Angelo Arcari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angelo Arcari
AngeloArcari.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Carriera
Squadre di club1
1926-1928 Codogno ? (?)
1928-1929 Piacenza 9 (0)
1929-1932 Codogno ? (?)
1932-1939 Livorno 102 (1)
1939-1940 Codogno ? (?)
1940-1941 Pavese Luigi Belli 27 (0)
1942-1943 Codogno ? (?)
Carriera da allenatore
1939-1940Codogno
1941-1942Piacenza
1952-1953Pro Piacenza
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Angelo Arcari (Casalpusterlengo, 3 dicembre 1907[1][2]Gallarate, 20 dicembre 1985[2]) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo mediano. Fratello di Carlo, Pietro e Bruno, è anche conosciuto come Arcari II[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nel Codogno, militante in Seconda e Prima Divisione, e dopo una parentesi al Piacenza[2] (condizionata da problemi fisici[4]) nel 1932 approda al Livorno, in Serie B. Con la maglia labronica disputa sette campionati consecutivi tra Serie B e Serie A, categoria nella quale esordisce il 29 ottobre 1933 contro l'Ambrosiana-Inter. In Serie A disputa 60 partite realizzando un unico gol, il 14 aprile 1935 nell'1-1 interno contro la Roma.

Nelle ultime tre stagioni a Livorno viene impiegato sempre più raramente, e nel 1939, messo in lista di trasferimento dai labronici[5], fa ritorno al Codogno, come allenatore-giocatore[6]. Chiude la carriera al termine del campionato 1940-1941, disputato nelle file del Pavese Luigi Belli[7].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera agonistica, nel 1941 viene ingaggiato come allenatore del Piacenza[8]. Con la formazione emiliana conquista la salvezza nel campionato di Serie C 1941-1942[9]. Dopo la guerra allena anche il Pro Piacenza[10].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livorno: 1936-1937

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pagani, p.57
  2. ^ a b c Anche l’almanacco sbaglia, storiapiacenza1919.it.
  3. ^ Rosa 1928-1929, storiapiacenza1919.it
  4. ^ Piacenza batte Comense: 2-1, Il Littoriale, 21 maggio 1929, p. 4.
  5. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1939-40, Il Littoriale, 8 agosto 1939, p. 5.
  6. ^ Agendina del Calcio Barlassina 1939-1940, p. 104.
  7. ^ Fontanelli, p. 107.
  8. ^ Agendina del Calcio Barlassina 1941-1942, p. 127.
  9. ^ Stagione 1941-1942, storiapiacenza1919.it.
  10. ^ Sotto la guida esperta di Arcari II il nuovo Pro Piacenza affila le armi, Libertà, 17 settembre 1952, p. 5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pino Pagani, Codogno. Un secolo di calcio, 2008.
  • Carlo Fontanelli, Giovanni Bottazzini, Il calcio a Pavia 1911-2011 - Un secolo di emozioni, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l., 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Angelo Arcari, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.