Serie A 1935-1936

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1935-1936
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 36ª (7ª di Serie A)
Organizzatore Direttorio Divisioni Superiori
Date dal 22 settembre 1935
al 10 maggio 1936
Luogo Italia Italia
Partecipanti 16
Formula girone all'italiana
Risultati
Vincitore Bologna
(3º titolo)
Retrocessioni Palermo
Brescia
Statistiche
Miglior marcatore Italia Giuseppe Meazza (25)
Incontri disputati 240
Gol segnati 610 (2,54 per incontro)
Bologna Associazione Giuoco del Calcio 1935-36.jpg
I felsinei al loro terzo scudetto
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1934-1935 1936-1937 Right arrow.svg

La Serie A 1935-1936 fu il massimo livello della trentaseiesima edizione del campionato italiano di calcio e la settima giocata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Fulvio Bernardini fu tra i principali artefici del competitivo cammino della Roma[1].

Per la prima volta dopo cinque anni la Juventus appariva in affanno: alle diverse defezioni (l'allenatore Carcano, Orsi e Cesarini, Ferrari) seguì un ampio rinnovamento della squadra titolare (Menti I, Borel I, Prendato), e a livello societario i bianconeri furono sconvolti dall'improvvisa morte del presidente Edoardo Agnelli, nell'estate 1935[2].

Il mercato fu particolarmente dinamico. L'Ambrosiana firmò il colpo più prestigioso, acquistando dai rivali Giovanni Ferrari e l'interno Locatelli dal Brescia (che ingaggiò a sua volta Umberto Caligaris); il Napoli cedette Vojak al redivivo Genova e puntò sul centrattacco livornese Busoni; il Bologna di Renato Dall'Ara rafforzò la mediana con l'elegante Andreolo[3] e salutò dopo nove stagioni Monzeglio, che fece parte della nutrita campagna acquisti della Roma (Cattaneo, Subinaghi, D'Alberto), una delle favorite della vigilia[4]. Grandi movimenti anche per la Lazio, che affidò la difesa ai terzini Zacconi e Monza, e il Torino, che dopo le due sofferte salvezze dagli anni precedenti puntellò mediana e attacco.

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Angelo Schiavio contribuì con 26 presenze e 10 reti al terzo successo del Bologna.

Partì con passo spedito il Bologna del neoallenatore Árpád Weisz[3]; i petroniani tennero testa a tutte le rivali negli scontri diretti, e dopo dodici giornate conducevano con tre punti di vantaggio sul Torino, rilanciatosi in novembre grazie ad una serie di sei vittorie consecutive, e quattro sulla Juventus. Più in affanno la Roma, menomata alla vigilia del torneo dalle defezioni di Guaita, Scopelli e Stagnaro che, nell'incombere della guerra d'Etiopia, fecero ritorno nella natia Argentina per il timore di essere chiamati alle armi[4]. Al termine del girone d'andata il Bologna rallentò la sua corsa, racimolò un solo punto in tre gare e fu sorpassata dalla Juventus, che risultò dunque campione d'inverno il 12 gennaio[3].

A marzo la lotta per il titolo sembrò estendersi al Torino, che tra la 24ª e la 25ª giornata tentò anche una piccola fuga[3], mentre rallentava la Juventus e risalivano posizioni la Roma e l'Ambrosiana, ristabilitasi dopo un inizio non entusiasmante grazie ai gol di Meazza, lanciato verso la sua seconda palma di capocannoniere[5]. Il 12 aprile, a quattro giornate dalla fine, anche una sorprendente Triestina sembrò potersi inserire nella lotta scudetto, portandosi a -4 dal Bologna capolista. Nel convulso finale la Roma, forte della miglior difesa del torneo, avvicinò i petroniani fino al -1, ma i rossoblù di Weisz piazzarono nelle ultime due giornate le vittorie decisive, che riportarono a Bologna lo scudetto dopo sei anni[3]. Fu un torneo equilibrato, come testimonia la classifica (le prime cinque classificate ebbero tutte dai 40 ai 35 punti), che sancì la fine del dominio juventino sul campionato e il primo alloro dello «squadrone che fa tremare il mondo», squadra solida sul piano fisico (solo 14 giocatori furono schierati da Weisz nel corso del torneo) e artefice di un gioco estremamente concreto[6][7].

In zona retrocessione, fu presto fuori dai giochi il Brescia; più agguerrita la lotta per evitare la seconda retrocessione, che coinvolse anche Napoli ed Alessandria, oltre al neopromosso Bari. Nelle ultime giornate la Sampierdarenese fu autrice, per il secondo anno, di un'importante rimonta, che le permise di staccare nelle battute finali del torneo il Palermo[3].

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Regno d'Italia
Milano
Milano
Genova
Genova
Torino
Torino
Roma
Roma
Squadre di Milano
Red pog.svg Ambrosiana-Inter
Red pog.svg Milan
Squadre di Torino
Red pog.svg Juventus
Red pog.svg Torino
Squadre di Genova
Red pog.svg Genova 1893
Red pog.svg Sampierdarenese
Squadre di Roma
Red pog.svg Lazio
Red pog.svg Roma
Ubicazione delle squadre della Serie A 1935-1936

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club Rosa Città Stadio stagione 1934-1935
Soccer Jersey Grey.png Alessandria dettagli Alessandria Stadio del Littorio 7ª in Serie A
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Ambrosiana-Inter dettagli Milano Arena Civica 2ª in Serie A
Soccer Jersey White-Red (borders).png Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria 1º nel girone B di Serie B, promosso
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio Littoriale 6º in Serie A
Soccer Jersey Azure-White (V style).png Brescia dettagli Brescia Stadium di Viale Piave 10º in Serie A
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Giovanni Berta 6ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genova 1893 dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 1º nel girone A di Serie B, promosso
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Benito Mussolini Campione d'Italia
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Nazionale del PNF 5ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milan dettagli Milano Campo San Siro 10º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio Partenopeo 7º in Serie A
Soccer Jersey Pink-Black (borders).png Palermo dettagli Palermo Stadio del Littorio 7º in Serie A
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Campo Testaccio 4ª in Serie A
Soccer Jersey Liguria.png Sampierdarenese dettagli Genova Stadio del Littorio 13ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia 14º in Serie A
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio del Littorio 10ª in Serie A

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[8] Cannoniere[8]
Alessandria[9] Austria Rudolf Soutschek (1ª-25ª)
Austria Karl Stürmer (26ª-30ª)
Italia Ugo Ceresa (30) Italia Umberto Busani (6)
Ambrosiana-Inter Ungheria Gyula Feldmann (1ª-25ª)
Italia Albino Carraro (26ª-30ª)
Uruguay Italia Ernesto Mascheroni (30) Italia Giuseppe Meazza (25)
Bari Ungheria András Kuttik Italia Giovanni Braga,
Italia Raffaele Costantino,
Italia Alferio Cubi,
Italia Nereo Marini (30)
Italia Ettore Brossi,
Italia Raffaele Costantino (6)
Bologna Ungheria Árpád Weisz UruguayItalia Michele Andreolo,
Italia Dino Fiorini,
Italia Felice Gasperi,
Italia Mario Gianni,
Italia Carlo Reguzzoni (30)
Italia Angelo Schiavio (10)
Brescia Italia Umberto Caligaris Italia Corrado Tamietti (30) Italia Angelo Schiavetta (5)
Fiorentina Italia Guido Ara Italia Lorenzo Gazzari,
Italia Mario Perazzolo (30)
Italia Cinzio Scagliotti (9)
Genova 1893 Ungheria György Orth Italia Paolo Agosteo (29) ArgentinaItalia Julio Libonatti (7)
Juventus Italia Virginio Rosetta Italia Alfredo Foni,
ArgentinaItalia Luis Monti,
Italia Cesare Valinasso (30)
Italia Guglielmo Gabetto (20)
Lazio Ungheria Walter Alt Italia Alfredo Monza (II) (30) Italia Silvio Piola (19)
Milan[10] Italia Adolfo Baloncieri Italia Luigi Perversi (30) Italia Pietro Arcari (III),
Italia Giovanni Moretti (9)
Napoli Ungheria Károly Csapkay Italia Giovanni Venditto (30) Italia Giovanni Busoni (12)
Palermo[11] Ungheria Gyula Lelovics (1ª-9ª)
Italia Angelo Benincasa (10ª-30ª)
Italia Vincenzo Provera (30) Italia Antonio Bonesini,
Italia Coriolano Palumbo (5)
Roma[12] Italia Luigi Barbesino Italia Fulvio Bernardini,
Italia Guido Masetti,
Italia Eraldo Monzeglio (30)
Italia Dante Di Benedetti (7)
Sampierdarenese[13] Austria Hermann Felsner (1ª-18ª)
Italia Delfo Bellini (19ª-30ª)
Italia Mario Malatesta (30) Italia Renato Cappellini (8)
Torino Austria Tony Cargnelli Italia Osvaldo Ferrini,
Italia Filippo Prato,
Italia Onesto Silano (29)
Italia Pietro Buscaglia (12)
Triestina Ungheria István Tóth Italia Piero Castello,
Italia Bruno Chizzo,
Italia Luigi Spanghero (30)
Italia Nereo Rocco,
Italia Germano Mian (10)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Bologna 40 30 15 10 5 39 21 +18
2. Roma 39 30 16 7 7 32 20 +12
3. Torino 38 30 16 6 8 49 33 +16
4. Ambrosiana-Inter 36 30 14 8 8 61 34 +27
5. Juventus 35 30 13 9 8 46 33 +13
6. Triestina 32 30 10 12 8 46 39 +7
7. Lazio 30 30 11 8 11 48 42 +6
8. Milan 28 30 10 8 12 40 41 -1
8. Napoli 28 30 11 6 13 42 45 -3
8. Alessandria 28 30 9 10 11 34 37 -3
8. Genova 1893 28 30 7 14 9 38 44 -6
12. Fiorentina 27 30 10 7 13 32 42 -10
12. Sampierdarenese 27 30 9 9 12 32 49 -17
14. Bari 25 30 7 11 12 26 38 -12
1downarrow red.svg 15. Palermo 23 30 10 3 17 24 50 -26
1downarrow red.svg 16. Brescia 16 30 5 6 19 21 42 -21

Legenda:

         Campione d'Italia 1935-1936 e qualificata in Coppa Mitropa 1936
         Qualificata in Coppa Mitropa 1936
         Retrocesse in Serie B 1935-36

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il pari merito.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Bologna Associazione Giuoco del Calcio 1935-1936.
Formazione tipo[14] Giocatori (presenze)[15]
Italia Mario Gianni (30)
Italia Dino Fiorini (30)
Italia Felice Gasperi (30)
Italia Mario Montesanto (24)
Italia Michele Andreolo (30)
Italia Giordano Corsi (29)
Italia Raffaele Sansone (27)
Italia Francisco Fedullo (27)
Italia Carlo Reguzzoni (30)
Italia Bruno Maini (23)
Italia Angelo Schiavio (26)
Altri giocatori: Aldo Donati (7), Gerardo Ottani (10), Alcide Ivan Violi (7).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ale Amb Bar Bol Bre Fio Gen Juv Laz Mil Nap Pal Rom Sam Tor Tri
Alessandria –––– 2-2 2-0 1-1 5-0 2-1 1-0 3-2 2-0 6-1 2-3 1-0 1-0 1-1 0-2 0-0
Ambrosiana 2-1 –––– 2-0 3-1 1-0 0-2 3-0 4-0 3-1 1-1 4-2 4-0 5-1 3-0 4-0 5-0
Bari 4-0 2-1 –––– 0-0 1-1 0-0 3-2 1-1 1-1 0-2 0-0 1-0 0-1 1-1 2-0 0-0
Bologna 1-1 3-0 0-2 –––– 1-0 1-0 4-1 2-1 2-0 4-1 2-1 1-0 2-0 0-0 2-0 3-0
Brescia 1-1 1-0 1-2 2-1 –––– 2-0 0-0 0-1 3-1 1-2 2-0 0-1 1-1 1-2 2-2 0-0
Fiorentina 0-0 2-3 2-2 0-1 1-0 –––– 2-1 1-1 2-1 3-1 2-0 2-1 1-2 1-1 0-2 3-1
Genova 0-0 2-2 0-0 1-1 2-0 2-2 –––– 1-1 3-2 3-3 2-2 2-0 2-1 3-0 0-2 2-2
Juventus 4-0 1-0 0-0 0-0 1-0 0-0 4-0 –––– 2-1 3-1 2-2 3-1 1-3 7-2 2-1 3-0
Lazio 3-0 0-0 2-1 1-1 3-0 1-0 1-1 3-0 –––– 2-2 3-1 3-0 0-1 5-0 1-1 3-2
Milan 2-0 2-2 4-0 1-2 2-1 1-0 1-0 2-1 5-0 –––– 0-1 3-1 0-0 1-2 0-1 0-0
Napoli 1-0 3-2 2-0 0-1 1-0 4-0 2-1 0-1 1-2 1-0 –––– 3-0 1-2 4-2 0-1 2-2
Palermo 1-0 1-1 2-1 2-0 3-2 1-3 0-1 1-0 2-1 0-0 2-2 –––– 1-3 2-0 0-1 1-0
Roma 3-1 0-0 3-0 1-0 1-0 0-1 0-0 1-1 1-0 0-0 1-0 0-1 –––– 2-0 1-0 1-0
Sampierdarenese 1-1 1-0 2-1 0-0 2-0 1-0 1-2 0-1 2-2 3-1 2-2 2-0 0-2 –––– 2-0 2-2
Torino 1-0 3-3 2-0 0-0 2-0 5-0 4-4 2-2 0-2 2-1 1-0 5-0 1-0 3-0 –––– 5-3
Triestina 0-0 2-1 4-1 2-2 2-0 5-1 0-0 1-0 3-3 1-0 6-1 5-0 0-0 1-0 2-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (16ª)
22 set. 1-1 Bari-Lazio 1-2 26 gen.
4-1 Bologna-Genova 1-1
1-0 Brescia-Ambrosiana 0-1
3-1 Juventus-Palermo 0-1
2-0 Milan-Alessandria 1-6
1-0 Roma-Torino 0-1 28 gen.
2-2 Sampierdarenese-Napoli 2-4 26 gen.
5-1 Triestina-Fiorentina 1-3


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (18ª)
6 ott. 3-0 Bologna-Ambrosiana 1-3 9 feb.
2-2 Brescia-Torino 0-2
2-1 Juventus-Lazio 0-3
1-0 Milan-Fiorentina 1-3
1-0 Palermo-Alessandria 0-1
1-0 Roma-Napoli 2-1
1-2 Sampierdarenese-Genova 0-3
4-1 Triestina-Bari 0-0


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (20ª)
20 ott. 0-0 Brescia-Genova 0-2 23 feb.
0-0 Juventus-Bologna 1-2
0-1 Milan-Torino 1-2
4-0 Napoli-Fiorentina 0-2
2-1 Palermo-Lazio 0-3
0-0 Roma-Ambrosiana 1-5
2-1 Sampierdarenese-Bari 1-1
0-0 Triestina-Alessandria 0-0


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (22ª)
10 nov. 2-2 Alessandria-Ambrosiana 1-2 8 mar.
3-1 Brescia-Lazio 0-3
0-0 Juventus-Bari 1-1
1-2 Milan-Bologna 1-4
0-1 Napoli-Torino 0-1
0-1 Palermo-Genova 0-2
0-1 Roma-Fiorentina 2-1
2-2 Sampierdarenese-Triestina 0-1


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (24ª)
1º dic. 0-2 Alessandria-Torino 0-1 22 mar.
1-2 Brescia-Bari 1-1
3-0 Juventus-Triestina 0-1
1-1 Lazio-Genova 2-3
0-0 Milan-Roma 0-0
3-2 Napoli-Ambrosiana 2-4
1-3 Palermo-Fiorentina 1-2
0-0 Sampierdarenese-Bologna 0-0


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (26ª)
15 dic. 2-1 Alessandria-Fiorentina 0-0 12 apr.
3-2 Bari-Genova 0-0
19 dic. 0-0 Brescia-Triestina 0-2
15 dic. 0-0 Lazio-Ambrosiana 1-3
3-1 Milan-Palermo 0-0
0-1 Napoli-Juventus 2-2
0-2 Sampierdarenese-Roma 0-2
0-0 Torino-Bologna 0-2


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (28ª)
29 dic. 0-2 Bologna-Bari 0-0 26 apr.
2-1 Fiorentina-Genova 2-2
3-0 Lazio-Alessandria 0-2
2-1 Milan-Brescia 2-1
3-0 Napoli-Palermo 2-2
31 dic. 0-1 Sampierdarenese-Juventus 2-7
29 dic. 3-3 Torino-Ambrosiana 0-4
0-0 Triestina-Roma 0-1


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (30ª)
12 gen. 3-0 Ambrosiana-Genova 2-2 10 mag.
2-0 Bari-Torino 0-2
2-1 Fiorentina-Lazio 0-1
4-0 Juventus-Alessandria 2-3
1-0 Napoli-Milan 1-0
0-1 Roma-Palermo 3-1
2-0 Sampierdarenese-Brescia 2-1
2-2 Triestina-Bologna 0-3
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (17ª)
29 set. 1-1 Alessandria-Sampierdarenese 1-1 2 feb.
1-1 Ambrosiana-Milan 2-2
0-1 Fiorentina-Bologna 0-1
2-1 Genova-Roma 0-0
3-2 Lazio-Triestina 3-3
1-0 Napoli-Brescia 0-2
2-1 Palermo-Bari 0-1
2-2 Torino-Juventus 1-2


Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (19ª)
13 ott. 5-0 Alessandria-Brescia 1-1 16 feb.
4-0 Ambrosiana-Palermo 1-1
0-2 Bari-Milan 0-4
1-1 Fiorentina-Sampierdarenese 0-1
1-1 Genova-Juventus 0-4
0-1 Lazio-Roma 0-1
0-1 Napoli-Bologna 1-2
5-3 Torino-Triestina 0-2


Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (21ª)
3 nov. 2-3 Alessandria-Napoli 0-1 1º mar.
5-0 Ambrosiana-Triestina 1-2
0-1 Bari-Roma 0-3
1-0 Bologna-Brescia 1-2
1-1 Fiorentina-Juventus 0-0
3-3 Genova-Milan 0-1
5-0 Lazio-Sampierdarenese 2-2 5 mar.
5-0 Torino-Palermo 1-0 1º mar.


Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (23ª)
17 nov. 4-0 Ambrosiana-Juventus 0-1 15 mar.
0-0 Bari-Napoli 0-2
2-0 Bologna-Roma 0-1
1-0 Fiorentina-Brescia 0-2
0-0 Genova-Alessandria 0-1
2-2 Lazio-Milan 0-5
3-0 Torino-Sampierdarenese 0-2
5-0 Triestina-Palermo 0-1


Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (25ª)
8 dic. 3-0 Ambrosiana-Sampierdarenese 0-1 29 mar.
1-1 Bologna-Alessandria 1-1
2-2 Fiorentina-Bari 0-0
2-2 Genova-Napoli 1-2
3-2 Palermo-Brescia 1-0
1-1 Roma-Juventus 3-1
0-2 Torino-Lazio 1-1
1-0 Triestina-Milan 0-0


Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (27ª)
22 dic. 0-2 Ambrosiana-Fiorentina 3-2 19 apr.
4-0 Bari-Alessandria 0-2
2-0 Bologna-Lazio 1-1
0-2 Genova-Torino 4-4
3-1 Juventus-Milan 1-2
2-0 Palermo-Sampierdarenese 0-2
1-0 Roma-Brescia 1-1
6-1 Triestina-Napoli 2-2


Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (29ª)
5 gen. 1-0 Alessandria-Roma 1-3 3 mag.
2-1 Bari-Ambrosiana 0-2
0-1 Brescia-Juventus 0-1
2-2 Genova-Triestina 0-0
3-1 Lazio-Napoli 2-1
1-2 Milan-Sampierdarenese 1-3
2-0 Palermo-Bologna 0-1
5-0 Torino-Fiorentina 2-0

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Bologna Football Club 1909Football Club TorinoBologna Football Club 1909Juventus Football ClubBologna Football Club 1909

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[16] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª
 
Alessandria 0 1 1 3 4 4 5 6 6 7 9 9 9 11 11 13 14 16 17 18 18 18 20 20 21 22 24 26 26 28
Ambrosiana 0 1 1 3 4 6 7 9 9 11 12 12 13 13 15 17 18 20 21 23 23 25 25 27 27 29 31 33 35 36
Bari 1 1 1 1 1 1 2 3 5 6 8 10 12 14 16 16 18 19 19 20 20 21 21 22 23 24 24 25 25 25
Bologna 2 4 6 8 9 11 13 15 16 17 18 20 20 20 21 22 24 24 26 28 28 30 30 31 32 34 36 37 38 40
Brescia 2 2 3 3 4 4 6 6 6 6 7 7 7 7 7 7 9 9 10 10 12 12 14 15 15 15 16 16 16 16
Fiorentina 0 0 0 1 1 2 4 6 8 9 9 11 13 13 15 17 17 19 19 21 22 22 22 24 25 26 26 27 27 27
Genova 0 2 4 5 6 7 9 10 11 12 12 12 12 13 13 14 15 17 17 19 19 21 21 23 23 24 25 26 27 28
Juventus 2 3 5 6 7 8 9 9 11 12 14 16 18 20 22 22 24 24 26 26 27 28 30 30 30 31 31 33 35 35
Lazio 1 3 3 3 3 5 5 6 7 9 10 10 12 14 14 16 17 19 19 21 22 24 24 24 25 25 26 26 28 30
Milan 2 3 5 7 7 8 8 9 10 10 12 12 14 14 14 14 15 15 17 17 19 19 21 22 23 24 26 28 28 28
Napoli 1 3 3 3 5 7 7 8 10 11 11 11 13 13 15 17 17 17 17 17 19 19 21 21 23 24 25 26 26 28
Palermo 0 2 4 4 6 6 6 6 6 8 8 10 10 12 14 16 16 16 17 17 17 17 19 19 21 22 22 23 23 23
Roma 2 2 4 6 7 9 9 9 10 11 13 15 16 16 16 16 17 19 21 21 23 25 27 28 30 32 33 35 37 39
Sampierdarenese 1 2 2 3 5 5 6 6 7 7 7 7 7 9 11 11 12 12 14 15 16 16 18 19 21 21 23 23 25 27
Torino 0 1 2 4 6 8 10 12 14 14 15 17 18 20 20 22 22 24 24 26 28 30 30 32 33 33 34 34 36 38
Triestina 2 2 4 4 5 5 6 8 8 10 11 13 14 15 16 16 17 18 20 21 23 25 25 27 28 30 31 31 32 32

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Juventus 22 Roma 23
Bologna 21 Ambrosiana 21
Torino 20 Bologna 19
Bari 16 Torino 18
Roma 16 Alessandria 17
Triestina 16 Lazio 16
Ambrosiana 15 Sampierdarenese 16
Fiorentina 15 Triestina 16
Napoli 15 Genova 1893 15
Lazio 14 Milan 14
Milan 14 Juventus 13
Palermo 14 Napoli 13
Genova 1893 13 Fiorentina 12
Alessandria 11 Bari 9
Sampierdarenese 11 Brescia 9
Brescia 7 Palermo 9

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Casa Trasferta
Ambrosiana 27 Roma 17
Bologna 26 Bologna 14
Triestina 25 Torino 14
Torino 24 Juventus 11
Juventus 24 Ambrosiana 9
Lazio 23 Fiorentina 9
Alessandria 22 Genova 1893 9
Roma 22 Milan 9
Genova 1893 19 Napoli 9
Milan 19 Sampierdarenese 8
Napoli 19 Bari 7
Palermo 19 Lazio 7
Sampierdarenese 19 Triestina 7
Bari 18 Alessandria 6
Fiorentina 18 Palermo 4
Brescia 15 Brescia 1

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Roma e Torino (16)
  • Minor numero di sconfitte: Bologna (5)
  • Miglior attacco: Ambrosiana (61 reti fatte)
  • Miglior difesa: Roma (20 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Ambrosiana (+27)
  • Maggior numero di pareggi: Genova 1893 (14)
  • Minor numero di vittorie: Brescia (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Brescia (19)
  • Peggiore attacco: Brescia (21 reti fatte)
  • Peggior difesa: Palermo (50 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Palermo (-26)
  • Partita con più reti: Sampierdarenese-Juventus 2-7 (28ª giornata)
  • Miglior sequenza di partite utili: Bologna (12, dalla 1ª alla 12ª giornata)

Capoliste solitarie

  • dalla 2ª alla 13ª giornata: Bologna
  • 15ª giornata: Juventus
  • 20ª giornata: Bologna
  • dalla 24ª alla 25ª giornata: Torino
  • dalla 26ª alla 34ª giornata: Bologna

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 610 gol (di cui 12 su autorete) da 147 diversi giocatori, per una media di 2,54 gol a partita[8]. Di seguito, la classifica dei marcatori[16].

Gol Rigori Giocatore Squadra
25 Italia Giuseppe Meazza Ambrosiana
20 Italia Guglielmo Gabetto Juventus
19 2 Italia Silvio Piola Lazio
12 Italia Giovanni Busoni Napoli
12 ArgentinaItalia Alfredo De Vincenzi Ambrosiana
11 Italia Pietro Arcari (III) Milan
10 1 Italia Germano Mian Triestina
10 Italia Nereo Rocco Triestina
10 Italia Angelo Schiavio Bologna
10 4 Italia Onesto Silano Torino

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

[16]

Reti Calciatore Incontro Giornata
4 Italia Guglielmo Gabetto Juventus-Sampierdarenese 7-2 28

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiesa, p. 64
  2. ^ Chiesa, pp. 62-63
  3. ^ a b c d e f Chiesa, p. 61
  4. ^ a b Chiesa, p. 63
  5. ^ Chiesa, p. 65
  6. ^ Chiesa, p. 60-61
  7. ^ Melegari, 2004, p. 229
  8. ^ a b c Melegari, 2004, 452
  9. ^ Sturmer è tornato all'Alessandria, Il Littoriale, n. 84, 7 aprile 1936.
  10. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  11. ^ Angelo Benincasa allenatore del Palermo, Il Littoriale, n. 300, 7 dicembre 1935, p. 3.
  12. ^ Storia della stagione su asrtalenti.altervista.it
  13. ^ Felsner cede per "problemi di salute" il suo posto di allenatore a Delfo Bellini, Il Littoriale, n. 38, 13 febbraio 1936, p. 1.
  14. ^ Chiesa, p. 62
  15. ^ Melegari, 2004, p. 93
  16. ^ a b c Campionato 1935-36 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa. Il grande romanzo dello scudetto. Terza puntata: Il Bologna fa tremare il mondo, da Calcio 2000, febbraio 2002, pp. 58-77.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2005, Modena, Panini, 2004.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2003, Modena, Panini, 2002.
  • La Stampa, annate 1935 e 1936.
  • Il Littoriale, annate 1935 e 1936.
  • La Gazzetta dello Sport, annate 1935 e 1936.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]