casa al cospetto della Triestina[1]: i rossoblù persero però un'occasione preziosa per il sorpasso il 20 febbraio, quando caddero nel derby, e lasciarono il ruolo d'inseguitrice alla Juventus. I bianconeri agganciarono la capolista, la sconfissero nello scontro diretto del 13 marzo, ma non riuscirono nella fuga, sprecando varie occasioni e subendo, alla penultima giornata, il controsorpasso. In un'ultima giornata vibrante, con cinque squadre (Ambrosiana, Juventus, Genova, Bologna, e Milan) ancora matematicamente in lizza per il titolo, l'Ambrosiana espugnò Bari nel finale e vinse il suo quarto scudetto dopo otto anni di attesa[4]; Meazza si laureò capocannoniere per la terza volta, dopo il 1930 e il 1936.

Meno avvincente risultò essere la lotta per la salvezza: già alla ventesima giornata la debuttante Atalanta e la deludente Fiorentina[3] si ritrovarono nettamente staccate rispetto al resto del gruppo[1]; grazie a un buon girone di ritorno, il Livorno guadagnò con un certo anticipo la salvezza, al primo campionato in A dopo due anni.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Regno d'Italia
Milano
Milano
Genova
Genova
Torino
Torino
Roma
Roma
Squadre di Milano
Red pog.svg Ambrosiana-Inter
Red pog.svg Milan
Squadre di Torino
Red pog.svg Juventus
Red pog.svg Torino
Squadre di Genova
Red pog.svg Genova 1893
Red pog.svg Liguria
Squadre di Roma
Red pog.svg Lazio
Red pog.svg Roma
Ubicazione delle squadre della Serie A 1937-1938
Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ambrosiana-Inter dettagli Milano Arena Civica 7º posto in Serie A
Atalanta dettagli Bergamo Stadio Mario Brumana 2º posto in Serie B, promossa
Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria 10º posto in Serie A
Bologna dettagli Bologna Stadio Littoriale 1º posto in Serie A
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Giovanni Berta 9º posto in Serie A
Genova 1893 dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 6º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Stadio Benito Mussolini 5º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Nazionale del PNF 2º posto in Serie A
Liguria dettagli Genova Stadio del Littorio 14º posto in Serie A
Livorno dettagli Livorno Stadio Edda Ciano Mussolini 1º posto in Serie B, promosso
Lucchese dettagli Lucca Stadio del Littorio 7º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Campo San Siro 4º posto in Serie A
Napoli dettagli Napoli Stadio Partenopeo 13º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Campo Testaccio (1ª-5ª)
Stadio Nazionale del PNF (8ª-28ª)
10º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia 3º posto in Serie A
Triestina dettagli Trieste Stadio del Littorio 12º posto in Serie A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[5] Cannoniere[5]
Ambrosiana-Inter Italia Armando Castellazzi Italia Giovanni Ferrari,
Italia Pietro Ferraris (II),
Italia Ugo Locatelli,
Italia Renato Olmi,
Italia Giuseppe Peruchetti (30)
Italia Giuseppe Meazza (20)
Atalanta Italia Ottavio Barbieri Italia Severo Cominelli (30) Italia Alessandro Fornasaris (5)
Bari Germania Tony Cargnelli Italia Alessandro Duè,
Italia Raffaele Mancini (30)
Italia Cesare Grossi (8)
Bologna Ungheria Árpád Weisz Italia Dino Fiorini (30) Italia Carlo Reguzzoni (15)
Fiorentina[6] Italia Ottavio Baccani (1ª-19ª)
Ungheria Ferenc Molnár (20ª-30ª)
Italia Renato Tori (30) Italia Vinicio Viani (8)
Genova 1893 Inghilterra William Garbutt Italia Pietro Arcari (III),
Italia Mario Genta (30)
Italia Pietro Arcari (III),
Uruguay Carlos Servetti (9)
Juventus Italia Virginio Rosetta Italia Alfredo Foni,
Italia Pietro Rava,
Italia Ernesto Tomasi (30)
Italia Guglielmo Gabetto,
Italia Savino Bellini (8)
Lazio Ungheria József Viola Italia Umberto Busani,
Italia Giuseppe Viani (30)
Italia Silvio Piola (15)
Liguria Italia Adolfo Baloncieri Italia Luciano Peretti (30) Italia Luciano Peretti (11)
Livorno[7][8][9] Italia Mario Magnozzi (1ª-3ª)
Uruguay Ulisse Uslenghi e Italia Angelo Arcari (II) (4ª-5ª)
Ungheria Gyula Lelovics (6ª-30ª)
Italia Venuto Lombatti,
Uruguay Ulisse Uslenghi (28)
Italia Angelo Pomponi (7)
Lucchese Libertas[10] Ungheria Ernő Erbstein (1ª-17ª)
Italia Umberto Caligaris (18ª-30ª)
Italia Elpidio Coppa (29) Italia Piero Andreoli (6)
Milan[11] Ungheria József Bánás ed Germania Hermann Felsner Italia Antonio Bortoletti,
Italia Egidio Capra (30)
Italia Aldo Boffi (16)
Napoli[12] Italia Angelo Mattea (1ª-14ª)
Ungheria Eugen Payer (15ª-30ª)
Italia Germano Mian (30) Italia Giuseppe Gerbi (8)
Roma[13] Italia Guido Ara Italia Ermes Borsetti,
Italia Andrea Gadaldi (30)
Italia Danilo Michelini (16)
Torino[14] Ungheria Gyula Feldmann (1ª-16ª)
Italia Mario Sperone (17ª-30ª)
Italia Luigi Brunella (30) Italia Fioravante Baldi (III) (9)
Triestina Ungheria Jenő Konrád Italia Bruno Chizzo,
Italia Giuseppe Geigerle,
Italia Guglielmo Trevisan (30)
Italia Guglielmo Trevisan (18)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Ambrosiana-Inter 41 30 16 9 5 57 28 +29
2. Juventus 39 30 14 11 5 43 22 +21
3. Milan 38 30 13 12 5 43 27 +16
3. Genova 1893 38 30 15 8 7 50 35 +15
5. Bologna 37 30 14 9 7 46 34 +12
6. Roma 36 30 14 8 8 44 31 +13
6. Triestina 36 30 12 12 6 35 22 +13
8. Lazio 32 30 11 10 9 48 30 +18
8. Torino 32 30 12 8 10 39 37 +2
10. Napoli 28 30 8 12 10 37 39 -2
11. Liguria 24 30 8 8 14 33 42 -9
11. Livorno 24 30 8 8 14 29 45 -16
13. Bari 23 30 8 7 15 35 60 -25
14. Lucchese 21 30 5 11 14 28 55 -27
1downarrow red.svg 15. Atalanta 16 30 4 8 18 22 50 -28
1downarrow red.svg 16. Fiorentina 15 30 3 9 18 28 60 -32

Legenda:

      Campione d'Italia e qualificata in Coppa Mitropa 1938.
      Qualificate in Coppa Mitropa 1938.
      Retrocesse in Serie B 1938-1939.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il pari merito.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Associazione Sportiva Ambrosiana-Inter 1937-1938.
Formazione tipo[2] Giocatori (presenze)[15]
Italia Giuseppe Peruchetti (30)
Italia Carmelo Buonocore (29)
Italia Duilio Setti (26)
Italia Ugo Locatelli (30)
Italia Renato Olmi (30)
Italia Piero Antona (28)
Italia Annibale Frossi (22)
Italia Nicola Ferrara (I) (18)
Italia Giuseppe Meazza (26)
Italia Giovanni Ferrari (30)
Italia Pietro Ferraris (II) (30)
Altri giocatori: Giuseppe Ballerio (4), Emilio Gattoronchieri (1), Costantino Sala (II) (2), Antonio Ferrara (II) (10), Aldo Campatelli (6), Piero Colli (5), Antonio Bisigato (2), Ezio Meneghello (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

AMB ATA BAR BOL FIO GEN JUV LAZ LIG LIV LUC MIL NAP ROM TOR TRI
Ambrosiana ––– 1-0 9-2 2-0 5-1 0-0 2-1 3-1 2-1 3-1 4-0 2-1 2-1 1-0 1-0 1-2
Atalanta 1-1 ––– 0-0 1-2 1-1 3-4 0-1 0-0 2-0 1-3 1-0 0-0 2-0 0-2 2-1 0-3
Bari 0-2 2-1 ––– 0-1 1-0 2-0 0-0 5-1 0-0 1-1 2-1 2-3 3-1 2-0 0-0 0-0
Bologna 1-0 2-1 4-1 ––– 0-0 2-2 0-0 0-2 3-2 5-1 3-0 2-2 3-2 2-0 2-0 0-0
Fiorentina 0-3 4-0 1-1 2-1 ––– 1-2 1-1 1-1 3-1 1-2 0-0 0-1 1-3 1-4 1-2 2-2
Genova 1893 1-1 0-0 4-1 1-3 1-0 ––– 1-2 2-1 0-2 4-1 3-0 0-1 2-1 1-1 2-1 2-2
Juventus 2-1 5-0 3-1 0-0 5-2 1-2 ––– 1-1 0-1 2-0 1-0 2-0 2-1 0-0 3-0 2-0
Lazio 1-3 4-0 3-1 2-0 5-0 2-1 1-1 ––– 3-0 3-0 3-0 1-1 0-0 1-1 6-0 2-1
Liguria 3-1 2-1 5-0 0-0 1-1 0-1 1-3 2-1 ––– 1-1 2-1 1-1 0-0 1-1 0-3 1-2
Livorno 0-0 1-1 1-0 3-2 1-1 0-1 0-1 1-0 2-3 ––– 2-1 1-2 1-0 0-2 1-1 0-1
Lucchese 3-3 3-2 2-1 3-3 2-1 0-4 0-0 0-0 0-0 1-1 ––– 1-1 2-2 2-0 2-2 1-0
Milan 1-0 3-0 5-1 0-1 3-1 2-2 1-1 2-2 2-1 1-0 4-0 ––– 3-1 1-0 0-1 0-0
Napoli 1-1 1-0 1-0 1-1 3-0 2-2 1-1 1-0 3-2 1-1 2-1 1-1 ––– 2-2 1-1 3-0
Roma 1-1 2-1 3-2 0-1 4-0 1-3 2-1 2-1 1-0 1-0 5-0 3-1 2-1 ––– 2-1 1-1
Torino 1-1 2-1 2-4 3-1 2-0 0-1 1-1 1-0 3-0 4-1 3-2 0-0 0-0 3-1 ––– 1-0
Triestina 1-1 0-0 6-0 3-1 2-1 2-1 2-0 0-0 1-0 0-2 0-0 0-0 3-0 0-0 1-0 –––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata (1ª) Prima giornata ritorno (16ª)
12 set. 0-0 Bari-Torino 4-2 16 gen.
3-2 Bologna-Napoli 1-1
0-0 Genova 1893-Atalanta 4-3
2-0 Juventus-Livorno 1-0
3-3 Lucchese-Ambrosiana 0-4
2-1 Milan-Liguria 1-1
4-0 Roma-Fiorentina 4-1
3 set. 0-0 Triestina-Lazio 1-2


andata (3ª) Terza giornata ritorno (18ª)
26 set. 2-1 Bologna-Atalanta 2-1 30 gen.
1-0 Genova 1893-Fiorentina 2-1
3-1 Juventus-Bari 0-0
2-3 Livorno-Liguria 1-1
0-0 Lucchese-Lazio 0-3
0-1 Milan-Torino 0-0
2-1 Roma-Napoli 2-2
1-1 Triestina-Ambrosiana 2-1


andata (5ª) Quinta giornata ritorno (20ª)
10 ott. 1-0 Bologna-Ambrosiana 0-2 13 feb.
1-1 Fiorentina-Bari 0-1
2-1 Genova 1893-Torino 1-0
2-1 Juventus-Napoli 1-1
1-1 Livorno-Atalanta 3-1
2-2 Milan-Lazio 1-1
5-0 Roma-Lucchese 0-2
1-0 Triestina-Liguria 2-1


andata (7ª) Settima giornata ritorno (22ª)
24 ott. 2-1 Ambrosiana-Napoli 1-1 27 feb.
4 nov. 1-0 Atalanta-Lucchese 2-3
24 ott. 2-0 Bologna-Roma 1-0
1-1 Fiorentina-Juventus 2-5
2-2 Genova 1893-Triestina 1-2
28 ott. 3-1 Lazio-Bari 1-5
24 ott. 1-2 Livorno-Milan 0-1
3-0 Torino-Liguria 3-0


andata (9ª) Nona giornata ritorno (24ª)
14 nov. 2-1 Ambrosiana-Juventus 1-2 13 mar.
2-0 Bari-Roma 2-3
3-0 Lazio-Livorno 0-1
2-1 Liguria-Atalanta 0-2
2-1 Lucchese-Fiorentina 0-0
2-2 Napoli-Genova 1893 1-2
3-1 Torino-Bologna 0-2
0-0 Triestina-Milan 0-0


andata (11ª) Undicesima giornata ritorno (26ª)
28 nov. 2-1 Ambrosiana-Liguria 1-3 27 mar.
2-1 Bari-Atalanta 0-0
4-1 Genova 1893-Livorno 1-0
1-1 Lucchese-Milan 0-4
1-0 Napoli-Lazio 0-0
2-1 Roma-Juventus 0-0
2-0 Torino-Fiorentina 2-1
3-1 Triestina-Bologna 0-0


andata (13ª) Tredicesima giornata ritorno (28ª)
19 dic. 1-0 Ambrosiana-Torino 1-1 10 apr.
2-1 Bari-Lucchese 1-2
1-2 Fiorentina-Livorno 1-1
0-1 Genova 1893-Milan 2-2
0-0 Juventus-Bologna 0-0
4-0 Lazio-Atalanta 0-0
3-2 Napoli-Liguria 0-0
0-0 Triestina-Roma 1-1


andata (15ª) Quindicesima giornata ritorno (30ª)
9 gen. 9-2 Ambrosiana-Bari 2-0 24 apr.
1-1 Atalanta-Fiorentina 0-4
5-1 Bologna-Livorno 2-3
2-0 Juventus-Milan 1-1
2-1 Liguria-Lazio 0-3
1-1 Napoli-Torino 0-0
1-3 Roma-Genova 1893 1-1
0-0 Triestina-Lucchese 0-1
andata (2ª) Seconda giornata ritorno (17ª)
19 set. 3-1 Ambrosiana-Livorno 0-0 23 gen.
0-1 Atalanta-Juventus 0-5
2-3 Bari-Milan 1-5
2-1 Fiorentina-Bologna 0-0
2-1 Lazio-Genova 1893 1-2
1-1 Liguria-Roma 0-1
3-0 Napoli-Triestina 0-3
3-2 Torino-Lucchese 2-2


andata (4ª) Quarta giornata ritorno (19ª)
3 ott. 5-1 Ambrosiana-Fiorentina 3-0 6 feb.
0-3 Atalanta-Triestina 0-0
2-0 Bari-Genova 1893 1-4
1-1 Lazio-Roma 1-2
0-0 Liguria-Bologna 2-3
1-1 Lucchese-Livorno 1-2
1-1 Napoli-Milan 1-3
1-1 Torino-Juventus 0-3


andata (6ª) Sesta giornata ritorno (21ª)
17 ott. 2-1 Ambrosiana-Milan 0-1 20 feb.
0-2 Atalanta-Roma 1-2
1-1 Bari-Livorno 0-1
2-0 Lazio-Bologna 2-0
0-1 Liguria-Genova 1893 2-0
0-0 Lucchese-Juventus 0-1
3-0 Napoli-Fiorentina 3-1
1-0 Torino-Triestina 0-1


andata (8ª) Ottava giornata ritorno (23ª)
7 nov. 3-0 Bologna-Lucchese 3-3 6 mar.
3-1 Fiorentina-Liguria 1-1
1-1 Genova 1893-Ambrosiana 0-0
1-1 Juventus-Lazio 1-1
1-0 Livorno-Napoli 1-1
3-0 Milan-Atalanta 0-0 9 mar.
2-1 Roma-Torino 1-3 6 mar.
6-0 Triestina-Bari 0-0


andata (10ª) Decima giornata ritorno (25ª)
21 nov. 2-0 Atalanta-Napoli 0-1 20 mar.
4-1 Bologna-Bari 1-0
2-2 Fiorentina-Triestina 1-2
1-2 Juventus-Genova 1893 2-1
1-3 Lazio-Ambrosiana 1-3
2-1 Liguria-Lucchese 0-0
1-1 Livorno-Torino 1-4
1-0 Milan-Roma 1-3


andata (12ª) Dodicesima giornata ritorno (27ª)
12 dic. 1-1 Atalanta-Ambrosiana 0-1 3 apr.
2-2 Bologna-Genova 1893 3-1
2-0 Juventus-Triestina 0-2
6-0 Lazio-Torino 0-1
5-0 Liguria-Bari 0-0
0-2 Livorno-Roma 0-1
2-2 Lucchese-Napoli 1-2
3-1 Milan-Fiorentina 1-0


andata (14ª) Quattordicesima giornata ritorno (29ª)
2 gen. 3-1 Bari-Napoli 0-1 17 apr.
1-1 Fiorentina-Lazio 0-5
1-3 Liguria-Juventus 1-0
0-1 Livorno-Triestina 2-0
1º gen. 0-4 Lucchese-Genova 1893 0-3
6 gen. 0-1 Milan-Bologna 2-2
2 gen. 1-1 Roma-Ambrosiana 0-1
2-1 Torino-Atalanta 1-2

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————
JuventusJuvAmbrosianaJuventusAmbro
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[16] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª
Ambrosiana 1 3 4 6 6 8 10 11 13 15 17 18 20 21 23 25 26 26 28 30 30 31 32 32 34 34 36 37 39 41
Atalanta 1 1 1 1 2 2 4 4 4 6 6 7 7 7 8 8 8 8 9 9 9 9 10 12 12 13 13 14 16 16
Bari 1 1 1 3 4 5 5 5 7 7 9 9 11 13 13 15 15 16 16 18 18 20 21 21 21 22 23 23 23 23
Bologna 2 2 4 5 7 7 9 11 11 13 13 14 15 17 19 20 21 23 25 25 25 27 28 30 32 33 35 36 37 37
Fiorentina 0 2 2 2 3 3 4 6 6 7 7 7 7 8 9 9 10 10 10 10 10 10 11 12 12 12 12 13 13 15
Genova 1 1 3 3 5 7 8 9 10 12 14 15 15 17 19 21 23 25 27 29 29 29 30 32 32 34 34 35 37 38
Juventus 2 4 6 7 9 10 11 12 12 12 12 14 15 17 19 21 23 24 26 27 29 31 32 34 36 37 37 38 38 39
Lazio 1 3 4 5 6 8 10 11 13 13 13 15 17 18 18 20 20 22 22 23 25 25 26 26 26 27 27 28 30 32
Liguria 0 1 3 4 4 4 4 4 6 8 8 10 10 10 12 13 13 14 14 14 16 16 17 17 18 20 21 22 24 24
Livorno 0 0 0 1 2 3 3 5 5 6 6 6 8 8 8 8 9 10 12 14 16 16 17 19 19 19 19 20 22 24
Lucchese 1 1 2 3 3 4 4 4 6 6 7 8 8 8 9 9 10 10 10 12 12 14 15 16 17 17 17 19 19 21
Milan 2 4 4 5 6 6 8 10 11 13 14 16 18 18 18 19 21 22 24 25 27 29 30 31 31 33 35 36 37 38
Napoli 0 2 2 3 3 5 5 5 6 6 8 9 11 11 12 13 13 14 14 15 17 18 19 19 21 22 24 25 27 28
Roma 2 3 5 6 8 10 10 12 12 12 14 16 17 18 18 20 22 23 25 25 27 27 27 29 31 32 34 35 35 36
Torino 1 3 5 6 6 8 10 10 12 13 15 15 15 17 18 18 19 20 20 20 20 22 24 24 26 28 30 31 31 32
Triestina 1 1 2 4 6 6 7 9 10 11 13 13 14 16 17 17 19 21 22 24 26 28 29 30 32 33 35 36 36 36

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Andata Ritorno
Ambrosiana 23 Juventus 20
Bologna 19 Milan 20
Genova 1893 19 Genova 1893 19
Juventus 19 Triestina 19
Lazio 18 Ambrosiana 18
Milan 18 Bologna 18
Roma 18 Roma 18
Torino 18 Livorno 16
Triestina 17 Napoli 16
Bari 13 Lazio 14
Liguria 12 Torino 14
Napoli 12 Liguria 12
Fiorentina 9 Lucchese 12
Lucchese 9 Bari 10
Atalanta 8 Atalanta 8
Livorno 8 Fiorentina 6
Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]
Casa Trasferta
Ambrosiana 27 Genova 20
Lazio 24 Juventus 16
Roma 24 Milan 16
Bologna 23 Ambrosiana 14
Juventus 23 Bologna 14
Milan 22 Triestina 14
Napoli 22 Roma 12
Torino 22 Livorno 10
Triestina 22 Triestina 10
Bari 19 Lazio 8
Lucchese 19 Liguria 8
Genova 18 Napoli 6
Liguria 16 Bari 4
Livorno 14 Fiorentina 4
Atalanta 13 Atalanta 3
Fiorentina 11 Lucchese 2

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Ambrosiana (16)
  • Minor numero di sconfitte: Ambrosiana, Juventus e Milan (5)
  • Miglior attacco: Ambrosiana (57 reti fatte)
  • Miglior difesa: Juventus e Triestina (22 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Ambrosiana (+29)
  • Maggior numero di pareggi: Milan, Napoli e Triestina (12)
  • Minor numero di vittorie: Fiorentina (3)
  • Maggior numero di sconfitte: Atalanta e Fiorentina (18)
  • Peggiore attacco: Atalanta (22 reti fatte)
  • Peggior difesa: Bari e Fiorentina (60 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Fiorentina (-32)
  • Partita con più reti: Ambrosiana-Bari 9-2 (15ª giornata)
  • Miglior sequenza di partite utili: Juventus (15, dalla 12ª alla 26ª giornata)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 617 gol (di cui 19 su autorete) da 146 diversi giocatori, per una media di 2,57 gol a partita[5]. Di seguito, la classifica dei marcatori[16].

Gol Rigori Giocatore Squadra
20 2 Italia Giuseppe Meazza Ambrosiana-Inter
18 2 Italia Guglielmo Trevisan Triestina
16 Italia Danilo Michelini Roma
16 Italia Aldo Boffi Milan
15 1 Italia Carlo Reguzzoni Bologna
15 1 Italia Silvio Piola Lazio
14 Italia Pietro Ferraris (II) Ambrosiana
12 1 Italia Umberto Busani Lazio
11 Italia Luciano Peretti Liguria
11 Italia Bruno Maini Bologna

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

[16].

Reti Calciatore Incontro Giornata
5 Italia Giuseppe Meazza Ambrosiana-Bari 9-2 15
4 Italia Guglielmo Trevisan Triestina-Bari 6-0 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Chiesa, p. 72
  2. ^ a b Chiesa, p. 74
  3. ^ a b Chiesa, p. 75
  4. ^ a b Chiesa, pp. 72-73
  5. ^ a b c Melegari, 2002, 424
  6. ^ Molnar allenatore della Fiorentina, Il Littoriale, n. 36, 11 febbraio 1938, p. 4.
  7. ^ Magnozzi non sarà più l'allenatore del Livorno, Il Littoriale, n. 241, 30 settembre 1937, p. 4.
  8. ^ Gli allenamenti della settimana - Il Livorno, Il Littoriale, n. 242, 1º ottobre 1937, p. 4.
  9. ^ Lelovich al Livorno, Il Littoriale, n. 254, 15 ottobre 1937, p. 4.
  10. ^ Caligaris a Lucca, Il Littoriale, n. 24, 28 gennaio 1938, p. 4.
  11. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  12. ^ Payer nuovo allenatore del Napoli, Il Littoriale, n. 7, 8 gennaio 1938, p. 4.
  13. ^ Storia della stagione su asrtalenti.altervista.it
  14. ^ Feldmann non è più l'allenatore del Torino, Il Littoriale, n. 17, 20 gennaio 1938, p. 4.
  15. ^ Melegari, 2004, p. 99
  16. ^ a b c Campionato 1937-38 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa. Il grande romanzo dello scudetto. Terza puntata: Il Bologna fa tremare il mondo, da Calcio 2000, febbraio 2002, pp. 58-77.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2003, Modena, Panini, 2002.
  • La Stampa, annate 1937 e 1938.
  • Il Littoriale, annate 1937 e 1938.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]