Mario Genta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Genta
Mario Genta.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex mediano)
Ritirato 1951 - giocatore
1974 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1932-1934 Juventus 1 (0)
1934-1935 Pavia 17 (0)
1935-1946 Genoa[1] 222 (7)
1946-1950 Prato 108 (2)
1950-1951 Entella ? (?)
Nazionale
1938-1939 Italia Italia 2 (0)
Carriera da allenatore
1946-1947 Prato
1954-1955 Siena
1956-1958 Frosinone
1959-1960 Entella
1961-1963 Parma
1963-1964 Modena
196?? Sestri Levante
1965-1967 Massese [2][3]
1967-1969 Entella
1969-1970 Carrarese
1970-1971 Torres
1971-1973 Grosseto
1973-1974 Entella
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Francia 1938
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mario Genta (Torino, 1º marzo 1912Genova, 9 gennaio 1993) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1938.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la carriera agonistica nella Juventus, sodalizio con cui, grazie ad un'unica presenza il 18 giugno 1933, nella sconfitta esterna per 3-2 contro il Genova 1893, si aggiudicò lo scudetto nella stagione 1932-1933.

Successivamente passa al Pavia e nel 1935 al Genova 1893.

Con i rossoblu esordisce il 22 settembre 1935 nella sconfitta esterna per 4-1 contro il Bologna. Nella sua militanza con i liguri vince la Coppa Italia 1936-1937.

Genta era nella rosa della squadra rossoblu che partecipò alla Coppa Città di Genova che nei primi mesi del 1945 sostituì il normale campionato a causa degli eventi bellici che sconvolgevano l'Europa in quel periodo.[4] La competizione fu vinta dai rossoblu che sorpassarono all'ultima giornata i rivali del Liguria; a Genta ed a ciascun vincitore della competizione furono date in premio 20.000 lire dal futuro presidente rossoblu Antonio Lorenzo.[5]

Dopo la seconda guerra mondiale veste le maglie del Prato, club in cui riveste nel suo primo anno di militanza anche l'incarico di allenatore ed infine all'Entella Chiavari.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro dall'attività agonistica, è stato in seguito apprezzato allenatore di numerose squadre, tra cui Siena[6], Parma, Grosseto, Frosinone[7], Modena, Torres[8], Sestri Levante ed Entella.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
26/03/1939 Firenze Italia Italia 3 – 2 Germania Germania Amichevole -
26/11/1939 Berlino Germania Germania 5 – 2 Italia Italia Amichevole -
Totale Presenze 2 Reti -

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1932-1933
Genova 1893: 1936-1937
  • Coppa Città di Genova: 1
Genova 1893: 1945
Prato: 1948-1949

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Francia 1938

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Entella: 1959-1960
Grosseto: 1972-1973

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sino al 1945 "Genova 1893".
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1967, p. 196.
  3. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1968, p. 233.
  4. ^ Maiorca, p.200
  5. ^ ESCLUSIVA PIANETAGENOA – Emilio Caprile: «Io azzurro nel 1950, ho girato in tanti club. Ma il Genoa è rimasto sempre nel mio cuore», su Pianetagenoa1893.net. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  6. ^ Tutti i presidenti e gli allenatori dal 1904 (PDF), sienaclubfedelissimi.it. URL consultato il 14 giugno 2013.
  7. ^ Quarta Serie, i quadri del girone F, da Corriere dello Sport, 222 (XXXVII), 20 settembre 1956, p. 5
  8. ^ Almanacco illustrato del calcio 1971, edizioni Panini, pag. 288

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, Genova, De Ferrari, 2008, ISBN 978-88-6405-011-9.
  • Gianluca Maiorca, Marco Montaruli, Paolo Pisano, Almanacco storico del Genoa, Trebaseleghe, Fratelli Frilli Editori, 2011, ISBN 978-88-7563-693-7.
  • Ettore Balbi, Guida rossoblu, Genova, Edizioni Programma, 1973.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]