Gastone Prendato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gastone Prendato
Fiorentina 1931-1932.jpg
Prendato (accosciato, terzo da sinistra) nella Fiorentina della stagione 1931-1932
Nazionalità Italia Italia
Italia Italia (dal 1946)
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1946 - giocatore
1966 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1926-1928Petrarca? (?)
1928-1931Padova96 (46)
1931-1935Fiorentina81 (20)
1935-1936Juventus10 (0)
1936-1937Roma10 (2)
1937-1938Padova20 (5)
1938-1941San Donà64 (14)
1941-1943Trento? (?)
1945-1946Ravenna1 (0)
Nazionale
1933Italia Italia B1 (0)
Carriera da allenatore
1938-1941San Donà
19??-19??Adriese
1945-1946Ravenna
1951-1952Padova
1955-1957Trapani
1958-1960Cosenza
1961-1962Trapani
1964-1966San Donà
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gastone Prendato (Padova, 4 marzo 1910Padova, 27 ottobre 1980) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Petrarca Padova, si trasferisce poi al Padova nella stagione 1928-1929. Nel campionato seguente il Padova partecipa al primo torneo di serie A a girone unico e Prendato esordisce così in serie A il 6 ottobre 1929 in Padova-Modena 1-3. Prendato gioca nella squadra biancoscudata sino alla stagione 1930-1931, annata nella quale vince la classifica dei marcatori in Serie B con 25 reti.

Nella stagione 1931-1932 passa alla Fiorentina dove debutta il 20 settembre 1931 in Milan-Fiorentina 1-1. Rimarrà con i viola per ben 4 stagioni totalizzando 81 presenze e 20 gol e assaporando anche la maglia della Nazionale, seppur sia stata solo quella B.[1]

Prendato (in piedi, al centro) nella Juventus del 1935-1936

Nella stagione 1935-1936 passa alla Juventus dove gioca 11 partite di campionato senza mai segnare e disputando anche 3 partite di Coppa Europa Centrale[2] segnando una rete. Fu poi la volta dell'esperienza alla Roma dove totalizza 10 presenze segnando 2 gol. In quell'annata i giallorossi raggiunsero anche la finale di Coppa Italia, dove vennero sconfitti sul neutro di Firenze dal Genoa. Nel 1937-1938 torna a giocare nel Padova allora in Serie B.

Nella stagione 1938-39 scende in Prima Divisione nel San Donà. Con i biancocelesti gioca tre stagioni rivestendo il doppio ruolo di allenatore e giocatore. Nella stagione 1938-1939 riesce a portare la squadra sandonatese ad una storica promozione in serie C. Categoria che il San Donà mantiene brillantemente nel 1939-1940, mentre nella terza stagione in biancoceleste di Prendato il San Donà è costretto al ritiro dal campionato di serie C a causa dei tanti giocatori partiti per il fronte.

A cavallo della guerra gioca nel Trento e nel Ravenna, per poi scegliere definitivamente nel dopoguerra la carriera di allenatore.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato una partita con la Nazionale B. A Novara il 2 aprile 1933 l'Italia B sconfisse per 5-0 la Svizzera B.[3]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Già nel 1938-39 pur giocando rivestì anche il ruolo di allenatore nel Sandonà. Nel dopoguerra allenò l'Adriese, prima di avere l'occasione di allenare in Serie A il Padova nella stagione 1951-1952, esperienza che durò per sole due partite dato che al suo posto fu poi chiamato Pietro Pasinati. Nel 1955 divenne l'allenatore del Trapani subentrando a Giliberti. Dal 1958 al 1960 allenò per due stagioni il Cosenza. Quindi nella stagione 1961-1962 tornò ad allenare il Trapani subentrando a Ottorino Dugini. Nel 1964-1965 allenò nuovamente il Sandonà nel campionato di Serie D, mentre nella stagione seguente allenò ancora i biancocelesti subentrando a campionato in corso.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia B
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
2-04-1933 Novara Italia Italia B 5 – 0 Svizzera Svizzera -
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Padova: 1930-1931 (25 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le partite della Squadra Nazionale B, Agendina del calcio 1940-1941, pag.40
  2. ^ Statistiche su Juworld.net
  3. ^ Le partite della Squadra Nazionale B, Agendina del calcio 1940-1941, pag.40

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni Colosetti, Storia dello sport sandonatese, Mazzanti Editori, 2007.
  • Giovanni Monforte e Stefano Pasqualato, A.C. San Donà: 90 anni di Calcio Biancoceleste, GEO edizioni, 2012, p. 544.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]